Connect with us

Calcio Internazionale

Spettacolo Napoli: abbattuto il Liverpool

Pubblicato

:

In un San Paolo rinnovato, che non ha smesso per un minuto di cantare e di credere nella propria squadra del cuore, il Napoli compie un’impresa battendo il Liverpool per 2-0 ed imponendosi da subito nella prima gara di Champions League. Una vittoria che riempie d’orgoglio tutta la città e che rilancia le ambizioni dei partenopei, in un girone che sembrava rilegarli al massimo ad un secondo posto. I campioni d’Europa sono stati totalmente annullati dagli azzurri, che con solidità e organizzazione sia difensiva che offensiva, riescono a resistere perfettamente agli assalti di Salah e compagni.

PRIMO TEMPO

La partita inizia con entrambe le squadre aggressive, che mettono in campo un pressing organizzato e una linea difensiva molto alta. Negli undici il Liverpool, tranne Alisson ancora infortunato, con Adrián al suo posto che non ha fatto rimpiangere il brasiliano, è identico a quello che ha alzato l’ultima Champions: la sfida è subito di quelle di massimo livello. Ai primissimi assalti dei Reds, risponde molto bene la difesa del Napoli, con Mário Rui che sfoggia probabilmente la migliore prova della sua carriera, annullando totalmente Salah, con l’aiuto di un monumentale Koulibaly. I partenopei continuano a essere attenti dietro e iniziano anche a giocare più velocemente avanti: l’occasione più importante del primo tempo arriva dopo 7 minuti, con Fabián Ruiz che tira prima di destro e poi di sinistro, ma Adrián compie due grandi parate. Sulla ribattuta si avventa Lozano, che segna, ma è in fuorigioco. La frazione continua, con un susseguirsi di azione annullate dai difensori una parte e dall’altra, con il Napoli che però, sembra più in palla degli avversari, con ManéFirmino e Salah che non riescono ad incidere. Tante emozioni, ma nessun gol.

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo inizia come il primo: intensità e difese molto alte. Il Napoli parte leggermente meglio e al 50′ ha un’occasione enorme per portarsi in vantaggio. Insigne, scarica verso Mário Rui che mette in mezzo un bel cross sul secondo palo, dove si avventa Mertens che colpisce di testa a botta sicura, ma Adrián, con una parata strepitosa, dice di no. Il portiere dei Reds, legge prima le intenzioni dei suoi avversari e si tuffa leggermente in anticipo, riuscendo a deviare la conclusione da due passi del belga. La gara scorre con ancora un sostanziale equilibrio tra le squadre, con un Napoli, che con una grande prestazione difensiva, annulla gli attacchi del Liverpool. L’unico brivido per i partenopei non proviene da un errore tattico, ma individuale. Manolas sbaglia e commette uno svarione, di cui se ne approfitta Salah che conclude in porta, ma trova la grande opposizione di Meret che devia il tiro in angolo con un ottimo allungo. La gara sembra, quindi, indirizzata verso uno 0-0, che comunque il Napoli non butterebbe, ma poi arriva il lampo che cambia la gara. Callejón si inserisce in area avversaria e con un tentativo di sterzata, costringe Robertson al fallo. Intervento, che l’arbitro reputa da calcio di rigore. Sul dischetto va Mertens che incrocia, Adrián tocca anche questa, ma non basta per contenere il tiro del belga che porta in cielo gli azzurri e i suoi tifosi. 1-0, meritato, per un Napoli che non ha mai smesso di credere nella possibilità di vincere la partita, così come anche i suoi tifosi che hanno cantato dal primo all’ultimo minuto di gioco. Il Liverpool accusa il colpo e non riesce ad imbastire una reazione, i partenopei ne approfittano e al 92′ chiudono la partita con la rete del 2-0 di Llorente, subentrato al posto di Lozano, un po’ spento durante la gara. Raddoppio del Napoli, che forse punisce troppo severamente il Liverpool, autore comunque di una gara di tutto rispetto fino al momento del rigore. Tuttavia, la vittoria è meritata e la sensazione è che gli uomini di Ancelotti siano finalmente pronti ad una Champions League da protagonisti.

Fonte: profilo Twitter del Napoli

LA SODDISFAZIONE DI ANCELOTTI

Il tecnico elogia i suoi calciatori, che si sono presi la vittoria con una prestazione che ha definito “sporca”.

“È stata la vittoria di una squadra che vuole crescere, che ci crede e che ha tanta qualità. A volte ci si perde un po’ nelle partite, ma è normale. Dobbiamo sapere fare tutto, anche giocare palle lunghe come nel finale. Loro ti fanno fare una fatica tremenda, perché fanno dei ribaltamenti micidiali. I quattro dietro sono stati tutti formidabili”.

