Connect with us
Salernitana-Juventus 0-3, le pagelle: Vlahovic straripante, Caviglia sbaglia tutto

La nostra prima pagina

Salernitana-Juventus 0-3, le pagelle: Vlahovic straripante, Caviglia sbaglia tutto

Pubblicato

:

Dove vedere Atalanta-Juventus in tv e streaming

La Juventus torna a vincere dopo tre partite e lo fa all’Arechi contro la Salernitana per 3-0. La squadra di Allegri parte bene e rischia poco per tutta la prima frazione. La svolta arriva al minuto 25 quando Miretti si guadagna un calcio di rigore per fallo di Nicolussi Caviglia: Vlahovic trasforma dal dischetto e fa 1-0 per i bianconeri. La Juventus raddoppia quasi alla fine del primo tempo con la rete di Kostic su un tiro maldestro di Vlahovic. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 2-0 per i bianconeri, che però perdono Miretti per infortunio.

A inizio secondo tempo è ancora Nicolussi Caviglia che regala la palla a Fagioli: il centrocampista bianconero imbuca ancora per Vlahovic che mette a segno un’altra rete per la sua doppietta personale. La Juventus colpisce due pali con Di Maria e Kean, mentre la Salernitana conclude con una pesante sconfitta per 3-0 un secondo tempo privo di acuti.

LE PAGELLE DELLA SALERNITANA

Ochoa 5.5: Può poco su due delle tre reti, ma forse sul gol di Kostic poteva uscire in maniera più composta.

Sambia 6: In attacco ci prova e limita abbastanza bene Kostic, ma oggettivamente fa fatica come tutta la sua squadra.

Troost-Ekong 5: Vlahovic è incontenibile e non è di certo il nuovo acquisto nigeriano quello che riesce a contrastarlo bene. Doppietta del serbo e partita negativa per l’ex Watford.

Bronn 5.5: La difesa della squadra campana lascia molti spazi e il centrale tunisino non è esente da colpe contro gli attaccanti della Juventus in grande forma

Bradaric 5.5: Chiunque faticherebbe contro Di Maria e lui non è da meno. In attacco spinge troppo poco ed esce dal campo a mezz’ora dalla fine. (Dal 59′ Bonazzoli 5.5: non cambia la partita come si aspettava il suo allenatore)

Nicolussi Caviglia 4.5: Commette il fallo su Miretti che causa il rigore trasformato da Vlahovic per il vantaggio della Juventus. A inizio secondo tempo regala il pallone a Fagioli che mette il serbo davanti alla porta. Partita chiaramente insufficiente per il centrocampista di proprietà della Juve. (Dal 71′ Bohinen s.v.)

Coulibaly 5.5: Perde i duelli a centrocampo e nel complesso fatica a contenere Rabiot nel primo tempo e Fagioli nel secondo. (Dal 78′ Kastanos s.v.)

Vilhena 5.5: partita povera di spunti per il centrocampista olandese che lascia il campo all’intervallo dopo una prestazione insufficiente (Dal 45′ Lovato 5.5: nessun acuto per l’ex centrale dell’Atalanta che entra a partita quasi già chiusa)

Candreva 5.5: Il capitano non si vede e la Salernitana fatica senza gli spunti del laterale italiano. All’andata era stato il più chiacchierato, oggi decisamente no.

Piatek 5: Poco presente in attacco. All’andata aveva segnato, oggi invece fatica a vedere la porta, e infatti è il primo del tridente ad essere sostituito. (dal 71′ Crnigoj s.v.)

Dia 5.5: Viene contenuto bene dalla retroguardia della Juventus. In un ruolo non propriamente suo fatica molto e non incide.

All. Nicola 5: Prova a cambiare qualcosa nel secondo tempo, ma questa sera la Juventus ne ha di più e probabilmente la scelta di far giocare Dia sulla fascia non è tanto corretta. La sua squadra esce pesantemente sconfitta da una partita che poteva dare morale ai suoi.

LE PAGELLE DELLA JUVENTUS

Szczesny 6: Spettatore non pagante della partita, non compie interventi per tutta la partita e chiude con il clean sheet.

