Connect with us

La nostra prima pagina

Tolisso, il colpo del Bayern che studia da Xabi

Pubblicato

:

Bayern

A lungo corteggiato dalla Juventus che ne ha testato le qualità nel doppio confronto del girone di qualificazione di Champions, ha firmato negli scorsi giorni un contratto con il Bayern Monaco che lo lega al club bavarese fino al 2022. Si sta parlando di Corentin Tolisso, centrocampista roccioso ma dal piede educato, autore di una stagione che l’ha consacrato tra i grandi prospetti della zona nevralgica del campo. Il capitano della Nazionale Under 21 francese è stato ceduto dal Lione per 41,5 milioni, 48 al raggiungimento di predeterminati bonus, divenendo l’acquisto più oneroso nella storia della Bundesliga. Il secondo posto di questa speciale classifica è occupato dal trasferimento di Javi Martinez, sempre al Bayern, per 40 milioni. Le aspettative e di conseguenza la pressione sul mediano ex Lione sono elevate ma Ancelotti e la dirigenza del club sono pronti a scommettere sul suo talento, confidando sulla bontà dell’importante investimento effettuato.

COL VIZIO DEL GOL

Corentin è un classe 1994, nato nella periferia di Lione da padre togolese e madre francese. E’ entrato nelle giovanili dell’Olympique Lione a 13 anni. La sua fin qui breve carriera è caratterizzata dalla precocità. Ha debuttato con le selezioni francesi sempre sotto età e a soli 19 anni è diventato un punto fermo della prima squadra del suo club, con cui ha collezionato complessivamente 158 gettoni. Nell’ultima stagione ha anche indossato la fascia di capitano in diverse occasioni, seppur sempre a partita in corso. Il bigliettino da visita è una statistica significativa: nei maggiori 5 campionati europei è il centrocampista centrale che ha segnato di più, 8 gol in 29 presenze, e, considerando tutte le competizioni, 14 in 45 partite (1 gol lo ha realizzato in Europa League contro la Roma).

Tolisso esulta a un gol con la maglia del Lione

IL SOSTITUTO DI XABI ALONSO

Il Bayern, una volta che il Psg ha respinto l’offerta per Verratti, ha virato con decisione su Tolisso, fresco del debutto con la Nazionale maggiore, strappandolo a una foltissima concorrenza di top club europei. Ora tocca all’ex Lione il compito tutt’altro che facile di non far rimpiangere Xabi Alonso. Le caratteristiche sono differenti: il francese è molto abile nel contrastare e recuperare palla, forte fisicamente e negli inserimenti in area su palla inattiva ma nell’impostazione del gioco e nel posizionamento non è ancora al livello del regista spagnolo, quasi inarrivabile su questi aspetti. Il tempo è tutto a suo favore, può ancora migliorare moltissimo sotto l’ala di Ancelotti, uno che sa valorizzare i propri centrocampisti, ma le qualità per farlo ci sono tutte. Non a caso il Bayern Monaco lo ha reso il calciatore più pagato nella sua storia.

A UN PASSO DALLA SERIE A

Tolisso è stato molto vicino alla Serie A nel recente passato. La Juve lo ha corteggiato per un lungo periodo, fin dall’ultima sessione invernale di mercato. Marotta ha sondato il terreno e dato inizio alle trattative in questi mesi ma non ha mai affondato il colpo. Forse ha ritenuto eccessiva la richiesta del club o di ha individuato un altro profilo valido per rinforzare il centrocampo (si sta parlando molto di N’zonzi), sta di fatto che il Bayern è stato rapido nel concludere la trattativa. Probabilmente non è stata comunque questa l’occasione in cui Tolisso è stato più vicino a calcare i campi di Serie A. La scorsa estate infatti Giuntoli aveva trovato l’accordo con società ed entourage del calciatore per portarlo a Napoli. Quando non mancava altro che apporre le firme sugli accordi, il centrocampista francese ha rifiutato la cessione. Il motivo è davvero particolare: Corentin sarebbe stato spaventato dalla serie tv Gomorra, vero successo nazionale e internazionale, a tal punto da non voler trasferirsi nella città di Napoli. E così è sfumato un vero e proprio affare per i partenopei che si sarebbero aggiudicati il francese per una cifra molto inferiore a quella pagata dal Bayern.

