Connect with us

Calcio Internazionale

Roger Martinez, fútbolista in cerca di affermazione

Pubblicato

:

La Copa America, come ogni maggiore competizione internazionale, regala quotidianamente delle storie nuove. Favole, mai giunte sotto le luci della ribalta, che grazie ad un determinato successo sportivo iniziano ad assumere un’ingente importanza. Calciatori, nazionali o club rimasti sempre lontano dall’interessamento mediatico. Veri e propri gregari del gioco che nell’arco di una competizione di livello sportivo estremamente alto riescono a raggiungere uno status invidiabile.

Roger Martinez, nella Colombia del tecnico Carlos Queiroz, doveva semplicemente svolgere un ruolo di minor spessore. Subentrare a partita in corso, cercando di andare a minare fatiche di difese già provate dalla stanchezza di una partita. Dal primo match, tuttavia, tutto ha assunto un altro significato per il giocatore ed in questo momento Roger sta forse testimoniando una perenne pericolosità offensiva che raramente aveva vissuto in carriera.

DALL’ESPLOSIONE ARGENTINA ALL’ESPERIENZA CINESE

Fonte: profilo Instagram del giocatore

Martinez nasce calcisticamente nel Racing Club de Avellaneda, realtà storica del calcio argentino e culla di innumerevoli talenti (fresco vincitore del campionato nazionale). Fa il suo esordio con la maglia della Academia il 15 agosto del 2013 nel secondo turno di andata della Copa Sudamericana contro il Lanús. Subito evidenzia grande talento, tuttavia l’età anagrafica è ancora piuttosto bassa, di conseguenza il club argentino decide di mandare il gioiello in prestito al Club Atlético Aldosivi. A Mar de la Plata il giocatore riesce a mettere in mostra le sue grandi caratteristiche realizzando 6 reti e 6 assist in 26 apparizioni. Numeri importanti per un calciatore della sua giovane età. Di ritorno al Racing disputa alla corte di Facundo Sava solamente metà stagione, nella quale comunque riesce a siglare 7 reti in 15 occasioni.

Messosi in luce in maniera alquanto repentina, le estimatrici del centravanti colombiano di certo non mancano e diverse squadre europee hanno già sondato il terreno con il Racing per una sua possibile acquisizione. Nonostante ciò, Roger prende una decisione quantomeno singolare, soprattutto perché giunta ad un’età assai prematura: firma con il Jiangsu Suning, andando a giocarsi le proprie carte nel massimo campionato cinese. Nella Super League Roger continua ad offrire grandi prestazioni, siglando un totale di 20 reti e 10 assist nelle 42 presenze totali.

LA GRANDE POSSIBILITÀ

Fonte: profilo Instagram del giocatore

Il 7 gennaio 2018 un club spagnolo gli offre forse l’occasione per eccellenza. Per un calciatore nato nel continente americano forse è la proposta attesa per tutto l’arco della propria carriera. Il Villarreal investe su di lui poco meno di 15 milioni e gli garantisce la possibilità di interfacciarsi col grande calcio europeo. A Vila-Real, tuttavia, il giocatore non riesce pienamente ad entrare nel collaudato meccanismo tattico di Javier Calleja, trovando inoltre ingenti difficoltà di ambientamento. Al termine dell’esperienza totalizza un totale di 9 apparizioni, condite solamente da una marcatura. Roger, a tutti gli effetti, fallisce l’importante possibilità offertagli durante il mercato di riparazione estivo dalla società iberica. Il Villarreal decide comunque di esercitare il diritto di riscatto, anche se per effettuare una rivendita immediata al Club America, in Messico. Nel Paese nord-americano Martinez sembra definitivamente aver trovato la sua naturale collocazione. Il club gli concede assoluta fiducia ed il giocatore si è totalmente tolto le scorie del fallimento europeo. A 25 anni gli scenari futuri possono comunque essere dei più disparati e non è da escludere un’ulteriore esperienza nel vecchio continente, prima magari di un ritorno al vero fútbol latino.

