Connect with us
Serie A, Ricciardi: "Protocollo serio. Proponiamo di giocare al centro-sud"

Flash News

Serie A, Ricciardi: “Protocollo serio. Proponiamo di giocare al centro-sud”

Pubblicato

:

La FIGC ha istituito una commissione medica per progettare concretamente un’eventuale ripresa del campionato, che sia nel rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie e che garantisca la salute di calciatori, staff e addetti ai lavori. Di questo gruppo fa parte anche Walter Ricciardi, membro dell’OMS e consigliere del Ministero della Salute. Proprio Ricciardi ha parlato ai microfoni di Radio Punto Nuovo della situazione in corso e delle proposte varate dalla commissione per preparare una possibile ripresa della Serie A, confermando, anche, che tra le proposte c’è anche quella di disputare le partite mancanti al centro-sud.

LE PAROLE DI RICCIARDI

“Bisogna valutare lo scenario in due settimane, perché è il tempo di incubazione del virus. La situazione sta andando meglio in molte regioni italiane, ma non in tutte. In Lombardia c’è ancora uno scenario preoccupante, non si può dare un’indicazione generica. Ad inizio maggio potremo dare dei suggerimenti guardando la situazione, ma è ancora un mese a rischio, specialmente in alcune regioni, sarà ancora un periodo interlocutorio. Questo virus continuerà a circolare fino a quando non si troverà un vaccino e così come colpisce i cittadini, anche i calciatori e lo staff: bisogna tutelare tutti. Per il protocollo ci sono diverse ipotesi, è sicuramente finalizzato alla fine del campionato a cui tutti tengono molto”.

Un protocollo, dunque, finalizzato a terminare la stagione che, però, potrebbe vedere uno spostamento degli eventi verso il centro-sud.

“C’è un discorso geografico: l’Italia non è tutta uguale a livello di contagi. Al Centro-Sudnon c’è stata quell’esplosione terribile del Nord. Ma la gente comunica e viaggia, in alcune parti del Paese questo non si può ancora fare, ci sono zone dove ci sono ancora 100 e più morti al giorno. Differenziare le aree per livello di rischio è giusto, stiamo proponendo di giocare al Centro-Sud, perché non ha senso vietare attività dove ci sono zero casi come la Basilicata. La Campania ha reagito molto bene, tempestivamente, la popolazione ha compreso bene la situazione ed ha reagito in tempo, preoccupa un po’ di più la Puglia. La seconda e terza ondata possono risultare più pericolose della prima: non possiamo permettercelo. Ciò che suggeriremo è di avere provvedimenti diversi a seconda delle aree geografiche”.

Ricciardi, poi, ha parlato del fatto che non tutte le società potrebbero avere la possibilità di adottare tutte le misure di sicurezza richieste, così come persiste la preoccupazione per quello che resta, sempre e comunque, uno sport di contatto.

“Ci sono squadre e squadre: non tutti possono permettersi i test e gli alloggi per ogni componente. Quest’impegno economico è pesante. C’è sicuramente un minimo che viene richiesto a tutti: garantire la sicurezza. Come viene modulato è una scelta ‘politica’ da parte della Federazione. È chiaro che anche il comitato tecnico-scientifico del Governo sta valutando quali sono le attività più pericolose: quella più a rischio di tutte è il dentista, l’odontoiatria. Non c’è dubbio che l’allenamento o il gioco di squadra che prevede contatto fisico tra atleti sia un evento che va considerato piuttosto pericoloso. Bisogna verificare la fattibilità dei sistemi di controllo, ma le proposte sono credibili e sostenibili“. 

(Fonte immagine di copertina: profilo Twitter @SerieA)

Flash News

Il Barcellona può dire addio a Nike: possibile la soluzione di un brand interno

Pubblicato

:

Barcellona

Il legame tra Barcellona e Nike, parlando di sponsor tecnico, dura dal 1998. Eppure, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, sono mesi che i rapporti tra le due aziende sono incrinati. Il club catalano chiederebbe maggior supporto finanziario dal brand di abbigliamento.

Il vacillamento delle trattative avrebbe fatto pensare al Barcellona la soluzione interna: autoprodursi il materiale tecnico per la stagione 2024-2025, con il lancio di un proprio brand. La fonte riporta, però, che a farsi avanti, al posto della Nike, sarebbe stato Puma, che avrebbe offerto 100 milioni di euro annui, ovvero 15 in più dell’attuale accordo con Nike.

Ma l’intenzione del presidente Laporta sarebbe quella della creazione del brand interno, con l’appoggio di BLM, marchio che cura il lato non-sportivo del club.

