Connect with us

Flash News

Spalletti pre Spezia: “Vale 3 punti come il Liverpool, Simeone o Raspadori al posto di Osimhen”

Pubblicato

:

Rangers Napoli

L’allenatore dei partenopei Luciano Spalletti presenta il match in programma domani al Maradona contro lo Spezia di Gotti.

Spalletti esordisce cercando di far ritornare i suoi con i piedi per terra dopo la gloriosa vittoria contro il Liverpool: Non dobbiamo concentrarci solo sul nome dell’avversario per farsi bello, ma vincere e fare 3 punti al di là del nome dell’avversario. Saper vincere una gara significa aver fatto bene le cose per 100′ ma per scrivere pagine importanti e avere ambizioni significa far bene le cose lungo il percorso. E’ quello che fa la differenza”.

La domanda clou è obbligatoriamente quella su Osimhen ed il suo infortunio: “Dispiace ma è un qualcosa che può capitare e mettere in preventivo, abbiamo elementi altrettanto forti per sostituirlo. Per il suo ruolo Simeone o Raspadori, sarà uno di loro due”.

All’allenatore del Napoli viene chiesto se si aspetta di vedere la stessa qualità e la stessa intensità della partita di mercoledì: Sì, si semina un carattere per il percorso, le partite ce lo diranno. Abbiamo sempre provato a ragionare così, anche quando abbiamo giocato col Barcellona, perdendo con tanti gol di scarto, ma quello era l’atteggiamento sbagliato? Contro il Barcellona abbiamo tentato le stesse cose, ma dopo 3′ abbiamo preso gol su quell’angolo battuto male. Proviamo a costruire qualcosa con costanza in tutte le partite, si tenta questo calcio qui. Il nostro percorso ce l’abbiamo chiaro, poi bisogna vedere se ci riusciamo perché c’è chi elude la pressione”.

Sui giovani e la possibilità di turnover: “Col Liverpool Zerbin ha avuto possibilità, anche Gaetano è di quella pasta lì, hanno gli occhi addosso degli operatori di mercato, ce li avevano chiesti ma abbiamo deciso di tenerli e quindi le intenzioni le abbiamo“.

Infine una domanda sulla possibilità di cambiare tra 4-2-3-1 e 4-3-3: Per quelli che abbiamo noi l’ipotesi è giocare 4-2-3-1 anche se c’è dentro Zielinski o Elmas e giocare 4-3-3. Raspadori può fare il trequartista dietro la punta, quello che parte centrocampista e finisce dietro la punta. Ndombele ha fatto tutti e due i ruoli, gli si può chiedere tutte e due le cose“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Messi, proposta importante del PSG per il rinnovo

Pubblicato

:

Chi ha il contratto in scadenza nel giugno 2023

Lionel Messi è sempre un tema caldo e soprattutto in queste stagione ci saranno risvolti interessanti. Il fenomeno argentino è in scadenza di contratto con il PSG e il Barcellona sembra pronto al grande ritorno a parametro zero. Secondo quanto raccolto da El Larguero, però, i parigini sarebbe pronti a una nuova follia economica per avere ancora a propria disposizione le prestazioni del Diez.

Il PSG offrirebbe il rinnovo per un ulteriore anno sempre con un stipendio simile all’attuale intorno ai 30 milioni annui. L’argentino prende tempo prima di formalizzare il tutto e nel frattempo si concentra sull’arrivare nella miglior condizione possibile al Mondiale. La possibilità che sia la sua ultima chance di vincerlo con l’Argentina è concreta e Messi sembra che abbia anche la squadra giusta per provarci seriamente. In Nazionale il rendimento dell’ex Barcellona è stato sensazionale con altre due doppiette nelle amichevoli appena giocate.

Continua a leggere

Flash News

Cremonese, dubbio Carnesecchi-Radu: le ultime sulla scelta del portiere

Pubblicato

:

Cremonese

Si avvicina sempre di più, soprattutto in ottica salvezza, la sfida delicata tra Lecce e Cremonese. In ottica di quella che potrebbe essere la formazione titolare della squadra ospite, calciolecce.it fa il punto della situazione su chi, Alvini, sceglierà dal primo minuto in porta: Carnesecchi o Radu? Al momento c’è molto equilibrio, ma l’ex portiere dell’Atalanta, che ha difeso la porta della Cremonese nell’ultima amichevole contro il Fanfulla, non è ancora al cento percento. Nella conferenza stampa pre-gara, prevista per sabato, Alvini si pronuncerà sicuramente sul tema.

Continua a leggere

Flash News

Cagliari, Mancosu è pronto per il Venezia: le sue parole

Pubblicato

:

Gaston Pereiro

Marco Mancosu, durante un’intervista a Radiolina, ha parlato della sua nuova avventura a Cagliari dopo il ritorno in Sardegna e delle difficoltà legate al campionato di Serie B.

“Se a 18 anni mi avessero detto di fare la carriera che ho fatto, mi sarebbe piaciuto. E mi è piaciuto un sacco, ho fatto un sacco di esperienze anche se da solo è difficile. Questa è la Serie B migliore in cui abbia mai giocato, in cui ogni gara è in bilico e può essere vinta da entrambe le squadre, se riesci a inanellare una serie di risultati puoi volare molto in alto”, prendendo a esempio la partita contro il Bari prima della sosta per le nazionali, “contro il Bari per esempio dovevamo portare a casa un punto senza recriminare e invece è arrivata una sconfitta davvero eccessiva. In queste due settimane abbiamo lavorato su aspetti tattici, ovviamente mancavano dei nazionali e abbiamo lavorato su concetti che il mister sta provando a farci capire da quando è arrivato”.

L’ex Spal ha proseguito poi parlando del suo allenatore e della situazione in casa Venezia:

“Liverani chiede di pensare prima che ti arrivi la palla, devi viverlo ogni allenamento. Se ragioni con il suo modo di pensare poi ti viene più semplice giocare la domenica. Venezia? La gara dello scorso anno l’ho vista in un ristorante a Ferrara e per questo probabilmente la vivo in maniera più distaccata rispetto ai miei compagni che erano in campo. Quando è finita però non riuscivo a credere che fossimo retrocessi, penso che sia stata una sensazione comune a tanti tifosi. Qualche mio compagno ha sentito parecchio il fantasma e la sente come una partita veramente importante. Venezia in difficoltà? In Serie B sono tutte pericolose, siamo all’inizio. Non mi fido veramente di nessuno”. 

Continua a leggere

Flash News

Parma, il terzino Zagaritis positivo al Covid-19

Pubblicato

:

Il Parma si appresta ad affrontare il Frosinone in una sfida importante domenica. I crociati devono far fronte sempre ad un numero elevato di indisponibili e ora anche il Covid-19 spaventa la squadra di Buffon. Il terzino greco Zagaritis è risultato positivo e si trova già in isolamento.

Il classe 2001 è arrivato con grandi premesse dal Panathinaikos nel gennaio dello scorso anno ma non ha rispettato le aspettative. Nella stagione in corso col Parma ha collezionato solo due presenze con solo 11 minuti di gioco in campionato. La squadra di Pecchia si trova attualmente all’ottavo posto in classifica e uno dei motivi della mancanza di continuità di risultati è anche l’alto numero costante di indisponibili.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969