UN CENTRAVANTI ATIPICO

Martinez, come quasi tutti i profili offensivi sudamericani, è un calciatore che fa della grande tecnica di base una delle sue maggiori peculiarità. Pur essendosi disimpegnato per tutta la carriera da prima punta, non bisogna pensare al giocatore come alla normale torre offensiva, in grado di far salire la squadra e di agire in mezzo ai centrali avversari. Roger piuttosto che aspettare l’innescata in profondità, predilige abbassarsi a ricevere il pallone, fungendo da vero e proprio regista offensivo. Da tale quindi sono le sue movenze, quando si sposta in maniera continua su tutto il fronte d’attacco e non concede quasi mai alcun tipo di riferimento ai difensori avversari. La sua caratteristica principale, tuttavia, è la grande velocità, intesa con due connotati dissimili: velocità di pensiero e velocità di piede. Tutto ciò si può forse notare nella sua vera essenza analizzando la rete realizzata dal giocatore contro l’Argentina, nella prima giornata della Copa America di quest’anno.

Il difetto maggiore è forse l’eccessiva foga agonistica. Il giocatore vive le partite cogliendone la vera interezza del momento e avendo la vittoria come principio ultimo di tutti i suoi sforzi. La garra continua che si può intravedere nei suoi occhi è tuttavia un’arma a doppio taglio, dato che in svariate occasioni lo ha portato a subire molteplici ammonizioni. Tuttavia quest’aspetto della propria personalità è un’elemento che Roger sta andando a perdere parallelamente alla sua maturazione personale.

https://youtu.be/0-YzMH7UhQY

L’IMPORTANZA IN NAZIONALE

Prima della nomina di Carlos Queiroz come selezionatore della nazionale colombiana, bisogna ammettere che Martinez in rare eccezioni era riuscito a ricevere una convocazione da parte del proprio Paese. Il 4 giugno 2019 torna a disputare una partita con la maglia della nazionale dopo quasi 3 anni e mezzo. Un lasso di tempo enorme che invita a riflettere sul perché di tale scelta. Probabile che tutto ciò trovi la propria risposta in un duplice fattore: un suo allontanamento da un tipo di calcio estremamente competitivo ed una continuità di prestazioni mai realmente palesata nell’arco della sua carriera. Nonostante ciò Queiroz decide di credere in lui; una fiducia comunque approssimativa, dato che all’alba della Copa America i titolari offensivi sicuri erano Muriel, Falcao e James Rodriguez, con Cuadrado agente da mezzala e Duvan Zapata pronto a graffiare a partita in corso. Martinez doveva essere un semplice gregario, nulla più.

Fonte: profilo Instagram del giocatore

Al quattordicesimo minuto di Argentina-Colombia, tuttavia, qualcosa cambia. Muriel in uno scontro di gioco si fa male ed è costretto ad uscire. Il responso è dei peggiori: Copa America terminata. Al suo posto subentra Martinez che però si colloca sull’out di sinistra, soluzione già provata più volte in precedenza dal mister portoghese. Roger disputa una partita ottima, limitando al massimo eventuali errori individuali e cercando puntualmente l’1 contro 1. Per la difesa avversaria, il duo Martinez-Rodriguez rappresenta una spina nel fianco mai realmente placata. Non casuale quindi il gol di Roger realizzato al 71′.  La seconda partita, contro il Qàtar , vede agire il giocatore a destra, invece che a sinistra. Gara non splendida per lui, limitato fortemente da una pochezza di gioco offerta dell’intera formazione.

Probabile che Roger non riesca ad effettuare il definitivo salto di qualità e si attesti sul livello di gioco attuale. Tuttavia, la Colombia adesso trae ampio giovamento da questo suo stato di forma e chissà che questo inizio di torneo non sia solamente l’alba di una vittoria che il Paese latino aspetta da 18 anni.