Continua a leggere

Calciomercato

L’agente di Folorunsho: “Le parole di Spalletti riempiono d’orgoglio, potenzialmente è da Napoli”

Pubblicato

:

Folorunsho

Mario Giuffredi, agente di Michael Folorunsho, attaccante dell’Hellas Verona, ha commentato gli elogi da parte di Spalletti al proprio assistito. “Folorunsho è una belva“, le parole del C.T. dell’Italia. A RadioKissKiss, Giuffredi si è espresso così:

ORGOGLIO – “Le parole di Spalletti mi hanno reso orgoglioso perché io l’ho preso l’anno scorso, quand’era in Serie B, al Bari, dove tra l’altro nei primi mesi non giocava a causa di alcuni problemi. Abbiamo fatto un percorso, è andato al Verona e le parole di Spalletti che lo descrive come una belva fanno piacere”.

FUTURO A NAPOLI? – “Quello non sta a me deciderlo perché non so chi sarà l’allenatore del Napoli. Ma potenzialmente è un giocatore da Napoli, da grande squadra. Se lo dice Spalletti, d’altronde, vuol dire che il valore del calciatore è un valore alto. Quest’anno ha realizzato due dei gol più belli del nostro campionato. Condò ha già scritto che Spalletti deve portarlo assolutamente agli Europei”.

La scorsa stagione il Verona ha pagato 200 mila euro per il prestito di Folorunsho proprio dal Napoli. Da valutare, come si evince dalle parole di Giuffredi stesso, se l’attaccante italiano, una volta rientrato alla base, continuerà il suo percorso nella squadra azzurra.

Continua a leggere

Flash News

Il Frosinone si prepara per il Lecce: terapie per Bonifazi, domani la rifinitura per i dubbi di formazione

Pubblicato

:

Periodo complicato in casa Frosinone per quanto riguarda infortuni e risultati. L’allenamento odierno dei ciociari sottolinea una squadra non ancora al completo con diversi nodi da sciogliere prima di scendere in campo contro il Lecce. La partita è importantissima per quanto riguarda la classifica ed è un vero e proprio scontro diretto. Il Lecce, al momento, ricopre la quattordicesima posizione con un solo punto di vantaggio sul Frosinone, sedicesimo a ventitré punti. Le assenze per Di Francesco sembrano essere quattro. Si tratta di Oyono, Marchizza, Lusuardi e Bonifazi che hanno lavorato a parte. I primi tre sono molto più vicini al rientro, rispetto all’ultimo che è alle prese con alcune terapie.

INFORTUNI FROSINONE, IL COMUNICATO

Di seguito il comunicato ufficiale della società sull’allenamento del primo marzo:

Seduta di allenamento mattutina alla ‘Città dello sport’ di Ferentino per i giallazzurri di mister Di Francesco che continuano a preparare la partita con il Lecce. Attivazione, esercitazioni tecnico – tattiche e calci piazzati, questo il programma odierno. Differenziato per Marchizza, Lusuardi e Oyono. Terapie per Bonifazi. Domani mattina in programma la rifinitura sempre a Ferentino.”

I mister di entrambe le squadre daranno domani le dichiarazioni ai media e di conseguenza di saprà ancora di più sui dettagli, le disponibilità e gli infortuni di Frosinone e Lecce in vista di questa partita importantissima.

Continua a leggere

Flash News

Italiano commenta la sfida che sarà col Torino: “Niente turnover, contento per il ritorno di Dodo”

Pubblicato

:

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, e Arthur, Fiorentina, Serie A, Coppa Italia, Conference League

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, ha rilasciato la solita intervista ai canali ufficiali dei viola in vista del match di sabato sera contro il Torino. I toscani arrivano da una vittoria importantissima contro la Lazio e dopo un periodo altalenante. Attualmente la squadra di Italiano è in settima posizione e l’Europa sembra alla portata anche quest’anno. Di seguito le dichiarazioni del mister della Fiorentina.

ITALIANO: ALLA FIORENTINA SERVE CONTINUITÀ 

SULLA STAGIONE – “Penso che la continuità sia l’unica cosa che conta in questo momento. Riuscire a trovarla è importante, perché è un problema che non riusciamo a risolvere. Facciamo fatica, in questi giorni abbiamo lavorato per cercare di dare valore alla vittoria con la Lazio, anche a livello di prestazione e atteggiamento. Così potremo ottenere il massimo da ogni partita”.

TORINO, PARTITA FISICA – “Confermo che sono state sempre partite difficili contro il Torino, per il modo in cui la squadra di Juric sviluppa il gioco e ti aggredisce. Sappiamo quello che troveremo e cercheremo di controbattere. Sarà una partita dispendiosa con ritmi altissimi”.

TURNOVER IN VISTA DELLA CONFERENCE – “No, credo che in questo momento, avendo avuto tempo per preparare la partita, ci dovremo concentrare solo sul Torino, una gara importante per noi. Serve la massima concentrazione per il campionato, poi penseremo agli altri impegni, tra cui la Conference, competizione a cui puntiamo molto”.

CONDIZIONE RITROVATA E RIENTRO DI DODÒ – “Ne ho parlato con i ragazzi. Gli ho detto che se approcciamo in questo modo con grande furore e qualità, si riesce a mettere in difficoltà gli avversari. Si riaggrega Dodo, siamo contenti del suo percorso. Ricomincerà a riassaporare il clima delle partite che contano e siamo contentissimi”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969