Qualche commento poi, sulla regola della panchina corta e una battuta sul saluto finale con Klopp.

“Abbiamo migliorato la rosa, ora dobbiamo tenerli tutti motivati e non è facile perché tutti vorrebbero giocare queste partite. Secondo me la regola della panchina corta in Champions è inconcepibile oggi, mandare i giocatori in tribuna è un grande dispiacere. Sul saluto con Klopp? Gli ho detto di stare tranquillo, perché se perde qui alla fine vince la Champions”.

LE PAGELLE

Napoli: Meret 7; Di Lorenzo 6.5, Manolas 6, Koulibaly 7.5, Mário Rui 7.5; Callejón 6.5, Allan 6 (30′ s.t. Elmas 6), Fabián Ruiz 6.5, Insigne 5.5 (21′ s.t. Zieliński 6); Mertens 8, Lozano 5.5 (24′ s.t. Llorente 7). All. Ancelotti 7.

Liverpool: Adrián 7; Alexander-Arnold 6, Matip 5.5, Van Dijk 6, Robertson 5; Henderson 6 (42′ s.t. Shaqiri s.v.), Fabinho 5.5, Milner 6 (21′ s.t. Wijlnaldum 6); Salah 5.5, Firmino 5.5, Mané 5.5. All. Klopp 5.5.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Kjaer: “Non sto bene, giusto lasciarmi fuori”

Pubblicato

:

Kjaer

Dopo la sconfitta di sabato della Danimarca, contro la Francia, per 2-1, Simon Kjaer ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

L’ex difensore di Roma e Palermo ha parlato così nel post partita: “Non sto bene, non posso giocare 90’, giusto sia stato fuori. Mbappé è incredibile, mai visto nessuno così veloce. Non ho parlato di rinnovo con Giroud ma penso resti con noi un altro anno”.

Il classe ’89 ha subito un lungo calvario con il Milan questa stagione, giocando la metà delle gare disputate in campionato. Anche al Mondiale Kjaer non è parso molto in forma, come confermato dal diretto interessato.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Cafu sicuro su Paquetà: “Al Milan troppe responsabilità”

Pubblicato

:

Paquetà

Cafu, storico terzino e leggenda di Roma e Milan ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

Il Pendolino della fascia destra ha vestito in 143 occasioni la maglia del Brasile, che attualmente conta molti giocatori provenienti dalla Serie A. A questo proposito, la domanda su Lucas Paquetà, un ex in questo caso, che ha vestito la maglia del Milan, club che lo ha portato in Europa per primo, e attualmente al West Ham.

Queste le parole di Cafu sul calciatore: Lucas era troppo giovane quando arrivò al Milan, e il Milan gli diede troppe responsabilità. Avrebbe avuto bisogno di più tempo. Adesso ha più personalità e sa come stare in campo”. Il Milan ha portato in Italia Paqueta a 22 anni per poco più di 38 milioni dal Flamengo. Il calciatore non è riuscito ad esprimere il suo pieno potenziale e a mostrale la sua piena personalità. Al Lione, in Francia, ha trovato una sua dimensione, e al West Ham il brasiliano è letteralmente esploso. Il Milan ne ha fatto a meno per 23 milioni, nel 2020, salvo essere poi stato ceduto dal Lione agli inglesi in questa sessione di mercato estiva per quasi 43 milioni di euro.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Camerun accetta la richiesta di Onana, il portiere lascerà il Qatar

Pubblicato

:

Onana

Emergono ulteriori dettagli sulla situazione legata ad André Onana e al Camerun.
Nonostante le parole del Ct Song, che ha dichiarato che si sarebbe nuovamente confrontato con il portiere dell’Inter per evitare il suo prematuro rientro, arriva una notizia decisamente inaspettata.
Secondo quanto riportato da Nicolò Schira su Twitter, infatti, la Federcalcio del Camerun ha accettato la richiesta di Onana di lasciare il ritiro, per disaccordi con il tecnico.
Ulteriori novità si sapranno nelle prossime ore, ma il Mondiale del portiere dell’Inter sembra già finito.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia, Benzema potrebbe rientrare per giocare in Qatar: le ultime

Pubblicato

:

Clamorosa indiscrezione lanciata da Gianluca Di Marzio sul suo sito. Secondo il noto giornalista sportivo Karim Benzema potrebbe riuscire a recuperare dall’infortunio e giocare con la Francia al Mondiale.
L’attaccante del Real Madrid, infatti, nonostante l’infortunio farebbe ancora parte della lista comunicata dal Ct francese Deschamps, quindi potrebbe giocare in caso di recupero.
Già in questa settimana Benzema potrebbe riuscire a tornare ad allenarsi, un’ottima notizia per la Francia e per il Mondiale, che ritroverebbe il fresco vincitore del Pallone d’Oro 2022.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969