Connect with us
Roma, il tuo riscatto arriva dal futuro e dalla Primavera

Football

Roma, il tuo riscatto arriva dal futuro e dalla Primavera

Pubblicato

:

Roma

C’è una squadra che vince, convince e sovrasta tutti gli avversari. C’è una squadra che sta guidando il suo campionato con 13 vittorie, 6 pareggi e una sconfitta in 20 gare. Con 10 punti di vantaggio sulla seconda in classifica. E che forse avrebbe potuto fare ancora meglio, se non fosse praticamente privata della sua squadra titolare in ogni partita. Questa squadra si trova in Italia, precisamente nella Capitale. Questa squadra è la Roma Primavera.

BOVE E VOLPATO GLI ULTIMI IN ELENCO

Edoardo Bove e Christian Volpato sono saliti alla ribalta nell’ultima settimana, per essere stati gli eroi dell’Olimpico, nel match contro il Verona. Rispettivamente classe 2002 e 2003, entrambi provengono dalla Roma Primavera. In caso di emergenza, però, Mourinho sa che può attingere alla ricca fonte della sua under-19 per rinforzare la rosa dei “senior“.

Bove e Volpato, però, sono soltanto gli ultimi della lista. Prima di loro, in questa stagione, è toccato già ad Afena-Gyan, autore di una doppietta nella gara di andata contro il Genoa. Ma anche a Calafiori, Darboe e Boer, aggregati alla prima squadra già dallo scorso anno.

Discorso a parte anche per Zalewski, già più volte impiegato con la prima squadra giallorossa nelle ultime due stagioni, che però non ha ancora esultato per una rete.

ESPERIENZA E COMPETENZA ALLA GUIDA

Ad allenare la massima formazione giovanile giallorossa c’è un totem della Roma, prima che un grande allenatore. Alberto De Rossi, alla guida dell’under-19 dal 2003, che ha visto passare tantissimi futuri campioni. E ha potuto plasmarli per renderli tali.

Suo figlio Daniele De Rossi era già nel giro della prima squadra da un paio di anni in quel periodo. Ma può comunque dire di aver fatto sbocciare gente del calibro di Florenzi, Aquilani, Pellegrini, Politano, Verde, Caprari, Cerci e tanti altri ancora.

In questi 18 anni alla guida della Primavera sono cambiate moltissime cose. Dal modo in cui i giovani calciatori si approcciano al mondo del calcio, in maniera sempre più social. Alla valanga di giovani stranieri che arrivano in Italia, pescati da osservatori che hanno ormai scavalcato profondamente i confini. Arrivando a selezionare i futuri crack sudamericani o dell’Est europeo anche a 15 o 16 anni.

L’unico a non cambiare è stato Alberto De Rossi. Capace di far sbocciare il talento nei diamanti grezzi con cui lavora. Dotato di due qualità fondamentali per il settore giovanile: pazienza e determinazione. E con un palmarés di livello, che conta tre campionati, due Coppe Italia e due Supercoppe.

IL FUTURO DELLA PRIMAVERA GIALLOROSSA

Molti già sono andati via, molti stanno preparando la valigia, molti ancora vedono il loro futuro all’ombra del Colosseo e sul prato di Trigoria. Quando dici Roma Primavera, inevitabilmente, pensi a Totti e De Rossi, giocatori che hanno legato indissolubilmente il loro nome solo alla squadra giallorossa.

Per diventare dei novelli Totti o De Rossi, però, oltre al talento, serve anche fortuna. Lorenzo Pellegrini, trascinatore e simbolo della Roma attuale, è venuto fuori dalla Primavera ma ha dovuto fare tappa intermedia a Sassuolo. Alessio Riccardi, reputato il giocatore più importante della Roma Primavera della scorsa stagione, ora è in prestito al Pescara. E tanti altri, probabilmente, vivranno questo viaggio che li porterà momentaneamente lontano dalla Capitale.

Per sfondare subito in prima squadra serve una serie di colpi di fortuna che permettano ai giovani prospetti di trovare spazio tra i titolari, impattare subito all’Olimpico, resistere alla pressione estenuante dello stesso, nelle settimane e nei mesi a seguire. E, cosa più importante, rientrare nei piani dell’allenatore.

TESTA AL PRESENTE E ALL’IMMEDIATO FUTURO

La Roma Primavera, in questo momento, guarda molto più al presente. Con 10 punti di vantaggio sulla Sampdoria, il primo posto in regular season sembra ormai cosa fatta. Ma i giallorossi non vogliono lasciare l’opera incompiuta. Vogliono portare a casa il titolo: il nono della loro storia.

Le “final eight” che assegnano la vittoria del campionato Primavera sanno essere molto crudeli. Dalla loro parte, i giallorossi hanno un talento indubbiamente superiore alle altre squadre e l’esperienza della guida tecnica. Dall’altra parte, però, c’è sempre la variabile imprevedibile della gara secca.

Basti pensare che i campioni in carica dell’Empoli arrivarono sesti in regular season, conquistando per un punto la qualificazione alle final eight. Per poi superare, nell’ordine, Juventus, Inter e Atalanta.

Oltre alla strada del campionato, la Roma può gioire anche dell’importante vittoria in Coppa Italia Primavera. Arrivata nel pomeriggio di mercoledì 23 febbraio. I giallorossi hanno portato a casa il quarto di finale, giocato a Vinovo, contro la Juventus. Trionfo ai rigori dopo il 2-2 al termine dei 120′.

