Connect with us

Generico

Robben e Ribéry salutano: chi li sostituirà?

Pubblicato

:

Già da qualche mese, i due esterni del Bayern Monaco Arjen Robben e Frank Ribery hanno confermato che a fine stagione saluteranno Monaco di Baviera: il loro contratto è in scadenza il prossimo 30 giugno. Si tratta della fine di un vero e proprio ciclo, dato che il francese gioca nel club bavarese dal 2007, mentre l’olandese da un anno più tardi. I due giocatori hanno contribuito decisamente a scrivere la storia del Bayern, si pensi soltanto a quando il numero dieci nel 2012 sbagliò un rigore in finale di Champions League ai supplementari contro il Chelsea, che poi alzò la coppa dopo i calci di rigore. L’anno successivo, invece, arrivò il migliore dei riscatti da parte del classe ’84: realizzò il gol decisivo in finale contro il Borussia Dortmund e consegnò l’unico triplete della storia ai biancorossi.

“Questa è la mia ultima stagione al Bayern. Sono stati dieci anni eccezionali e meravigliosi. Mi sta bene così”.

Questa fu la dichiarazione dell’ex attaccante della nazionale olandese a inizio dicembre che annunciò senza alcun giro di parole il suo prossimo addio al club di Monaco di Baviera. I due hanno nel palmarès ogni genere di trofeo, con numeri personali pazzeschi: Ribéry vanta 84 gol in 261 presenze, Robben 98 in 198 partite disputate. Con altri tre mesi ancora tutti da giocare. L’ultimo biennio ha visto entrambi i giocatori spesso infortunati e con cali evidenti di prestazioni, dovuti evidentemente dall’avanzare dell’età: i tempi d’oro sono ormai giunti al termine. E’ in corso quindi un cambio generazionale in casa Bayern, non sarà facile per i futuri esterni del 4-2-3-1 bavarese imitare i successi ottenuti dalla “Robbery”.

CHI SOSTITUIRA’ ROBBEN E RIBERY?

Kingsley Coman, Serge Gnabry, Alphonso Davies. Ecco i nomi in pole per sostituire i due fenomeni. Se i primi due sono già noti non solo al pubblico bavarese, ma anche agli appassionati del calcio europeo, il terzo è decisamente meno conosciuto. Davies è infatti un giovanissimo classe 200 canadese, arrivato in Germania a gennaio che vanta già diversi ed interessanti record: nel giugno del 2017 è diventato il più giovane calciatore ad esordire con la nazionale canadese; il più giovane a segnare con la sua nazionale ed il primo nato dal 2000 in poi a segnare in una competizione internazionale. Un curriculum niente male vista l’età, ma nel calcio europeo dovrà sapersi affermare e soprattutto il tecnico del Bayern Niko Kovac dovrà essere in grado di dargli il giusto minutaggio senza però bruciarlo.

Gli altri due giocatori già questa stagione sono stati lanciati titolari (come anche ieri sera nel match di Champions di Anfield, pareggiato per 0-0). Facili e frequenti sono i confronti tra Coman e Ribéry, dato che entrambi sono francesi. L’intenzione dell’ex Juventus è quella di emulare la carriera piena di titoli e successi di Franck, ma a ventidue anni Kingsley vanta già una carriera top: ha militato in PSG, Juve e Bayern, vincendo due volte la Ligue 1, una Coppa di Francia, una Coppa di Lega, la Serie A nell’unico anno in Italia (in cui ha vinto anche la Supercoppa); in Germania ha già conquistato tre campionati, tre Supercoppe ed una coppa nazionale. Come Ribéry, anche Coman ha conosciuto la delusione con i blues: non è stato convocato per i Mondiali in Russia poi vinti dai francesi. Ribery invece perse due finali: la prima nel 2006 contro l’Italia, mentre la seconda a dieci anni di distanza, contro il Portogallo, che grazie al gol nei supplementari di Eder si laureò campione d’Europa. Dopo aver saltato diversi mesi a causa di un problema alla caviglia ed essersi operato, il giocatore ha dichiarato che in caso di ricaduta potrebbe seriamente valutare l’addio al calcio giocato.

Gnabry, rispetto a Coman, oltre ad un anno in più d’età (è un classe ’95) ha già due esperienze in Bundesliga, con le maglie di Werder Brema ed Hoffenheim. Con entrambe le squadra è arrivato in doppia cifra, infatti anche adesso è più prolifico del francese. Dai piedi dell’ex PSG potranno arrivare interessanti assist per i compagni, mentre il tedesco saprà rendersi pericoloso coi suoi inserimenti. Arrivare ai livelli di Robben e Ribéry non è cosa da poco, per farlo entrambi i giovani esterni dovranno uscire dalle loro ombre e prendersi la squadra sulle spalle, proprio come hanno fatto i due fenomeni per oltre dieci anni.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere

Generico

Gabbiadini verso il ritorno in campo: le ultime

Pubblicato

:

Gabbiadini

Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria, è uno dei grandi attesi ritorni dalla tifoseria blucerchiata. Con una sola rete all’attivo, il 31enne non sembra aver mai recuperato al 100% dopo il grave infortunio al crociato.

Nonostante le assenze rimediate prima della sosta di Qatar 2022, l’attaccante originario di Calcinate in questa prima parte di campionato si è rivelato fondamentale in occasioni importanti. Ricorderete sicuramente il gol che ha siglato contro la Lazio per acciuffare il pareggio importante. In quindici giornate però è un po’ poco ed i dubbi legati al numero 23 si sono fatti sempre più insistenti, intrinsechi all’altalenante condizione fisica.

Il ritiro di questi giorni della compagine blucerchiata sarà fondamentale per capire se l’attaccante potrà essere impiegato con costanza per tutti i novanta minuti. Tra una seduta d’allenamento e l’altra, Gabbiadini punterebbe ad una maglia da titolare in occasione di  Sassuolo-Sampdoria.

Continua a leggere

Generico

Le partite del giorno – Mercoledì 7 dicembre 2022

Pubblicato

:

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – SERIE B

Ore 20:30 Ternana-Cagliari (Sky/DAZN)

AMICHEVOLI INTERNAZIONALI

Ore 18:00 Fiorentina-Always Ready (DAZN)

Ore 18:00 Inter-Salisburgo (pagina FB Inter)

Ore 18:45 Antalyaspor-Napoli (Sky)

 

Continua a leggere

Flash News

Spalletti: “Per noi sarà un vantaggio lavorare durante la sosta”

Pubblicato

:

Napoli

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli durante un’intervista rilasciata alla stampa turca dal ritiro di Antalya, ha parlato della sosta che sta coinvolgendo anche il campionato di Serie A: “In momenti come questi, squadre come la nostra hanno l’opportunità di lavorare in modo più dettagliato. Non puoi andare sempre forte per tutto il tempo. La pausa offrirà l’opportunità di lavorare sui dettagli. Siamo molto contenti della forma che abbiamo raggiunto. Sarà un grande vantaggio per una squadra come la nostra poter lavorare e mantenere le nostre prestazioni in questo periodo. Abbiamo iniziato molto bene la stagione. è stato un vantaggio aver iniziato bene, abbiamo in squadra calciatori giovani molto forti. Abbiamo grande qualità ma abbiamo anche dei punti deboli.

Quindi mi congratulo con i miei giocatori per l’ottimo inizio. Faremo del nostro meglio per continuare così“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969