Connect with us

Calcio Internazionale

Roman Yaremchuk: tra Euro 2020 e mercato

Pubblicato

:

Protagonista di un grande esordio a Euro 2020, Roman Yaremchuk è una delle punte di diamante dell’Ucraina di Shevchenko. Una vetrina straordinaria, probabilmente la migliore che proporrà, in ambito calcistico, l’intero 2021. Euro 2020 è la massima competizione europea e se da un lato consente di ammirare i più grandi giocatori affermati dell’intero panorama mondiale, dall’altra offre l’opportunità di poter valutare da vicino alcuni giocatori meno noti.

È il caso di Yaremchuk: il giocatore di proprietà del Gent ha disputato tutte le tre partite della fase a girone concludendo con un bottino di 2 gol e 1 assist. Nonostante ciò, l’Ucraina non è riuscita a qualificarsi agli ottavi di finale classificandosi al terzo posto del Gruppo C (Olanda, Austria, Ucraina, Macedonia del Nord).

CARRIERA

Prima Dinamo Kiev, club che gli ha dato la possibilità di avvicinarsi gradualmente al calcio professionistico, e poi il prestito al Oleksrandrija, compagine con la quale ha segnato i suoi primi goal nel massimo campionato ucraino (5 in 14 uscite). Per l’attaccante classe 95′ la vera consacrazione arriva con il trasferimento al Gent, in Belgio.

Yaremchuk

(Fonte: Instagram @r.yaremchuk)

Un periodo altalenante quello di Yaremchuk dal 2017 ad oggi. Stagioni trascorse sottotono (di cui una segnata da un infortunio al tendine d’Achille che non gli ha permesso di andare oltre le 18 presenze in campionato condite da 10 reti). L’ultima è stata l’annata che l’ha posto nuovamente all’attenzione degli osservatori di alcuni tra i migliori club europei: 20 sono stati i goal in campionato in 34 partite.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Il venticinquenne di Lviv è un attaccante dotato di un fisico possente (191 cm per 78 kg) capace di gestire palla, far salire la squadra e di tenere sulle spalle l’intero peso di un reparto. Ma grazie anche alle buone qualità tecniche, la bravura nel dribbling e l’ottima velocità in progressione, può anche essere schierato più largo in un tridente, tanto a desta quanto a sinistra.

In 152 partite giocate con la casacca del Gent ha messo a referto 61 gol e 18 assist. Insomma, numeri che parlano di Yaremchuk come un’attaccante completo e che è nel pieno della propria maturità calcistica.

UN FEDELISSIMO DI SHEVCHENKO

Roman Yaremchuk è entrato nel giro della Nazionale maggiore ucraina nel 2018, quando aveva 22 anni. A farlo esordire, in occasione di una sfida di UEFA Nations League vinta sul campo della Repubblica Ceca, fu Andriy Shevchenko. L’ex attaccante del Milan e attuale commissario tecnico dell’Ucraina, ha fatto di lui uno degli uomini più importanti della sua squadra. Da allora la punta del Gent ha totalizzato 27 presenze prendendo parte alle qualificazioni per Euro 2020, alla Nations League 2020-2021, le qualificazioni per i Mondiali del 2022 e ovviamente Euro 2020.

Con i due gol segnati nelle prime due partite della massima competizione continentale, Yaremchuk raggiunge quota 10 per quanto riguarda le reti con la Nazionale maggiore.

CAPITOLO MERCATO

Come accennato in precedenza, l’ultima stagione nelle vesti di attaccante del Gent ha permesso a Yaremchuk di attirare l’attenzione di diversi top club a livello europeo, tra questi anche italiani. Per lui si è parlato dell’interesse di Lazio e Roma. In particolare sono circolate voci legate ad un possibile affondo giallorosso nel corso dell’ultima sessione di calciomercato invernale, ma i capitolini erano stati dati sulle tracce dell’attaccante già nell’estate del 2019.

Ma ecco un’ultima indiscrezione: secondo le ultime notizie di mercato, pare che il Milan abbia avviato i contatti con il Gent proprio per il cartellino di Yaremchuk. Il talento ucraino viene considerato dai rossoneri un’alternativa a Olivier Giroud per il ruolo di nuovo centravanti, sempre in attesa del rientro di Ibrahimovic. E a sponsorizzarlo è proprio Shevchenko. Possibile che la formula del trasferimento sia quella di un prestito oneroso con diritto/obbligo di riscatto fissato intorno ai 15-16 milioni di euro. Una pista da seguire attentamente, visto che il Milan promette ancora colpi e sorprese in questa sessione estiva.

