Connect with us
Tanti auguri Gvardiol: è il centrale più forte d'Europa?

Bundesliga

Tanti auguri Gvardiol: è il centrale più forte d’Europa?

Pubblicato

:

Gvardiol

Joško Gvardiol è il difensore più promettente d’Europa. Dopo le brillanti prestazioni al Mondiale di Qatar 2022, il suo nome è sulla bocca di tutti.

Il giorno del suo compleanno la nostra redazione vuole omaggiare la sua, seppure breve, straordinaria carriera.

GLI INIZI

Gvardiol nasce a Zagabria il 23 gennaio 2002. Il padre Tihomir è un umile pescatore, mentre la moglie Sanja una casalinga. Ciò che sorprende di lui è la sicurezza in se stesso. All’Istituto Josip Račić, scuola elementare della città, il bambino disegna una mappa concettuale e al suo centro, quello da cui partono le ramificazioni per intenderci, scrive la parola “Uspjeh” ossia “successo”.

Il centrale, all’età di sette anni, viene tesserato dal NK Tresnjevka, squadra del quartiere di Srednjaci. Dopo nemmeno una stagione passa alle giovanili della Dinamo Zagabria. L’ex direttore sportivo del club Zoran Mamic in un’intervista afferma:

“La cosa che lo differenzia dagli altri è il fatto che può anche giocare. Che vuole giocare. Le sue abilità nel playmaking sono incredibili”.

Dopo dieci giorni dal suo arrivo prende parte all’allenamento con la squadra Under 16. In meno che non si dica scala le gerarchie e giunge sino alla formazione di riserva. Gvardiol non soffre il salto di categoria e a 17 anni diventa il centrale titolare della Dinamo Zagabria.

I compagni di squadra si burlano di lui e lo chiamano Pep per via dell’assonanza del suo cognome con quello di Guardiola. Come il centrocampista iberico, Gvardiol denota una tecnica sopraffina e un tocco di palla delizioso.

Ragione per cui, agli esordi della sua carriera, viene schierato prima terzino e solo in seguito come centrale. Ruolo che lui, per sua stessa ammissione, predilige.

Si distingue dagli altri in quanto è un ragazzo normale e, ancora senza patente, fa avanti indietro dalla stazione Zapadni kolodvor per prendere la linea 1, che lo conduce al campo di allenamento.

L’APPRODO IN GERMANIA

Il 29 settembre del 2020 viene acquistato dal RB Leipzig per circa 19 milioni di euro. I tedeschi hanno battuto la forte concorrenza del Bayern Monaco. Il centrale rimane un ulteriore anno in Croazia per farsi le ossa.

Zoran Mamic, allora allenatore della Dinamo Zagabria, intervistato da Scouted Football, rivela:

“A Lipsia giocano con la difesa a tre, può adattarsi benissimo. Fa sembrare facili cose che non lo sono. Ha tutto per diventare uno dei migliori talenti della sua età”.

Il calciatore è un difensore vecchia scuola con il piede educato. È un centrale moderno, con una capacità di lettura fuori dal comune. Il senso dell’anticipo e la sua forza muscolare gli consentono di interpretare indifferentemente il ruolo sia in una difesa a tre sia a quattro.

LE STATISTICHE

Gvardiol è secondo in Bundesliga, alle spalle di Süle, per tackle vinti. D’altra parte, entrambi i giocatori sono dotati di grande stazza e hanno una corporatura rocciosa. Questo incide sui contrasti aerei vinti dato che, nonostante le sue lunghe leve, non è dotato di grande elevazione.

Presenta una media di 63 tocchi di palla a partita e una precisione di passaggio che rasenta la perfezione. È un difensore ecclettico e tenta spesso la giocata. Quarto in classifica per passaggi progressivi o in profondità.

Viene coinvolto nella fase di ripartenza. La manovra offensiva parte dai suoi piedi. Motivo per cui, da come si evince dall’heatmap si colloca tra il centro sinistra e il centro dell’area di rigore.

In fase di fraseggio è una sicurezza dato che, sinora in stagione, nessun errore ha portato a un tiro in porta. La sua tecnica ne fa un giocatore eccellente anche nel dribbling con un’ottima percentuale di realizzazione.

Dopo un anno in mezzo in Bundesliga sembra pronto all’ennesimo salto di carriera. Come Upamecano e Konaté prima di lui, Gvardiol è destinato a grandi palcoscenici.

Sulle sue tracce ci sono Chelsea e Liverpool. L’approdo in Premier League sembra ormai una questione di tempo.

IL MONDIALE

Dopo la disastrosa prestazione di Lukaku contro la Croazia il belga viene bersagliato dalla stampa. Il belga sembra una pessima controfigura del protagonista scudetto dell’Inter di Antonio Conte.

Nondimeno, ai più attenti non è sfuggito un episodio allo scadere. Cross dalla sinistra di Castagne in area di rigore, Borna Sosa in maniera goffa interviene in scivolata per anticipare Thorgan Hazard e lascia il pallone sul mancino del numero nove. Il centravanti dell’Inter non ha scuse e si avventa sulla sfera per segnare la rete del vantaggio.

Ironia della sorte vuole che Gvardiol si rompa il naso prima della partenza per Qatar 2022. il giocatore, nei panni di un eroe mascherato, con un intervento miracoloso toglie il pallone dalla disponibilità della punta.

Un contrasto prodigioso e una prova di forza degna di un autentico fuoriclasse. La Croazia, arrivata sino alle semifinali del torneo, dopo avere battuto la Seleçao, si deve arrendere all’Argentina. Prima della sfida contro l’Albiceleste, il difensore era unanimemente il miglior giovane della competizione.

In occasione del terzo gol, in marcatura su Messi, si lascia sfuggire sulla sua sinistra la Pulga. Il croato non interviene per paura di commettere un calcio di rigore e il numero dieci, arrivato sul fondo, serve l’assist per Julian Alvarez.

Un Mondiale giocato da leader della difesa di una delle migliori Nazionali del torneo. Il primo fatale errore di una carriera di alto livello. Una brutta figura, che serve a farlo rimettere i piedi per terra e ricordare, per una notte, di non essere ineluttabile.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bundesliga

Napoli e Udinese si contendono Brekalo: la situazione

Pubblicato

:

Brekalo

Josip Brekalo sembra essere il giocatore più apprezzato in questa finestra di mercato dalle squadre della Serie A. Il croato, in scadenza di contratto col Wolfsburg e ormai ai margini della squadra, è stato a lungo conteso da molte squadre italiane, come Fiorentina e Monza.

Adesso però altri due team del nostro campionato cercano l’affondo decisivo per assicurarsi l’esterno. Sono Napoli e Udinese che stanno cercando di riportare Brekalo in Italia.

BREKALO, LA SITUAZIONE TRA NAPOLI E UDINESE

Stando a quanto riportato da Gianluca Di Marzio, il Napoli avrebbe iniziato a intavolare una trattativa col Wolsfburg per Brekalo. Giuntoli vorrebbe anticipare la concorrenza per portare il croato alla corte di Spalletti già in questa finestra di mercato.

Sebbene il Napoli sia la destinazione preferita del giocatore, la priorità degli azzurri è però quella di sfoltire la rosa, prima di dare l’affondo definitivo per l’ex giocatore del Torino.

In questa situazione prova a inserirsi l’Udinese. I bianconeri potrebbero fare pressing per avere  Brekalo da subito, per sopperire all’infortunio di Gerard Delofeu.

I friulani spingono sull’acceleratore facendo leva sulla volontà del Napoli di prendere tempo per dedicarsi al mercato in uscita.

Continua a leggere

Bundesliga

Dove vedere Bayern Monaco-Eintracht Francoforte in tv e streaming

Pubblicato

:

Nagelsmann

DOVE VEDERE BAYERN MONACO-EINTRACHT FRANCOFORTE IN TV E STREAMING – Sabato 28 Gennaio il Bayern Monaco sfiderà l’Eintracht Francoforte, match valevole per la diciassettesima giornata di Bundesliga. Il fischio d’inizio è previsto per le 18:30 presso l’Allianz Arena di Monaco.

BAYERN MONACO-EINTRACHT FRANCOFORTE: COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE?

Il Bayern Monaco, dopo la prolungata sosta per i Mondiali, è tornato in campo contro il Colonia pareggiando 1-1. I bavaresi, dunque, arriveranno alla sfida contro l’Eintracht Francoforte con un bottino di 36 punti e un primo posto in classifica.

L’Eintracht Francoforte, che occupa stabilmente la terza posizione in classifica, si appresta a sfidare il Bayern con 30 punti, ma con una partita in più da disputare (stasera alle 20:30 contro il Friburgo). Vincere sabato permetterebbe ai ragazzi di Julian Glasner di scavalcare in classifica il Lipsia e di avvicinarsi alla vetta.

DOVE VEDERE BAYERN MONACO-EINTRACHT FRANCOFORTE IN TV E STREAMING

Il match tra Bayern Monaco ed Eintracht Francoforte, valevole per la diciassettesima giornata di Bundesliga, sarà visibile a partire dalle ore 18:30 su Sky Sport Uno, canale 201, e Sky Sport Football, canale 203. Sarà possibile seguire il match anche sulla piattaforma di streaming Now.

