Connect with us

Calciomercato

RSIL compra in anticipo Musacchio

Pubblicato

:

Tutto fatto per l’arrivo di Musacchio al Milan, il difensore argentino ha infatti concluso l’accordo con i rossoneri, in particolare modo con la parte orientale del club di Via Aldo Rossi. Chi conosce il mercato sa con certezza che la maggior parte degli affari si realizza in questo momento, Fassone si è già iniziato a muovere e questo è già un gran presupposto per la sperata, e tanto voluta, conclusione della cessione di Berlusconi. La vera domanda è: in che modo si è mosso Rossoneri Sport Investment Lux? Qua entriamo in particolari più interessanti e intricati: la società meneghina non può fare nessun acquisto in questa finestra di mercato in maniera ufficiosa, tutte le varie entrate andrebbero a coinvolgere l’attuale e storica dirigenza. In poche parole Fininvest non vuole prendersi nessuna responsabilità economica, ecco perché ci si è affidati ad una società che attualmente detiene la firma di Mateo e che poi verrà ri-girata al “nuovo” Milan in caso di cessione. Questi passaggi non sono così utopici davanti ad alcune fasi di trasferimento societario.

I COSTI

La difesa era quel reparto che doveva essere rinforzata, un grattacapo che non è quasi mai passato inosservato ai tifosi rossoneri. Il nome di Mateo, sinceramente, era già molto vicino in estate, il capolavoro di Galliani era stato compiuto e forse la facilità nell’intavolare questa seconda alternativa è merito, proprio, dello storico amministratore delegato. Un’arma che servirà ancor di più se accompagnata da Romagnoli, due giocatori che nel caso in cui trovassero alchimia potrebbero davvero far ripartire la squadra da una solida difesa. Per affiancare ad Alessio il numero 5 del sottomarino giallo e creare, dunque, un duo così raffinato, si è dovuto comunque spendere: i costi si aggirano intorno ai 20 milioni di euro, prezzo più che giustificato vista la numerosa concorrenza e il continuo pressing, dei sette volte campioni d’Europa, nella scorsa finestra di mercato. Sullo stipendio sappiamo molto meno però crediamo che si aggirerà intorno ai 4 milioni di euro, per il 26enne di Rosario è pronto un quadriennale.

Composizione realizzata da N10 ©

San Siro è pronto ad accogliere il suo nuovo baluardo difensivo, questa volta non ci saranno più scuse: niente seconde linee come Gustavo Gomez, la prima scelta arriverà, anzi la decisione è già stata presa e questo può essere sintomo di crescita da parte di RSIL (in pratica SES), volenterosa, così, di spendere e giocarsi alcune carte su una nuova squadra.

COSA AGGIUNGERA’ MUSACCHIO AL MILAN?

Il classe 1990 del Villarreal porterà alcune caratteristiche indispensabili per il muro davanti alla porta di Donnarumma: muscoli, qualità, una discreta nomea e finalmente un po’ di speranza in più perché Mateo potrebbe davvero rappresentare il futuro, quel jolly che potrà costruire l’avvenire dei prossimi 3-4 anni. Affiancato a Romagnoli la nuova linea imposta dai rossoneri sarà più definita, unire un buon mancino ad un raffinato destro porterà il Diavolo ad avere più compattezza e un reparto più completo. Inoltre questo giocatore rappresenta la decisione e la fermezza in campo, i suoi interventi sono preziosissimi quando c’è da mettere “la gamba”, sinonimo di sicurezza e responsabilità in momenti ostici del match.

Entrambi non possiedono una progressione ottima, questo fattore alla lunga potrebbe rappresentare uno scoglio importante.

 

I RISCHI

Composizione creata da N10 ©

L’accordo è stato raggiunto e i guai possono insorgere solo nel caso in cui non avvenisse il closing: se Fassone si è mosso in prima persona ha sicuramente avuto l’ok dai suoi nuovi “capi”, nel caso in cui non si concludesse con il gruppo di Han Li (il nome più probabile alla guida di SES) la questione potrebbe avere risvolti diversi: il mancato accordo farebbe saltare i nervi all’entourage del difensore, rappresentato da Marcelo Lombilla, di conseguenza si potrebbero riaprire clamorose piste legate ad altre squadre interessate, prima fra tutte c’è il Real Madrid di Zidane.

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

L’Inter monitora due profili per il ruolo di vice-Onana

Pubblicato

:

Inter

Nella giornata odierna l’Inter ha ripreso gli allenamenti alla Pinetina. Tuttavia, oltre al campo, i dirigenti pensano anche al mercato.

Stando a quanto riportato dall’esperto di mercato Gianluca Di Marzio, la Beneamata sarebbe alla ricerca di un nuovo portiere da affiancare a Onana, in sostituzione di Handanovic. I nomi sarebbero quelli Sommer, estremo difensore della nazionale svizzera e del Borussia Monchengladbach, e Bayindir, giocatore di proprietà del Fenerbahce. Entrambi i profili rappresentano un’opportunità di mercato dato che hanno il contratto in scadenza nel 2023.

Invece, sul fronte delle uscite resta da monitorare la situazione Gosens di cui i nerazzurri vorrebbero privarsi esclusivamente a titolo definitivo

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Thuram all’Inter: perchè Marotta non deve lasciarselo scappare?

Pubblicato

:

Inter, Marcus Thuram è il primo obiettivo

Periodo di riflessioni in casa Inter, soprattutto per quanto riguarda il reparto offensivo. Con Lukaku perseguitato dagli infortuni e con un futuro in nerazzurro nebuloso, Correa perennemente discontinuo e Dzeko spesso trascinatore della squadra ma impossibilitato a reggere la titolarità per tutta la stagione per una mera situazione anagrafica, l’unico vero caposaldo dell’attacco interista si rivela essere Lautaro Martinez.

