Connect with us

Calcio e dintorni

Rivalità costiera

Pubblicato

:

Da qualche anno il derby costiero tra Nizza e Marsiglia ha ripreso ad avere fascino ed importanza, vista la crescita esponenziale del club nizzardo e la rovinosa crisi dei vicini marsigliesi che hanno visto il marchio OM ridimensionarsi a livello francese in primis ed europeo in secundis. Ma Nizza e Marsiglia rappresentano anche due culture ben differenti che da anni convivono in uno stesso territorio, baciate dal sole e dal mare di una delle parti più affascinanti del territorio transalpino. Da una parte il glamour della Costa Azzurra e della Promenade des Anglais, un lungomare fitto di lussuosi alberghi e stabilimenti balneari che parte dall’aereoporto, adiacente all’Allianz Riviera, fino ad arrivare al panoramico Castello. Dall’altra invece el pueblo marsigliese, quello dei colori e delle influenze arabeggianti che hanno reso la seconda città di Francia una delle più cosmopolita e calde d’Europa, con uno stadio Vélodrome che, seppur si sia rifatto il vestito in occasione dell’Europeo 2016, ha mantenuto quello spirito e quell’anima da museo calcistico a cielo aperto che solo chi ha passeggiato per il Prado può comprendere. Nizza e Marsiglia, glamour e purezza verace, lusso e multiculturalità, vecchio e nuovo di Ligue 1, si scontrano questa Domenica per il posticipo dell’ottava giornata di campionato in una sorta di giro di boa.

L’ALMANACCO

In 98 confronti ufficiali di Ligue 1 Nizza e Marsiglia hanno totalizzato rispettivamente 26 e 50 vittorie condite da 22 pareggi. Il bilancio degli ultimi tre anni è piuttosto equilibrato, visti i tre successi nizzardi, i due marsigliesi (con un esaltante 4-0 sotto la guida Bielsa) ed un pareggio, mentre la partita più spettacolare dell’ultima decade è certamente il confronto di Coupe de France del 21 Gennaio 2014, dove al Vélodrome, in occasione dei sedicesimi di fianale, l’OGC si impose per 5-4 dopo una strabiliante partita giocata senza esclusione di colpi: da una parte Gignac e Thauvin, col primo che segnò quel giorno uno dei suoi gol più belli in maglia OM, dall’altra BosettiMaupay, con gli ospiti che avevano approfittato di un Marsiglia troppo permissivo in fase di ripartenza.

STATI D’ANIMO

Da Nizza trapela ottimismo, forse più del dovuto, dopo la vittoria di Giovedì contro il Vitesse: l’inizio in campionato non è stato dei migliori e perdere una partita di quest’importanza potrebbe costare caro perché il treno delle migliori potrebbe iniziare a scappare via. L’ossatura di squadra e l’idea di gioco è rimasta la stessa, con qualche innesto di qualità: al momento il reparto che meno ha convinto è stato il centrocampo, orfano di Cyprien da lungo tempo in cui Seri è stato spesso sull’uscio con destinazione Barcellona. Anche con avversarie meno quotate come Amiens e Angers, il Nizza ha sofferto la fisicità e l’organizzazione tra i reparti, con Koziello ancora acerbo per caricarsi sulle spalle il peso del centrocampo rossonero e con Lees Melou in pieno rodaggio ed in fase di transizione dalla dimensione di Digione. In attacco ha convinto Saint Maximin e si è fatto notare il giovane Ganago. Balotelli e Plea le garanzie: se non c’è uno segna l’altro o viceversa e se sono insieme ancora meglio. Non compreso ancora il ruolo di un giocatore come Wesley Sneijder, chiamato a fare la differenza in Ligue 1 che al momento ha giocato solo due partite prima di fermarsi per problemi muscolari. C’è tempo, ma il terzo posto dista già cinque punti.

BONJOUR, C’EST MARSEILLE

Umore totalmente diverso in casa Marsiglia nonostante la sconfitta di Salisburgo. L’Olympique sembra finalmente aver approcciato il campionato in modo giusto, sempre con alti e bassi ma senza mai perdere la continuità di quanto proposto. Il tutto è frutto della magnifica gestione Franck McCourt, che ha lasciato le chiavi della squadra a Rudi Garcia e difficilmente lo spodesterà. Il mercato è stato oculato ma senza strafare: se la cessione di Gomis appare ancora un rebus, ecco gli arrivi di Germain e di Mitroglou. Il primo si è già dimostrato di importanza vitale, ma non essendo una prima punta possente in alcune partite ha sofferto, mentre c’è tanta attesa per il secondo che sarebbe dovuto arrivare molto prima in un campionato importante. La trequarti è di qualità e si sta rivelando, come da anni ormai, il punto di forza: Payet è il faro con Thauvin, la rivelazione si chiama Clinton N’Jie, veloce e tecnico se messo sulle trequarti, goleador rivelazione se schierato come falso nueve nel 4-2-3-1. A tutti gli effetti l’anno della consacrazione. Strana ma intelligente la mossa di richiamare alla base un pluri-bocciato del progetto Marsiglia come Lucas Ocampos, tornato più pronto tatticamente dopo la parentesi italiana e volitivo di ritagliarsi un posto importante. A centrocampo Luiz Gustavo ha donato stabilità ad uno dei punti deboli della squadra, supportato da Zambo Anguissa. Dietro, gli innesti di Rami e Abdennour mostrano la volontà di cementificare anche la difesa insieme a Rolando, mentre Sakai ed Amavi arrivano costantemente sul fondo creando superiorità. L’unico difetto è però quello di andare in difficoltà, e spesso imbarcare, contro squadre che hanno un’identità e giocano da anni il proprio calcio: non è un caso che le prestazioni peggiori siano arrivate con Rennes (1-3), Monaco (6-1) ed Angers (1-1), ovvero squadre che sanno giocare veloci e con palla a terra o che ti costringono con il fisico ad attuare un piano b. Sarà compito di Garcia trovarlo in fretta contro Favre, perché perdere il derby prima delle nazionali vorrebbe forse dire, un’altra volta, togliersi dalla testa le stelle della Champions.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio e dintorni

Luis Enrique rassicura i tifosi: “Abbiamo già giocato contro Mbappè”

Pubblicato

:

Domani si terrà il tanto atteso ottavo di finale tra la Spagna e la rivelazione di questo Mondiale, ovvero il Marocco di Hakimi e Ziyech. Intanto, Luis Enrique, il ct degli spegnoli, ormai diventato celebre insieme alle sue streaming su Twitch ha toccato l’argomento riguardante la possibile semi-finale contro i campioni in carica della Francia, e ha rilasciato qualche parola anche su Mbappè, reduce dalla bellissima e decisiva doppietta contro la Polonia.

Queste lesue parole sul giocatore del PSG:

Abbiamo già giocato contro di lui in Nations League ed ha segnato un gol in fuorigioco. Spero di giocarci ancora contro.”

Intanto la Francia si è già qualificata ai quarti di finale, dove incontrerà la forte di Inghilterra di Harry Kane e compagni.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Il Milan fissa quattro amichevoli in vista del ritorno in campo

Pubblicato

:

Milan

Ad un mese esatto dal ritorno in campo della Serie A, con il Milan impegnato nel lunch match in casa della Salernitana i 4 gennaio, sono state ufficializzate le amichevoli dei rossoneri.

Come richiesto da Stefano Pioli, infatti, il Milan giocherà quattro amichevoli nel mese di dicembre, per tornare sul ritmo gara di un match a settimana e arrivare pronti a gennaio.
Si parte giovedì 8 dicembre con la sfida contro il Lumezzane tra le mura amiche di Milanello. I rossoneri, poi, partiranno per Dubai, dove sfideranno Arsenal e Liverpool, rispettivamente il 13 e il 16 dicembre.
Dopo le feste natalizie, poi, ci sarà l’ultimo incontro, il 30 dicembre ad Eindhoven contro il PSV.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

I bookmakers eliminano le quote relative alla retrocessione della Juventus

Pubblicato

:

juventus

La bufera in cui è rimasta invischiata la Juventus è ormai sulla bocca di tutti, scatenando brutti ricordi ai tifosi bianconeri.
La situazione, infatti, ricorda molto da vicino altri casi famosi riguardanti il calcio italiano in generale, come Calciopoli e il TotoNero, che lasciarono strascichi su molti club.

Per alcune squadre ci fu addirittura la retrocessione d’ufficio, come nel caso del Milan nel 1980 e proprio della Juventus nel 2006. Proprio quest’eventualità, in particolare, ha fatto correre ai ripari i più importanti bookmakers italiani ed internazionali, da Sisal a SNAI, passando per GoldBet.

Nella sezione dedicata alle quote sulla retrocessione delle squadre di Serie A, infatti, le quote dei bianconeri sono state cancellate, con l’aggiunta di una nota a margine che riporta queste parole: “Gli operatori hanno rimosso la quota riguardante la Juventus per i noti problemi giudiziari della società torinese”.

Semplice paura o lungimiranza dettata dai corsi e ricorsi storici? Solo il tempo saprà dirci se i bookmakers avranno fatto bene o meno togliere le suddette quote.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

L’Inter termina la prima sessione di allenamento a Malta con un nuovo sponsor

Pubblicato

:

Inter

Come è ormai noto, l’Inter sta usufruendo dello stop imposto dal Mondiale con un mini ritiro a Malta, che è partito oggi con un’importante novità.

Come riportato da Daniele Mari su Twitter, infatti, i nerazzurri sono scesi in campo per allenarsi con un nuovo sponsor sulle divise: LeoVegas.
La società svedese è partner dell’Inter dallo scorso settembre, dopo la firma di un contratto triennale come Infotainment Partner del club.
Già oggi, durante l’amichevole degli uomini di Simone Inzaghi contro lo Gzira, vedremo se LeoVegas sarà presente in qualche maniera anche sulle divise da gioco dei nerazzurri.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969