BAYERN MONACO-EINTRACHT FRANCOFORTE: PROBABILI FORMAZIONI

Il Bayern Monaco dovrebbe scendere in campo con un 4-2-3-1. Seconda presenza da titolare per il neoacquisto Yann Sommer, che sarà protetto dai difensori Pavard, Upamecano, De Ligt e Davies. Centrocampo a due formato da Goretzka e Kimmich. Sané, Musiala e Gnabry, alle spalle della punta Thomas Müller.

L’Eintracht Francoforte, invece, disputerà il match con un 3-4-2-1. Difesa a tre formata da Smolcic, Jakic e Ndicka con Kevin Trapp tra i pali. Buta, Kamada, Sow e Knauff in mezzo al campo. Lindstom e Gotze alle spalle di Kolo Muani.

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Sommer, Pavard, Upamecano, De Ligt, Davies; Goretzka, Kimmich; Sané, Musiala, Gnabry; Muller. Allenatore: Nagelsmann

EINTRACHT FRANCOFORTE  (3-4-2-1): Trapp; Smolcic, Jakic, Ndicka; Buta, Kamada, Sow, Knauff; Lindstom, Gotze; Kolo Muani. Allenatore: Glasner

Continua a leggere

Bundesliga

Nuovo colpo in casa Dortmund: in arrivo Duranville dall’Anderlecht

Pubblicato

:

duranville

Ancora una volta il Borussia Dortmund si conferma fucina di giovani talenti. Secondo quanto riferito dal quotidiano Sport1, il club giallonero avrebbe praticamente chiuso per l’acquisto di Julien Duranville, 16enne di proprietà dell’Anderlecht.

Si tratta di un esterno molto duttile, in grado di giocare su entrambe le fasce. Tuttavia, nel corso della sua esperienza in Jupiler Pro League è stato schierato anche come punta centrale e mezzala. Spicca, oltre che per le sue doti palla al piede, anche per la sua rapidità e la capacità di dribbling.

I DETTAGLI DELL’AFFARE

L’esterno mancino classe 2006, si dovrebbe trasferire alla corte di Edin Terzić per un corrispettivo di 8,5 milioni di euro più altri 3 di bonus. Il giovane belga lascerà l’Anderlecht dopo 15 presenze e 2 reti tra prima squadra e settore giovanile.

Continua a leggere

Bundesliga

Chi è Justin Janitzek, il talento del Bayern Monaco in orbita Lecce

Pubblicato

:

Janitzek

CHI È JUSTIN JANITZEK- Pantaleo Corvino ci ha abituati in tutti questi anni a sfoggiare colpi di calciatori semisconosciuti. Uno su tutti Stevan Jovetic, il montenegrino che ha stregato tutta Firenze dal 2008 al 2013.

Il direttore sportivo del Lecce sembra aver portato tutte le attenzioni su Justin Janitzek, il gioiellino in forza al Bayern Monaco.

CHI È JUSTIN JANITZEK, ORIGINI E CARATTERISTICHE TECNICHE

Justin Janitzek è un difensore centrale mancino che gioca nelle giovanili del Bayern Monaco. Il classe 2004 muove i suoi primi passi a livello di settore giovanile nello Stoccarda per poi passare nelle trafile bavaresi nell’estate 2018. Attualmente il difensore centrale è il capitano della squadra giovanile del Bayern Monaco ed è stato convocato da Nagelsmann nella sfida di Champions League contro l’Inter dello scorso 1 novembre.

Tra le sue caratteristiche migliori, il giovane talento presenta una prestanza fisica fuori dal comune (192 cm), che gli permette di essere molto efficace nei contrasti aerei. Inoltre, dispone di un piede mancino molto educato con cui trova spesso e volentieri linee di passaggio e lanci spettacolari. Unica pecca nel suo repertorio l’accelerazione nel brevilineo.

PROSPETTIVE ED OBIETTIVI FUTURI

Dopo l’acquisto di Tommaso Cassandro, il Lecce è pronto a chiudere l’acquisto del 18enne Justin Janitzek. Con ogni probabilità il giovane verrà ancora fatto crescere in primavera ma, vedendo lo stato di forma fisica dei difensori a disposizione di Baroni, non è da escludere un suo inserimento in prima squadra.

In patria, il giovane tedesco viene paragonato all’ex difensore del Bayern Monaco Holger Badstuber, anch’esso di piede mancino. La speranza rimane che il classe 2004 non abbia la sua stessa predisposizione agli infortuni, fattore che ha condizionato in modo negativo la sua carriera. Insomma: il ragazzo ha davanti a sé tutte le potenzialità per diventare un futuro crack del calcio mondiale.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969