Dove trovarci
Castrovilli

La nostra prima pagina

Sassuolo-Fiorentina 2-1: commento e pagelle viola al pepe

Sassuolo-Fiorentina 2-1: commento e pagelle viola al pepe

Una buona Fiorentina esce senza punti a Reggio Emilia, dal Mapei Stadium, perché ingenua, sprecona ed anche un pochino danneggiata.

La serata sancisce però la ritrovata vena di Gaetano Castrovilli (il migliore fra i calciatori gigliati), oltre al primo goal italiano di Arthur Cabral.

Male l’arbitro pugliese Alessandro Prontera, che prova a prendersi il ruolo di protagonista della partita, senza averne né il carattere e né il talento. L’espulsione di Bonaventura (scaturita da un giallo inventato) condiziona il risultato finale della gara, senza contare la mancata seconda ammonizione a Maxime Lopez.

Pagelle Fiorentina

Dragowski 6+: qualche errore con i piedi, ma disinnesca due azioni da goal emiliane. Vichingo.

Odriozola 5,5: meno costante ma sempre pericoloso in fase offensiva, male in quella difensiva. Sofferenza.

Martinez Quarta 5: per fortuna che secondo Burdisso sarebbe un giocatore da non potersi permettere a lungo. Non all’altezza.

Igor 5,5: errore grave ad inizio partita in cui perde un pallone sanguinoso. In apnea.

Biraghi 6: non aiutato né da Sottil e né da Saponara in fase difensiva, non può fare su e giù per la fascia sinistra per 90 minuti. Lasciato solo.

Castrovilli 7+: onnipresente nelle azioni pericolose della Fiorentina (tante). Ritrovato.

Amrabat 5,5: perché si continua a schierarlo fuori ruolo? Perché è stata ceduta in prestito gratuito l’unica alternativa a Torreira e cioè Pulgar? Incompreso.

Maleh 5,5 tanto impegno, ma senza i consueti risultati. Non da lui.

Ikoné 6+: in crescita spaventosa rispetto alla prima da titolare a Cagliari, con grandi giocate ed assist, ma la sua prestazione ci aiuta a capire anche perché in carriera abbia segnato così pochi goal. In grosso miglioramento, ma sprecone.

Piatek 5,5: si vede poco. In ombra.

Sottil 5,5: non conferma le ultime buone prestazioni. Vorrei, ma non posso.

Saponara 6+: buon impatto sulla partita ed assist decisivo per il momentaneo pareggio viola, ma nei minuti di recupero non aiuta Biraghi e da quella parte arriva l’azione del goal vittoria emiliano, per questo gli abbassiamo un po’ il voto. Genio e sregolatezza.

Bonaventura 4,5: prende un giallo inventato, ma da uno di cotanta esperienza non ti puoi aspettare un’ingenuità enorme rappresentata da delle proteste vistosissime che portano alla sua espulsione. Decisivo in negativo.

Cabral 7: un assist straordinario, non sfruttato da Nico Gonzalez, ed un goal: complimenti! Speranza.

Nico Gonzalez n.g.

Torreira n.g.

Italiano 6,5: perché un voto del genere dopo una sconfitta e certe decisioni troppo “dogmatiche”? Perché è merito suo se la squadra crea molto, ma non demerito personale se concretizza poco, così come gli errori difensivi o la sciocchezza di Bonaventura non lo sono. Tradito.

 

1 Commento

1 Commento

  1. Tony Colombo

    Febbraio 27, 2022 at 11:06 pm

    Fiorentina che spesso durante l’incontro si rifugia in retropassaggi. Cosa che permette l’avversario di assestarsi di riposarsi, e quando prende palla ci colpisce. Italiano deve produrre una squadra tipo. Se non lo fa sconfitte saranno i risultati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in La nostra prima pagina