Dove trovarci
Roma

Flash News

Roma, le pagelle della vittoria di Bergamo

Roma, le pagelle della vittoria di Bergamo

Importante vittoria della Roma in un campo difficilissimo come quello dell’Atalanta. Mourinho prepara bene la partita riuscendo a limitare la pericolosità offensiva della Dea e trafiggendola con ripartenza micidiali.

PAGELLE ROMA

Rui Patricio 6,5 – Prestazione convincente del numero uno portoghese. Sempre attento e reattivo negli interventi, solo la deviazione di Cristante riesce a beffarlo.

Mancini-Ibanez 6,5 – Autori entrambi di una partita importante. L’Atalanta non è avversario da poco, ma riescono a prendere le misure agli avversari soffrendo e concedendo veramente poco.

Smalling 7,5 – Semplicemente sontuoso. Mette la museruola per tutta la partita a Zapata, lo ferma, lo anticipa con le buone e con le cattive, e questo fa innervosire il colombiano. Suggella il tutto con il gol che chiude la partita. Assoluto leader difensivo.

Karsdorp 6,5 – E pensare che non molto tempo fa era uno dei tanti oggetti misteriosi in casa Roma. Giocatore che sta riuscendo a mostrare le sue doti, e l’impressione è che possa crescere ancora. Oggi è attento in copertura e sempre presente sulla fascia destra, dove circola a suo piacimento.

Veretout 7 – Grande partita anche da parte del centrocampista francese. Dominatore assoluto del centrocampo, mette lo zampino su tre dei quattro gol realizzati dai suoi. Quando è cosi in forma è un fattore. (Dal 91′ Kumbulla s.v.)

Cristante 5,5 – Forse unica nota, lievemente, stonata della partita orchestrata dalla Roma. Autogol sfortunato a parte, non si vede molto e non tiene i ritmi dei compagni.

Viña 6,5 – Anche lui, come il compagno della fascia opposta, è in netta crescita. Dopo un inizio di campionato difficile, le ultime uscite sono state incoraggianti. Oggi vince il duello con Hateboer e si propone spesso in sovrapposizione nella manovra offensiva.

Mkhitaryan 6,5 – Anche lui è uno di quelli che se si accende riesce a fare la differenza. Sembrava che il suo modo di giocare e gli schemi di Mou fossero distanti e di difficile conciliabilità, ma con lavoro e dedizione è riuscito a far ricredere lo Special One. Meno vicino alla porta, ma quando è tra i suoi piedi, il pallone è in cassaforte. (Dal 88′ Calafiori s.v.)

Zaniolo 7 – Dopo i vari infortuni e le ricadute sembrava essersi inceppato. Nella gara, forse più difficile, riesce a ritrovare il gol ma non solo, perché gioca una partita maiuscola. L’intesa con Abraham sale sempre di più e i due dialogano a meraviglia risultando spesso pericolosi. (Dal 69′ Shomurodov 6 – Si vede molto poco dopo il suo ingresso in campo, ma piano piano anche lui riesce ad uscire. Orchestra l’azione che porta al definitivo 4-1, segni di risveglio.)

Abraham 7,5 – Pronti, via e subito porta i suoi in vantaggio. Punisce per ben due volte una delle sue pretendenti prima dell’approdo a Trigoria. Viene in contro, aiuta nella manovra, dialoga con i compagni e segna. Cosa chiedergli di più? Sempre tra i più positivi dell’annata giallorossa, un vero trascinatore.

 

(Fonte immagine in evidenza: diritto Google creative Commons)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News