Danilo 6.5: I tre della Juve giocano una partita praticamente perfetta e il capitano disputa un match senza errori, come spesso gli capita.

Bremer 6.5: Zero errori, sfiora il gol in un’occasione dà seguito con un’ottima prestazione al gol in Coppa Italia contro la Lazio.

Alex Sandro 6: Poco da dire sul terzo centrale della Juve: Candreva fatica e grande merito è suo.

De Sciglio 6: Difficile dare l’insufficienza a un bianconero questa sera, ma lui è tra i meno attivi. Poco presente in attacco, ed educato in difesa. (Dal 78′ Iling s.v.)

Miretti 6.5: Si guadagna il rigore che permette a Vlahovic di sbloccare la partita, ma deve lasciare il campo in barella dopo un contatto con Dia. (Dal 42′ Fagioli 7: entra al posto di un ottimo Miretti e serve un assist a inizio secondo tempo al solito Vlahovic dopo aver recuperato il pallone.)

Locatelli 6.5: Si vede poco, ma il suo apporto c’è sempre in entrambi le fasi. I successi della Juventus passano sempre dai piedi di Locatelli e anche oggi non sbaglia nulla.

Rabiot 6.5: Fa la lotta a centrocampo come da suo solito e si concede qualche sgroppata delle sue. L’ammonizione prematura lo limita in alcuni interventi.

Kostic 7.5: Torna al gol anticipando Ochoa in uscita e nel complesso fatica poco a contenere le avanzate di Candreva sulla sua fascia. (Dal 62′ Cuadrado 6: entra senza spunti particolari, ma non è facile incidere in una partita già chiusa)

Di Maria 7: Illumina e disegna calcio come da suo solito. Il Fideo del dopo Mondiale è un altro giocatore e solo la traversa gli nega la gioia del gol. (Dal 62′ Chiesa 6: si procura un’ottima occasione sul suo destro ma spara alto dopo il passaggio del suo compagno di reparto Vlahovic)

Vlahovic 8.5: Il serbo è ufficialmente tornato. Un gol per tempo, uno dal dischetto e uno su azione. C’erano dei dubbi sulla sua condizione fisica e lui ha voluto rispondere alla prima da titolare in Serie A dopo l’infortunio. (Dal 78′ Kean 6.5: ha un’occasione per tornare al gol ma prende il palo a Ochoa battuto)

All. Allegri 7: La formazione è corretta e l’infortunio di Miretti non cambia nulla dal punto di vista tattico: entra Fagioli e fa assist. Nel secondo tempo deve solo gestire il risultato cambiando i suoi giocatori migliori a partita già vinta.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La nostra prima pagina

La Juventus fatica ancora, vince il Napoli per 2-1: il resoconto

Pubblicato

:

Napoli Juventus resoconto

NAPOLI JUVENTUS RESOCONTO – Una domenica sera sfavillante che ci regala tante emozioni. Protagonista il big match tra Napoli e Juventus al Maradona, con entrambe le squadre impigliate in un periodo poco positivo.

La Juventus, difatti, arrivava da due pareggi e due sconfitte nelle ultime cinque gare. Il Napoli, a sua volta, ha trovato una schiacciante vittoria contro il Sassuolo per 1-6 ma, prima di quest’ultima, i partenopei hanno faticato a macinare punti in classifica.

La gara si è sbloccata poco prima della fine del primo tempo. L’autore del gol che ha rotto il ghiaccio è il solito Khvicha Kvaratskhelia che, con un piccolo aiuto di una deviazione di Cambiaso, beffa Szczesny e porta il Napoli in vantaggio. Supremazia partenopea per quanto riguarda il possesso palla. La gara, tuttavia, è stata piuttosto equilibrata, con le due squadre che si sono date battaglia a viso aperto. La Juventus non è riuscita a sbloccarsi prima dell’80esimo anche a causa delle diverse occasioni mancate da Dusan Vlahovic. Federico Chiesa proprio all’81esimo incrocia un destro all’angolino basso dove Meret non riesce ad arrivare. Un’ingenuità di Nonge regala però il 2-1 al Napoli: penalty sbagliato da Osimhen, con Raspadori che si avventa sulla respinta e sigla il gol del vantaggio definitivo per i partenopei.

