Dove trovarci
Napoli

Archivio generico

Super Napoli al Maradona: aggancio in vetta al Milan

Super Napoli al Maradona: aggancio in vetta al Milan

Il Napoli di Luciano Spalletti continua a macinare vittorie. Contro il Bologna arriva la nona vittoria in dieci partite di campionato, che si traduce in primato condiviso con il Milan. Poche difficolta per i partenopei, la cui prova vince e convince, dopo il mezzo passo falso di Roma. Il Bologna viene travolto e ora si ritrova a +5 sulla zona retrocessione. Una zona da allontanare battendo il Cagliari lunedì prossimo al Renato Dall’Ara.

LA PARTITA

La squadra di casa parte subito forte e prova a colpire il Bologna prima con Elmas e poi con Mário Rui, ma, in entrambi i casi, gli ospiti si salvano. Al 15′, in contropiede, il Napoli sfiora il vantaggio sul pallone di Osimhen che trova Insigne. A tu per tu con Skorupski, questi, però, tenta un pallonetto troppo morbido. Ma la festa è solo rimandata; tre minuti dopo Fabián Ruiz, dal limite area, scaraventa un sinistro a giro che si insacca sotto la traversa. Gli azzurri sono in controllo della partita e, al 35′, è Mário Rui ad avere la palla del raddoppio. Tuttavia, il terzino portoghese spreca, calciando alto.

L’EPISODIO CHE CHUDE LA PARTITA

Nel finale di primo tempo, però, arriva l’episodio che indirizza la gara: su un traversone dalla sinistra, Medel prova ad anticipare Osimhen: nel tentativo di anticipare il nigeriano, il cileno commette un fallo di mano. Inizialmente l’arbitro Marco Serra assegna punizione per il Bologna, ma l’entità del provvedimento muta dopo un controllo al VAR: il direttore di gara, infatti, indica il dischetto. Dagli 11 metri si presenta Lorenzo Insigne che calcia e segna: 2-0.

Nel secondo tempo la formazione di Spalletti gestisce facilmente la partita e tenta delle fiammate per chiudere definitivamente il match: Elmas e, soprattutto, Osimhen si rendono pericolosi senza, però, trovare il guizzo giusto. Ma è proprio l’attaccante nigeriano che si procura un altro rigore al 61′ per fallo di Mbaye. Dagli undici metri si presenta lo stesso tiratore per lo stesso risultato: 3-0 e partita in cassaforte. Il Bologna, ormai sfiduciato, si chiude per evitare la goleada, il cui compimento rischia di avvenire al 73′. Anguissa tenta una conclusione dalla distanza e colpisce la traversa; negata la prima gioia in azzurro per il camerunese. L’ultimo squillo della gara è un colpo di testa di Osimhen parato facilmente da Skorupski.

Manca solo lo squillo del numero 9 del Napoli a sancire una vittoria più che meritata. Una vittoria che lancia un chiaro messaggio al campionato: per lo scudetto ci sono anche i partenopei.

Immagine in evidenza presa da pixabay con diritti Google Creative Commons

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico