Dove trovarci

Steaua in crisi? Il presidente ha “capito” il perché

La Steaua Bucarest è probabilmente la squadra più gloriosa del calcio rumeno, l’ultima squadra di un campionato che non è né di prima né di seconda fascia ad aver disputato una finale di Champions League, che nel 2014 ha dovuto cambiare il suo nome da Steaua Bucarest a Fotbal Club FCSB. Oggi i rumeni sono finiti un po’ nel dimenticatoio, nessuno li considera come un tempo nelle competizioni europee, ma nonostante questo il club ha un presidente che spesso si fa riconoscere per certe dichiarazioni che non passano inosservate.

Il proprietario della società George Becali ha recentemente rilasciato delle dichiarazioni che spiegano il motivo del rendimento abbastanza scarno della Steaua nelle ultime settimane, ed è un fattore tutto meno che tecnico-tattico.

“I miei giocatori troppo spesso fanno sesso con le loro compagne, quindi ultimamente hanno giocato un brutto calcio”.

La spiegazione è il rapporto troppo frenetico tra i giocatori della Steaua e le loro compagne. Curiosa e forse poco credibile come spiegazione, ma sorprende ancora di più quanto detto da Becali in riferimento ai giocatori del Cluj, al momento club in testa alla classifica.

“Guardate la squadra di Dan Petrescu: i suoi giocatori (del Cluj, ndr) fanno sesso solo una volta a settimana; incontrano le loro donne soltanto una volta, mentre il nostro attaccante Florinel Coman, invece di riposarsi, pensa ad altre cose”. 

Motivazioni curiose, paragoni forse un po’ forzati, ma Becali non le ha mandate a dire ai suoi giocatori. Riuscirà la Steaua a smentire il suo presidente, vincendo il prossimo scontro diretto col “pacato” Cluj?

Fonte immagine: Wikipedia “FCSB”

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale