Connect with us
Spezia-Lecce, 0-0, le pagelle: pari a reti bianche al Picco

La nostra prima pagina

Spezia-Lecce 0-0, le pagelle: pareggio a reti bianche sotto il diluvio del Picco

Pubblicato

:

vice di Gotti

SPEZIA-LECCE, LE PAGELLE – Al Picco di La Spezia è andato in scena lo scontro salvezza tra Spezia e Lecce, terminato 0-0. Un match che ha visto numerosi capovolgimenti di fronte, con azioni da entrambi le parti non concretizzate grazie alle ottime difese. Il pareggio resta comunque il risultato giusto viste le occasioni create dalle due squadre nell’arco del match.

Un punto che fa sicuramente comodo sia a Spezia che Lecce, che allungano sulle dirette concorrenti alla corsa salvezza di questa Serie A.

LE PAGELLE DELLO SPEZIA

Dragowski 6,5: Il portiere polacco ritorna a difendere la porta dei liguri alla grande dopo l’infortunio subito, decisivo in almeno due occasioni.

Amian 6: partita solida del francese che disinnesca perfettamente Di Francesco evitando pericoli per la retroguardia.

Kiwior 7: ancora un’ottima prestazione del centrale, è l’ombra di Colombo, seguendolo dappertutto, chiudendolo in ogni occasione. (Dal 65′ Caldara 6: sostituisce egregiamente Kiwior, non concedendo nessuna chance al Lecce).

Nikolau 6: sempre attento in fase difensiva, non concede quasi nulla al Lecce dalla sua zona di campo.

Holm 6,5: convince nuovamente l’esterno svedese, copre bene la sua zona di competenza e prova a spingere in attacco appena ne ha l’occasione.

Bourabia 5,5: il meno ispirato dei centrocampisti dello Spezia, apparte in due occasioni dove arriva al cross e al tiro, ma senza impensierire Falcone. (Dal 54′ Agudelo 5,5: prova a incidere con le sue ottime qualità tecniche, ma spesso perde palla).

Ampadu 6: solita partita del gallese, gran supporto in fase difensiva e buon lavoro in fase di costruzione.

Bastoni 6: prova ad incidere con un colpo di testa nel primo tempo, per il resto solita prestazione di qualità e quantità. (Dal 65′ Ekdal 6: guida il centrocampo dei liguri, gestendo ogni pallone senza rischiare nulla e con calma e attenzione).

Reca 5,5: prestazione opaca dell’esterno sinistro, in diverse occasioni lascia scoperto il suo reparto e spesso distratto nelle marcature.

Nzola 5,5: come sempre prova a incidere in zona offensiva, contro il duo BaschirottoUmtiti ha fatto il massimo possibile. Da segnalare il contropiede sprecato, terminato con un tiro poco convinto respinto agevolmente da Falcone.

Gyasi 5: oggi un po’ spento il ghanese, che si divora un gol a tu per tu con Falcone, anche se la posizione è irregolare. Oggi servito poco dai compagni e poco propositivo rispetto al suo solito. (Dal 83′ Sanca s.v).

LE PAGELLE DEL LECCE

Falcone 6,5: sempre attento durante le sortite offensive dello Spezia, respinge qualsiasi tentativo diretto verso la sua porta. Decisivo soprattutto in due occasioni su Nzola e Gyasi.

Gendrey 6: buona prestazione in fase difensiva del terzino, chiudendo Gyasi e Reca in ogni occasione d’attacco.

Baschirotto 6,5: baluardo della difesa dei salentini, ancora una volta straripante e dominante fisicamente. Marca Nzola come meglio non poteva, soprattutto nell’uno contro uno di inizio ripresa, concedendo le briciole all’attaccante dei liguri.

Umtiti 6,5: cresce sempre più partita dopo partita. Con Baschirotto alza un muro difensivo invalicabile e roccioso.

Gallo 5,5: prova sottotono del terzino del Lecce, costantemente in difficoltà nell’uno contro uno con Holm e poco propositivo in zona offensiva.

Gonzalez 6,5: il più pericolo dei suoi nel match odierno, su due situazioni di calcio d’angolo colpisce una traversa e impensierisce Dragowski che respinge in angolo un suo tiro insidioso.

Blin 6: anche lui colpisce la traversa nella stessa azione di Gonzalez. Comunque buona prestazione con ottima attenzione e senza alcuna sbavatura.

Maleh 6: esordio da titolare per il marocchino, che mostra tutte le sue doti tecniche e di inserimento, ma senza riuscire ad essere pericoloso. (Dal 66′ Bistrovic 6: fin da subito in partita, con buone chiusure difensive e buona proposizione in zona offensiva.

Strefezza 6,5: solita prestazione propositiva del brasiliano, che guida i suoi all’attacco. Partono dai suoi piedi tutte le situazioni pericolose create dal Lecce, andando vicino al gol in due occasioni, disinnescate in entrambi i casi da Dragowski. (Dal 77′ Oudin s.v).

Colombo 5,5: prova a fare il suo massimo proteggendo palla e facendo salire la squadra, ma in zona offensiva non riesce a creare nessun pericolo per la difesa dello Spezia. (Dal 77′ Ceesay 5,5: prova a far meglio di Colombo, ma sbatte sul muro difensivo dello Spezia, non creando nessun pericolo).

