Connect with us
A tutto Tomori: l'arrivo al Milan, lo scudetto e il sogno Champions

Calcio Internazionale

A tutto Tomori: l’arrivo al Milan, lo scudetto e il sogno Champions

Pubblicato

:

Tomori

Fikayo Tomori ha parlato a tutto andare di sè e del Milan al canale Youtube Players’ Tribune Football. 

Sullo scudetto ha detto entusiasta “C’era un mare di persone. Era incredibile. Il tunnel era bloccato perché c’era troppa gente, eravamo là ed hanno bloccato tutto, noi li vedevamo, sentivamo che picchiavano sul pullman e pensavo ‘Wow, pazzesco’. Avevano tutti questi fumogeni colorati. Era tutto scuro, non si vedeva nulla. Riuscivamo solo a vedere i fumogeni e sentire i loro cori. Succede qualcosa e sentiamo un forte boom. Un qualcosa che non ho mai vissuto in vita mia.”

E subito dopo, la frase che fa sognare i tifosi milanisti “Immagina se vinciamo la Champions League…”, che comunque aspettano la coppa dalle grandi orecchie da 15 anni. La risata finale fa cogliere il velo di ironia, che non toglie alcuna speranza nell’animo del giocatore.

Riguardo la partita finale, contro il Sassuolo, si è espresso ricordando i momenti con gioia: “I nostri tifosi hanno fatto andare in tilt il sito del Sassuolo. La gente era disposta a pagare migliaia di euro per un biglietto. Prima della partita nello spogliatoio ci siamo detti ‘Dai ragazzi, questo è il giorno’. Non credo di essere mai stato tanto felice in vita mia. Ricordo che alla fine un tifoso mi ha preso per la maglia e mi disse ‘Fik, non puoi immaginare cosa significhi per noi. Grazie’. Ci ero rimasto”.

E anche sulla partita decisiva contro l’Atalanta: “Potevi sentire l’energia in tutto lo stadio. C’erano anche i miei amici allo stadio, mi hanno detto che hanno vissuto l’atmosfera più incredibile di sempre. Anche se quel giorno non abbiamo vinto lo scudetto è come se l’avessimo fatto”.

E poi il retroscena di mercato, a sottolineare l’importanza che riveste Maldini nell’ambiente rossonero: “Parlammo per un po’. Ero seduto lì e realizzai che avevo appena parlato con Maldini. Nella mia testa stavo pensando: ‘Anche se alla fine non vado al Milan, posso dire di aver parlato con Maldini e ancora “Era qualche giorno prima, ma ero già in una situazione in cui in cui il trasferimento non era stato accettato ma sapevo che se avessi dovuto lasciare il Chelsea sarei andato al Milan.”

 

E se la paura del trasferimento inizialmente l’ha bloccato, gli è bastato poco per ambientarsi: “Poi arrivò dicembre e ci fu la finestra di mercato invernale, parlai con il mio agente e a quel punto dissi subito sì. Con la testa ero già lì ma non lo dissi a nessuno per superstizione. Arrivai con il mio agente, entrammo a casa Milan e c’erano tutte le Champions League, un sacco di palloni d’oro. Pensai: ‘Questo è davvero un grande club’“.

Infine, la prima volta alla scala del calcio, San Siro, la ricorda con passione, dicendo: “Non ci ero mai stato, ci andai la prima volta durante la pandemia. Era diverso senza spettatori. La prima volta mi sono guardato intorno ed era fantastico. La prima partita che mi ha fatto venire i brividi è stata la prima di Champions League. Eravamo riusciti a qualificarci dopo un po’ di tempo. Giocammo contro l’Atlético Madrid e ricordo di non aver mai sentito qualcosa del genere. Ero impressionato”

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Svelata la lista Champions dell’Inter: le scelte di Inzaghi

Pubblicato

:

Inter

L’Inter ha appena divulgato la sua lista Champions, che comprende tutti gli uomini convocabili per il proseguo della massima competizione a livello europeo. Il prossimo ostacolo si chiama Porto, e l’obiettivo interista resta quello del passaggio ai quarti.

I portieri saranno 24 Onana, 1 Handanovic, 21 Cordaz;

I difensori saranno 15 Acerbi, 32 Dimarco, 37 Skriniar, 36 Darmian, 95 Bastoni, 6 De Vrij, 2 Dumfries, 33 D’Ambrosio, 12 Bellanova, 46 Zanotti, 47 Fontanarosa.

I centrocampisti saranno 20 Calhanoglu, 23 Barella, 77 Brozovic, 22 Mkhitaryan, 8 Gosens, 14 Asllani, 5 Gagliardini.

Infine gli attaccanti saranno 9 Dzeko, 10 L. Martinez, 11 Correa, 90 Lukaku, 45 Carboni.

