Connect with us
Sassuolo-Fiorentina 2-1: commento e pagelle viola al pepe

La nostra prima pagina

Sassuolo-Fiorentina 2-1: commento e pagelle viola al pepe

Pubblicato

:

Castrovilli

Una buona Fiorentina esce senza punti a Reggio Emilia, dal Mapei Stadium, perché ingenua, sprecona ed anche un pochino danneggiata.

La serata sancisce però la ritrovata vena di Gaetano Castrovilli (il migliore fra i calciatori gigliati), oltre al primo goal italiano di Arthur Cabral.

Male l’arbitro pugliese Alessandro Prontera, che prova a prendersi il ruolo di protagonista della partita, senza averne né il carattere e né il talento. L’espulsione di Bonaventura (scaturita da un giallo inventato) condiziona il risultato finale della gara, senza contare la mancata seconda ammonizione a Maxime Lopez.

Pagelle Fiorentina

Dragowski 6+: qualche errore con i piedi, ma disinnesca due azioni da goal emiliane. Vichingo.

Odriozola 5,5: meno costante ma sempre pericoloso in fase offensiva, male in quella difensiva. Sofferenza.

Martinez Quarta 5: per fortuna che secondo Burdisso sarebbe un giocatore da non potersi permettere a lungo. Non all’altezza.

Igor 5,5: errore grave ad inizio partita in cui perde un pallone sanguinoso. In apnea.

Biraghi 6: non aiutato né da Sottil e né da Saponara in fase difensiva, non può fare su e giù per la fascia sinistra per 90 minuti. Lasciato solo.

Castrovilli 7+: onnipresente nelle azioni pericolose della Fiorentina (tante). Ritrovato.

Amrabat 5,5: perché si continua a schierarlo fuori ruolo? Perché è stata ceduta in prestito gratuito l’unica alternativa a Torreira e cioè Pulgar? Incompreso.

Maleh 5,5 tanto impegno, ma senza i consueti risultati. Non da lui.

Ikoné 6+: in crescita spaventosa rispetto alla prima da titolare a Cagliari, con grandi giocate ed assist, ma la sua prestazione ci aiuta a capire anche perché in carriera abbia segnato così pochi goal. In grosso miglioramento, ma sprecone.

Piatek 5,5: si vede poco. In ombra.

Sottil 5,5: non conferma le ultime buone prestazioni. Vorrei, ma non posso.

Saponara 6+: buon impatto sulla partita ed assist decisivo per il momentaneo pareggio viola, ma nei minuti di recupero non aiuta Biraghi e da quella parte arriva l’azione del goal vittoria emiliano, per questo gli abbassiamo un po’ il voto. Genio e sregolatezza.

Bonaventura 4,5: prende un giallo inventato, ma da uno di cotanta esperienza non ti puoi aspettare un’ingenuità enorme rappresentata da delle proteste vistosissime che portano alla sua espulsione. Decisivo in negativo.

Cabral 7: un assist straordinario, non sfruttato da Nico Gonzalez, ed un goal: complimenti! Speranza.

Nico Gonzalez n.g.

Torreira n.g.

Italiano 6,5: perché un voto del genere dopo una sconfitta e certe decisioni troppo “dogmatiche”? Perché è merito suo se la squadra crea molto, ma non demerito personale se concretizza poco, così come gli errori difensivi o la sciocchezza di Bonaventura non lo sono. Tradito.

 

Continue Reading
1 Comment

1 Comment

  1. Tony Colombo

    Febbraio 27, 2022 at 11:06 pm

    Fiorentina che spesso durante l’incontro si rifugia in retropassaggi. Cosa che permette l’avversario di assestarsi di riposarsi, e quando prende palla ci colpisce. Italiano deve produrre una squadra tipo. Se non lo fa sconfitte saranno i risultati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Salta all’ultimo la presenza della Curva Nord dell’Inter al concerto di Kanye West: il motivo

Pubblicato

:

Inter Curva Nord

Secondo le notizie delle ultime ore, confermate dal canale ufficiale della Curva Nord, 500 ultras nerazzurri sarebbero dovuti salire sul palco del Forum di Assago, al fianco di Kanye West, spettatore, a San Siro, della vittoria dell’Inter contro l’Atletico Madrid. Con lui in tribuna autorità, anche la moglie italiana, Bianca Censori, e venti collaboratori.

Il cantante si trova in Italia per una doppia apparizione live a Milano e a Bologna fissati rispettivamente per questa sera al Forum di Assago e per il 24 febbraio 2024 all’Unipol Arena di Bologna.

IL DIETROFRONT DI KANYE WEST: IL RETROSCENA

Nel suo ultimo album “Vultures 1“, realizzato in collaborazione con Ty Dolla Sign e pubblicato pochi giorni fa, il rapper americano ha inserito in due brani, “Stars” e “Carnival“, cori cantati dai tifosi della Curva Nord nerazzurra. L’idea del cantante e del suo staff era quella di portare i rappresentanti nerazzurri sul palco, in occasione del concerto live al Forum di Assago.

