Connect with us

Flash News

Giampaolo conferma: “Gabbiadini convocato!”

Pubblicato

:

Sampdoria

Marco Giampaolo, tecnico della Sampdoria, è intervenuto in conferenza stampa in vista dell’esordio stagionale contro Gasperini. Il tecnico doriano presenta così il match contro l’Atalanta che si svolgerà domani, sabato 13 agosto, al Ferraris di Genova alle 18:30.

GLI AVVERSARI

Giampaolo ha esordito parlando delle ultime settimane di allenamento e dell’avversario di domani, l’Atalanta: “La squadra fino ad oggi ha lavorato sempre bene. Poi ci sono delle partite da giocare. Alcune sono andate bene, altre meno bene però questo fa parte del gioco. Arriviamo a giocare questa partita molto importante, contro una squadra contro cui non sai mai cosa aspettarti perché l’Atalanta è sempre una squadra difficile. Contiamo di fare una bella partita e fare risultato e partire con il piede giusto. Al netto di quello che la prima può rappresentare. Per noi e per loro”.

CAMBIO MODULO

Il tecnico doriano ha anche parlato di due diversi moduli applicabili per i giocatori presenti in rosa: “La Sampdoria dei miei tre anni precedenti a Genova è stata costruita per percorrere una data strada. Non c’era motivo di cambiare. Ci sono cose che sono invisibili perché non potete vedere le dinamiche. Quando sono tornato la squadra era costruita in maniera diversa, quest’anno abbiamo una rosa di calciatori con cui secondo me si possono interpretare due sistemi e, a seconda di quelle che saranno le partite e gli avversari, ho la possibilità di contestualizzarle”.

CALCIOMERCATO

Durante la conferenza ha parlato del calciomercato, definendolo quasi deleterio quando c’è il campionato in corso: “Del mercato oggi non parlo perché è l’ultima cosa che mi passa per la testa. La cosa importante è giocare con i miei calciatori. Giocare con il mercato in corso è una cosa diversa. E’ una rottura per i giocatori e gli allenatori perché uno non gioca due partite e dice che vuole andar via. Cose che non aiutano e bisognerebbe rivedere”.

DJURICIC E VILLAR

Giampaolo ha poi parlato di due nuovi innesti di qualità, Djuricic e Villar, appena arrivati. Su di loro ha detto: “Sono due giocatori importanti che aggiungono qualità. Djuricic lo alleno da una settimana e posso aver qualche risposta diversa sulla sua condizione fisica generale. Non posso avere la certezza di come stia perché comunque veniva da un periodo in cui si allenava da solo a casa. Villar, invece, ha fatto due allenamenti ed ha fatto qualche test sui parametri di forza e generali. Però sono due giocatori importanti e forti”. Ha poi continuato su Djuricic: Il talento è sempre quello. Ha maturato con una consapevolezza diversa. Era giovane e in quegli anni davanti a sé ha trovato fior fiori di calciatori. Era appena arrivato e ha fatto più fatica. Ha faticato in quel 4-3-1-2 a trovare una posizione perché c’erano degli equilibri. Gli chiedevo pazienza, lui giustamente ne aveva sempre meno ma è tornato maturato”.

SABIRI

Alla domanda di una possibile consacrazione di Sabiri, Giampaolo ha risposto: “Questo dipende dal giocatore. Perché ha tante qualità per affermarsi definitivamente. Sono giocatori forti e importanti con un appeal a squadre di alto livello. Dipende da lui perché ha tutti gli ingredienti per poterlo fare”. Su una possibile cessione di Sabiri, Giampaolo ha chiuso dicendo: “La Samp ha fatto tante cessioni adesso. Adesso bisogna chiudere”.

DE LUCA

Giampaolo, in questo calciomercato, ha voluto rinconfermare il giovane De Luca, sul quale ha detto: “E’ un ragazzo che ha belle prospettive. L’ho allenato un paio di mesi a Torino e l’ho ritrovato cin una fisicità, condizione diversa. E’ un bel profilo e ci aiuterà. Ho voluto che restasse nonostante qualche problematica nella gestione degli allenamenti. Dirà la sua. Sono contento sia del ragazzo che di come lavora e della professionalità”.

