Connect with us
Serie A, l'apertura del Governo: "C'è fiducia nella ripresa del campionato"

Flash News

Serie A, l’apertura del Governo: “C’è fiducia nella ripresa del campionato”

Pubblicato

:

Dal Governo arriva un nuovo slancio verso la ripresa della Serie A, nonostante le continue notizie degli ultimi giorni, di calciatori e membri dello staff di diverse squadre trovati positivi al Coronavirus. Nessuna presa di posizione, né tanto meno alcuna decisione ufficiale, ma parole di apertura e di fiducia verso la ripresa del campionato, quelle che arrivano dalla voce di Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, intervenuta ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Dichiarazioni importanti, che vedono l’Italia avviata verso una presa di posizione definitiva che, però, potrebbe non arrivare prima del 18 maggio, data in cui terminerà il primo blocco della Fase 2.

LE PAROLE DI ZAMPA

Si va verso una soluzione ed è la soluzione che i tifosi di calcio si aspettano. Il via libera ancora non c’è, ma si va verso una buona direzione. Per ora il confronto riguarda l’allenamento individuale, oggi torneranno tutti a discutere del problema e la strada della soluzione è stata immaginata come una sorta di clausura della squadra“.

Una sorta di clausura di squadra, quindi, per preparare i club al ritorno in campo. La sottosegretaria, poi, ha esposto il suo piano per la ripresa nello specifico.

“Dobbiamo tenere conto di un altro elemento: cosa succederà con questa riapertura e sappiamo che ci vogliono circa 15 giorni di tempo per conoscerne gli effetti. L’epidemia resterà sotto controllo? Se sì, si apre di più, calcio compreso. La squadra, l’allenatore, tutto lo staff, vengono trattati come una grande famiglia che si mette da sola in una specie di clausura. Si apriranno le porte del centro sportivo, si entra tutti negativi, fanno gli allenamenti di squadra e dopo 15 giorni i dati epidemiologici ci diranno se si potrà fare un ulteriore passo. Così si può immaginare di tornare a giocare. Questo è il modello italiano che garantisce la salute di tutti i componenti: entrano sani e devono restare sani. Se prendessimo in considerazione la Bundesliga che erano 4 positivi e ad oggi siamo a 10, scegliere un modello che porta il contagio a tutti, non è così lungimirante quel modello. Prima o poi non solo ci si ferma, ma ci si ferma facendo un grande danno alla salute degli atleti. L’idea che si continua fin quando non si trova un positivo, non è geniale. Avendo già trovato una soluzione, il confronto continuerà, con il calcio, il turismo, la scuola, ognuno vuole sapere cosa ne sarà di un determinato settore, il CTS ha una mole enorme di lavoro. Mi hanno riferito che oggi si prosegue e confido nel fatto che sarà trovata una soluzione”.

La curva dei contagi, quindi, avrà un ruolo decisivo nella valutazione finale. Infine, Zampa ha smentito che il Governo, soprattutto il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sia contrario alla ripartenza del campionato.

“Assolutamente no, stamattina ne abbiamo parlato, il Ministro Speranza è consapevole che il ministero dovrà prendere con una certa energia una decisione. Ripartire sì, ma in sicurezza, è un atto d’attenzione molto importante. Preservare la salute, forma, benessere dei nostri atleti ha un valore. Il Ministro Speranza lascerà al CTS e le Federazioni competenti le valutazioni. Sono ottimista sulla ripresa dopo aver parlato con il capo del CTS, ma c’è bisogno di una solida base scientifica. Il finale di questa partita, che non è di calcio, ma quella della salute, lo scriviamo tutti insieme. I comportamenti di tutti determinano come andrà a finire. Una cosa l’abbiamo dimostrata: il lockdown faceva bene, siamo arrivati ad avere una riapertura moderata in tempi rapidi. La strada di ieri sulla clausura per le squadre di calcio, è a tutela di tutti e permette di anticipare la ripresa”.

(Fonte immagine di copertina: profilo Twitter @SerieA)

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Balzaretti non ci sta: “Il gol di Lucca è un contrasto, così non si può giocare”

Pubblicato

:

Federico Balzaretti, Udinese - Serie A

In serata l’Udinese non è riuscita strappare punti al Ferraris contro il Genoa, che si è imposto 2-0. Dopo la gara il direttore sportivo dei bianconeri Federico Balzaretti è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare il match, ma anche l’episodio della rete annullata a Lucca.