CONCLUSIONE

Le prossime settimane, o i prossimi mesi, diranno se per Yaremchuk si spalancheranno le porte della Serie A. La sensazione è quella che, qualora l’Ucraina dovesse essere ripescata come una delle migliori terze e l’attaccante dovesse continuare a far bene, la quotazione del suo cartellino possa aumentare considerevolmente e superare il muro dei 20 milioni di euro.

In molti sperano in un suo exploit, mentre gli appunti riempiono le pagine dei taccuini di un numero sempre maggiore di club europei.

(Fonte immagine in evidenza: Instagram @r.yaremchuk)

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La FIFA pensa alla modifica della fase a gironi del Mondiale del 2026

Pubblicato

:

Qatar 2022 sarà l’ultimo Mondiale a 32 squadre. Nel 2026, i posti per il torneo più importante al mondo a livello calcistico infatti saranno addirittura 48.

Proprio per la prossima rassegna iridata, la Fifa starebbe pensando a delle modifiche del format. Secondo il Guardian Sport, l’idea iniziale sarebbe stata quella di formare 16 gironi da 3 squadre ognuno, mentre starebbe prendendo piede l’ipotesi di organizzare il torneo con 12 gironi da 4.

Per un Mondiale che deve finire e che non ci sta privando di sorprese, uno nuovo sta per nascere.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Courtois rabbioso: “Non chiamateci «Generazione d’Oro»”

Pubblicato

:

Courtois

Non chiamateci «Generazione d’Oro», non abbiamo vinto niente“. Queste le dure parole del numero 1 belga Thibaut Courtois nel postpartita contro la Croazia.

Courtois ha espresso tutta la sua delusione e il rammarico: la cosiddetta «Generazione d’Oro», nei fatti, non ha mai portato a casa trofei. La partita con la Croazia ha sancito l’eliminazione dal Mondiale della Nazionale belga, che ha chiuso il girone al terzo posto a -1 proprio dagli avversari di oggi.

Sarebbe stata fondamentale una vittoria per il Belgio, ma il pareggio a reti bianche ha consegnato il pass per gli ottavi agli uomini di Zlatko Dalic.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Müller annuncia: “Al 99% oggi ultima partita con la Germania”

Pubblicato

:

Pronostico Costa Rica-Germania

Serata da dimenticare totalmente per la Germania, che per la seconda volta consecutiva vede interrompersi il percorso Mondiale ai gironi. Decisiva la vittoria del Giappone contro la Spagna, che con i 3 punti di stasera si prende anche la vetta del gruppo E. La Germania termina il girone al terzo posto con 4 punti, al pari della Spagna, che però si qualifica grazie alla differenza reti. Nel postmatch Thomas Müller si è dichiarato pronto a chiudere la carriera con la Nazionale: “Al 99% è stata la mia ultima partita con la Germania“, ha dichiarato a Sky Sport DE.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Camerun-Brasile, il ct Song suona la carica: “Per noi una finale”

Pubblicato

:

Ghana

Nella vigilia del match contro il Brasile, nella consueta conferenza stampa pre-partita, il ct del Camerun, Rigobert Song, ha ribadito più volte l’importanza della gara contro la nazionale verdeoro. La partita potrebbe risultare fondamentale per i camerunensi, che con un’ ipotetica vittoria ed una sconfitta della Svizzera potrebbero strappare il pass per gli ottavi di finale. Da tenere d’occhio anche il possibile incrocio con la Serbia, che si trova a pari punti con il Camerun ma svantaggiata dalla differenza reti. Ecco le parole di Song:

“Ci stiamo preparando con l’obiettivo di superare il primo turno di questo Mondiale. Conosciamo molto bene il Brasile, la nostra prima sfida è vedere, non come si comporteranno loro, ma come ci comporteremo noi. Hanno un vantaggio legato al fatto di essere già qualificati. Non dobbiamo pensare che schiereranno la loro seconda squadra perché si sono già qualificati, la cosa più importante è come ci avviciniamo a questa partita. Per noi sarà una finale e dovremo fare di tutto per ottenere i 3 punti. Poi vedremo cosa succede dopo. Il messaggio che mando ai giocatori è di lottare e impegnarsi di più, la battaglia è più psicologica. Il risultato è importante e so che i miei giocatori possono farcela se puntano su concentrazione e determinazione. Al livello più alto, quando hai un momento di deconcentrazione, può essere costoso. Si tratta di essere concentrati e avere la determinazione per permetterci di prendere i 3 punti”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969