Connect with us
Super Napoli al Maradona: aggancio in vetta al Milan

Flash News

Super Napoli al Maradona: aggancio in vetta al Milan

Pubblicato

:

Napoli

Il Napoli di Luciano Spalletti continua a macinare vittorie. Contro il Bologna arriva la nona vittoria in dieci partite di campionato, che si traduce in primato condiviso con il Milan. Poche difficolta per i partenopei, la cui prova vince e convince, dopo il mezzo passo falso di Roma. Il Bologna viene travolto e ora si ritrova a +5 sulla zona retrocessione. Una zona da allontanare battendo il Cagliari lunedì prossimo al Renato Dall’Ara.

LA PARTITA

La squadra di casa parte subito forte e prova a colpire il Bologna prima con Elmas e poi con Mário Rui, ma, in entrambi i casi, gli ospiti si salvano. Al 15′, in contropiede, il Napoli sfiora il vantaggio sul pallone di Osimhen che trova Insigne. A tu per tu con Skorupski, questi, però, tenta un pallonetto troppo morbido. Ma la festa è solo rimandata; tre minuti dopo Fabián Ruiz, dal limite area, scaraventa un sinistro a giro che si insacca sotto la traversa. Gli azzurri sono in controllo della partita e, al 35′, è Mário Rui ad avere la palla del raddoppio. Tuttavia, il terzino portoghese spreca, calciando alto.

L’EPISODIO CHE CHUDE LA PARTITA

Nel finale di primo tempo, però, arriva l’episodio che indirizza la gara: su un traversone dalla sinistra, Medel prova ad anticipare Osimhen: nel tentativo di anticipare il nigeriano, il cileno commette un fallo di mano. Inizialmente l’arbitro Marco Serra assegna punizione per il Bologna, ma l’entità del provvedimento muta dopo un controllo al VAR: il direttore di gara, infatti, indica il dischetto. Dagli 11 metri si presenta Lorenzo Insigne che calcia e segna: 2-0.

Nel secondo tempo la formazione di Spalletti gestisce facilmente la partita e tenta delle fiammate per chiudere definitivamente il match: Elmas e, soprattutto, Osimhen si rendono pericolosi senza, però, trovare il guizzo giusto. Ma è proprio l’attaccante nigeriano che si procura un altro rigore al 61′ per fallo di Mbaye. Dagli undici metri si presenta lo stesso tiratore per lo stesso risultato: 3-0 e partita in cassaforte. Il Bologna, ormai sfiduciato, si chiude per evitare la goleada, il cui compimento rischia di avvenire al 73′. Anguissa tenta una conclusione dalla distanza e colpisce la traversa; negata la prima gioia in azzurro per il camerunese. L’ultimo squillo della gara è un colpo di testa di Osimhen parato facilmente da Skorupski.

Manca solo lo squillo del numero 9 del Napoli a sancire una vittoria più che meritata. Una vittoria che lancia un chiaro messaggio al campionato: per lo scudetto ci sono anche i partenopei.

Immagine in evidenza presa da pixabay con diritti Google Creative Commons

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Rui Costa sul trasferimento di Enzo Fernandez: “Non ha mostrato alcuna voglia di restare”

Pubblicato

:

Rui Costa

Il presidente del Benfica Rui Costa ha rilasciato un’intervista sul portale Bwin Portugal. L’argomento principale dell’intervista è stato il passaggio dell’ex centrocampista dei lusitani Enzo Fernandez al Chelsea.

Ha parlato in primis di come lui ha reagito al volere di Enzo Fernandez di trasferirsi. Rui Costa voleva evitare ciò, ma il ragazzo è stato inamovibile nella sua scelta:

“Si è fatto tutto perché non accadesse. Sono triste per aver perso il giocatore, ma ho la coscienza pulita di aver fatto il meglio per il Benfica. Enzo non ha mostrato alcuna voglia di restare. Temevamo che qualcuno superasse la clausola, abbiamo provato a offrirgli un aumento, ma la proposta che il Chelsea ha fatto ad Enzo per noi era irrealizzabile”.

Il numero 1 del Benfica ha poi proseguito:

 “Dal momento in cui ha capito che avrebbero pagato la clausola, Enzo è stato intransigente. Abbiamo insistito, ma non ha mostrato alcuna disponibilità a proseguire al Benfica. Ho proposto al Chelsea di farlo restare fino all’estate per poi averlo ad un prezzo inferiore. Il giocatore, anche così, non ha voluto continuare al Benfica. Ed è qui che tutto è cambiato. Un giocatore che, anche con la possibilità di non perdere un euro e con un contratto sicuro con il Chelsea, non vuole restare, non potrebbe mai continuare a giocare al Benfica. Enzo Fernandez non sarebbe più potuto entrare negli spogliatoi“.

Ancora triste per il trasferimento del classe 2001, ma Rui Costa ora pensa al futuro del club. Sia per le prestazioni in campo, che fuori, per la sua crescita:

“Speravo che volesse lottare con noi per il titolo. Quando ho capito che non voleva, non volevo nemmeno che indossasse di nuovo la maglia del Benfica. Al Benfica, e questo vale anche per le giovanili, ci sono solo giocatori orgogliosi di vestire la maglia del Benfica. L’impegno è non battersi il petto quando torna utile. L’impegno è ciò che abbiamo fatto ad Arouca”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Vidal ma che combini? Prima fa infuriare i suoi tifosi, poi si scusa

Pubblicato

:

Vidal serie a getty

Ancora una volta, Arturo Vidal è finito nell’occhio del ciclone.

Nell’ultima partita giocata dal suo Flamengo – finora dominatore del Campionato Carioca – contro il Boavista, vinta per 1 – 0 dai rossoneri, il centrocampista ex Inter e Juve, si è reso protagonista fuori dal campo. Il cileno non ha giocato nemmeno un minuto della partita, e ha scaraventato verso il campo un suo scarpino a fine partita sfogando in questo modo la sua rabbia.

La reazione non è stata ben accolta dai tifosi del Mengão. A questo gesto poi si aggiunge anche una frase detta in una diretta Twitch, riguardante un suo possibile ritorno in Cile, che ha fatto arrabbiare ancor di più, i tifosi del Flamengo:

“Se arrivasse il Colo Colo e volesse lottare per vincere la Copa Libertadores, ci andrei“.

Vidal ha scritto sui propri social, quindi, un messaggio di scuse verso i propri tifosi:

“Prima di tutto voglio scusarmi per la mia reazione durante la partita di ieri, quando non sono entrato in campo; preciso che ho sempre voluto giocare, visto che l’ho fatto in tutta la mia carriera, e so che a volte il mio istinto vince”.

Continua a leggere

Coppa Italia

Allegri: “Pogba lavora bene ma ci vuole pazienza dopo nove mesi”

Pubblicato

:

Allegri

Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Sport Mediaset prima del match di Coppa Italia contro la Lazio. Tra le varie domande non è mancata quella su Paul Pogba. Il francese è stato convocato per la prima volta in stagione contro il Monza e ora è di nuovo ai box per un affaticamento. Queste le parole di Allegri sulla condizione di Pogba:

“Speravamo di aver a disposizione Pogba ma purtroppo dopo quasi nove mesi di inattività può capitare una leggera ricaduta. Lui sta lavorando bene per rientrare il prima possibile ma bisogna vedere giorno dopo giorno le condizioni per valutare quando potrà tornare a pieno regime”.

Continua a leggere

Flash News

Il Bologna pensa al rinnovo di Soumaoro fino al 2025

Pubblicato

:

Soumaoro

Thiago Motta ha individuato in Adama Soumaoro il suo difensore centrale di riferimento. Il francese ha trovato una buona continuità sotto gli ordini dell’ex tecnico dello Spezia e ora si è finalmente stabilizzato con i gradi del titolare. Soumaoro, 31 anni in estate, sarebbe quindi vicino a rinnovare con il Bologna fino al 2025. A riportarlo è la Gazzetta dello Sport.

L’ex centrale del Lille è alla terza stagione con il Bologna e ha raggiunto quota 67 presenze. Si è spesso presentato come un difensore ruvido e molto aggressivo (le tre espulsioni e le 14 ammonizioni ne sono un esempio) ma con la nuova guida di Thiago Motta ha fatto molti passi avanti sotto molti punti di vista e ora il club pensa e premiarlo spingendo per la sua permanenza.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969