Connect with us

Flash News

Sorpasso Milan! Juve, spallata al quarto posto – Un caffè col Diez

Pubblicato

:

Leao

La colazione, si sa, è il momento migliore per informarsi su quanto successo nella giornata precedente ed in quella che verrà. Ecco allora che, tra una tazza di latte ed una brioche, nella rubrica “un caffè col Diez andremo a riassumervi quanto successo ieri, presentandovi anche quello che accadrà oggi.

LEAO MERAVIGLIAO

La notizia più importante che ci ha dato la domenica di Serie A è arrivata ad ora di pranzo. Nel lunch match delle 12.30 il Milan ha sconfitto la Sampdoria per 1-0, superando l’Inter e balzando in testa alla classifica. Decisivo ancora una volta Rafael Leao; è bastato un gol del portoghese, infatti, per sconfiggere i blucerchiati dell’ex Marco Giampaolo.

I rossoneri tornano in testa alla classifica dopo due mesi, l’ultima volta era il 12 dicembre, nell’occasione fu l‘Inter a vincere contro il Cagliari e ad attuare il sorpasso. Il campionato rimane comunque apertissimo con le prime tre squadre in classifica (Milan, Inter e Napoli) racchiuse in un fazzoletto di due punti.

LA JUVE ALL’ULTIMO RESPIRO TRA MILLE POLEMICHE

Responsi importanti anche da Bergamo, dove, al Gewiss Stadium, Atalanta e Juventus pareggiano per 1-1. Buona la reazione da parte degli uomini di Gasperini che dopo un brutto periodo si rilanciano con un’ottima prestazione. Dall’altra parte, la Juve si conferma squadra dura a morire e raggiunge l’Atalanta al 92esimo con l’inzuccata di Danilo, dopo il vantaggio bergamasco firmato da Malinovskyi al 76esimo. I bianconeri rimangono al quarto posto in campionato, tenendo a due punti di distanza proprio la Dea che però, come l’Inter, ha una partita da recuperare.

Nel post partita spazio alle parole dei protagonisti. Fanno scalpore soprattutto quelle del DS nerazzurro Umberto Marino, che ai microfoni di DAZN evidenzia i torti arbitrali subiti dai suoi.

Quello di Szczesny è un fallo da rosso. Manca anche un rigore per fallo di mano di De Ligt. Punto

ITALIANO SFIDA IL SUO PASSATO

Chiuderà oggi la 25esima giornata di Serie A il posticipo tra Spezia e Fiorentina. Vincenzo Italiano tornerà dopo quasi un anno allo Stadio Alberto Picco per sfidare il suo recente passato. L’attuale tecnico della viola, infatti, ha trascorso due stagioni in Liguria, dove, oltre ad ottenere una promozione ed un’importantissima salvezza, si è imposto come uno dei più promettenti allenatori sulla piazza.

COMINCIA LA SETTIMANA EUROPEA

Si apre oggi, infine, una settimana ricca di impegni europei per le nostre squadre ancora in corsa. In Champions l’Inter dovrà vedersela con il Liverpool, mentre in Europa League Napoli, Atalanta e Lazio affronteranno rispettivamente Barcellona, Olympiacos e Porto.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Giroud top scorer della Francia: “Un sogno che avevo da bambino”

Pubblicato

:

Giroud

Con la rete di oggi pomeriggio segnata contro la Polonia negli ottavi di finale, Olivier Giroud diventa il miglior marcatore all-time della Francia, con ben 52 gol. L’attaccante del Milan ha superato la leggenda francese Thierry Henry e sta dimostrando di attraversare un ottimo periodo di forma. Nel post-partita, il centravanti della Francia ha parlato ai microfoni di BeIN Sport:

É il sogno che avevo da bambino. Ora penso soltanto a portare avanti la mia squadra; l’avventura continua. Oggi siamo stati ripagati per gli sforzi fatti“.

Contento per il successo individuale, ma Giroud non dimentica mai il gruppo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia, c’è un record mondiale

Pubblicato

:

Francia

La Francia campione in carica si qualifica ai quarti di finale che giocherà sabato prossimo contro una tra Inghilterra e Senegal.

Nel frattempo i Transalpini si godono il particolare record di prima squadra a qualificarsi per i quarti per la terza volta di fila. Come fatto notare da OptaJean, non era mai successo prima.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Koundé loda la sua Francia: “Vittoria meritata”

Pubblicato

:

Koundé

Jules Koundédifensore francese del Barcellona, ha commentato ai microfoni di TF1 il 3-1 della Francia contro la Polonia. Ha iniziato l’intervista post-partita lodando la prestazione della sua nazionale: “Penso che sia una vittoria meritata, anche se nel primo tempo abbiamo sofferto per un po’ contro una buona squadra”.

Successivamente si è concentrato sulla seconda frazione di gara, quella con più gol: “Credo che, soprattutto nel secondo tempo, siamo riusciti a far male nei momenti importanti. È una vittoria meritata. Abbiamo dovuto cancellare le palle perse e mettere più intensità, questi sono stati i due elementi chiave. Ora siamo contenti di avere tempo per recuperare e poi di prepararci bene per questo quarto di finale. Ci decomprimeremo, quindi ci concentreremo rapidamente su di esso”.

Infine gli è stato chiesto chi preferisse tra Inghilterra e Senegal come avversaria ai quarti: “Non c’è preferenza, torneremo tranquillamente in albergo e guarderemo la partita con attenzione perché amiamo il calcio. È un bel momento vedere tutta la gente dell’hotel festeggiare con noi e applaudirci, è sempre un momento di condivisione”. Riposo meritato per i ragazzi di Deschamps che non hanno sottovalutato l’avversario portandosi a casa il risultato che desideravano.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Zielinski con dispiacere: “Usciamo dopo la nostra gara migliore”

Pubblicato

:

10 CURIOSITÀ SULLA 7ª GIORNATA

Piotr Zielinski, centrocampista polacco del Napoli, ha commentato la sconfitta subita dalla sua Polonia contro la Francia per 3-1 ai microfoni di Rai1. Nelle sue parole possiamo notare dell’amarezza ma anche molto orgoglio per i suoi compagni che hanno dato tutto in campo: “Questa partita è stata fatta bene, preparata bene. È la nostra miglior prestazione in questo Mondiale, purtroppo abbiamo affrontato i campioni del mondo. Qualche volta li abbiamo messi in difficoltà, ma si vedeva che sono troppo forti”. 

Proprio Zielinski avrebbe potuto sbloccare il match, ma Lloris ha respinto il tiro abbastanza centrale, pur avendo gran parte della porta vuota. Gli è stato appunto chiesto di se avesse un po’ di rammarico per quell’occasione sprecata, ma lui si è giustificato dicendo: “Sì, sì, ho voluto tirare forte. Di collo… magari è stata un’idea sbagliata. Peccato, potevo fare gol e potevamo andare in vantaggio. Però forse non sarebbe cambiato tanto”.

Ha concluso l’intervista facendo un bilancio di questo Mondiale: “Positivo, dopo 36 anni siamo usciti dalla fase a gironi. Penso che dobbiamo essere orgogliosi, poi l’ultima gara che abbiamo fatto è stata la migliore, dobbiamo giocare con più coraggio e determinazione, voglia di fare male. Così possiamo fare belle cose”. Infatti quattro anni fa hanno concluso il Mondiale da ultimi nel girone con solo 3 punti, invece quest’anno hanno raggiunto i tanto desiderati ottavi.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969