Connect with us

Calciomercato

Riscatto Meité, Maldini ci pensa

Pubblicato

:

Tutto rimandato. Questi mesi di Soualiho Meité in rossonero non hanno ancora convinto appieno Maldini, che sembra intenzionato a rimandare la decisione sul futuro dell’ex Toro. Sino ad ora la stagione di Meité è stata caratterizzata da prove positive seguite da prestazioni non all’altezza; un esempio lampante di ciò è la doppia sfida con il Manchester United: Meité nella gara di andata è salito in cattedra giocando una grande partita, al ritorno è apparso spento e non in serata. Per via di ciò, Maldini deve ancora riflettere sul riscatto del centrocampista francese, che ha affermato di trovarsi bene a Milano nonostante il suo futuro sia ancora appeso a un filo.

LE CIFRE

Meité ha lasciato il Torino nel corso dell’ultimo mercato invernale, ed è approdato al Milan con la formula del prestito con diritto di riscatto. La cifra che i rossoneri hanno sborsato si aggira intorno ai 500 mila euro; qualora Meité riuscisse a convincere la dirigenza del Milan, il Torino incasserebbe 8,5 milioni di euro più 1,5 milioni di bonus facilmente raggiungibili. Insomma, per il Milan sarebbe un investimento importante, considerando che il ragazzo non è ancora riuscito a “esplodere” definitivamente. Inoltre, la società rossonera dovrà prendere la propria decisione in virtù della situazione economica: infatti, sembra che Maldini voglia riscattare Fikayo Tomori, in prestito dal Chelsea. Per confermare il difensore inglese, il Milan dovrà versare 28 milioni di euro nelle casse dei Blues: una cifra significativa ma corrispondente al valore del giocatore, che si è trovato benissimo negli schemi di Pioli.

FATTORI INCISIVI

Ciò che potrebbe indurre la dirigenza rossonera a riscattare sia Tomori che Meité, sarebbe la qualificazione del Milan alla prossima Champions League. Un eventuale ritorno tra le “grandi” del calcio europeo permetterebbe al Milan di aumentare gli introiti e disporre quindi senza troppi problemi delle cifre richieste per i due calciatori. Ovviamente, molto dipenderà da Meité: se dovesse trovare regolarità e costanza nelle prestazioni, il Milan potrebbe comunque decidere di compiere uno sforzo economico e pagare il riscatto del centrocampista. Tuttavia, il francese, nonostante lo spazio che si è ritagliato in squadra, d’ora in avanti potrebbe giocare sempre meno. Infatti il ritorno di Bennacer e l’eliminazione dei rossoneri da tutte le coppe potrebbero essere fattori determinanti per il progressivo allontanamento di Meité verso i margini del progetto del Milan. Non è da escludere anche un inserimento di Pobega, reduce da una buona stagione in prestito allo Spezia.

LE PRESTAZIONI DEL GIOCATORE

Dal momento del suo arrivo a Milano, Meité ha giocato 15 partite, di cui 9 da titolare. Si è alternato con Tonali e Krunic per affiancare Franck Kessié davanti alla retroguardia rossonera. Meité non è ancora riuscito a trovare la via del gol, né a fornire assist ai compagni; malgrado qualche sbavatura e errori di inesperienza, si è contraddistinto in fase di pressing e recupero palla dando un grosso aiuto a Kessié. Ciò non è bastato a convincere Maldini: Meité ha dieci partite di campionato per mostrare le sue qualità e persuadere la dirigenza a riscattarlo. Pioli lo considera utile per la squadra, ma lo snodo cruciale resta la posizione di Meité in chiave futura: è una pedina importante per la costruzione di un progetto? E’ questo l’interrogativo a cui si sottopone Maldini, che entro la fine del campionato dovrà aver trovato una risposta. 

(Fonte immagine in evidenza: Transfermarkt.it)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Gakpo sui rumors dell’estate: “Ho aspettato lo United ma niente”

Pubblicato

:

Gakpo

Cody Gakpo è negli interessi del Manchester United già da tempo, ma i Red Devils non hanno mai presentato un’offerta né al PSV Eindhoven e né al giocatore.

Queste le parole del classe ’99 al medium olandese NRC in merito alla vicenda: “È stato un periodo duro, ma ho imparato. Adesso approccerò le cose in maniera diversa, ciò che arriva, arriva. Io ho pensato al Manchester United, poi però non sono arrivati. Ho iniziato a dubitare.. Poi è arrivato il Leeds, ma dovevo andare lì? Ora aspetto per tutto. Non ho più risentito nulla dallo United, quando si faranno vivi allora ci penserò. Ho sempre l’aiuto di Dio nel prendere questa decisione”.

Cody Gakpo sembra quindi molto concentrato sul presente, non vuole farsi aspettative o fantasie particolari, il presente adesso è l’Olanda e Qatar 2022.

Continua a leggere

Calciomercato

L’Empoli a caccia di rinforzi: spunta il nome di Piccoli

Pubblicato

:

Fantacalcio

Uno dei dati che meglio rende l’idea del campionato disputato fin qui dall’Empoli è quello dei gol segnati: in 15 partite di Serie A la squadra toscana ha gonfiato la rete avversaria in appena 12 occasioni.

Solo due squadre sono riuscite a fare peggio, ossia Cremonese e Sampdoria, che occupano ormai stabilmente la zona retrocessione.

In vista della seconda parte del campionato, Zanetti avrebbe dunque bisogno di irrobustire notevolmente il proprio reparto offensivo; oltre al nome estremamente suggestivo di Francesco Caputo, di cui si è già parlato nei giorni scorsi, in base a quanto riportato da PianetaEmpoli, si penserebbe all’acquisto di Roberto Piccoli, classe 2001 di proprietà dell’Atalanta (attualmente in prestito al Verona) che ancora non ha trovato sufficiente spazio per mostrare le proprie potenzialità.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Kessié può lasciare il Barcellona: il Tottenham in pole

Pubblicato

:

Kessié

L’avventura di Kessié al Barcellona potrebbe concludersi dopo soli pochi mesi.

L’ex Milan non ha trovato molto spazio nella prima parte di stagione sotto la guida di Xavi, anche a causa di una folta concorrenza nel reparto di centrocampo.

Fonti blaugrana affermano che l’intenzione dell’ivoriano sarebbe quella concludere quest’annata in Spagna, ma non è da escludere una partenza nel mercato invernale.

Secondo quanto riportato da Sport nell’edizione odierna, in tal senso, il Tottenham sarebbe la squadra maggiormente in vantaggio sulla corsa a Kessié, considerando anche che Antonio Conte è da sempre un suo grande estimatore.

Il calciatore, nelle ultime settimane, è stato anche accostato a club italiani quali Inter e Napoli.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969