Connect with us

Flash News

Romagnoli, Pezzella, Manolas e Pjanic: quanti infortuni nella pausa per le nazionali

Pubblicato

:

Gli allenatori di club e i fantallenatori detestano la pausa per le nazionali, è una cosa troppo facile da intuire. I maggiori campionati europei vengono messi in pausa. Lo staff di un club non ha possibilità di lavorare sulla rosa a 360 gradi per via delle assenze dei giocatori convocati con le rispettive nazionali. Quando i giocatori tornano dalla pausa, o in alcuni casi direttamente durante le partite, hanno acciacchi e infortuni di qualsiasi genere. La pausa per le nazionali è sempre una strage. Allora vediamo, questa volta, a chi è toccato fermarsi.

SITUAZIONE MILAN E JUVENTUS

Il Milan ha, attualmente, la situazione infortunati più grave d’Europa. Musacchio, Biglia, Bonaventura e Caldara, tutti indisponibili per lunghi periodi. A questo elenco, durante la pausa si sono aggiunti Romagnoli e Calabria. Il capitano rossonero ha lasciato il ritiro dell’Italia due giorni fa, per quello che sembrava essere in un primo momento una contrattura muscolare, fastidio che si smaltisce in una settimana. L’infortunio è più grave del previsto: c’è stata una lesione della giunzione miotendinea del gemello mediale del polpaccio sinistro. Romagnoli rischia di stare fuori almeno un mese, sono queste le prime sensazioni che filtrano da Milanello dopo i primi controlli.

Un altro rossonero che ha lasciato il ritiro della Nazionale, quella under-21, è Davide Calabria. Il terzino è stato rispedito a casa in via precauzionale, perché ha accusato qualche fastidio alla caviglia che era dolorante poche settimane fa. Lui contro la Lazio dovrebbe esserci, anche se la situazione va monitorata giorno per giorno.

Dal Milan adesso passiamo alla Juventus. La lista degli infortunati si è arricchita proprio negli ultimi giorni, mentre prima l’unico indisponibile era Emre Can. Khedira si è fatto male in allenamento alla Continassa, ha rimediato una distorsione alla caviglia e può rimanere fuori il prossimo match.

Il quadro clinico di Bernardeschi è alquanto complesso: si era infortunato qualche settimana fa al muscolo psoas (quello che collega le gambe alla colonna vertebrale), nel recupero ha avuto una distorsione alla caviglia. Dopo aver smaltito questi due infortuni è andato in Nazionale, ma dopo il primo giorno ha fatto subito ritorno a casa. Sembra che Bernardeschi avesse già un problema agli adduttori prima di partire per il ritiro, adesso lo staff medico bianconero non vuole forzare i tempi di recupero e contro la SPAL sarà sicuramente indisponibile.

Miralem Pjanic, invece, è uscito negli ultimi minuti di gara di Bosnia-Austria per un affaticamento muscolare. Il bosniaco è rientrato subito a Torino, la sensazione è che per la ripresa del campionato potrebbe riposare, così da ritornare per la Champions pochi giorni più tardi.

INFORTUNI PER PEZZELLA E MANOLAS

Per la Fiorentina le brutte notizie sono arrivate dall’Argentina, quando la Selección ha comunicato l’infortunio procurato da German Pezzella. Per lui si tratta di lesione tra primo e secondo grado a carico del bicipite femorale. I tempi di recupero sono stimati in 20 giorni circa, così Pezzella rischia di saltare la prossima gara contro il Bologna e quella del 1 dicembre con la Juventus. Una bella grana per Pioli, che dovrà quindi sostituire il proprio capitano.

Chiudiamo con un altro difensore non facile da sostituire, cioè Kostas Manolas. Il greco è uscito al 28’ nella sfida di Nations League tra la sua Grecia e la Finlandia per un problema alla caviglia destra. I primi esami strumentali hanno evidenziato una distorsione alla caviglia non grave, che può comunque fargli saltare la gara di campionato contro l’Udinese e quella di Champions contro il Real Madrid. Di Francesco deve sperare nel recupero del suo miglior difensore, soprattutto in vista della gara contro gli spagnoli.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

La Lazio cerca un vice Immobile, piace Cheddira per gennaio

Pubblicato

:

Cheddira

La Lazio è da tempo alla ricerca di un calciatore che possa far rifiatare Ciro Immobile, il nome che spunta fuori è quello di Walid Cheddira: attaccante del Bari attualmente in Qatar. L’attaccante marocchino è rapidamente passato dalla serie C a un quarto di finale della coppa del mondo.