Gli obiettivi di Corentin per la prossima stagione sono: affermarsi al Bayern Monaco e diventare un pilastro della Nazionale francese, pullulante di grandi talenti, in cui non manca certo la competizione. I club italiani sperano invece che non si trasformi in un vero e grande rimpianto di mercato.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Non solo Salernitana, Djuric conteso in Serie A

Pubblicato

:

Djuric

L’interesse della Salernitana per Milan Djuric è concreto. Secondo la Gazzetta dello Sport, poi, oltre ai granata, informa che sarebbero varie le pretendenti in Serie A per la punta bosniaca.

In questa prima fase di campionato non ha ancora trovato la via del gol. Djuric, però, può contare una solida esperienza nel nostro campionato, e Cremonese, Sampdoria e Spezia daranno battaglia alla Salernitana per mettere sotto contratto l’ex Cesena.

Djuric ha lasciato l’Italia calcisticamente per la prima volta solo per sposare il progetto Bristol nel 2018, squadra da cui si è poi separato per tornare nel calcio italiano, con i colori della Salernitana. A luglio 2022, poi, l’annuncio del trasferimento a titolo gratuito all’Hellas Verona.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

L’Inter termina la prima sessione di allenamento a Malta con un nuovo sponsor

Pubblicato

:

Inter

Come è ormai noto, l’Inter sta usufruendo dello stop imposto dal Mondiale con un mini ritiro a Malta, che è partito oggi con un’importante novità.

Come riportato da Daniele Mari su Twitter, infatti, i nerazzurri sono scesi in campo per allenarsi con un nuovo sponsor sulle divise: LeoVegas.
La società svedese è partner dell’Inter dallo scorso settembre, dopo la firma di un contratto triennale come Infotainment Partner del club.
Già oggi, durante l’amichevole degli uomini di Simone Inzaghi contro lo Gzira, vedremo se LeoVegas sarà presente in qualche maniera anche sulle divise da gioco dei nerazzurri.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

William Carvalho carica il Portogallo: “Non teniamo la Svizzera, gruppo unito”

Pubblicato

:

Dove vedere Portogallo-Spagna

Il Portogallo, dopo aver vinto il girone, si appresta ad affrontare la Svizzera in un match valevole per gli ottavi di finale del Mondiale.

Il match tra le due si terrà domani sera 6/12 alle ore 20.

William Carvalho, centrocampista lusitano del Betis, è convinto che il suo Portogallo affronterà senza paura la Svizzera, avversario già incontrato due volte nell’ultimo periodo in altre competizioni.

Ecco le parole del centrocampista alla vigilia del match, riportate da “alfredopedullà.com“:

“Nelle ultime due partite contro la Svizzera abbiamo ottenuto una vittoria e una sconfitta. Sappiamo che sarà un avversario complicato. Ma quello che posso dire è che la Svizzera troverà un Portogallo concentrato e i giocatori faranno del loro meglio per vincere la gara. Il gruppo è unito come è sempre stato, fin dal primo giorno del nostro arrivo qui. Abbiamo lavorato molto bene. Crediamo di poter fare cose buone come abbiamo fatto in passato. Il Portogallo deve giocare come nei primi due incontri. Dobbiamo essere uniti dall’inizio alla fine, come abbiamo fatto negli altri turni. Sappiamo che affronteremo una squadra molto difficile. Sono sicuro che la partita si giocherà sui dettagli e per questo dobbiamo farci trovare pronti”.

Continua a leggere

La nostra prima pagina

De Laurentiis: “Il calcio è malato dall’alto, sorveglianza latente”

Pubblicato

:

Napoli

Questa mattina il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è stato intervistato ai microfoni di alcuni giornalisti dove ha risposto ad alcune domande su quel che riguarda il caso Juve.

Ecco le dichiarazioni del presidente del Napoli:

C’è il rischio che possa essere una calciopoli nuova?”:

“Non sta a me stabilirlo, io ho già detto che il calcio è malato dall’alto, perché quando qualcuno non vuol capire che non ci sono sufficienti risorse per ancora andare avanti con questa tipologia di campionati e non si vuol fare la rivoluzione copernicana, perché? perché poi bisogna essere rieletti.

“Nel mondo dello sport purtroppo la sorveglianza è latente e la volontà di voler modificare e crearsi magari delle antipatie è difficile trovarle”

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969