Connect with us

La nostra prima pagina

Schiavone, questa volta il cuore non basta

Pubblicato

:

Ha dato l’addio al suo campo preferito. Quello che le ha regalato la vittoria più grande in carriera. Quel Philippe Chatrier che nel 2010 si è colorato di azzurro grazie a Francesca Schiavone. Ieri non ce l’ha fatta a superare la montagna chiamata Muguruza. Troppo forte la spagnola per Francesca che si è dovuta arrendere non senza combattere. Un sorteggio beffardo che l’ha messa di fronte subito alla numero 4 del mondo ma che allo stesso tempo le ha concesso un’ultima passerella sul centrale del Roland Garros.

FRANCESCA FIN QUI

Francesca ha dichiarato già da tempo che il 2017 sarebbe il suo ultimo anno da tennista. Negli ultimi due anni francamente ha abbassato di molto il suo livello. Sorprendentemente però, quest’anno, ripartendo dai tornei minori, la Schiavone si è ricavata una classifica dignitosa che le ha permesso di essere a Parigi per l’ultima volta. L’azzurra si è aggiudicata un titolo a Bogotá e ha disputato un altra finale a Rabat, decisamente in miglioramento rispetto al 2016. Proprio questi risultati incoraggianti le hanno fatto ritrovare la fiducia e lo slancio per questo suo ultimo anno.

L’APPROCCIO AL MATCH

Sarà questa fiducia ritrovata, sarà la voglia di non mollare mai, ma ieri Francesca è scesa in campo convinta di poter fare partita pari contro la spagnola. Da qui la sua rabbia quando non le riuscivano i colpi. La Schiavone per alcuni tratti del match è anche riuscita nel suo intento di giocarsela fino in fondo. Purtroppo però non è durata per tutto l’arco della partita.

Francesca è partita male andando sotto 3-0 e quando sembrava in grado di recuperare ci si è messo in mezzo anche uno spettatore. Un’interruzione di 10 minuti per via di un malore sugli spalti e alla ripresa la Muguruza ha infilato 19 punti su 20 vincendo il primo set. Nel secondo set la Schiavone è rimasta attaccata nel punteggio. Ha tirato fuori tutto il suo repertorio. Dalle discese a rete ai continui cambi di rotazione che hanno messo in difficoltà la giovane Garbine, abituata a tirare tutte le palle. Purtroppo però per Francesca il servizio non l’ha aiutata più di tanto e sul 4-4 ha concesso il break che le è valso la partita.

Nulla da dire alla sua avversaria. La Muguruza, campionessa uscente, è stata impeccabile da fondo campo. Ha martellato con una costanza che le è un po’ mancata nell’ultimo anno. Si è difesa quando doveva difendere ed ha cercato di essere sempre propositiva. Dopo quanto visto ieri si candida ad essere una delle favorite per la vittoria finale.

UN ADDIO AMARO

Peccato per Francesca perché la sensazione è che avrebbe potuto combinare qualcosa in più. Purtroppo il fisico non le permette più di mantenere un alto livello per tutta la durata del match e questo si è visto ieri. Comunque ha fatto vedere grandi colpi, nonostante i 37 anni di età.

Proprio nei giorni in cui celebriamo l’addio di un grande dello sport come Totti, la Schiavone ha avuto una reazione totalmente diversa. Certo non si tratta del ritiro assoluto dal tennis, ma la standing ovation che le ha tributato il centrale del Roland Garros non è da sminuire. Specie per i trascorsi di Francesca su quel campo. Per due anni di seguito è riuscita ad arrivare in finale vincendo nel 2010 contro la Stosur. L’azzurra è uscita dal campo a testa bassa senza accennare un saluto al pubblico a differenza di Totti che sembrava non voler uscire dal campo. Probabilmente l’adrenalina e la delusione per il match appena perso hanno influito ma Francesca non è parsa minimamente emozionata nell’uscire da un campo così importante per lei.

