Connect with us

Flash News

Tebas e Florentino Perez: è di nuovo guerra tra i due

Pubblicato

:

Tra Real Madrid e Liga è di nuovo guerra aperta. Un rapporto conflittuale quello tra i blancos, e in particolare Florentino Perez, e il presidente della lega Javier Tebas. L’ultimo atto dello scontro, già avvenuto per esempio in tema Superlega, si è consumato stavolta a causa di motivi prettamente economici (che sorpresa!). La Liga infatti ha stipulato un accordo con un fondo di investimento denominato CVC, ma il Real non è d’accordo. Il contratto è chiaro: il fondo CVC cede subito 2,7 miliardi di euro alle squadre spagnole affinché possano sanare la situazione economica gravosa, dopodiché si accaparrerà il 10% dei futuri ricavi. In particolare l’accordo sui diritti audiovisivi prevede una durata di cinquant’anni. Qui nasce la vera divergenza.

BOTTA E RISPOSTA AL VELENO

Secondo Florentino Perez infatti un contratto di simile durata sottrarrebbe ai club una cifra superiore al 10% pattuito. Tra l’altro il patron blanco ritiene eccessivi gli anni dell’accordo, considerando la situazione precaria e in continua evoluzione del calcio. A tal proposito il Real Madrid si è pronunciato fortemente contrario al fondo. Tramite un comunicato uscito stamattina, la dirigenza madrilena ha minacciato di intraprendere azioni legali, civili e penali contro Tebas e il presidente del fondo Javier de Jaime Guijarro. Come se non bastasse, il comunicato rende anche noto che verranno intrapresi tutti i provvedimenti necessari affinché venga annullato l’accordo. Non esattamente un trattato di diplomazia.

Il presidente Tebas però non è stato da meno. In risposta al Real Madrid la Liga ha emesso un comunicato ancora più duro e minaccioso di quello blancos. La lega ribadisce di avere tutte le carte in regola per la buona riuscita dell’operazione e accusa la dirigenza del Real di minacciare il resto dei club, opprimendoli nella decisione. Tutte le squadre della Liga infatti si riuniranno Giovedì per votare riguardo il progetto del fondo CVC. La mossa di Florentino Perez effettivamente sembra volta a influenzare il voto di altre società, perché avere il Real contro non è cosa da augurare. Di tutta risposta dunque Tebas ha elencato i 51 processi legali vinti dalla Liga ai danni del Real Madrid, cosicché nessuno debba temere ripercussioni. Almeno sulla carta. È l’alba di un nuovo episodio della guerra Perez-Tebas.

Fonte immagine in evidenza: Marca.com

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Pablo Marì brucia le tappe: le ultime sul suo rientro

Pubblicato

:

Marlon

È passato poco più di un mese da quel tragico 27 ottobre in cui Pablo Marì, difensore ora in forza al Monza, è stato accoltellato in un centro commerciale della Brianza. Fortunatamente arrivano buone notizie dal suo recupero e i tifosi monzesi possono sorridere. La struttura fisica sta permettendo al difensore spagnolo, in prestito dall’Arsenal, un recupero più rapido del previsto.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, pochi centimetri e una muscolatura meno robusta sarebbero stati fatali. Parlare di un rientro in campo in quei giorni sembrava assurdo. Per questo si ipotizzava febbraio avanzato. Invece ora si può avere una visione più nitida perché il recupero di Pablo viaggia spedito. Idealmente, se tutto proseguirà a questi ritmi, il Monza potrebbe riaverlo in campo nella settimana che va dal 14 al 22 gennaio, quella che comprende la trasferta contro la Cremonese e la partita allo U-Power Stadium contro il Sassuolo.

La situazione è positiva, ma le sue condizioni andranno valutate giorno per giorno. Per sostituire temporaneamente il difensore spagnolo si è fatto il nome di Bram Nuytinck, difensore dell’Udinese ma, se tutto procederà per il migliore dei modi, il Monza non sarà costretto ad andare ad investire nel mercato di gennaio per un difensore centrale.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Caso Juve, parla Sarri: “Paratici mi chiese di rinunciare a 4 mesi”

Pubblicato

:

Alcuni mesi fa i calciatori della Juventus sono stati interrogati sul caso stipendi risalente alla primavera 2020. Negli ultimi giorni continuano ad emergere nuovi dettagli riguardo a questa questione, in particolare è emersa la versione di Maurizio Sarri, al tempo allenatore dei bianconeri

Nella sua dichiarazione, riportata da gazzetta.it, possiamo vedere come l’allenatore napoletano temesse di essere esonerato: “Parlai al telefono con Paratici perché eravamo in lockdown. Mi disse che c’era già l’accordo con i calciatori e che sarebbe stato opportuno che anche io mi accodassi. A me è stata proposta solo la rinuncia di quattro mesi, con tre mesi che sarebbero stati pagati sul contratto dell’anno dopo. Ma alla fine è stato previsto per me l’incentivo all’esodo in caso di esonero”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

I tifosi della Germania vogliono Jurgen Klopp al posto di Flick

Pubblicato

:

Liverpool

Dopo l’uscita della Germania ai gironi dal Mondiale in Qatar, c’è stata un’aria di rivoluzione totale che potrebbe colpire numerosi giocatori, ma soprattutto l’allenatore, Hans-Dieter Flick. Nonostante non ci siano stati comunicati ufficiali da parte della Federcalcio tedesca, sono state numerose, invece, le indiscrezioni riguardanti un possibile approdo di Jurgen Klopp sulla panchina della Germania.

Marc Kosicke, agente dell’allenatore dei Reds, ha parlato a Sky Germany riguardo questa situazione. Di seguito le sue parole.

“Jurgen come CT della Germania? Questo è un argomento solo mediatico. Lui ha un contratto con il Liverpool fino al 2026 e intende rispettarlo”.

Solo poche settimane fa, Kosicke, aveva ribadito le intenzioni del suo assistito nei confronti del Liverpool. Di seguito le sue parole.

“Jurgen gode del sostegno dei vertici dirigenziali ed è in contatto regolare con loro. Ama il club, la sua squadra e i tifosi ed è determinato a continuare e completare con successo la sua esperienza a Liverpool“.

Continua a leggere

Calciomercato

La Lazio in ritiro in Turchia, intanto Tare pensa al mercato: il sogno è Cheddira

Pubblicato

:

Lazio

L’edizione odierna de Il Messagero fa sapere che la Lazio andrà in ritiro a Belek, in Turchia, dal 13 al 18 dicembre. Per l’occasione, i biancocelesti saranno protagonisti di alcune amichevoli, di cui una contro il Galatasaray.

Intanto, il ds Tare è a lavoro per regalare a Sarri un rinforzo nel reparto offensivo, in grado di far rifiatare Immobile. Il primo nome sulla lista, secondo Il Tempo, è Walid Cheddira, bomber del Bari attualmente impegnato in Qatar con il Marocco. Per il classe 98, autore di 9 gol in B, serve almeno un’offerta da 7 milioni di euro. Un suo acquisto a gennaio risulta, però, improbabile per almeno due motivi. Il primo è lo stesso Bari, che tramite il suo ds Polito ha negato una partenza nella sessione invernale. Il secondo è l’interessamento di diverse squadre, tra cui Napoli e Nottingham Forest, che potrebbe far scatenare un’asta. In alternativa a Cheddira, si valutano i profili di Lasagna e Caputo, che per il momento non scaldano.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969