LE PAROLE DI BALZARETTI

SUL GOL ANNULLATO A LUCCA – “È gol tutta la vita perché è un contrasto. Se questo non è gol non si può più giocare perché vanno tutti e due sul pallone e non è più calcio. Può aver toccato anche De Winter ma questo è il calcio e ci sono i contrasti, ci si tocca e ci si sfiora altrimenti va fischiato tutto. Anche a Napoli è stato dato un rigore per un tocco di Ebosele. Nelle altre nazioni ci ridono dietro, questo è un contrasto punto. Il VAR in Inghilterra interviene una volta a partita, qui tre”.

SULLA DINAMICA – “Nella dinamica vanno entrambi sul pallone. Bisognerebbe lasciar proseguire, perché altrimenti fischiamo 50 falli a partita. Rispetto le opinioni perché è un episodio borderline. Per me la dinamica di campo è molto importante e dal campo non sembrava fallo. Con la lente d’ingrandimento si vede tutto, ma questo è un contrasto e non ci può essere contrasto senza contatto. Oggi è molto difficile giocare in area di rigore, non si può, è sempre fallo”.

SULLA CLASSIFICA – “Noi dobbiamo salvarci, c’è da lavorare e stare in trincea. Lo sappiamo e non ci spaventa il fatto che dobbiamo lottare fino alla fine. Ora testa alla Salernitana, una gara da battaglia vera. Dobbiamo proseguire migliorando perché stiamo faticando nella reazione all’errore perché all’episodio negativo non riusciamo a reagire. Per salvarci serve la lotta continua e restare in partita. Dobbiamo migliorare su questo”.

Continua a leggere

Flash News

La doppietta di Luka Romero incanta, il Milan sorride: tra Almeria e Atletico Madrid è 2-2

Pubblicato

:

Luka Romero

Il gioiellino del Milan Luka Romero ha incantato nel sabato sera de La Liga. Nella gara del suo Almeria contro l’Atletico Madrid, l’argentino ha trovato la prima presenza da titolare, ma che certamente non sarà l’ultima. Il classe 2004, infatti, ha rimontato per due volte i Colchoneros con due reti stupende.

I ragazzi di Diego Simeone hanno trovato il vantaggio dopo appena 2 minuti di gioco con la rete di Angel Correa, ma, poco prima della mezz’ora, è salito in cattedra Romero che, dopo essersi liberato dalla marcatura di un paio di avversari, ha scagliato un sinistro imprendibile in fondo al sacco. La gara, poi, è scivolata all’intervallo sul risultato di 1-1.

Nella ripresa sono iniziate le sostituzioni e, al 57′, l’Atletico è riuscito a tornare in vantaggio con una vecchia conoscenza della Serie A, l’ex Udinese Rodrigo De Paul. Ma dopo appena 7 minuti Romero, per la seconda volta, ha ristabilito la parità dopo la penetrazione in area e un tocco delizioso a depositare il pallone sotto la traversa.

Nel finale è l’Almeria ad attaccare un Atletico stanco e demoralizzato, ma il pallone decisivo arriva prima sui piedi di Alvaro Morata che manda alto a tu per tu con Luis Maximiano e poi su quelli di Melero. Al triplice fischio è 2-2.

Le statistiche della sfida parlano di un predominio dei Colchoneros, ma quando scendono in campo calciatori con un bagaglio tecnico importante, come quello di Romero diventa tutto più complicato. Nel frattempo il Milan continua a ricevere segnali importanti dai vari calciatori in prestito. Oltre a Romero c’è anche De Ketelaere che, domani sera a San Siro, sarà l’osservato speciale.

Continua a leggere

Flash News

Pronostico Milan-Atalanta, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

I consigli del fantacalcio per la 26ª giornata

PRONOSTICO MILAN-ATALANTA, STATISTICHE E CONSIGLI PER LA PARTITA – Nel posticipo della 26′ giornata di Serie A a San Siro il Milan ospiterà l’Atalanta. È inutile rimarcare l’importanza della sfida che rappresenta un derby, ma anche uno snodo significativo per il campionato. I rossoneri devono ripartire in campionato dopo il brutto k.o di Monza. La Dea, invece, deve rispondere all’ottima vittoria del Bologna di venerdì in attesa del ritorno a San Siro mercoledì per affrontare l’Inter.