Il Napoli, grazie alla vittoria ottenuta questa sera, supera Lazio e Fiorentina in classifica e si piazza al settimo posto a -3 dall’Atalanta. La Juventus, invece, rimane al secondo posto a +1 sul Milan.

Continua a leggere

Flash News

Como, Roberts: “Dovevamo vincere a tutti i costi e ci siamo riusciti”

Pubblicato

:

Patrick Cutrone, giocatore del Como, Serie B, Coppa Italia

È finalmente arrivata una vittoria contro una diretta concorrente per il Como ed è arrivata nel modo più dolce possibile. Un gol incredibile di Patrick Cutrone ha dato i 3 punti al Como a pochissimi minuti dalla fine del match. Osian Roberts ha commentato la vittoria del Como ai microfoni dei giornalisti presenti in conferenza stampa, tra cui anche l’inviato per Numero Diez. Di seguito le parole di Roberts.

COMO, ROBERTS: “QUESTE PARTITE SI VINCONO COSÌ”

VITTORIA SOFFERTA – “Sapevamo che questa settimana sarebbe stata importante con 3 partite in settimana. I giocatori sono stati fantastici e si sono allenati bene. Con 7 punti in 3 partite siamo stati ripagati per il lavoro fatto”.

VITTORIA CONTRO IL VENEZIA – “Sono soddisfatto finché si vince. Dovevamo vincere a tutti i costi e abbiamo trovato un modo. Non c’era differenza tra le due squadre. Era un bel test per noi e riuscire a vincere con una diretta concorrente è un bel passo in avanti”.

SU CUTRONE E BELLEMO – “Bellemo ha subito un infortunio. Ha giocato tanto e speriamo sia solo un piccolo problema. Come capitano è stato impeccabile nell’ultima settimana anche durante gli allenamenti. Su Patrick posso dire che è stato bellissimo rivederlo in campo. Ci ha promesso che avrebbe segnato e l’ha fatto”.

DISATTENZIONE SUL GOL DEI VENETI – “Solitamente siamo bravi a mantenere il vantaggio quando segnamo. Non succede spesso di prendere gol pochi secondi dopo aver segnato. Mi dispiace e dobbiamo sicuramente analizzare e capire  il motivo di quel gol”.

Continua a leggere

Flash News

FLASH – Problema all’inguine per Rrahmani in Napoli-Juventus: dentro Ostigard

Pubblicato

:

Rrahmani

Rrahmani è uscito al 65′ per infortunio, nel match tra Napoli e Juventus. Ostigaard ha preso il suo posto. Al 63′ il calciatore kosovaro si è seduto e ha aspettato che i compagni buttassero fuori il pallone per chiedere un cambio forzato. Rrahmani è comunque uscito in piedi per dare il cambio al suo compagno. Si parla di un infortunio all’inguine. Maggiori informazioni nelle prossime ore.

Continua a leggere

Diez allo stadio

Bianco: “Gli episodi ci hanno condannato, mi dispiace per i tifosi”

Pubblicato

:

Bianco Modena

L’allenatore del Modena Paolo Bianco ha parlato in conferenza stampa al termine della sfida contro la Cremonese di Giovanni Stroppa. Di seguito le sue parole raccolte direttamente dalla sala stampa dello Stadio Braglia.

EPISODI E SCONFITTA DI OGGI“Gli episodi ci condannano, ma la squadra ha fatto una partita straordinaria. Con un uomo in meno Sernicola non doveva essere solo e non bisogno farlo crossare. Mi dispiace molto per la città, per i ragazzi e per i tifosi. Il pareggio ce lo meritavamo. Abbiamo preso un palo e possiamo recriminare. Abbiamo dodici partite e sabato c’è un’altra partita difficilissima. La squadra ha fatto una partita importantissima, avremmo meritato qualcosa di diverso”.

COS’HA DETTO AI RAGAZZI“Io a fine partita non parlo mai, ma oggi ho fatto i complimenti ai ragazzi. Sabato non sarà scontato, però se noi andiamo in campo con l’atteggiamento giusto possiamo vincere”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969