Dove trovarci

La nostra prima pagina

Top diez dei nomi che infiammeranno il calciomercato

Top diez dei nomi che infiammeranno il calciomercato

Focus sui giocatori che si renderanno protagonisti del prossimo calciomercato estivo

A breve distanza dal calciomercato estivo 2017, ci siamo chiesti quali saranno i nomi che condizioneranno maggiormente le manovre delle big di tutto il globo. A tal proposito, abbiamo raccolto una lista di giocatori che, secondo noi, partenti o meno, infiammeranno la sessione estiva.

Alexis Sànchez – Il cileno è protagonista di una splendida stagione personale che, suo malgrado, si scontra con la pessima annata del suo club. I Gunners, ad aprile, hanno già ampiamente fallito in tutte le competizioni cui hanno preso parte: sesti in Premier League e distanti 21 punti dall’indomabile Chelsea, si sono inoltre macchiati di un imbarazzante figuraccia in Champions League, dove hanno capitolato contro un solidissimo Bayern Munchen, accumulando un passivo di 8 reti di scarto (5-1, 5-1, ndr). L’ex-Barcellona, attualmente detentore di un bottino di 22 reti e 18 assist ed alla soglia dei 29 anni, desidera rendersi protagonista in un club che possa arricchirlo non solo di danaro; il contratto in scadenza nel 2018, in tal senso, rappresenta una ghiotta occasione per le società che desidereranno accaparrarselo. Su di lui sono puntati i fari dei top-team di tutta Europa.

Dele Alli – In patria è definito l’erede di Bale, non tanto per caratteristiche, quanto piuttosto per la cifra monstre che i club interessati dovranno sborsare per convincere gli Spurs a cederlo. Il ragazzo, oltre le più rosee aspettative, sta disputando una stagione ancor migliore della precedente, mettendo a segno 19 reti e 10 assist da mezzala offensiva/trequartista. Il 21enne anglo-nigeriano, oramai definito pronto per il salto di qualità, potrebbe rivelarsi il prossimo nome caldo dell’estate. Le cifre? Harry Redknapp (ex allenatore Tottenham) non ha dubbi: ‘Se Paul Pogba è costato 89 milioni di sterline, allora quanto varrà Alli? Sta diventando il giocatore perfetto!’

Youri Tielemans – Il suo nome circola sul web da tempo immemore e non v’è sessione di calciomercato in cui il ’97 belga non venga associato a qualche club del vecchio continente. Questa stagione, il ragazzo pare aver finalmente imboccato il percorso giusto, maturando prestazioni di altissimo livello che l’hanno portato a siglare 18 reti ed 11 assist agendo da mezzala. Giovanissimo e dotato di un talento raro, può finalmente approdare in uno dei maggiori campionati europei. Il prezzo del suo cartellino non sarà proibitivo, per tale ragione a scommettere su di lui saranno molteplici società, pronte a battagliarsi per poterlo inserire nel proprio organico.

Antoine Griezmann – Protagonista della scorsa stagione – dove ha perso due finali contro Cristiano Ronaldo – il francese si riconferma ad altissimi livelli anche quest’anno: schierato da seconda punta, sono 24 i centri realizzati e 11 gli assist forniti ai compagni di squadra; nonostante abbia affermato in più occasioni di voler rimanere all’Atletico Madrid, è tuttavia apparso piuttosto lusingato quando accostato ai vari top club di tutto il mondo: ‘Barça o Real, perché no? Sarebbe un sogno arrivare nei migliori club d’Europa. Sono due squadre al top, come il Bayern Monaco e le inglesi. Non andrei mai al Paris Saint-Germain, in Cina o negli Stati Uniti.’ Il suo prezzo si attesta sopra le cifre ad otto zeri, con una clausola rescissoria oscillante su una cifra di 129 milioni di euro.

James Rodriguez – Emarginato dai blancos di Zidane dove ha racimolato la miseria di 1388 minuti, il colombiano – il cui valore è sceso notevolmente – appare sul piede di partenza, chiuso da mostri sacri e dalla volontà di un allenatore col quale non è mai sbocciato il feeling giusto. Duttile, giovane, talentuoso e desideroso di rivincita, il trequartista sudamericano è sul taccuino di Chelsea, Manchester United, Juventus ed Inter che vorrebbero farne un punto fermo del proprio undici titolare. Prelevato dall’AS Monaco per 75 milioni, può essere acquistato a cifre decisamente inferiori.