COME ARRIVA IL  MILAN

Dopo la disfatta di Monza, il Milan ha incassato anche la sconfitta senza conseguenze in casa del Rennes. Sicuramente per i ragazzi di Pioli non è il periodo migliore, ma dovranno essere bravi a resettare visto che l’Atalanta ha già inflitto due sconfitte ai Diavoli in questa stagione (l’ultima in Coppa Italia). Questo evento non accadeva dall’annata 2007-08, dunque, Pioli è pronto a schierare gli uomini migliori dopo le critiche per l’abbondante turnover delle scorse uscite.

COME ARRIVA L’ATALANTA

L’Atalanta arriva da 5 vittorie consecutive in campionato e certamente è una squadra in salute sia fisicamente che mentalmente. I nerazzurri saranno attesi da un tour de force importante tra gli scontri diretti in campionato e l’Europa League, che ha creato qualche malumore nell’ambiente. L’obiettivo quarto posto è alla portata, ma con questo Bologna non sarà permesso lasciare troppi punti lungo il cammino. Per questo Gasperini affronterà il Milan con gli uomini migliori, in particolare Charles De Ketelaere, osservato speciale.

STATISTICHE, CONSIGLI E PRONOSTICO

Oltre alla statistica dei risultati negli scontri diretti di questa stagione, la curiosità è dettata dal fatto che Milan e Atalanta sono le due squadre che hanno realizzato più reti con i subentrati. Per questo nella gara di domani sarà posta una grande attenzione alle alternative che i due allenatori potranno sfruttare a gara in corso.

Le quote dettate dai bookmakers mostrano un certo equilibrio. La vittoria del Milan è quotata intorno al 2.40, mentre quella della Dea varrà 2.90 la posta. Leggermente favoriti i rossoneri, ma non è da escludere il pareggio che, persistendo fino ad un certo punto della gara, potrebbe accontentare entrambe.

Inoltre, la pericolosità dei reparti avanzati di Milan e Atalanta è nota, ma, quella di domani, potrebbe non essere una gara da più di due reti complessive.

Continua a leggere

Flash News

Il Genoa vola grazie a Retegui e Bani: Udinese battuto 2-0

Pubblicato

:

Retegui Genoa Gudmundsson

GENOA UDINESE RETEGUI BANI – Il sabato di Serie A si chiude con la vittoria del Genoa, che al Ferraris si impone sull’Udinese per 2-0. Decisive le reti nel primo tempo siglate da Retegui e Bani.

Primo tempo avvincente al Ferraris tra Genoa e Udinese. Occasioni, corsa e anche un gol spettacolare. Dopo i tentativi, vanificati, di Ehizibue e Walace, Lucca colpisce di testa in area, venendo però fermato dalla traversa. Subito dopo, al 27′, Okoye si supera sul tentativo a botta sicura di Vasquez, che dopo sei minuti, di testa, trova anche il palo a impedirgli la gioia del gol. Poi il momento della serata: cross in mezzo, Giannetti devia ma la palla s’impenna, servendo a Mateo Retegui l’occasione perfetta per coordinarsi e colpire in rovesciata. Palla sul palo e vantaggio Genoa. I rossoblu aumentano i giri e, sette minuti dopo, trovano anche il raddoppio con Bani, che devia in rete un cross perfetto di Gudmundsson.

La seconda frazione si apre subito con un altro shock per l’Udinese: Kristensen, già ammonito, fa fallo su Messias al limite dell’area di rigore. Secondo giallo e rosso al 48′. Cioffi è così costretto a sostituire Samardzic e a inserire Joao Ferreira. Da qui in poi diventa un monologo rossoblu, con Badelj, che costringe Okoye all’intervento, e Gudmundsson, che sfiora la porta con un destro a giro. Poi il tentativo di Frendrup e un altro destro dell’islandese. Unica parentesi bianconera, il gol annullato a Lucca, che insacca dopo un cross di Kamara ma dopo aver fatto fallo su De Winter. Genoa che sale così a 33 punti, condannando l’Udinese a continuare la lotta salvezza.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969