Connect with us
Thiago Motta post Lazio-Bologna: "Oggi prestazione buona"

Coppa Italia

Thiago Motta post Lazio-Bologna: “Oggi prestazione buona”

Pubblicato

:

Thiago Motta

La Lazio è la 7ª squadra su 8 che si è qualificata ai quarti di finale di Coppa Italia. I biancocelesti hanno battuto il Bologna, per 1-0, grazie ad una rete al 33′ di Felipe Anderson. I felsinei, a prescindere dal risultato finale, sono stati autori di una buona prestazione: Thiago Motta ha commentato la prestazione dei suoi ragazzi nel post-partita:

“La Lazio è molto forte: quando è in possesso di palla ti mette sempre in difficoltà, per questo oggi è stata una gara difficile. La partita a Udine è stata diversa e abbiamo giocato in modo diverso. Dobbiamo andare più a contrasto ed essere più cattivi sfruttando il recupero palla. Abbiamo dimostrato di esserne in grado, Anche se oggi abbiamo fatto una prestazione buona, non serve per poter competere contro la Lazio”.

Poi ha parlato di Joaquin Sosa, difensore uruguaiano classe 2002, che sta acquisendo progressivamente importanza nelle gerarchie rossoblù:

“Non sapete quanto mi piaccia il ragazzo: dopo l’errore ha avuto ancora più voglia di mettere in difficoltà gli avversari. Lui lo sa quanto mi piace e ho apprezzato il suo carattere oggi. L’attitudine che ha mostrato oggi è quella giusta. Per poter competere contro queste squadre dobbiamo alzare il livello”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Coppa Italia

Pagellone girone d’andata – Cremonese 4.5: la buona volontà non basta senza vittorie

Pubblicato

:

Cremonese

Non riesco a comprendere se sia più spaventoso l’ultimo posto in ottica salvezza, il -9 dal diciassettesimo posto o lo “zero” sotto la tabella delle vittorie in tutto il girone d’andata. Lo scorso anno il Cagliari, ultima in classifica alla diciannovesima giornata, e poi retrocessa, aveva due punti in più e, nonostante ciò, non ce l’ha fatta.
La cosa, però, che più spiace della Cremonese, è che le buone intenzioni ce le sta mettendo tutte: ha chiuso ogni match contro le grandi del nostro calcio a testa altissima, perdendo 3-2 contro la Fiorentina, 1-0 contro la Roma (dominando e prendendo due legni), 3-1 contro l’Inter e 0-1 contro la Juventus (Milik al 91′), uscendo nettamente sconfitta solo contro Lazio e Napoli.
Ciò che più pesa, però, sono le altre sconfitte: i KO contro compagini come Sampdoria, Empoli, Verona e Monza, rivali dirette per la salvezza, rendono il pareggio con il Milan quasi inutile ai fini della classifica. Onore per aver eliminato il Napoli in Coppa Italia in una sfida di quelli che mai ci si sarebbe aspettato, ma che poco c’entra con la valutazione del girone d’andata.
I tanti acquisti estivi, da Dessers ad Afena-Gyan, passando per Lochoshvili, Tsadjout, Vasquez, Quagliata, Aiwu, Pickel e chi più ne ha più ne metta, senza alcun dubbio hanno pagato, ma sembrano ancora non essere abbastanza. Prima dell’ultimo atto è arrivato l’esonero, triste ma corretto, per Alvini, sostituito da Ballardini, uno che sa come “nuotare” in zona retrocessione.
La salvezza, oggi, sembra un affare una “Mission Impossible e sono pronto a scommettere che questa Cremonese da “ci vado sempre vicino” non ce la farà; tuttavia, mancano ancora cinquantasette punti. E allora ben vengano sorprese e in bocca al lupo.

 

Continua a leggere

Coppa Italia

Juventus, Landucci: “Peccato per il gol preso, ma siamo contenti”

Pubblicato

:

Al termine del match vinto per 2-1 dalla Juventus contro il Monza in Coppa Italia, il vice di Max Allegri, Marco Landucci, è intervenuto ai microfoni di Mediaset: “Era una partita importante, avevamo in campo tanti giovani che hanno fatto bene. Siamo contenti, perché per la Juve la Coppa Italia è un obiettivo. Peccato per il gol preso, ma siamo contenti per il passaggio del turno”.

Landucci ha parlato anche di Allegri: “Non l’ho sentito, ma quando si vince siamo tutti soddisfatti”.

Infine, il vice tecnico bianconero ha parlato dei suoi giocatori: Chiesa è entrato il momento giusto e ha deciso la partita. Di Maria è stato qualche giorno fermo. Potevano darci molto in fase offensiva e così è stato. Fagioli e Miretti hanno già fatto diverse partite, mentre Iling ha fatto diversi spezzoni. Sono stati determinanti quando mancavano i giocatori più esperti. Hanno dato freschezza, corsa e qualità tecnica: sono prontissimi”.

Continua a leggere

Coppa Italia

Monza, Palladino: “Siamo soddisfatti della prestazione”

Pubblicato

:

Monza Palladino

Ai microfoni di Mediaset ha parlato Raffaele Palladino, tecnico del Monza, al termine dell’ottavo di finale perso contro la Juventus. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Sono molto contento per la prestazione. Abbiamo cambiato 9/11 rispetto alla vittoria di Cremona e tutti quelli che sono stati chiamati in causa hanno dato tutto e si sono impegnati al massimo. Purtroppo non siamo riusciti a passare, ma abbiamo messo in difficoltà una buona Juve. Dobbiamo giocarcela sempre con tutti e provare a fare la prestazione e tutti hanno lottato fino al fischio finale. Venire in questo stadio e affrontare questi campioni non era facile, però siamo tutti soddisfatti e dobbiamo continuare così. Gioco? Lavoriamo sui principi di gioco più che sui sistemi. Ci è mancato quel pizzico di convinzione in più negli ultimi metri. Quella personalità e quella leggerezza può essere un fattore aggiunto, ma resta una bella prestazione della squadra”.

Continua a leggere

Coppa Italia

Chiesa commenta la vittoria contro il Monza: “Dobbiamo giocare meglio”

Pubblicato

:

Federico Chiesa, stella della Juventus che ha risolto il match contro il Monza, è intervenuto ai microfoni di Mediaset per commentare proprio la gara contro i brianzoli: “Un anno molto brutto il 2022, mentre ora sto pensando a tornare in forma e devo mettere minuti sulle gambe. Sto mettendo tutta la mia forza, perché voglio dare una mano alla mia squadra”.

L’ex esterno della Fiorentina ha alla precedente sconfitta di Napoli: “A Napoli abbiamo giocato molto male e siamo stati poco aggressivi. Faccio i complimenti al Monza, ma noi stasera siamo stati concentrati e abbiamo impedito loro più volte di tirare in porta. Dobbiamo sfruttare le qualità dei nostri campioni, ma anche giocare meglio”.

Chiesa ha parlato anche della nuova società e degli obiettivi: “Dobbiamo alzare l’asticella. Pensiamo all’Atalanta, per tornare a fare quello che abbiamo fatto fino a prima del Napoli. Testa al campo, poi fuori dal campo ci pensa la società”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969