LA TRATTATIVA

Il Bari ha già fatto sapere che non intende cedere il proprio asso a gennaio, vuole sfruttare al massimo il potenziale offensivo di Cheddira per raggiungere il traguardo promozione. Secondo Calciomercato.com, però, ci sarà un tentativo da parte della Lazio già in questo gennaio, visti anche gli acciacchi di cui comincia a soffrire Ciro Immobile a 32 anni.

Al momento la Lazio attende e Cheddira si gode il suo momento d’oro, ieri durante la sfida con la Spagna, l’attaccante del Bari ha giocato entrambi i tempi supplementari e ora nel mirino ci sono le semifinali.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Cristiano Ronaldo aspetta l’Europa, vuole ancora giocare la Champions

Pubblicato

:

Portogallo

Cristiano Ronaldo è in attesa di scoprire cosa gli riserverà il futuro. Secondo Nicolò Schira, prima di accettare la ricca offerta dell’Al Nassr, CR7 preferisce aspettare un’offerta da parte dei club europei che giocano la Champions League.

Proprio per accontentare le richieste del suo cliente, Jorge Mendes, è al lavoro per trovare una sistemazione europea all’ormai ex giocare del Manchester United. Mentre il suo agente cerca soluzioni per il suo futuro, Cristiano Ronaldo rimane in Qatar con il suo Portogallo. Ieri sera, dopo la vittoria della sua Nazionale contro la Svizzera, uscendo dallo stadio si è esposto sul suo futuro con poche parole ma efficaci: “Accordo con l’Al Nassr? No, non è vero“, queste le dichiarazioni riportate da Record. CR7 sta aspettando l’Europa.

Continua a leggere

Flash News

Spalletti: “Per noi sarà un vantaggio lavorare durante la sosta”

Pubblicato

:

Napoli

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli durante un’intervista rilasciata alla stampa turca dal ritiro di Antalya, ha parlato della sosta che sta coinvolgendo anche il campionato di Serie A: “In momenti come questi, squadre come la nostra hanno l’opportunità di lavorare in modo più dettagliato. Non puoi andare sempre forte per tutto il tempo. La pausa offrirà l’opportunità di lavorare sui dettagli. Siamo molto contenti della forma che abbiamo raggiunto. Sarà un grande vantaggio per una squadra come la nostra poter lavorare e mantenere le nostre prestazioni in questo periodo. Abbiamo iniziato molto bene la stagione. è stato un vantaggio aver iniziato bene, abbiamo in squadra calciatori giovani molto forti. Abbiamo grande qualità ma abbiamo anche dei punti deboli.

Quindi mi congratulo con i miei giocatori per l’ottimo inizio. Faremo del nostro meglio per continuare così“.

Continua a leggere

Flash News

Immobile sulla sua Lazio: “Finchè starò bene e riuscirò a dare il massimo resto qui”

Pubblicato

:

Lazio

In occasione del lancio di una criptovaluta Immobile ha rilasciato un’intervista abbastanza corposa dove ha trattato diversi argomenti. Queste le sue parole riportate da LaLazioSiamoNoi, partendo dai tifosi: “Io credo che sia la cosa più importante. Da quando ho iniziato a fare questo sport ho sempre creduto nei suoi valori, la passione. Poi è diventata la mia professione, quando incontro i tifosi che mi fanno i complimenti per il Ciro “uomo” mi riempie di gioia. Qua alla Lazio l’affetto dei tifosi mi spinge sempre a fare meglio, io e la mia famiglia ci sentiamo a casa, siamo di adozione romani ma il 50% del mio sangue resta sempre napoletano”.

Poi una parentesi sul Napoli: “In questo momento ha un grande vantaggio in fatto di punti, questo stop sarà condizionante per tutte le squadre, se loro riusciranno a mantenere questo ritmo dopo la pausa faranno grandi cose. Questo è un campionato atipico, stiamo lottando con grandi squadre che ci danno filo da torcere”.

Ciro Immobile ha continuato parlando anche dell’esperienza a Pescara: “L’Immobile di Pescara era un ragazzo single in una squadra di ragazzi che volevano emergere, seguendo le direttive del mister siamo riusciti ad arrivare davanti a squadre molto attrezzate“.

Il capitano biancoceleste ha concluso con un commento su Claudio Lotito: “Ho un rapporto molto buono con lui, mi ha sempre aiutato per qualsiasi cosa. Ora ho un contratto di altri tre anni, finché starò bene e riuscirò a dare il massimo per questa maglia starò qui se poi dovesse finire ne parleremo. Adesso mi sto focalizzando su quello che sto facendo in campo, ma anche su quello che posso dare alla società dopo quando smetterò di giocare”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969