Connect with us

Flash News

Sassuolo-Salernitana 5-0, le pagelle: Laurienté devastante, bene Thorstvedt

Pubblicato

:

Torino

Dopo la sosta per gli impegni con le Nazionali, è tempo di tornare in campo per Sassuolo e Salernitana. I granata arrivano al match del “Mapei” con il dente avvelenato: due settimane fa la squadra di Nicola ha perso la gara contro il Lecce tra le mura amiche. Il Sassuolo, al contrario, è reduce dall’importante vittoria conquistata al “Grande Torino” in extremis. Le due squadre arrivano alla partita a due punti di distanza: una vittoria della Salernitana permetterebbe ai campani di andare a +1 sul Sassuolo, che finora ha ottenuto 9 punti. Da segnalare la presenza in campo, per la prima volta, di un arbitro donna: la sig.ra Ferrieri Caputi della sezione di Livorno. Numero Diez era presente in Tribuna Stampa al “Mapei Stadium”.

Dionisi opta per il classico 4-2-3-1 in pieno stile Sassuolo: Ferrari ed Erlic compongono il tandem difensivo, completato da Toljan e Rogerio. In mediana Maxime Lopez e Frattesi, mentre sulla trequarti Dionisi lancia Laurienté, Ceide e Thorstvedt a supporto dell’unica punta di riferimento Pinamonti. Nicola risponde con il solito 3-5-2: in attacco fiducia alla coppia Piatek-Dia, sulle fasce confermati Candreva e Mazzocchi. Maggiore, Coulibaly e Vilhena completano la mediana della Salernitana, mentre in difesa l’ex allenatore del Torino decide di dare fiducia al Lovato.

LO SVILUPPO DEL MATCH

La partita è dinamica e ricca di colpi di scena fin dal primo minuto. Entrambe le squadre riescono a creare ad azioni pericolose, sfruttando gli attacchi alla profondità e gli ampi spazi di campo scoperti. Il Sassuolo si affida agli strappi di Laurienté, che spesso e volentieri riesce a mettere in crisi l’intero pacchetto arretrato granata grazie alla sua accelerazione. È proprio Laurienté a sbloccare la gara al 12’: l’esterno neroverde calcia quasi da fermo, trovando il gol con l’aiuto del palo. Sepe non può nulla sulla perla di Laurienté, ma pochi minuti dopo salva i suoi con una grande parata su Thorstvedt. Al 25’ la Salernitana risponde. Dia, dopo una serie di passaggi nello stretto, trova un Consigli in versione super che gli nega la gioia del gol. Al 32’ Laurienté torna in azione: il francese semina il panico nella retroguardia granata con un coast to coast devastante, ma sbaglia la conclusione finale. Al minuto 34 Dia si divora il pareggio, mettendo a lato un rigore in movimento dopo l’assist di Mazzocchi. Il suo errore costa caro alla Salernitana: tre minuti più tardi Maggiore stende Ceide in area: l’arbitro assegna il penalty, trasformato da Pinamonti. 

Nel secondo tempo i ritmi sono generalmente più bassi. Il Sassuolo controlla totalmente la partita, chiudendo la partita al 53’: Alvarez trova in area Thorstvedt, che conclude a rete trovando il gol del 3-0. I neroverdi poi rallentano il ritmo, consapevoli del contraccolpo mentale subito dalla squadra di Nicola, che non riesce più a rendersi pericolosa. Laurienté, però, non si ferma: muovendosi ancora tra le linee, crea scompiglio nella difesa della Salernitana e serve Harroui, che, liberissimo, segna il 4-0. Nei minuti di reupero Antiste fissa il risultato finale sul 5-0 dopo un’azione di contropiede. 

LE PAGELLE DEL SASSUOLO

Consigli 6,5: salva il Sassuolo con una grande parata su Dia. 

Toljan 6: dialoga bene con Ceide sul lato destro. 

Ferrari 6: riesce a controllare bene il tandem Piatek-Dia con l’aiuto di Erlic.

Erlic 6: collabora con il compagno di reparto, Piatek e Dia non sono mai pericolosi. (Dal 67’ Ayhan 6)

Rogerio 6: si propone in attacco nei primi minuti, poi abbassa il proprio baricentro e si limita a contenere gli spunti dei campani. 

Frattesi 6,5: vince il duello con Maggiore a centrocampo, riesce a dare qualità alla mediana dei neroverdi. (Dall’80’ Obiang SV)

Lopez 6: dialoga bene con Frattesi, fa da schermo alla sua difesa.

Ceide 6,5: si procura il rigore, trasformato da Pinamonti. (Dal 59’ Antiste 6,5: trova il gol in contropiede).

Thorstvedt 7: ha una buona chance che sbaglia davanti a Sepe, i suoi movimenti disorientano Lovato e Daniliuc. Trova la rete del 3-0 con un gran mancino incrociato. (Dal 67’ Harroui 6,5: trova il gol del 4-0 in contropiede).

Laurienté 7: impressionante. Fa quello che vuole. Appena “strappa” riesce a mettere in crisi l’intera difesa della Salernitana. Segna un gran gol e fornisce l’assist del 4-0 a Harroui. 

Pinamonti 6,5: lotta, fa respirare la squadra e segna il rigore del 2-0. (Dal 46’ Alvarez 6,5: è suo l’assist per Thorstvedt in occasione del 3-0).

