Dove trovarci

Titolo e lotta Champions: l’ultima giornata di fuoco della Bundesliga

Una cosa è certa: è stata l’edizione della Bundesliga più incerta degli ultimi anni. Ad una giornata dalla fine della stagione Bayern Monaco e Borussia Dortmund si giocano il Meisterschale, mentre Borussia Mönchengladbach, Bayer Leverkusen ed Eintracht Francoforte si contendono il quarto posto, l’ultimo valido per la qualificazione alla prossima Champions.

BAYERN O BORUSSIA?  

La squadra di Favre ha sorpreso tutti, giocando un calcio bello e frizzante, rimanendo in cima alla classifica in solitaria fino a marzo. Il Bayern ha disputato una prima parte di stagione abbastanza deludente, ma grazie alla qualità della propria rosa è comunque riuscito a rimanere in scia al Dortmund. È arrivata di rincorsa la squadra di Niko Kovač, fino a compiere il sorpasso decisivo nel Der Klassiker di un mese fa, rifilando un 5 a 0 incredibile ai gialloneri.

Sono 75 i punti del Bayern, mentre 73 quelli del Borussia, tutto si deciderà alla prossima giornata. Ed è incredibile come il destino del calendario metta di fronte ai tecnici delle due squadre il loro passato. Il Bayern di Kovač ospiterà l’Eintracht, squadra che l’allenatore croato ha guidato fino allo scorso anno, portandola a vincere anche una Coppa di Germania.

Il Borussia Dortmund, invece, giocherà in trasferta contro il Mönchengladbach. Lucien Favre ha allenato i Fohlen dal 2011 al 2015, trasmettendo la propria idea di calcio e restituendo una dimensione più importante al club. Sulla carta il Bayern ha l’impegno più semplice, soprattutto se oggi pomeriggio l’Eintracht dovesse vincere in casa con il Mainz. Il calcio però si sa, è imprevedibile e per questo la squadra di Kovač dovrà preparare benissimo il prossimo turno, per evitare brutte sorprese. A quel punto ci sarà da riconoscere i meriti al suo Bayern e fare comunque gli applausi a Favre, che a Dortmund ha riportato quell’entusiasmo che non si rivedeva dai tempi di Klopp.

CAPITOLO CHAMPIONS

Oltre a Bayern e Borussia l’altra squadra sicura di partecipare alla prossima Champions League è il Lipsia, terzo in classifica a quota 66 punti. Poi arriva la bagarre, in tre per un posto solo. Borussia Mönchengladbach e Bayer Leverkusen a 55, Eintracht Francoforte a 54 ma con una partita in meno. I Fohlen possono vantare la terza miglior difesa del campionato, ma in casa non vincono addirittura dal 26 gennaio: 4 sconfitte e 3 pareggi nelle ultime 7 gare casalinghe. Il Dortmund, obbligato a vincere, non dovrebbe trovare difficoltà a chiudere la pratica.

Il Leverkusen è la squadra che può avere più chances: gioca fuori casa contro un Herta Berlino fuori dai giochi e ha vinto 4 delle ultime 5 partite, tra cui spicca il 6 a 1 rifilato alla diretta concorrente Eintracht una settimana fa. La squadra di Bosz (subentrato a dicembre ad Herrlich) è stata eliminata ai sedicesimi di Europa League dal Krasnodar e agli ottavi della Coppa di Germania dal Heidenheim. Se il tecnico olandese riuscisse a centrare la qualificazione alla Champions, sarebbe un ottimo punto da cui ripartire per la prossima stagione.

E poi arriva l’Eintracht, una delle rivelazioni assolute non solo in Bundesliga ma in tutta Europa. L’ottimo lavoro di Niko Kovač è stato ripreso ed affinato da Adi Hütter. La squadra del tecnico austriaco ha disputato anche una sorprendente Europa League, uscendo in semifinale ai calci di rigore contro il Chelsea. Certo, giocarsi tutto nell’ultima giornata all’Allianz Arena non è così semplice, ma questo Eintracht di Jović, Haller e Rebić è veramente imprevedibile. Sono 17 le reti per il serbo in campionato, 14 per il francese e 9 per l’ex-Fiorentina. Il tridente pesante proverà a scardinare anche la difesa del Bayern, ci sarà da divertirsi.

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico