Connect with us

Generico

Top Diez: gli olandesi più costosi di sempre

Pubblicato

:

Matthijs De Ligt è solo l’ultimo di una lunga serie di calciatori olandesi che hanno dominato il mercato, convincendo il top club di turno a compiere spese sostanziose. In questo nuovo appuntamento con la nostra rubrica, scopriamo i dieci calciatori oranje più pagati di sempre.

10- GEORGINIO WIJNALDUM

Dopo la formazione in Olanda con le maglie di Feyenoord e Psv, Wijnaldum continua la sua esperienza in Premier con la maglia del Newcastle. La prima stagione oltremanica rispetta ampiamente le aspettative sul centrocampista oranje, che mette a referto 11 gol in 40 presenze. Dopo una sola stagione dunque su di lui piomba il Liverpool, che nell’estate del 2016 lo acquista per una cifra complessiva di 27, 5 milioni di euro. L’ex Magpies con la maglia dei Reds ha continuato la propria crescita, mantenendo costante la qualità delle sue prestazioni, anche se diminuendo l’efficacia sotto porta. 13 gol in 138 presenze per Wijnaldum che occupa con merito l’ultimo posto della classifica degli olandesi più pagati.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @GWijnaldum

9- RUUD VAN NISTELROOY

Uno dei migliori attaccanti olandesi di sempre. Dopo gli esordi in patria con Den Bosch, Heerenveen e Psv su di lui piomba il Manchester United, attirato dai 77 gol in 90 partite della punta Oranje, un bottino impressionante. Pesante la cifra investita dai Red Devils, 28,5 milioni nel 2000. Un investimento però ampiamente ripagato, visto che l’attaccante ha avuto un impatto pazzesco sul Manchester. 150 gol in 219 partite, tra cui spicca la stagione 2002-2003, in cui si classificò sesto nella classifica del pallone d’oro. La sua avventura in Premier dura cinque anni, al termine dei quali si trasferisce alla corte del Real Madrid.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @RvN1776

8- ROBIN VAN PERSIE

Lo United mostra una particolare predilezione per gli attaccanti olandesi. Dodici anni dopo l’arrivo di Van Nistelrooy, un’altra punta Oranje torna a infiammare i cuori dei tifosi dei Red Devils. Nell’estate del 2012 arriva all’Old Trafford Robin Van Persie per una cifra di circa 30 milioni. L’olandese veniva da ben otto anni all’Arsenal, in cui era cresciuto tantissimo e si era affermato come uno dei centravanti più forti del momento. Al Manchester dopo un ottimo inizio, le sue prestazioni calano progressivamente e dopo tre anni l’avventura di Van Persie allo United è già terminata.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @Persie_Official

7- MEMPHIS DEPAY

Lo United chiude la sua tripletta di calciatori olandesi con Memphis Depay. Se Van Nistelrooy ha ripagato in pieno la cifra spesa, e Van Persie l’ha fatto solo in parte, Depay ha clamorosamente fallito con la maglia dei Red Devils. Arrivato dal PSV per una cifra di poco superiore ai 30 milioni, il calciatore oranje mette a referto soltanto 7 reti in 56 partite col Manchester. La sua avventura in Premier dura solo un anno e mezzo, dopo di che Depay si trasferisce al Lione, ritrovando se stesso.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @Memphis

6- JASPER CILLESSEN

Il portiere olandese più pagato di sempre. Nell’estate del 2016 il Barcellona acquista Jasper Cillessen dall’Ajax, relegandolo però ad un ruolo di mera riserva. Dopo tre anni passati all’ombra di Ter Stegen, quest’estate a sorpresa il Valencia lo acquista per una cifra di 35 milioni. L’operazione in realtà rientra in uno scambio alla pari con Neto, che ha compiuto il tragitto opposto approdando in blaugrana. Le valutazioni di entrambi i portieri, identiche, risentono quindi anche del grande spettro del nostro tempo, il financial fair play. Ma, numeri alla mano, Cillessen si piazza con forza al sesto posto della classifica degli olandesi più pagati di sempre, un po’ a sorpresa.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @JasperCillessen

5- ARJEN ROBBEN

Poco più di 35 milioni per uno dei giocatori olandesi più forti degli ultimi anni. Dopo tre anni in realtà non troppo entusiasmanti col Chelsea, e con un brutto infortunio sulle spalle, nell’estate del 2007 il Real Madrid lo preleva dai Blues per 36,6 milioni. Un investimento decisamente non ripagato, coi blancos Robben non riesce mai a convincere e dopo due sole stagioni viene ceduto. Questa cessione sarà poi la fortuna dell’esterno oranje, che va a Monaco a scrivere la storia del club bavarese e della nazionale olandese.

olandesi

Fonte: profilo Instagram ufficiale @arjenrobben

4- MARC OVERMARS

Un altro acquisto non troppo felice. Nel 2000 Marc Overmars era uno dei calciatori olandesi più forti in circolazione. Gli anni all’Ajax e all’Arsenal lo avevano proiettato nell’olimpo del pallone e su di lui si fionda il Barcellona, che lo acquista dai Gunners per 40 milioni di euro. Una cifra spropositata all’epoca. In Spagna l’olandese però è falcidiato dagli infortuni al ginocchio e non riesce a ripagare l’impressionante investimento del club blaugrana. Dopo quattro stagioni in Catalogna Overmars decide addirittura di ritirarsi, all’età di appena 31 anni. In realtà poi l’ex stella dell’Ajax ci ripenserà, tornando dopo quattro anni a giocare, una sola stagione, alla squadra che lo ha lanciato, il Go Ahead Eagles.

olandesi

Foto con licenza per essere riutilizzata

3- FRENKIE DE JONG

Andiamo avanti con gli anni e le cifre lievitano a dismisura. Sul gradino più basso del podio si colloca Frenkie De Jong, acquistato quest’estate dal Barcellona per 75 milioni di euro. Quasi vent’anni dopo l’operazione Overmars, i catalani tornano con forza a operare sul mercato degli olandesi. La stellina oranje viene da una stagione pazzesca con l’Ajax, in cui ha trascinato i suoi a un passo dalla finale di Champions League. Il Barça è riuscito ad anticipare tutti, raggiungendo un accordo coi lancieri già prima della fine della stagione. Solo il tempo saprà dirci se stavolta il Barcellona vedrà il proprio investimento ripagato o meno.

olandesi

Fonte. profilo Instagram ufficiale @fcbarcelona

2- VIRGIL VAN DIJK

Il difensore più forte al mondo. Il probabile prossimo pallone d’oro. Ora tutti riconoscono l’enorme valore di Virgil Van Dijk, ma quando il Liverpool spese per lui 84 milioni di euro nel dicembre 2017 per prelevarlo dal Southampton in molti hanno dubitato di questo acquisto. Mai dubbi furono più infondati. Con i Reds il centrale olandese è a dir poco esploso, rimarcare i suoi numeri è ormai inutile, basta solo il numero zero nella casella dei dribbling subiti. Una cifra enorme per un calciatore altrettanto enorme, Virgil Van Dijk merita la sua posizione in questa classifica, come si meriterebbe con tutta probabilità di alzare il prossimo pallone d’oro.

olandesi

Fonte: profilo ufficiale Twitter @VirgilvDijk

1- MATTHIJS DE LIGT

A spodestare Virgil Van Dijk arriva un altro difensore. Appena 19 anni per il calciatore oranje più pagato di sempre. La cifra investita dalla Juventus per prelevarlo dall’Ajax è di 75 milioni, come De Jong. 10,5 milioni di oneri accessori però lo lanciano in vetta alla classifica dei giocatori olandesi più costosi. Le aspettative sul giovane difensore bianconero sono ovviamente altissime, e il paragone col centrale del Liverpool è d’obbligo. Tutti i riflettori sono puntati su di lui, vedremo se tutta questa luce lo abbaglierà o lo farà brillare.

olandesi

Fonte immagine: account Instagram @mdeligt_

Fonte immagine di copertina: profilo ufficiale Twitter @VirgilvDijk

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Verso Turris-Avellino: Rastelli recupera Aya

Pubblicato

:

Turris Avellino

In casa Avellino, continua la preparazione verso il match contro la Turris in programma domenica alle 17:30. Gli irpini, dopo il pareggio casalingo contro la Juve Stabia, sono obbligati a vincere per sperare ancora nei playoff.

Il tecnico Massimo Rastelli però, dovrà ancora far fronte alla situazione infortunati. Aya ha recuperato definitivamente ed è tornato ad allenarsi in gruppo ma è l’unica nota positiva. Dall’Oglio e Di Gaudio infatti, stanno ancora smaltendo i fastidi lavorando a parte. Così come Ricciardi e Micovschi, che stanno continuando il programma di recupero prima del reintegro.

L’Avellino ha disperato bisogno di trovare punti lontano dal Partenio Lombardi. Il rendimento esterno, sino ad ora, è stato disastroso. Soltanto 4 punti conquistati in 8 uscite, frutto del pareggio contro il Foggia e della vittoria di Francavilla, alla prima in panchina di Rastelli.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram Us Avellino

Continua a leggere

ESCLUSIVE

ESCLUSIVA – Luca Toselli sulla Juve: “Giusto confermare Allegri”

Pubblicato

:

Juventus

La Juventus sta attraversando uno dei periodi di maggior difficoltà della sua storia. Risultati che faticano ad arrivare e dimissioni improvvise di tutto il C.D.A., situazioni che non fanno passare nottate tranquille ai tifosi bianconeri. In esclusiva per Numero Diez la voce di Luca Toselli, influencer grande esperto e tifoso della Vecchia Signora seguito da centinaia di migliaia di persone sui propri account social. Di seguito l’intervista.

L’ERA ANDREA AGNELLI

Nove Scudetti, cinque Supercoppe Italiane e cinque Coppe Italia, questi i successi della Juventus nei dodici anni di gestione Andrea Agnelli. Quali parole ti senti di rivolgere nei confronti dell’operato dell’ormai ex presidente?

“Un ringraziamento per gli anni che ci sono stati di vittorie e successi nonostante gli ultimi non siano andati bene. Probabilmente la presidenza di Andrea Agnelli era ormai giunta al termine. Il fatto che si sia arrivati alla divisione per altre cause è un dispiacere ma probabilmente ci stava dopo dodici anni un cambio in cima alla piramide della Juventus”.

LE PREOCCUPAZIONI DEL MOMENTO

Da tifoso che sente la maglia bianconera come una seconda pelle, quali sensazioni stai provando in questo periodo così delicato?

“Confusione e sorpresa. Non mi spaventa il fatto di avere un presidente, bensì la dinamica e le tempistiche nel quale è avvenuto questo cambiamento. Vista dalla nostra prospettiva viviamo questo avvenimento in modo confusionario e, come un qualcosa in continua evoluzione”.

LE POSSIBILI NUOVE FIGURE DIRIGENZIALI

Prima Del Piero poi Trezeguet: due leggende del club che si sono proposte di tornare per aiutare la loro vecchia squadra. Pensi che potrebbero contribuire alla rinascita del club?

“Vedo molto più adatto Del Piero a livello dirigenziale, Trezeguet penso sia maggiormente un uomo da campo. È ovvio che due figure del genere che nel momento più buio della storia bianconera hanno deciso di scendere all’inferno con la Vecchia Signora è un qualcosa che non può fare altro che piacere”.

IL RUOLO DI MASSIMILIANO ALLEGRI

L’unico mai messo in discussione in questi giorni così intensi è stato Massimiliano Allegri. Si è parlato di possibili dimissioni non accettate, condividi la scelta di tenere il tecnico o avresti optato per un altro profilo?

“Riguardo Allegri penso sia un discorso in continua evoluzione. In caso di dimissioni di Agnelli per un nuovo progetto tecnico avrei capito un immediato cambio in panchina ma, in questa situazione di confusione, cambiare anche l’allenatore sarebbe stato un problema per i giocatori. Allegri dovrà tenere il ruolo di collante in questo momento così delicato”.

LA POSSIBILE REAZIONE IN CAMPO DELLA SQUADRA

In conclusione, come credi possa reagire la squadra sul lato sportivo al rientro dalla sosta? Riusciranno i ragazzi a gestire il peso di giocare in queste condizioni?

“Questa è la mia più grande paura. Sicuramente il momento non è felice e, qualcuno, potrebbe avere delle preoccupazioni a livello di campo. Sappiamo tutti benissimo che all’interno del rettangolo verde di gioco la testa conta tanto e, tutta questa situazione extra-campo, potrebbe provocare dei malumori”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Barcellona, interesse per Onana: le ultime

Pubblicato

:

Onana

Il Barcellona, nonostante i problemi riguardo alla liquidità, agirà sul mercato di gennaio: sono infatti tanti i nomi di Inter e Milan e che piacciono al club blaugrana.

BARCELLONA-MILANO: ASSE CALDO

Al Barcellona piacciono tanti nomi dell’Inter: si comincia da Lautaro e Skriniar concludendo con Brozovic. Ma non si ferma qui, infatti passando all’altra parte di Milano piacciono molto sia Rafael Leao, che Bennacer.

Secondo Tuttosport, però, l’obiettivo principale del Barcellona per gennaio è un portiere che faccia da vice a Ter Stegen: tutti gli indizi portano ad Onana. L’ex Ajax è un obiettivo concreto dei blaugrana, che stanno preparando un piano per sferrare l’attacco finale a gennaio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Tata Martino non è più il CT del Messico: le ultime

Pubblicato

:

Messico

Nonostante la vittoria del Messico ieri sera, ormai l’esperienza di Gerardo Martino sulla panchina della Nazionale Messicana sta per volgere al termine. Decisiva sembra essere stata infatti la non qualificazione agli ottavi di fiamme dei Mondiali in Qatar.

MESSICO-TATA MARTINO: È FINITA

Lo ha confermato lo stesso Tata Martino ieri sera dopo la partita con l’Arabia Saudita:

Dovrò trovarmi un altro futuro, la mia esperienza sulla panchina del Messico è terminata quando l’arbitro ha fatto il triplice fischio. Il mio contratto con la Nazionale termina qua”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969