 

(fonte immagine copertina: profilo Instagram ufficiale del giocatore)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Il Chelsea osserva Hincapie: presto un’offerta al Leverkusen

Pubblicato

:

ecuador

Piero Hincapie si è guadagnato l’occhio delle inglesi. Tutto è iniziato con la Copa America dell’anno scorso in cui le voci di mercato circolavano a destra e manca. Infatti, dal Talleres, Hincapie si è trasferito al Leverkusen, che potrà leccarsi i baffi pensando alla ricca plusvalenza che potrebbe portare il calciatore. Difatti, il centrale mancino, all’occorrenza anche terzino, è costato solo 6 milioni.

Come riportato dal Mirror, il Chelsea ha messo gli occhi su di. Hincapie è un osservato dei Blues da un anno. L’impatto del ragazzo in Bundesliga è stato fin da subito più che positivo. Al momento, anche altri team di Premier League sono interessati al calciatore, attualmente impegnato in Qatar con il “suo” Ecuador. La notizia riportata dal tabloid inglese riguarda però un interessamento più che concreto da parte del Chelsea, che avrebbe in mente di preparare la prima offerta per Hincapie, portando il club di Stamford Bridge un passo avanti rispetto alla concorrenza.

In attesa di sviluppi ufficiali, il nome di Piero Hincapie continua a circolare come obiettivo di mercato di diversi top club.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Di Maria dopo la vittoria contro il Messico: “Continuiamo a lottare come sempre”

Pubblicato

:

juventus

Dopo la sconfitta all’esordio contro l’Arabia Saudita, l’Argentina di Leo Messi e compagni ha reagito battendo il Messico per 2-0. Il gol del vantaggio, siglato proprio dal numero dieci dell’Albiceleste, è stato propiziato dall’assist di Angel Di Maria, che al termine della partita ha analizzato prestazione e risultato della propria squadra. Queste le sue parole:

“Siamo felici di aver potuto dare una gioia ai tifosi, a noi, alle nostre famiglie. Continuiamo a lottare come sempre, continuando a dare tutto. Oggi per fortuna è arrivata una vittoria che ci dà più tranquillità. La prima partita non è andata come speravamo, ma non credo sia stata colpa della troppa pressione. Oggi penso che abbiamo fatto una grande partita contro un grande avversario. Sapevamo che non sarebbe stata facile e che non avremmo vinto con tanti gol di scarto”.

Per la selezione allenata dal ct Scaloni, il confronto contro la Polonia, previsto per mercoledì 30 novembre 2022, sarà di fondamentale importanza per capire se questa squadra ha tutte le carte in regola per proseguire il cammino a Qatar2022.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia-Danimarca, Deschamps: “Faccio i complimenti ai ragazzi, il primo obiettivo è raggiunto”

Pubblicato

:

Dove vedere Francia-Australia in TV e streaming

Nel match delle ore 18:00 di ieri la Francia ha battuto la Danimarca 2-1, con Mbappé protagonista assoluto e autore di una doppietta. Les Bleus strappano dunque il pass per gli ottavi di finale. Al termine della partita il ct dei transalpini, Didier Deschamps ha commentato così il passaggio del turno conquistato:

“Ci siamo mossi bene contro una Danimarca forte, ci è mancato qualcosa ma faccio i complimenti ai ragazzi. La Danimarca è sottovalutata, oggi ha dimostrato di essere una delle migliori nazionali. Vogliamo fare grandi cose, il primo obiettivo è raggiunto”.

Nel prossimo, e ultimo turno del girone D, la Francia affronterà la Tunisia mentre la Danimarca di Eriksen e compagni sfiderà l’Australia in un confronto da dentro-fuori. Appuntamento per le ultime due partite di questo girone fissato per mercoledì 30 novembre 2022.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Diario Mondiale, giorno 8: Francia e Argentina nel segno di Mbappé e Messi

Pubblicato

:

Messi

Iniziamo la giornata con “Diario Mondiale“, la rubrica che vi accompagnerà ogni mattina per tutta la durata del campionato mondiale, affrontando i vari temi della rassegna iridata in corso in Qatar.

