La parentesi di Maurizio Sarri sulla panchina del Napoli è stata soddisfacente. Solamente una grande Juve, in particolare nel 2018, negò ai partenopei uno Scudetto meritato. L’attuale tecnico bianconero, infatti, trasferì ai giocatori una chiara filosofia, caratterizzata da uno spettacolare stile di gioco basato sul possesso, o alla ricerca dello spazio. Aurelio De Laurentiis, tuttavia, intervistato per Il Corriere dello Sport, racconta un retroscena su Maurizio Sarri,

Mi fece incazzare con la scusa volgare dei soldi, mi costrinse a cambiare ed aveva ancora due anni di contratto. A febbraio mi invitò a pranzo in Toscana, a due passi da casa sua, organizzò la moglie, non accennò a chiusure, mi portò fino al giorno che precedette l’ultima partita creando incertezze alla società. Tre stagioni indimenticabili? Il deus ex machina, ma anche nel calcio sono necessari un ottimo regista ed un ottimo produttore”.

(Fonte immagine in evidenza: profilo ufficiale IG @juventus)