Kylian Mbappé – Nato a dicembre del 1998 e quindi giovanissimo, Kylian Mbappé sta trascinando il Monaco sia in Ligue 1 – dove occupa il primo posto – sia in UCL. Il suo minutaggio non è altissimo, tuttavia, lo sono le sue statistiche: il francese possiede una media di un gol ogni 89 minuti in campionato ed un gol ogni 69 minuti in Coppa Campioni. Il 18enne è in grado di svariare su ambo le fasce o, in alternativa, di agire come punta centrale; è definito ‘il nuovo Thierry Henry’ e, vedendolo in campo, è piuttosto facile comprendere come si sia guadagnato un soprannome tanto pesante. Le big europee potrebbero tentare lo scippo già durante l’estate; il Monaco, dal canto suo, preferirebbe tenerselo stretto ancora per qualche tempo, nonostante le cifre proibitive che potrebbe incassare dalla sua cessione.

Marco Verratti – L’eliminazione subita in Europa contro i culés è ancora una ferita fresca nella mente dell’ex-Pescara; il percorso europeo dei campioni di Francia, per una ragione o per l’altra, si rivela puntualmente un fallimento che il ragazzo italiano sembra aver smesso di tollerare. All’estero, le tentazioni principali sono rappresentate da tre società: il Barcellona stesso, dove Don Andrès ha dichiarato Verratti come il suo erede naturale; la Juventus, di cui è tifoso sin da bambino; l’Inter, dove potrebbe divenire il giocatore cardine di un progetto in crescita. Trattare con il Paris Saint Germain è sempre un’impresa ardua, per questo grandi somme di denaro potrebbero non essere sufficienti per allontanare il regista azzurro dal Parc Des Princes.

Romelu Lukaku – Il centravanti belga buca la rete con impressionante continuità da ormai tre stagioni: questo, difatti, è il terzo anno consecutivo in cui raggiunge – e supera – la soglia delle 20 reti stagionali. Il suo addio, ormai nell’aria, ha trovato conferma nelle sue stesse dichiarazioni, in cui ammette di aver rifiutato il rinnovo con l’Everton: “Ho già preso la mia decisione sul rinnovo, non c’è altro che io possa dire. Non c’è niente di male nell’avere ambizioni, anzi è fondamentale averle. A volte la gente interpreta male le cose, ma io parlo solo delle ambizioni che ho. Voglio semplicemente vincere titoli e trofei importanti, è normale, è ambizione, non è arroganza. Questo è il desiderio di tutti i calciatori, credo che i tifosi mi capiranno. Sono migliorato tanto, do sempre il massimo per l’Everton e per il Belgio, ma voglio crescere ancora”. Probabile, per il ragazzo, un ritorno al Chelsea di Antonio Conte, dove anni prima subì una pesante bocciatura.

Andrea Belotti – Continua ad esserci un po’ d’Italia in questa top ten e, questa volta, è il turno di un italiano militante proprio nel nostro campionato: Andrea Belotti infiamma tifosi ed addetti ai lavori sin dal girone di ritorno dello scorso campionato; quest’anno, inoltre, appare addirittura in corsa per aggiudicarsi la scarpa d’oro, per la quale sta rivaleggiando con i colossi di tutto il globo. Su di lui pende una clausola rescissoria di 100 milioni – valevole solo per l’estero – e il pressing delle società oltremanica, tra cui spicca il Manchester United. Si vocifera, inoltre, che persino Jorge Mendes voglia inserirlo nella sua scuderia di campioni.

Pierre-Emerick Aubameyang – La punta gabonese sogna da sempre un approdo al Real Madrid e, visto il rendimento altalenante di Karim Benzema, non sembra utopistico l’interesse dei blancos per il centravanti giallonero. Il ragazzo stesso, d’altronde, si dice pronto a considerare le offerte che gli perverranno durante la prossima estate: “Se voglio passare al prossimo livello devo partire la prossima estate. Bisogna vedere che proposte arriveranno e se potrò giocare. Il Real Madrid? È sempre un sogno, ma se n’è parlato troppo.” Il prezzo del suo cartellino? Ce lo dice l’amministratore delegato del Borussia Dortmund: “Non considereremo nessuna offerta inferiore agli 80 milioni”.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in La nostra prima pagina