LE PAGELLE DELLA SALERNITANA

Sepe 5,5: incolpevole sui gol del Sassuolo, salva la Salernitana con ottimi interventi nel primo tempo ma crolla insieme all’intero reparto nel secondo tempo.

Bronn 5: perde il duello con Laurienté dopo appena 12’. (Dal 46’ Bradaric 5)

Daniliuc 5: non riesce a dare solidità e certezze al pacchetto difensivo.

Lovato 5: si fa saltare con un tunnel da Ceide in occasione del rigore conquistato dal Sassuolo.

Candreva 5,5: fatica a spingere dal suo lato: Rogerio è attento. 

Maggiore 5: perde lo scontro con Frattesi, causa il rigore del 2-0. Sostituito da Nicola dopo appena 45 minuti. (Dal 46’ Radovanovic 5,5)

Coulibaly 5: inizia bene, poi cala con il passare dei minuti. Si perde totalmente nel secondo tempo. 

Vilhena 5,5: dal suo piede nascono le azioni più pericolose della Salernitana. Prende un giallo evitabile, poi sparisce. (Dal 59’ Bonazzoli 6)

Mazzocchi 5,5: non spinge come al solito dal suo lato. Oggi non convince. (Dall’80’ Kastanos SV)

Dia 5,5: si fa ipnotizzare da Consigli e sbaglia clamorosamente un rigore in movimento. (Dall’80’ Botheim SV)

Piatek 5: mette raramente in difficoltà Consigli, per il resto non riesce a trascinare i suoi. Mette a lato un colpo di testa su cui avrebbe potuto fare meglio, poi si eclissa totalmente. 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Yakin avvisa il Portogallo: “Avversario forte ma noi rosa di qualità”

Pubblicato

:

Svizzera

Alla vigilia del match contro il Portogallo, il tecnico della Svizzera Murat Yakin ha presentato la sfida in conferenza stampa.

L’allenatore degli elvetici ha riconosciuto le qualità dei portoghesi ma allo stesso tempo ha caricato i suoi giocatori:

Conosciamo il nostro avversario, sappiamo che è molto forte ma vogliamo comunque riuscire a passare il turno. Dal canto mio posso solo essere contento di avere a disposizione tutti e di poter contare su una rosa di qualità, con giocatori che possono entrare dalla panchina e dare una mano alla squadra”.

La partita, in programma domani sera alle ore 20, delineerà in maniera definitiva, il tabellone dei quarti di finale. Qatar 2022 entra nel vivo.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Luis Enrique rassicura i tifosi: “Abbiamo già giocato contro Mbappè”

Pubblicato

:

Domani si terrà il tanto atteso ottavo di finale tra la Spagna e la rivelazione di questo Mondiale, ovvero il Marocco di Hakimi e Ziyech. Intanto, Luis Enrique, il ct degli spegnoli, ormai diventato celebre insieme alle sue streaming su Twitch ha toccato l’argomento riguardante la possibile semi-finale contro i campioni in carica della Francia, e ha rilasciato qualche parola anche su Mbappè, reduce dalla bellissima e decisiva doppietta contro la Polonia.

Queste lesue parole sul giocatore del PSG:

Abbiamo già giocato contro di lui in Nations League ed ha segnato un gol in fuorigioco. Spero di giocarci ancora contro.”

Intanto la Francia si è già qualificata ai quarti di finale, dove incontrerà la forte di Inghilterra di Harry Kane e compagni.

Continua a leggere

Flash News

Neymar come Ronaldo e Pelè, lo dice una statistica!

Pubblicato

:

Brasile, Vinicius si espone su Neymar

Questa sera il Brasile ha schiacciato la Corea del Sud con il rotondo punteggio di 4-1. A siglare la grande vittoria ci hanno pensato: Vinicius, Neymar su rigore, Richarlison e Paquetà. I verdeoro affronteranno tuttavia la Croazia di Modric nei quarti di finale del Mondiale.

Neymar oltre alla grande vittoria, ha raggiunto un obiettivo che prima d’ora era riuscito solo a mostri sacri del calibro di Ronaldo “il fenomeno” e a Pelè, ovvero, l’attaccante in forza al PSG con il rigore trasformato stasera è riuscito a fare gol in ben 3 Mondiali diversi, eguagliando dunque le suddette leggende.

Ricordiamo che 0’Ney non ha giocato nemmeno per gran parte dei gironi a causa dell’ormai celebre infortunio alla caviglia che lo ha tenuto ai box.

Continua a leggere

Flash News

Croazia, parla Perisic: “Giappone squadra forte ma secondo me abbiamo meritato”

Pubblicato

:

Perisic

Durante questa serata dedicata agli ottavi di finale del Mondiale, la Croazia ha passato il turno dopo una soffertissima vittoria ai rigori contro il Giappone, dove il portiere Livakovic ne ha parati ben 3.

Negli quarti di finale Modric e compagni affronteranno il Brasile che ha appena dominato la Corea del Sud con un 4-1 finale.

Tuttavia, l’ex-Inter Perisic è intervenuto ai microfoni di Rai Sport per parlare della vittoria della sua squadra:

Era importante fare il gol dell’1-1 dopo dieci minuti del secondo tempo. Secondo me abbiamo meritato perchè sapevamo che sarebbe stata una battaglia contro una squadra forte. Lo hanno dimostrato contro Spagna e Germania. Eravamo preparati e alla fine siamo noi che passiamo ai quarti”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969