Come svelato da La Gazzetta dello Sport, però, nella serata di ieri è arrivato il dietrofront che ha fatto fatte saltare all’ultimo le prove generali dell’esibizione. Secondo quanto riportato dalla testata giornalistica, sarebbero subentrati dei non meglio precisati problemi che hanno fatto saltare tutto.

Continua a leggere

Flash News

Horvath, parla l’agente: “È cresciuto moltissimo, sono sicuro sia pronto per la Serie A con il Torino”

Pubblicato

:

horvath

Krisztofer Horvath è il nome su cui il Torino spera di poter contare in zona offensiva per il futuro. Il ragazzo ungherese è in prestito al Kecskemét, nel suo paese natale, dove sta cercando di imporsi nel ruolo di trequartista. I numeri gli danno ragione: in 22 partite stagionali tra campionato e coppa ha totalizzato 9 gol e 8 assist. Il classe 2002 di 185 cm ha un passato in Italia tra le giovanili granata e quelle della SPAL e recentemente si è guadagnato la convocazione e l’impiego in nazionale maggiore.

Il suo agente Armand Vörösbarany ha parlato del suo assistito, della sua crescita personale nel ruolo di supporto alla prima punta, tutto ciò ai microfoni di Sportitalia, dove si è parlato anche del futuro del ragazzo.

CRESCITA PERSONALE – “Sta disputando una stagione ancora migliore dell’ultima. Sta mettendo a referto numeri pazzeschi, determinando in campionato sotto molti parametri. Un bel risultato considerando la sua età in un campionato in continua crescita come quello ungherese. Ciò che ci fa davvero essere contenti poi è un altro aspetto. Oltre al miglioramento in campo, ha accompagnato un’enorme crescita anche come uomo. Ha capito che il suo talento è un dono e non può sprecarlo. Ha un cuore enorme e giorno dopo giorno mostra sempre più leadership”.

SEGUITO ANCHE DALL’ITALIA – “Il signor Vagnati segue da vicino la sua crescita e di solito chiede di lui ogni 2 settimane ed ha un bel rapporto con Krisztofer“.

IN ROSA AL TORINO DALL’ANNO PROSSIMO? – “Sono sicuro che Horvath sia pronto per la Serie A, ma ovviamente sarà sempre una decisione dello staff tecnico. Una cosa è certa: se ne avrà la possibilità, farà di tutto per dimostrare di potersi guadagnare il suo posto”.

EURO 2024 UN SOGNO O UN OBIETTIVO? – “Ogni giocatore ungherese sogna di giocare l’Europeo, Horvath non fa eccezione, è estremamente motivato. Marco Rossi ha fatto un lavoro straordinario con la Nazionale negli ultimi 6 anni. Grazie al suo lavoro la nostra Nazionale torna a brillare come molti decenni fa. È stato premiato come allenatore dell’anno per la terza volta e l’intero Paese lo ama e lo rispetta. Anche Marco ha riconosciuto la qualità di Krisztofer, ecco perché gli ha dato una possibilità già due volte, ma ovviamente Horvath dovrà lavorare molto duramente nel tempo rimanente poiché la concorrenza è dura”.

Continua a leggere

Fantacalcio

Le probabili formazioni della 26ª giornata di Serie A

Pubblicato

:

De Ketelaere probabili

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SERIE ALa Serie A torna in campo venerdì 23 febbraio con il primo match della 26ª giornata: Bologna-Hellas Verona alle 20:45. Il turno prevede poi tre match nella giornata di sabato ovvero Sassuolo-Empoli, Salernitana-Monza e Genoa-Udinese. Turno che si chiuderà lunedì 26 febbraio con due match: Roma-Torino alle 18:30 e Fiorentina-Lazio alle 20:45.

Scopriamo le probabili formazioni della 26ª giornata di Serie A.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI BOLOGNA-VERONA

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Posch, Beukema, Lucumì, Kristiansen; Freuler, Fabbian; Orsolini, Ferguson, Saelemaekers; Zirkzee. All. Thiago Motta

VERONA (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, Magnani, Dawidowicz, Cabal; Duda, Dani Silva; Suslov, Folorusnho, Lazovic; Noslin. All. Baroni

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SASSUOLO-EMPOLI

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Pedersen, Erlic, Viti, Doig; Matheus Henrique, Lipani; Bajrami, Thorstvedt, Laurienté; Pinamonti. All. Dionisi

EMPOLI (3-4-2-1): Caprile; Walukiewicz, Ismajli, Luperto; Gyasi, Marin, Maleh, Cacace; Zurkowski, Cambiaghi; Cerri. All. Nicola

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SALERNITANA-MONZA

SALERNITANA (3-5-2): Ochoa; Pellegrino, Boateng, Pasalidis; Sambia, Basic, Coulibaly, Maggiore, Candreva, Zanoli; Dia, Weissman. All. Liverani

MONZA (3-4-2-1): Di Gregorio; Izzo, Marì, A. Carboni; Birindelli, Pessina, Gagliardini, Zerbin; Mota, Colpani; Djuric. All. Palladino

LE PROBABILI FORMAZIONI DI GENOA-UDINESE

GENOA (3-5-2): Martinez; de Winter, Bani, Vasquez; Sabelli, Malinovskyi, Badelj, Frendrup, Messias; Gudmundsson, Retegui. All. Gilardino

UDINESE (3-5-2): Okoye; Perez, Giannetti, Kristensen; Ehizibue, Lovric, Walace, Samardzic, Zemura; Thauvin, Lucca. All. Cioffi

LE PROBABILI FORMAZIONI DI JUVENTUS-FROSINONE

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic; Vlahovic, Yildiz. All. Allegri

FROSINONE (4-3-3): Turati; Lirola, Okoli, Monterisi, Valeri; Mazzitelli, Barrenechea, Gelli; Soulé, Kaio Jorge, Harroui. All. Di Francesco

LE PROBABILI FORMAZIONI DI CAGLIARI-NAPOLI

CAGLIARI (4-3-1-2): Scuffet; Zappa, Mina, Dossena, Augello; Nandez, Makoumbou, Deiola; Gaetano; Luvumbo, Lapadula. All. Ranieri

NAPOLI (4-3-3): Meret; Mazzocchi, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Traorè; Lindstrom, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Mazzarri

LE PROBABILI FORMAZIONI DI LECCE-INTER

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Touba, Gallo; Kaba, Ramadani, Oudin; Almqvist, Piccoli, Banda. All. D’Aversa

INTER (3-5-2): Sommer; Pavard, de Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Carlos Augusto; Arnautovic, Lautaro. All. Inzaghi

LE PROBABILI FORMAZIONI DI MILAN-ATALANTA

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Thiaw, Gabbia, Theo Hernandez; Reijnders, Bennacer; Pulisic, Loftus-Cheek, Leao; Giroud. All. Pioli

ATALANTA (3-4-2-1): Carnesecchi; Scalvini, Djimsiti, Kolasinac; Holm, Ederson, de Roon, Zappacosta; Koopmeiners, Miranchuk; De Ketelaere. All. Gasperini

LE PROBABILI FORMAZIONI DI ROMA-TORINO

ROMA (4-3-2-1): Svilar; Kristensen, Mancini, Huijsen, Angelino; Cristante, Paredes, Pellegrini; Dybala, El Shaarawy; Lukaku. All. De Rossi

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Lovato, Masina; Bellanova, Ricci, Linetty, Lazaro; Vlasic, Sanabria; Zapata. All. Juric

LE PROBABILI FORMAZIONI DI FIORENTINA-LAZIO

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Faraoni, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Mandragora, Duncan; N. Gonzalez, Beltran, Ikoné; Belotti. All. Italiano

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari, Romagnoli, Gila, Marusic; Guendouzi, Cataldi, Luis Alberto; Isaksen, Immobile, Felipe Anderson. All. Sarri

Continua a leggere

Champions League

Cambiasso elogia l’Inter: “Secondo tempo con l’Atletico dominato, l’esultanza di Arnautovic non è casuale”

Pubblicato

:

Cambiasso

Nel post partita di Inter-Atletico Madrid, gara d’andata degli ottavi di finale di Uefa Champions LeagueEsteban Cambiasso, il Cuchu per i più affezionati, ha commentato positivamente la prestazione della sue ex squadra. L’Inter sta convincendo su tutti i fronti e mantenere la rete inviolata in 21 partite stagionali su 32 non è per molti. Sommer è il migliore nei top 5 campionati su questo punto di vista, con soli 14 gol subiti.

Il merito va attribuito a una compattezza di squadra rara da vedere in altre squadre, con un reparto difensivo difficilmente penetrabile. Centrocampo e attacco sono semplicemente devastanti e abbinano quantità e qualità in maniera sinergica.

L’ex centrocampista argentino ha espresso la propria opinione a riguardo negli studi di Sky Sport al termine del match contro gli spagnoli guidati da Simeone.

ANALISI DEL MATCH – “È stata una partita molto tattica e pensata. L’Atletico ha avuto più possesso palla, ma l’Inter ha avuto le occasioni più chiare e nella ripresa ha anche dominato il gioco. Vittoria meritata“.

LE PAROLE SU ARNAUTOVIC – “Sono molto contento per Arnautovic, si vede che sente le partite. L’esultanza non è casuale. Si vede che si far voler bene dai tifosi e dai compagni, che sono andati in massa ad abbracciarlo dopo il gol”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969