Questa la lista dei giocatori che andranno a portare avanti il sogno europeo di tutta la tifoseria nerazzurra.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Chi è Doué, il gioiello 2005 del Rennes

Pubblicato

:

CHI E’ DOUE’, IL GIOIELLO 2005 DEL RENNES – Sta nascendo una nuova stella in Ligue 1? In un campionato pieno di giovani talenti una delle squadre che da più spazio ai giovani è sicuramente lo Stade Rennais, che negli ultimi anni ha fatto emergere giocatori come Ousmane Dembélé, Eduardo Camavinga, Mathys Tel, Raphinha, Armand Laurienté, Edouard Mendy, Kamaldeen Sulemana e tanti altri.

Negli ultimi mesi al Rennes sta prendendo sempre più spazio il classe 2005 Désiré Doué, che ha incantato tutti nell’ultimo match di campionato, giocato contro lo Stasburgo, servendo l’assist a Gouiri per il gol del 2-0 e siglando il terzo gol del match, che ha chiuso definitivamente la partita.

CHI E’ DOUE’ – CARATTERISTICHE DEL GIOCATORE

Si tratta di un trequartista, che può svariare in tutti i ruoli della trequarti: a destra, a sinistra, al centro; in questo momento sta giocando come Ala Destra nel 433 di Bruno Génésio. Abbina buona tecnica a velocità e ottima capacità di inserimento a visione di gioco, insomma ha tutte le carte in regola per diventare uno dei futuri craque del calcio mondiale. All’occorrenza può essere impiegato anche come centrocampista centrale, ovviamente con caratteristiche offensive. Il suo piede preferito è il destro, anche se ha comunque buona padronanza del sinistro.

Benjamin Bourigeaud, uno dei leader del Rennes, ha parlato del giovane compagno in un’intervista a Téléfoot: “Ha l’abilità di tenere la palla e farsi spazio con il proprio dribbling. Buona capacità nei piedi, è robusto per la sua età: ha un gran futuro, quindi cerchiamo di guidarlo il più possibile”.

Anche l’allenatore Bruno Génésio si è espresso sul suo gioiellino dopo la partita con la Dinamo Kiev, nella quale Doué ha trovato il primo gol in una competizione europea. Ecco le parole del mister: “Ha carattere e sicurezza nei suoi mezzi, che gli permette di segnare gol così. Doué è molto giovane, ma quello che sta facendo quest’anno alla sua età dimostra che c’è un potenziale già a questo livello così alto“.

CHI E’ DOUE’ – LA CARRIERA

Ha già 21 presenze in questa stagione, di cui 15 in Ligue 1, 5 in Europa League e 1 in Coppa di Francia, con 4 gol e 1 assist all’attivo.

Con la rete segnata al Nantes il 9 ottobre scorso è diventato il primo 2005 a segnare un gol nei top 5 campionati europei.

Ha già diverse presenze anche con la nazionale francese, prima nell’under 17 poi nell’under 19, con 8 gol in 21 partite.

Da segnalare la vittoria (da protagonista e con la 10 sulle spalle) del campionato europeo under-17 nell’edizione dell’estate 2022, con una doppietta nella fase a gironi e un assist nella finale.

Dall’età di 5 anni il giocatore fa parte del vivaio del Rennes, e dopo 11 anni passati tra le varie squadre giovanili ora è stabilmente impiegato in prima squadra.

CHI E’ DOUE’ – IL FUTURO

Il calciatore ha firmato, il 2 novembre 2022, il contratto da professionista con il Rennes che lo terrà legato ai rossoneri fino a giugno 2025, ma il 17enne è già attenzionato da diverse big europee, chissà quindi se nei prossimi mesi arriverà un’offerta importante da parte di un top club europeo per anticipare la concorrenza e assicurarsi uno dei prospetti più interessanti del calcio mondiale?

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Luca Pellegrini entra nella lista della Lazio per la Conference League

Pubblicato

:

pellegrini

Il neo-acquisto della Lazio, Luca Pellegrini, entra a far parte della lista Uefa per la Conference League dei biancocelesti. A fargli posto è una bandiera del club, ovvero Stefan Radu. Segnale di fiducia da parte di Sarri verso l’ex Juventus, che è stato acquistato in prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni dopo il prestito all’Eintracht Francoforte.

Di seguito la lista completa della Lazio:

Portieri: Provedel, Maximiano

Difensori: Romagnoli, Patric, Gila, Casale, Hysaj, Lazzari, Marusic, Pellegrini

Centrocampisti: Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto, Vecino, Basic, Marcos Antonio

Attaccanti: Immobile, Felipe Anderson, Zaccagni, Romero, Pedro, Cancellieri

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Martinelli rinnova con l’Arsenal

Pubblicato

:

Arsenal

Gabriel Martinelli questa mattina ha prolungato il proprio contratto con l’Arsenal. Il club inglese, tramite i propri canali social, ha annunciato l’accordo con il brasiliano per la permanenza a Londra dell’attaccante.

Il nuovo contratto di Martinelli avrà durata fino al 2027, segno di fiducia reciproca, specie vista la straordinaria stagione dell’Arsenal di Arteta che sta dominando in Premier League.

19 presenze in Premier e 7 reti, a cui devono aggiungersi anche 2 assist per il classe 2001, che si è conquistato sul campo la proposta di rinnovo con i Gunners. Si attende solo l’ufficialità dunque, che arriverà nei prossimi giorni.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969