L’AUSTRALIA SI IMPONE SULLA TUNISIA GRAZIE AL GOL DI DUKE

Dopo la sconfitta all’esordio contro la Francia, l’Australia del ct Arnold si rilancia contro la Tunisia grazie al colpo di testa di Mitchell Duke al 23’ del primo tempo. Match terminato dunque per 1-0 in favore della selezione australiana che porta a casa tre punti pesanti e il momentaneo secondo posto nel girone. Sarà dunque decisivo lo scontro diretto contro la Danimarca alla prossima giornata. Sul piatto ci sarà l’accesso agli ottavi di finale di questo Mondiale.

LA POLONIA C’È: 2-0 FIRMATO ZIELINSKI E LEWA

Dopo l’errore dal dischetto contro il Messico, Lewandowksi segna il suo primo gol a Qatar2022. Difatti, contro la sorprendente, e nuovamente ottima, Arabia Saudita, la Polonia passa per 2-0. Oltre al gol del raddoppio dell’attaccante del Barcellona, decisivo il rigore parato da Wojciech Szczesny e il vantaggio firmato Zielinski. Polonia prima a 4 punti in attesa dell’ultimo delicato confronto con l’Argentina di Leo Messi e compagni.

MBAPPÈ SUPERSTAR, LA FRANCIA SUPERA LA DANIMARCA 2-1

La Francia campione in carica vince e convince contro la Danimarca. Protagonista assoluto del match Kylian Mbappè con una doppietta, e quota tre in questo Mondiale, che vale la qualificazione matematica agli ottavi di finale per i transalpini. Inutile il pareggio siglato da Christensen per i danesi che saranno obbligati a battere l’Australia per potersi qualificare alla fase ad eliminazione diretta. Per i francesi invece basterà non capitolare contro la Tunisia alla prossima giornata per qualificarsi come primi nel girone.

MESSI TRASCINATORE: L’ARGENTINA BATTE IL MESSICO 2-0

L’Argentina di Leo Messi rialza la testa grazie al 2-0 ai danni del Messico. A “stappare” il match ci ha pensato ancora una volta il numero diez albiceleste con un magico e chirurgico sinistro dal limite dell’area di rigore sul quale Ochoa non ha potuto fare molto. A raddoppiare e chiudere il match è stato invece il talentuoso centrocampista del Benfica, Enzo Fernandez, su assist del migliore in campo: il ragazzo di Rosario con la 10 sulle spalle. Punti pesanti per le selezione allenata dal ct Scaloni che contro la Polonia si gioca primato del girone e accesso alla fase finale di Qatar2022.

LA SETTIMANA SI CHIUDE CON UN BIG MATCH: ALLE 20 C’È SPAGNA-GERMANIA

Questa domenica di calcio Mondiale ci regalerà ancora grandi incontri. Alle 11 la rivelazione Giappone proverà a regalarsi una storica qualificazione contro il Costa Rica, mentre alle 14 non mancheranno emozioni e grandi giocate nel match tra Belgio e Marocco. Alle 17, presso il Khalifa International Stadium, la Crozia e il Canada si giocano punti pesantissimi per la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta. A chiudere la giornata sarà invece il big match tra la Spagna e la Germania. La squadra di Luis Enrique ha impressionato al debutto contro il Costa Rica e una vittoria contro i tedeschi potrebbe portare fiducia e consapevolezza in vista del proseguio di questa competizione. La selezione allenata da Flick è invece quasi obbligata a vincere per continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi. Una sconfitta potrebbe interrompere per il secondo Mondiale di fila il cammino tedesco ai gironi. La parola passa dunque al campo. Buona domenica Mondiale a tutti!

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969