Proprio per questo Marotta e la dirigenza sembrano intenzionati a iniziare a muoversi per il mercato di gennaio, e uno dei nomi principali sul taccuino dell’ex dirigente juventino sembra esser quello del figlio d’arte Marcus Thuram.

Il classe ’97 in scadenza con i tedeschi del Mönchengladbach a giugno 2023 potrebbe vestire in nerazzurro già in quest’inverno con un esborso intorno ai 10 milioni di euro, ma la trattativa pare complessa e tortuosa, soprattutto per via delle limitate disponibilità economiche dell’Inter.

CARATTERISTICHE TECNICHE

L’attaccante francese risponderebbe però alle esigenze di Simone Inzaghi per il suo attacco, alla luce della futuribilità e della completezza tecnica del giocatore.

Parliamo infatti di un attaccante duttile e dotato di molte caratteristiche interessanti, che trova nell’attacco della profondità e nella freddezza sotto porta le sue qualità principali. È dotato tra l’altro di un‘ottima progressione, coadiuvata ad una forza fisica oltre la media.

Inoltre è un attaccante dinamico e moderno, in grado di agire e di dimostrarsi pericoloso in varie zone del campo, creandosi spazi, difendendo palla e puntando con esplosività gli avversari.

LE STATISTICHE E LA TENDENZA AL “DIALOGO” COI COMPAGNI

Oltre ai 10 gol in 15 presenze nella prima di questa stagione, la statuaria prima punta ex Guingamp ha collezionato 3 assist: numeri interessantissimi per una prima punta, che dimostrano anche una predisposizione alla partecipazione con la squadra.

Inutile dire che, nel contesto nerazzurro che da anni si è consolidato nell’attacco formato da due punte, la predisposizione all’assist e alla collaborazione con un’altra punta sia una caratteristica molto importante, quasi indispensabile.

Thuram rappresenterebbe nell’attacco interista non solo una notevole risorsa tecnico/tattica, in grado di giocare con tutti gli attaccanti a disposizione e in grado di interpretare più compiti (proprio come chiede Inzaghi), ma sarebbe anche un investimento per il futuro e darebbe finalmente stabilità ad un reparto che, a parte Lautaro Martinez, negli ultimi anni è sempre sopravvissuto con operazioni di mercato temporanee e d’esperienza, a discapito della progettualità e della linea verde.

La cifra di 10 milioni tra l’altro sarebbe assolutamente vantaggiosa, dato che il giocatore ne vale almeno il doppio. L’Inter ha bisogno di svecchiare la propria rosa, e sarebbe importante sfruttare l’occasione Thuram, che tornerebbe utile non solo per la seconda parte di questa stagione, ma anche per il futuro.

Continua a leggere

Calciomercato

Inter, retroscena di mercato di Zanetti su due protagonisti di Qatar 2022

Pubblicato

:

Zanetti

L’Argentina, oltre a poter contare su Leo Messi, ha tanti calciatori validi, su tutti Enzo Fernandez e Julian Alvarez, che si sta mettendo in mostra in Qatar.

I due “ragazzini terribili” a suon di ottime prestazioni, soprattutto nelle ultime due partite, stanno trascinando anche loro l’Albiceleste. I due hanno ricevuto parole di apprezzamento da un’ex stella dell’Argentina, ma soprattutto dell’Inter, ovvero Javier Zanetti.

L’ex capitano nerazzurro, ai microfoni di ESPN, ha parlato proprio dei due talenti a disposizione del ct Scaloni dopo la partita con la Polonia:

“Si vedeva subito che avevano quel profilo di giocatori destinati ad avere una grande crescita. Posso fare l’esempio di Lautaro Martinez, che abbiamo comprato quando aveva 21 anni. Oggi ne ha 25 ed è cresciuto tantissimo. Quando scommetti su dei giovani non devi valutarli nell’immediato ma in un periodo di 4-5 anni. Di loro mi piace la personalità, al di là della qualità credo che per giocare in squadre importanti la personalità è importante e loro la hanno”.

Oltre alle parole di apprezzamento nei loro confronti, lo storico numero 4 nerazzurro ha anche svelato un importante retroscena che chiama in causa la Beneamata:

“Erano nomi che avevamo in agenda, però, visto il momento del club, le condizioni economiche non ci hanno permesso di realizzare una trattativa“. 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Tutti gli occhi su Cheddira: dalla Premier League alla Serie A

Pubblicato

:

Cheddira

Walid Cheddira è attualmente in Qatar con la nazionale del Marocco, con cui ha da poco raggiunto gli ottavi di finale. L’attaccante del Bari è reduce da un buon inizio di campionato e fa gola a tutti. Su di lui ci sono le attenzioni dei club più prestigiosi, non solo d’Italia. Il classe 1998 negli ultimi anni ha scalato le gerarchie e si è guadagnato la Serie B con grande merito. Quest’anno ha già segnato nove reti e si è dimostrato uno dei migliori della serie cadetta.

Le richieste per Cheddira non provengono solo dalla Serie A, dove Lazio e Napoli sono il pole position. Gli azzurri, inoltre, ne detengono la comproprietà insieme al Bari. Bensì, dall’estero si sono fatte vive anche squadre come il Nottingham Forest o lo Sporting Lisbona. Il Bari cerca di tener duro e trattenere Cheddira almeno fino a fine stagione, quando deciderà che fare con le offerte che arriveranno sicuramente sul tavolo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969