PIU’ SCHIAVONE PER TUTTI

Francesca Schiavone è una delle tenniste italiane più vincenti. Fa tristezza sapere che a fine anno lascerà il tennis, ma da lei non possiamo che imparare. E’ l’emblema che la forza di volontà è tutto nello sport. Si tratta di una delle tenniste tatticamente più intelligenti di sempre. Specie in un epoca di sole picchiatrici. Ha fatto vedere al mondo che con i “pochi” mezzi a sua disposizione si può comunque arrivare al top. La partita di ieri racchiude perfettamente la sua carriera. La voglia di non mollare mai, la grinta e la determinazione in ogni punto sono ciò che ci deve rimanere di lei.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Bellingham su Rashford: “Felice per lui, dobbiamo continuare così”

Pubblicato

:

Inghilterra

Dopo la vittoria sul Galles per 3-0 Jude Bellingham è stato intervistato ai microfoni della Bbc, il centrocampista ha espresso la sua felicità per la prestazione di Marcus Rashford e per la sua prima doppietta in Nazionale: “Sono molto felice per Rashford, in partite così la pressione è alta anche per battere una punizione, ma lui l’ha calciata in modo fantastico. Lui è un grande giocatore, quando punta l’uomo mette sempre in difficoltà la difesa avversaria. Come altri giocatori che abbiamo in attacco lui fa la differenza, questa sera ci ha messo in un’ottima situazione ed ha meritato il premio come man of the match“.

Il Mondiale dell’Inghilterra proseguirà contro il Senegal agli ottavi di finale, gli africani non sono gli stessi senza Sadio Manè e l’Inghilterra partirà sicuramente favorita, ma Koulibaly e i suoi Leoni d’Africa venderanno cara la pelle.

Continua a leggere

Flash News

De Zerbi sul calcio inglese: “In Inghilterra c’è più voglia di attaccare”

Pubblicato

:

Skakthar, parla De Zerbi a Sportitalia

Roberto De Zerbi, allenatore del Brighton è intervenuto su Rai Sport ospite della trasmissione “Il Circolo dei Mondiali” anche e soprattutto per parlare dell’esperienza che sta vivendo in Inghilterra: “Quello inglese è un calcio un po’ diverso rispetto a quello italiano, in alcune cose è meglio e in altre peggio. Di sicuro la passione che c’è negli stadi, sia nel nostro che negli altri, è maggiore rispetto a quella che c’è oggi in Italia. I calciatori vivono le partite con meno pressione, c’è più gusto nel giocare e c’è tanta voglia di attaccare, in questo c’è un po’ differenza tra noi e loro”.

Dopo un inizio non buono la squadra di De Zerbi si è ripresa e al momento occupa la settima posizione in classifica.

Il tecnico ex Shaktar e Sassuolo sta portando e adattando la sua filosofia al metodo inglese e del Brighton, in un periodo non molto lontano potremmo ammirare De Zerbi come uno degli allenatori migliori in Europa e come eccellenza italiana.

Continua a leggere

Flash News

Ecuador, Alfaro non ci sta: “Eliminazione dal Mondiale duro colpo”

Pubblicato

:

ecuador

Dopo le tre partite della fase a gironi del Mondiale, si è conclusa l’avventura a Qatar 2022 dell’Ecuador. Il commissario tecnico dei sudamericani, Gustavo Alfaro, in seguito alla sconfitta per 2-1 subita contro il Senegal che ha sancito l’eliminazione della sua Nazionale, ha commentato così in conferenza stampa tutta la propria amarezza. Ecco le sue parole:

Sono immensamente triste. È un duro colpo, una grande frustrazione per noi. Essere eliminati è veramente doloroso. Ma l’Ecuador non deve perdere di vista ciò che questi ragazzi hanno realizzato. È una generazione molto giovane. Ora ha acquisito esperienza, che servirà in futuro. Non ho dubbi che avranno la loro vendetta”.

Alfaro si è anche espresso sul suo futuro: “Ora ci vorrà un po’ di tempo per decidere sul resto della mia carriera, non so bene quale decisione prenderò. Adesso non è il momento di prendere una decisione. Devo fermarmi un po’ e vedere se voglio continuare ad allenare“.

Continua a leggere

Flash News

Asse caldo Roma-Torino, pronto uno scambio per gennaio?

Pubblicato

:

Anche se manca ancora un mese dall’inizio della sessione invernale di calciomercato, iniziano a circolare le prime voci di possibili trattative.

Secondo quanto riportato da La Stampa, la Roma sarebbe interessata all’acquisto di Sasa Lukic, centrocampista in forza al Torino. Il giocatore serbo è rimasto alla corte granata nonostante gli screzi di quest’estate con il suo allenatore ( Juric, ndr.), ma non ha mai nascosto la sua volontà di intraprendere una nuova avventura.

La società giallorossa sarebbe disposta ad inserire nella trattativa Marash Kumbulla pur di arrivare all’acquisto di Lukic. Il difensore è fuori dalle grazie di José Mourinho e reclama più minutaggio.

La trattativa sembra comunque molto complicata, difficilmente Juric lascerà perdere un giocatore chiave come il centrocampista serbo a gennaio.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969