In semifinale, i giovani lupi se la vedranno con la Fiorentina di un ex. L’allenatore dei viola è Alberto Aquilani, uno dei pilastri della Roma di metà anni Duemila. Nonchè uno dei nomi di spicco delle prime esperienza come allenatore della Primavera di Alberto De Rossi.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Football

Dove vedere Tottenham-Manchester United in tv e streaming

Pubblicato

:

Le amichevoli pre campionato del Tottenham

DOVE VEDERE TOTTENHAM-MANCHESTER UNITED IN TV E STREAMING – La seconda giornata di Premier League vedrà in programma il big match  Tottenham-Manchester United, già importante per delineare i rapporti di forza all’interno del campionato.

Al Tottenham Hotspur Stadium, i padroni di casa andranno a caccia della prima vittoria stagionale dopo il pari sul campo del Brentford. Angelos Postecoglu avrà il compito di non far sentire la mancanza di Harry Kane in un reparto avanzato che può contare sull’imprevedibilità di Son e Kulusevski a sostegno di Richarlison. Oltre allo svedese ex Juventus, saranno tanti gli “italiani” in campo per gli Spurs

I Red Devils, invece, cercano la prima vittoria in trasferta dopo quella ottenuta nel Monday Night contro il Wolverhampton. A togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato l’inzuccata di Raphael Varane. La gara ha visto anche l’esordio dell’ex portiere dell’Inter Andrè Onana impegnato più volte nel disinnescare i pericoli creati dagli ospiti soprattutto in contropiede. Ancora ai box l’ex attaccante dell’Atalanta Rasmus Hojlund.

DOVE VEDERE TOTTENHAM-MANCHESTER UNITED IN TV E STREAMING

La partita Tottenham-Manchester United avrà inizio alle ore 18:30 di sabato 19 agosto al Tottenham Hotspur Stadium e sarà visibile su Sky Sport e Now TV. In alternativa, la partita sarà disponibile sull’app di Sky Go. Necessaria è la sottoscrizione dell’abbonamento.

Continua a leggere

Bundesliga

Marotta non segue solo Sommer: occhi su Musso dell’Atalanta!

Pubblicato

:

Musso

Il 1′ agosto l’Inter è ancora senza portiere dopo l’addio di Onana, Handanovic e Cordaz. I nerazzurri stanno manifestando qualche difficoltà nel chiudere per il tanto desiderato Yann Sommer e le parole dell’allenatore del Bayern Monaco Thomas Tuchel non fanno ben sperare.

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com, la società nerazzurra si starebbe guardando attorno e l’ultima idea sarebbe Juan Musso, portiere dell’Atalanta ex Udinese. Già in passato l’Inter aveva cercato il portiere argentino, ma ora la situazione è certamente più comoda visto il ritorno a Bergamo di Marco Carnesecchi. Sotto l’ombra della Madonnina, Musso potrebbe ritrovare stimoli e continuità che nell’ultimo periodo all’Atalanta sono mancati. Si attendono sviluppi.

Continua a leggere

Flash News

L’accusa da Milano: infiltrazioni mafiose nelle tifoserie calcistiche

Pubblicato

:

Napoli-Inter

Il procuratore della Repubblica del Tribunale di Milano Marcello Viola nel corso di una audizione in Commissione antimafia ha sottolineato che:

“Alcune indagini hanno documentato l’esistenza di rapporti non occasionali non solo tra esponenti delle tifoserie organizzate delle squadre di calcio e soggetti appartenenti ad organizzazioni di tipo mafioso, ma anche tra esponenti delle tifoserie ed appartenenti a gruppi eversivi: ci sono profili di infiltrazione delle tifoserie, in casi limitati delle stesse società, che favoriscono forme di controllo concreto del territorio ad esempio su parcheggi, biglietti, attività di ristorazione”.

Viola ha ricordato come la ‘ndrangheta abbia intensificato l’azione in Lombardia con infiltrazioni nel settore economico-finanziario e ha definito il quadro come “meritevole di attenzione e allarmante”.

All’audizione hanno partecipato anche il procuratore aggiunto Alessandra Dolci e il pm Paolo Storari,  titolare dei più importanti fascicoli sullo sfruttamento dei lavoratori con al centro cooperative che offrono alle imprese manodopera spesso in mano alla criminalità organizzata. La Procura nazionale antimafia ha aperto un fascicolo. Lo riporta Calcio e Finanza.

Continua a leggere

Calciomercato

Non solo Bologna e Verona: su Abdelli c’è anche il Sassuolo

Pubblicato

:

Carnevali

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, c’è un’altra pretendente per Himad Abdelli. Si tratta del Sassuolo che avrebbe messo gli occhi sul trequartista algerino dell’Angers, già obiettivo del Bologna ed attenzionato dall’Hellas Verona.

Il ragazzo classe ’99 ha giocato con continuità nella scorsa stagione di Ligue 1 mettendo a referto 2 gol e 2 assist in 30 partite disputate. Il DS Giovanni Carnevali dimostra di essere sempre vigile sui calciatori di prospettiva. Si attendono sviluppi, ma è sfida aperta in Serie A.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969