Una data, quella di oggi, importante e controversa al tempo stesso per il calcio italiano. In giornata si è tenuta l’assemblea di Lega per l’elezione del nuovo presidente. I 20 club di A, infatti, devono far fronte alle dimissioni, di qualche settimana fa, dell’ormai ex presidente di Lega Gaetano Miccichè. La priorità al momento, dunque, rimane quella di trovare un sostituto alla guida del movimento.

Una realtà che, tuttavia, non si è concretizzata nell’assemblea. Le idee contrastanti fra i presidenti non hanno permesso di trovare un accordo fra le parti, portando a una fumata nera. Una situazione di stallo, quindi, quella che si prospetta al momento per la Lega, che nel frattempo ha ripiegato su una soluzione temporanea.

Fonte: sito ufficiale Serie A

PRESIDENTE AD ACTA

In merito all’esito dell’assemblea di giornata, la Serie A viene ufficialmente commissariata. Vale a dire che, come soluzione temporanea, la lega vede Mario Cicala come commissario pro tempore e presidente ad acta. Non si è raggiunto, infatti, il quorum di 14 voti necessari all’elezione di una nuova figura. Due voti, 11 schede nulle alla prima tornata e 13 alla seconda. Questo il lascito di una votazione, di fatto, non valida.

(Fonte immagine di copertina: profilo Twitter Serie A)