Le strade di Claudio Ranieri e quelle della Sampdoria potrebbero dividersi a fine stagione. Il tecnico, subentrato ad ottobre 2019 e protagonista di un’incredibile salvezza dopo un avvio disastroso con Di Francesco, secondo “La Gazzetta dello Sportavrebbe deciso di interrompere il proprio rapporto con il club blucerchiato.

Una scelta che, complice il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno, non ha colto impreparato il presidente Ferrero già a lavoro per cercare un degno sostituto. Nonostante i buoni risultati ottenuti dall’allenatore romano alla guida della Samp anche quest’anno, con la salvezza già praticamente raggiunta, il rapporto con il presidente non è mai decollato tanto che la società non era comunque intenzionata ad offrirgli un rinnovo che sarebbe stato meritatissimo.

CHI AL POSTO DI RANIERI?

Ferrero, a giugno, potrebbe cambiare totalmente la struttura societaria della Sampdoria partendo dalla guida tecnica per poi passare ad un nuovo direttore sportivo (sfida a due tra Faggiano e Vagnati), fino ad arrivare agli scout e a una diversa gestione del settore giovanile. Una vera e propria rivoluzione che potrebbe veder sulla panchina blucerchiata Dejan Stankovic.

fonte immagine: profilo Twitter Stella Rossa

Il lavoro dell’ex centrocampista dell’Inter con la Stella Rossa non è passato inosservato, ma anzi, complice l’ottima figura fatta in Europa League contro il Milan, ha attirato le attenzioni dell’eccentrico presidente romano tanto che, secondo quanto riportato dal “Secolo XIX”, ci sarebbe già stato un incontro segreto tra le parti per sondare la disponibilità del tecnico.

Un vero e proprio colpo di scena che, dopo essere stato ad un passo dal vendere la società un anno e mezzo fa, rafforzerebbe la leadership del presidente all’interno dell’intero mondo Sampdoria.

LA SMENTITA DI FERRERO

Poco fa il numero uno della società ligure, interrogato a “Radio Kiss Kiss” sulla questione, ha smentito:

Ranieri è il mio allenatore e non si tocca. Io lo stimo, perché è un grande uomo e non c’è nessun problema. Non ho fatto nessun casting sugli allenatori, io e Ranieri andiamo d’amore e d’accordo. A fine anno ci vedremo, io voglio fare una grande squadra. Ho visto Ranieri alla partita col Torino, abbiamo pranzato insieme, e lo rivedrò questo pomeriggio e lo abbraccerò

Verità o dichiarazione di circostanza per non distrarre la squadra in vista delle ultime 9 partite di campionato?