Dove trovarci

Roma, adesso è crisi: il Bologna espugna l’Olimpico e scavalca il Verona

Bologna sbanca Roma, vede l’Europa e sancisce lo stato di crisi dei giallorossi. L’ultimo exploit all’Olimpico risale al 2012, stesso identico risultato di stasera: 2-3. Ieri il protagonista era Alberto Gilardino, arrivato sotto le due torri in cerca di rilancio dopo una stagione flop. Stasera the man of the match è Musa Barrow, arrivato a gennaio da promessa non mantenuta all’Atalanta.

Roma che è in balia di un avversario che controlla il gioco, fa girar palla e decide la velocità dell’incontro. E le cose nella ripresa, dopo l’1-2 maturato nella prima frazione, non cambiano, anzi: Barrow si dà allo slalom gigante in velocità, partendo ancora dalla sinistra e arrivando in area dopo aver seminato il panico. La sua conclusione al 51′ vale l’1-3. Le mosse Bruno Peres e Carles Pérez, inseriti a partita in corso, danno la sveglia ai giallorossi sebbene tardiva: il brasiliano sfonda sulla destra, mette in mezzo e trova la capocciata di Mkhitaryan che finisce nel sette. Mancano 18 minuti e la partita è riaperta. E la Roma inizia a crederci davvero. Deve però fare i conti con Skorupski, portato in Italia proprio dai giallorossi che mai si sono affidati al polacco. E lui, con le sue parate su Dzeko, mette la firma sul successo. Bologna sesto, a sei punti dai capitolini. Che dopo le 4 reti incassate a Sassuolo trovano la seconda sconfitta consecutiva, la quinta in questo 2020 considerando anche la Coppa Italia. Peggio di così l’anno non poteva iniziare.

(Fonte immagine di copertina: profilo Twitter ufficiale del Bolgona)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News