Di Francesco 5: pessima prestazione dell’esterno italiano, non supera mai Amian ed Holm e sbaglia la scelta del passaggio in più occasioni. (Dal 66′ Banda 6: impensierisce la difesa dei liguri con la sua velocità, ma per il resto nulla di pericoloso).

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Roma, El Shaarawy: “Dobbiamo continuare con questa mentalità! Gioco dove serve per la squadra”

Pubblicato

:

Roma

Nonostante la sconfitta contro il Napoli al Diego Armando Maradona, la prestazione della Roma fa sorridere Mourinho ed i suoi tifosi. La squadra ha giocato bene, tenendo testa alla compagine che comanda la Serie A per larghi tratti del match. Sugli scudi la prestazione di Stephan El Shaarawy, entrato nella ripresa al posto di Spinazzola, autore della rete del momentaneo pareggio.

Al termine del match, il Faraone ha rilasciato queste dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

RUOLO“Questo mi chiede il mister, anche di pressare il terzino per poi tornare in posizione. Un ruolo che posso ricoprire anche se lo faccio per esigenza. Gioco dove serve per la squadra. Di natura sono più offensivo e facendo il quinto ho compiti diversi. Seguo il mister. Se mi chiedi dove preferisco giocare ti dico che preferisco avanti come a La Spezia”. 

PRESTAZIONE “Dispiace che oggi sia andata meno bene con la sconfitta ma dobbiamo continuare con questa mentalità. Abbiamo affrontato la squadra più forte del campionato e non è facile”. 

ZANIOLO“Non è facile ora parlare di un compagno che sta vivendo questa situazione. Non entro nel merito della vicenda, noi vogliamo pensare alla Champions che è il nostro obiettivo”.

Continua a leggere

Flash News

La certezza del Milan si chiama Giroud: rinnovo ad un passo

Pubblicato

:

Giroud

Il periodo nero del Milan non sembra volgere al termine. Dopo la sonora sconfitta rimediata all’Olimpico contro la Lazio (4-0), ieri i rossoneri sono stati surclassati in casa dal Sassuolo (2-5). In un periodo di profonde incertezze per la squadra campione d’Italia, si cerca di ripartire da uno dei pochi punti fermi: Olivier Giroud. In queste partite, il centravanti francese non ha di certo fatto mancare il proprio apporto, nonostante una forma fisica non brillante. Ieri, ha siglato la sua decima rete stagionale con la maglia del Milan.

La dirigenza rossonera ha intenzione di continuare a puntare sulle sue performances anche nella prossima stagione. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, Giroud è ad un passo dal prolungare il suo contratto con il Milan fino al 2024. Dunque, il trentaseienne attaccante continuerà ad essere una certezza per il Diavolo. 

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Juve Stabia, parla Lucenti: “Non era facile preparare la gara! Merito dei ragazzi”

Pubblicato

:

Juve Stabia

Ieri la Juve Stabia ha ottenuto un’importante vittoria sul campo della Viterbese. La rete di Andrea Silipo ad inizio partita ha deciso l’incontro. Sulla panchina del club di Castellammare di Stabia sedeva Giorgio Lucenti, vice del dimissionario Leonardo Colucci, in attesa del nuovo tecnico. Al termine del match, ha rilasciato queste dichiarazioni in conferenza stampa.

RISULTATO IMPORTANTE – “Nelle ultime prestazioni non è arrivato il risultato e oggi era importante farlo. I ragazzi hanno dato quantità e qualità. Il merito è tutto dei ragazzi perché in due giorni non ho potuto passare niente a loro. Non era facile preparare la gara”.

ALTOBELLI A CENTROCAMPO – “Ho deciso di far giocare Daniele Altobelli da regista ieri perchè volevo più esperienza in mezzo al campo, non perché Maselli non meritasse”.

PRESTAZIONE – “I ragazzi hanno continuato a fare quello che facevano in fase difensiva già prima ma sono stati bravi innanzitutto gli attaccanti a fare la prima pressione. Qualche rischio lo abbiamo corso ma nel secondo tempo abbiamo controllato bene e abbiamo anche rischiato di fare il secondo gol. Barosi è pronto anche per categorie superiori. Pandolfi ha fatto una gara di grande sacrificio e ha retto bene il confronto. Gli è mancato il gol ma è andato bene”.

Continua a leggere

Flash News

In Serie C finisce 0-0 fra Taranto e Gelbison, ma si attende un ricorso: la situazione

Pubblicato

:

Aquila Montevarchi

Nella giornata di ieri è andata in scena la sfida fra Taranto e Gelbison, valida per la 24a giornata del Girone C di Lega Pro. La partita è terminata con un pareggio a reti inviolate, ma il risultato potrebbe essere ribaltato. I pugliesi infatti faranno ricorso per un episodio avvenuto prima del fischio d’inizio.

Come riportato da Alfredo Pedullà infatti, un giocatore del club campano ha presentato, durante la procedura di riconoscimento, una fotocopia del proprio documento di identità, prendendo poi regolarmente parte al match. Questo però è contrario all’art. 71 delle NOIF (Norme Organizzative Interne della FIGC).

Se il reclamo dovesse essere accolto, il Taranto potrebbe vincere la partita 3-0 a tavolino, anche se ancora non è chiaro il motivo per cui il direttore di gara non abbia bloccato il calciatore. I due club sono in attesa di importanti aggiornamenti, ma la situazione è già di per sé al limite del paradosso.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969