GABBIADINI

Infine Giampaolo ha parlato di Gabbiadini, giocatore che un anno fa stava stupendo prima di infortunarsi. Il tecnico è intervenuto proprio sulle condizioni dell’attaccante: “Migliora. Qualche giorno bisogna gestire i carichi. Questa settimana è stato impiegato con più continuità. Ieri lo abbiamo lasciato a riposo ma io conto piano piano di recuperarlo a pieno regime. Per domani l’ho convocato”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Maldini e i ricordi dei derby: “Li soffrivo molto all’inizio”

Pubblicato

:

Kerkez

Intervistato da Milan Tv, il Dt del Milan, Paolo Maldini, ha ricordato la sua esperienza nei derby contro l’Inter.
L’ex capitano rossonero, 902 presenze con la stessa maglia, detiene infatti il record di gettoni nella stracittadina contro i nerazzurri, ben 56.

Ecco quanto riferito da Maldini sul suo rapporto con i derby: “Per me è un grande onore essere il più presente nelle stracittadine, ma essendo il più presente di sempre col Milan direi che è una conseguenza diretta. Le partite contro l’Inter, così come quelle contro la Juventus, o contro il Napoli ai tempi di Maradona, avevano un carico emotivo diverso dalle altre. In particolare i derby, ad inizio carriera mi trasmettevano una pressione tale da non riuscire a fare bene in partita. Col passare del tempo, e con l’esperienza maturata, sono riuscito a trasformare la pressione in energia positiva”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Cafu sicuro su Paquetà: “Al Milan troppe responsabilità”

Pubblicato

:

Paquetà

Cafu, storico terzino e leggenda di Roma e Milan ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

Il Pendolino della fascia destra ha vestito in 143 occasioni la maglia del Brasile, che attualmente conta molti giocatori provenienti dalla Serie A. A questo proposito, la domanda su Lucas Paquetà, un ex in questo caso, che ha vestito la maglia del Milan, club che lo ha portato in Europa per primo, e attualmente al West Ham.

Queste le parole di Cafu sul calciatore: Lucas era troppo giovane quando arrivò al Milan, e il Milan gli diede troppe responsabilità. Avrebbe avuto bisogno di più tempo. Adesso ha più personalità e sa come stare in campo”. Il Milan ha portato in Italia Paqueta a 22 anni per poco più di 38 milioni dal Flamengo. Il calciatore non è riuscito ad esprimere il suo pieno potenziale e a mostrale la sua piena personalità. Al Lione, in Francia, ha trovato una sua dimensione, e al West Ham il brasiliano è letteralmente esploso. Il Milan ne ha fatto a meno per 23 milioni, nel 2020, salvo essere poi stato ceduto dal Lione agli inglesi in questa sessione di mercato estiva per quasi 43 milioni di euro.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Camerun accetta la richiesta di Onana, il portiere lascerà il Qatar

Pubblicato

:

Onana

Emergono ulteriori dettagli sulla situazione legata ad André Onana e al Camerun.
Nonostante le parole del Ct Song, che ha dichiarato che si sarebbe nuovamente confrontato con il portiere dell’Inter per evitare il suo prematuro rientro, arriva una notizia decisamente inaspettata.
Secondo quanto riportato da Nicolò Schira su Twitter, infatti, la Federcalcio del Camerun ha accettato la richiesta di Onana di lasciare il ritiro, per disaccordi con il tecnico.
Ulteriori novità si sapranno nelle prossime ore, ma il Mondiale del portiere dell’Inter sembra già finito.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia, Benzema potrebbe rientrare per giocare in Qatar: le ultime

Pubblicato

:

Clamorosa indiscrezione lanciata da Gianluca Di Marzio sul suo sito. Secondo il noto giornalista sportivo Karim Benzema potrebbe riuscire a recuperare dall’infortunio e giocare con la Francia al Mondiale.
L’attaccante del Real Madrid, infatti, nonostante l’infortunio farebbe ancora parte della lista comunicata dal Ct francese Deschamps, quindi potrebbe giocare in caso di recupero.
Già in questa settimana Benzema potrebbe riuscire a tornare ad allenarsi, un’ottima notizia per la Francia e per il Mondiale, che ritroverebbe il fresco vincitore del Pallone d’Oro 2022.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969