Connect with us

La nostra prima pagina

Il tassello mancante

Pubblicato

:

La partenza di Nemanja Matic, destinazione Manchester United, ha aperto le porte ad un altro possibile innesto nel centrocampo dei londinesi. Nonostante l’arrivo di Bakayoko, i campioni d’Inghilterra sono alla ricerca di un altro centrocampista. Gli occhi sono puntati su Danny Drinkwater, centrocampista centrale del Leicester. Con lui Conte ricomporrebbe la coppia di centrocampisti centrali che hanno vinto il titolo con le Foxes.

Danny Drinkwater, centrocampista centrale del Leicester

PROFILO

Danny Drinkwater è un calciatore inglese classe 1990. Cresciuto nel Manchester United, non esordisce mai con i Red Devils e inizia la sua carriera facendosi le ossa nelle leghe minori inglesi. Nel gennaio 2012 viene acquistato dal Leicester, che militava allora in Championship. Con le Foxes s’impone subito da titolare, rendendosi protagonista nella stagione della promozione, 2013-2014, con 7 gol e 45 presenze.

Il rendimento nel primo anno di Premier non è eccezionale, ma Drinkwater esplode letteralmente nella stagione del titolo. È uno dei protagonisti assoluti del miracolo del club allenato da Ranieri, risultando decisivo con 35 presenze e 2 gol. Le sue doti tecniche lo hanno reso padrone del centrocampo, una guida dai cui piedi passano tutte le azioni offensive della squadra.

LA COPPIA PERFETTA

Drinkwater e Kantè si sono dimostrati perfettamente complementari nell’anno del titolo del Leicester, con l’inglese che si è preso le chiavi del gioco a centrocampo e il francese che garantiva una perfetta fase d’interdizione e la fisicità che mancava al compagno. Una coppia perfetta per doti individuali e già ben collaudata, che garantirebbe un sicuro rendimento a Conte.

N’golo Kantè, compagno di reparto di Drinkwater al Leicester

D’altra parte Drinkwater non è però uno di quei colpi che riscalda la piazza. I tifosi si sono già lamentati per l’arrivo di Rudiger, profilo non considerato all’altezza, e di sicuro non faranno i salti di gioia per l’inglese. Poco importa poi se la coppia che si formerebbe sarebbe veramente ideale, sia a livello assoluto che nel contesto di squadra. I tifosi vogliono un nome di prim’ordine ed effettivamente Drinkwater non lo è.

TERZO INCOMODO

Da Londra è partito Matic, ma è anche arrivato Tiémoué Bakayoko. Per ben 40 milioni. Una cifra importante, spesa per un giocatore che non può fare la riserva. Tra la coppia perfetta e la sua realizzazione c’è quindi di mezzo un grande ostacolo, rappresentato dal giovane mediano ex Monaco. Il francese di origini ivoriane è stato preso per essere titolare ed ha le qualità giuste per esserlo.

D’altro canto però l’ex Monaco è un giocatore molto fisico, simile per certi aspetti a Kantè. Le sua qualità non sono complementari a quelle del numero 7 dei blues come lo sono quelle di Drinkwater. Certo immaginare che Bakayoko faccia la riserva al centrocampista del Leicester ad oggi è molto difficile, ma in realtà le qualità di Danny sono abbastanza uniche nella rosa del Chelsea. Bakayoko è arrivato qualche settimana fa come grande acquisto dei londinesi, ma rischia davvero di diventare il terzo incomodo.

Il neo-acquisto del Chelsea Tiémoué Bakayoko

LA TRATTATIVA

Tra Drinkwater e il Chelsea c’è però un altro ostacolo: il Leicester. Il club inglese ha dimostrato in più occasioni di non mollare un centimetro nelle trattative, anche qualora ci sia la volontà del giocatore. Il Leicester vuole fino all’ultima sterlina della sua richiesta. Gli inglesi hanno dimostrato la loro intransigenza l’estate scorsa, costringendo il Chelsea ad accettare le sue condizioni, e quest’estate, non scendendo dalla propria valutazione per Mahrez, nonostante la volontà dell’algerino di lasciare Leicester. Trattare con le Foxes dunque non è facile, ma nemmeno impossibile per il club di Abramovich.

Dopo l’operazione Kantè di un anno fa, il Chelsea ha aperto un canale preferenziale con le Foxes. Inoltre i londinesi non hanno problemi ad andare incontro alle richieste economiche del Leicester, qualora volessero assolutamente il giocatore. Il discorso piuttosto riguarda l’effettiva volontà della dirigenza blues di accontentare a tutti i costi le richieste di Antonio Conte dopo le recenti frizioni. Spendere una grossa cifra per un ventisettenne di secondo piano potrebbe non essere un’operazione intelligente per il Chelsea.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Qatar 2022 con più spettatori nella fase a gironi rispetto a Russia 2018

Pubblicato

:

Qatar 2022

Il Mondiale in Qatar è unico per diversi motivi ma, per quanto riguarda le partite in campo, sta avendo alti livelli di gradimento. In giornata, la FIFA ha pubblicato un report sul numero di spettatori durante le 48 partite della fase a gironi.

Si è verificato un aumento rispetto a Russia 2018, con 2,45 milioni di spettatori dal vivo contro i 2,17. Elevati anche i biglietti venduti, ben il 96% e la partita con più spettatori è stata Argentina-Messico, allo  stadio Lusail di Al Daayen, dove sono stati riempiti tutti i 88.966 spettatori.

Continua a leggere

Flash News

Scaloni nel post-partita: “Di Maria? Speriamo che possa migliorare”

Pubblicato

:

Scaloni

Lionel Scaloni, commissario tecnico dell’Argentina, si è presentato nella consueta conferenza stampa dopo la vittoria contro l’Australia per 2-1 che ha garantito il pass per la qualificazione ai quarti di finale. Nonostante ai nastri di partenza fosse considerato come un avversario non molto ostico, il CT dell’ Albiceleste ha sottolineato le criticità della sfida visti i meriti degli avversari:

È stata una partita difficile, ci hanno messo una pressione soffocante, che ci è costata soprattutto nel primo tempo. All’intervallo abbiamo però fatto delle correzioni. Menomale che poi Leo Messi ha aperto la partita e poi abbiamo alzato il ritmo”

Un grande assente della sfida è stato Angel Di Maria e Scaloni ha voluto approfondire le sue condizioni fisiche:

“Questa sera non poteva giocare, anche se averlo in panchina è sempre una tentazione. Speriamo che con il passare dei giorni possa migliorare e mettersi in gioco. L’Australia è stata un avversario complicato: bene che tutti capiscano che la difficoltà di questa competizione è massima“.

Continua a leggere

Flash News

La gioia di Romero: “Diamo sempre il massimo, siamo pronti per tutto”

Pubblicato

:

Romero

Ai sorrisi a metà di Leo Messi, si contrappone in casa Argentina la gioia di Cristian Romero. Il difensore del Tottenham, con un passato in A con Atalanta e Genoa, è apparso nel post-partita contentissimo per il risultato e ambizioso per il prossimo futuro.

Il classe 1998 è al suo primo Mondiale e vuole impressionare tutti e ottenere il miglior risultato con la casacca della sua nazionale.

Ecco le sue parole, che hanno uno sguardo anche alla sfida di settimana prossima contro l’Olanda per i quarti di finale:

Una gioia immensa. Nel finale abbiamo chiuso in sofferenza per merito dell’avversario, ma abbiamo mostrato carattere, gioco e personalità. Sono contento per questo gruppo, può succedere di tutto ma dimostriamo di dare sempre il massimo. Dobbiamo giocare ogni partita come una finale. L’Olanda sarà un’avversaria molto difficile, adesso ci godiamo qualche ora quello che sta succedendo ma poi penseremo a come giocare contro di loro. Siamo un gruppo giovane e siamo pronti a tutto”. 

Continua a leggere

Flash News

Caos Juventus, nel mirino anche l’acquisto di Kulusevski

Pubblicato

:

Kulusevski

La Juventus, negli ultimi giorni, è al centro del ciclone dell’inchiesta mossa dalla Procura di Torino.

Come riporta il Corriere dello Sport, l’ultimo dettaglio scoperto sarebbe quello relativo ad una scrittura privata tra la Vecchia Signora e l’Atalanta. I messaggi riguardo ad un trasferimento sarebbero stati nascosti agli ispettori Consob, e il loro contenuto smentirebbe le dichiarazioni di Fabio Paratici, allora dirigente Juve. L’acquisto che gli inquirenti hanno nel mirino è quello di Dejan Kulusevski.

L’impegno della società bergamasca sarebbe stato solo “morale” per l’affare Kulusevski, pagato 35 milioni più 9 di bonus nel gennaio 2020.

Nella scrittura privata, secondo i magistrati che si stanno occupando della situazione del club piemontese, l’ad Percassi s’impegna ad acquistare il cartellino, a titolo definitivo, di un giocatore della Juventus, suggerito dalla stessa società bianconera, per il valore di 3 milioni di euro. Così, nel dicembre del 2019, il club nerazzurro acquistò nel giugno 2020 Simone Muratore per 7 milioni di euro.

La cessione del calciatore bianconero ha determinato la rilevazione di una plusvalenza di oltre 6 milioni nella relazione finanziaria del 30 giugno 2020.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969