Connect with us
Senegal, l'analisi di Koulibaly: "Abbiamo iniziato bene, il nostro futuro sarà importante"

Flash News

Senegal, l’analisi di Koulibaly: “Abbiamo iniziato bene, il nostro futuro sarà importante”

Pubblicato

:

Koulibaly

Kalidou Koulibaly ha parlato ai microfoni della Rai dopo la sconfitta contro l’Inghilterra, che ha sancito l’uscita dal Mondiale del suo Senegal:  “Abbiamo giocato contro una grande squadra e iniziato bene, ma loro sulla prima azione hanno fatto gol e questo ci ha un po’ destabilizzato. Abbiamo subito poi il 2-0 in ripartenza poco prima dell’intervallo. Siamo rientrati nella ripresa con la voglia di fare il gol che ci avrebbe rimesso in gioco, ma abbiamo subito il 3-0 ed è diventato ancora più difficile. Siamo comunque orgogliosi del nostro cammino e dei giovani che si sono messi in mostra. Il nostro Mondiale si ferma qua, ma siamo sicuri che il futuro sarà importante per quello che abbiamo fatto vedere in Qatar”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Zidane apre alla Serie A: “Tutto può succedere, mi piacerebbe. Devo tanto a Lippi”

Pubblicato

:

Zidane

L’ex allenatore del Real Madrid Zinedine Zidane ha presidiato la presentazione del docufilm sul suo ex allenatore Marcello Lippi “Adesso vinco io”. L’ex fuoriclasse francese è intervenuto ai microfoni di Sky Sport a margine dell’evento, parlando del suo rapporto con Marcello Lippi, che lo ha allenato dal 1996 al 2001, ma anche del suo futuro, aprendo le porte alla Serie A.

LE PAROLE DI ZIDANE

SU LIPPI – “È stato mio allenatore, soprattutto mi ha fatto venire alla Juve. È il primo che ha creduto in me e che mi ha fatto giocare, perché alla fine non era facile per lui. Arrivavo dall’esperienza in Francia, era un po’ difficile per me la preparazione, però poi alla fine mi ha fatto giocare lui. Quindi per me è stato non solo il mio allenatore, ma quello che mi ha fatto diventare chi sono. È lui che mi ha detto che avrei finito di giocare con la Juventus, giocare bene, e alla fine è andata così. Quindi per me è stato importante. Abbiamo vinto anche delle cose con lui, ma non solo con me. Avevamo una squadra impressionante, lui era un allenatore impressionante, quindi abbiamo fatto delle belle cose. È forse uno dei più grandi allenatori che ho avuto, insieme ad Aimé Jacquet con la Francia, poi anche Carlo Ancelotti. Ho preso anche tante cose da lui e ora faccio il mio percorso”.

SUL POSSIBILE FUTURO IN ITALIA – Perché no, può succedere di tutto. Adesso sto facendo altre cose, vediamo però sicuro che un’altra volta in panchina mi piacerebbe.

 

Continua a leggere

Flash News

Il prepartita di Fiorentina-Lazio: le dichiarazoioni di Kayode e Isaksen

Pubblicato

:

Empoli-Lazio

Prima del posticipo tra Fiorentina e Lazio, ai microfoni di DAZN sono intervenuti il difensore viola Michael Kayode e l’attaccante biancoceleste Gustav Isaksen. Ecco le loro parole.

LE PAROLE DI KAYODE

IL CLIMA – “Non è stata una stagione semplice, ma il clima è lo stesso, siamo un gruppo unito e pensiamo partita dopo partita”.

SULLA LAZIO – “C’è un tabù che vogliamo sfatare, ne abbiamo parlato”.

LE PAROLE DI ISAKSEN

SULLA PARTITA –Sarà una partita molto importante dobbiamo essere concentrati, abbiamo tanti impegni e potrebbe essere difficile. Dovremo essere pronti dal primo minuto perché la Fiorentina è una squadra forte. Questo stadio è importante e ci sarà una grande atmosfera”.

SUL MOMENTO – “Mi sento più sicuro e sono felice delle opportunità. Spero di aiutare con gol e assist, perchè questo è il tipo di giocatore che voglio essere. Sento la fiducia di tutti. Sto imparando l’italiano”.

Continua a leggere

Flash News

La Roma piega il Torino grazie a super Dybala: la Joya fa tripletta e firma il 3-2

Pubblicato

:

Roma Dybala

La Roma è ufficialmente rinata sotto la guida di Daniele De Rossi e ottiene un altro preziosissimo successo contro il Torino. All‘Olimpico uno stratosferico Paulo Dybala stende i granata con una tripletta e rende vane le due reti ospiti che confezionano il 3-2 finale. I giallorossi rimangono al sesto posto in classifica, ma ora l’Atalanta quinta è solo a -2. Il quarto posto del Bologna, invece, dista quattro punti.

A DYBALA RISPONDE ZAPATA

Primo tempo molto equilibrato quello che all’Olimpico va in scena tra Roma e Torino. Soprattutto a causa dei granata, ultra aggressivi in fase di pressing, i giallorossi sono imprecisi e, oltre al gol, confezionano una sola grande palla gol. All’alba del match, Azmoun si fa 50 metri di campo con la palla tra i piedi e offre a Kristensen nel cuore dell’area di rigore, il danese, però, centra in pieno il palo. La risposta del Toro è da ricercarsi sopratutto nell’atteggiamento, che – a seguito di una palla riconquistata – porta Samuele Ricci a coordinarsi in bello stile e a calciare verso la porta di Svilar un pallone che finisce sull’esterno della rete.

La prima sliding door del match al 40′, quando Sazonov (subentrato all’infortunato Lovato) pesta ingenuamente il piede di Azmoun in area di rigore. Penalty ineccepibile e realizzazione impeccabile di Dybala, che spiazza Milinkovic Savic e fa 1-0 Roma. La gioia giallorossa, però, dura poco, perchè al 44′ il solito Bellanova pennella dalla destra un pallone che Zapata è bravissimo ad andare a prendere altissimo e a spedire all’angolino. È 1-1 al termine del primo tempo.

AL COSPETTO DEL 21

Se nei primi 45 minuti Dybala aveva sofferto la pressione del Torino, l’argentino si prende la scena nel secondo tempo. Lo show del 21 inizia al 57′, quando Dybala trova spazio dai 25 metri e calcia forte sul palo lontano. Il tiro che parte ovviamente dal suo mancino è forte e preciso e si insacca a fil di palo. 2-1 Roma e primi segnali di stanchezza per un Torino che, non abituato ai ritmi delle partite infrasettimanali (giovedì i granata avevano perso il recupero della 21ª giornata contro la Lazio), inevitabilmente cala.

Il sigillo su una prestazione fantastica, comunque, per Dybala arriva al 69′. La Joya è brava a dialogare con Lukaku al limite dell’area di rigore: il belga libera l’argentino che da posizione defilata riesce a battere per la terza volta Milinkovic-Savic con un bel diagonale. Prima tripletta giallorossa per Dybala, in generale la terza in Serie A, a quasi sei anni di distanza dall’ultima. Il Torino comunque non molla e rimane attaccato fino all’ultimo secondo di partita al match. Al 88′ Ricci penetra in area di rigore e mette un pallone a rimorchio che Huijsen devia malamente nella sua porta.

La gara si conclude senza ulteriori sussulti, la Roma fa cinque vittorie su sei partite con De Rossi in panchina in Serie A e lancia ufficialmente la sua sfida all’Atalanta, ora distante appena due punti. Il quarto posto del Bologna è invece a -4 e a questo punto nulla è precluso.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La FIFA pensa a un nuovo progetto pilota per le amichevoli internazionali: i dettagli

Pubblicato

:

Gianni Infantino, presidente FIFA

La FIFA ha promosso un nuovo progetto riguardante le amichevoli internazionali che partirà a marzo. Il progetto pilota prenderà il nome di FIFA Series e prevede gare tra quattro nazionali di confederazioni diverse che saranno ospitate in unico Paese.

L’obiettivo è quello di far incontrare nazionali diverse tra loro per costruzione. Questa proposta rappresenterà delle opportunità a livello commerciale, economico e di immagine per le nazioni partecipanti.

La fase di prova vedrà la partecipazione di Algeria (CAF), Andorra (UEFA), Bolivia (CONMEBOL), Sudafrica (CAF), Azerbaigian (UEFA), Bulgaria (UEFA), Mongolia (AFC), Tanzania, (CAF), Arabia Saudita (AFC), Capo Verde (CAF), Cambogia (AFC), Guinea Equatoriale (CAF), Guyana (Concacaf), Bermuda (Concacaf), Brunei Darussalam (AFC), Guinea (CAF), Vanuatu (OFC), Sri LankaBhutan (AFC), Repubblica Centrafricana (CAF), Papua Nuova Guinea (OFC).

In concomitanza con il lancio del progetto sono arrivate le parole del Presidente della FIFA Gianni Infantino, entusiasta di intraprendere questo nuovo percorso.

LE PAROLE DI INFANTINO

Le FIFA Series sono un passo avanti davvero positivo per il calcio delle squadre nazionali a livello globale. Le nostre associazioni affiliate ci hanno espresso da tempo il desiderio di mettersi alla prova contro le loro controparti di tutto il mondo, e ora possono farlo nell’ambito dell’attuale calendario delle partite internazionali maschili. Partite più significative consentiranno un’interazione calcistica molto più preziosa per giocatori, squadre e tifosi, e daranno un contributo concreto allo sviluppo del gioco”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969