Dove trovarci
Lazio-Marsiglia

Archivio generico

Sarri verso Lazio-Inter: “Questo calcio non mi appartiene”

Sarri verso Lazio-Inter: “Questo calcio non mi appartiene”

La lunghissima sosta per Sarri e i suoi, dopo il tanto brutto quanto inatteso ko in casa del Bologna per 3-0 dell’ultima giornata, è terminata. Alle porte c’è l’Inter, subito un big match per riportare la Lazio sui binari consoni al suo tecnico:

Tutti i mesi facciamo 7 partite in 20 giorni e poi i giocatori vanno in nazionale. Si allenano più con i rispettivi ct che con me. Non è più calcio questo, è uno show, in cui tutti i partecipanti cercano di spremere gli appassionati per fare soldi. Questo calcio non mi appartiene. Comunque domani mi aspetto una reazione dagli uomini, più che dai giocatori. A Bologna non lo siamo stati, siamo stati superficiali, i gol sono arrivati da situazioni imbarazzanti“.

L’ennesima stoccata neanche troppo velata ai vertici del nostro calcio, però, non lo distraggono dall’obbiettivo finale: i tre punti contro i nerazzurri:

“Ci sono tre punti in palio. Non è una partita spartiacque in questo momento della stagione. Dopo le nazionali ho sempre un certo timore: staccare la spina, tornare e riattaccarla non è così semplice come sembra dall’esterno. Ma siccome c’è questo rischio, meglio giocare con l’Inter che con una squadra meno blasonata“.

Sarri si concentra poi sui singoli, con la squadra che dovrà fare sicuramente a meno di Acerbi, squalificato dopo l’espulsione rimediata al Dall’Ara e forse anche di Immobile, che le proverà tutte per esserci dopo i problemi delle scorse settimane:

Da un paio di giorni si allena con noi, sta abbastanza bene. Gli ha fatto bene rimanere fermo“.

L’ultima polemica nata in questi giorni è stata quella sulle condizioni del terreno di gioco dell’Olimpico che, inizialmente, avevano fatto pensare a uno spostamento di sede del prossimo match degli Azzurri contro la Svizzera. Per Sarri il problema c’è e bisogna risolverlo al più presto possibile:

In tanti si sono lamentati, ma solo a me hanno risposto. Quando ne ha parlato Mourinho nessuno ha replicato. Il terreno dell’Olimpico non è di alto livello, inutile fare giri di parole, anche la Figc ha pensato di spostare la partita Italia-Svizzera. È scadente. Abbiamo avuto rassicurazioni, aspettiamo il miglioramento“.

Inevitabile il confronto con il suo predecessore sulla panchina della Lazio nonché prossimo avversario: Simone Inzaghi.

“La storia degli scontri diretti tra allenatori non ci credo, dipende sempre da chi stai allenando. A Empoli ho perso tante partite, a Napoli poche. Inzaghi ha fatto bene, adesso è alla guida di una squadra che potrebbe essere la grande favorita per la vittoria del campionato. Anche se ha ceduto alcuni giocatori, ha fatto acquisti funzionali”.

(Fonte immagine in evidenza: Google Licenze Creative Commons)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico