Connect with us

Calcio Internazionale

Top e Flop della prima giornata di Champions e Europa League

Pubblicato

:

La prima giornata di Champions e Europa League è andata in archivio. Ed è, dunque, tempo di trarre i primi bilanci. Poteva andare meglio alle italiane: deludono Inter e Lazio, convincono Roma e Napoli, amareggiata la Juventus e disastrosa l’Atalanta, che all’esordio perde 4-0 in casa della Dinamo Zagabria. I top e flop della prima giornata di Champions e Europa League.

TOP: IL TRIONFO DEL NAPOLI

La vittoria del Napoli è sicuramente la più sorprendente della prima giornata europea. I campioni d’Europa in carica del Liverpool cadono al “San Paolo”, proprio come un anno fa, sotto i colpi di Mertens e Llorente. Una grande dimostrazione di forza dei partenopei, che vincono conducendo una partita equilibrata, maschia ma che alla fine hanno portato a casa meritatamente. Carlo Ancelotti di vittorie in campo europeo se ne intende parecchio ma quella ottenuta sui Reds martedì ha ovviamente un sapore speciale.

(Fonte: profilo Twitter Napoli)

Jurgen Klopp, in conferenza post-gara, ha più volte ribadito che questo Napoli può vincere la Champions League. E non scherzava. Gli azzurri hanno ormai racimolato un’esperienza europea di primo piano e con il mercato sono arrivati giocatori di grande spessore che garantiscono al tecnico emiliano la giusta profondità di rosa che un club ambizioso merita. Ora la testa ritorna al campionato, poi il il 2 ottobre il Napoli vola in Belgio ad affrontare il Genk, una buona squadra che però ha sofferto in maniera incredibile le qualità degli attaccanti del Salisburgo. Gli austriaci hanno tramortito il Genk vincendo 6-2 con una tripletta del giovane attaccante Haaland, classe 2000. Anche lui entra di diritto nei top della tre giorni europea.

TOP: LA SERATA DI ÁNGEL DI MARÍA

La superba prestazione del fuoriclasse argentino è una di quelle cose per cui vale la pena scrivere qualcosa. Ángel Di María ha giocato una partita fantastica: colpi di classe, dribbling, accelerazioni, ripiegamenti difensivi e soprattutto due gol con i quali ha messo al tappeto la sua ex squadra, il Real Madrid. Fortunato sul primo gol, con Courtois non irreprensibile; eccezionale sulla seconda rete, rasoiata di sinistro che si è spenta nell’angolino. Il PSG senza Neymar, Mbappè e Cavani ha vinto 3-0 contro il Real Madrid. Se sarà stato solo un fuoco di paglia lo scopriremo presto.

(Fonte: profilo Twitter PSG)

LE IMPRESE DI WOLFSBERGER E DUDELANGE

In Europa League quante sorprese. Le più incredibili sono le vittorie in trasferta di Wolfsberger e Dudelange. Gli austriaci passano in Germania, battendo il Borussia Moenchengladbach 0-4. Clamoroso. I Folhen verdi, quinti in Bundesliga lo scorso anno, non vincono in casa da gennaio. E neanche l’arrivo dell’interessante tecnico Marco Rose, ex Salisburgo, è riuscito a invertire la rotta. Bene, comunque, per la Roma, inserita nello stesso girone di austriaci e tedeschi, che hanno vinto a domicilio per 4-0 contro il Basaksehir: sugli scudi Zaniolo e Pastore.

L’altra impresa l’hanno fatta i lussemburghesi del Dudelange, già  lo scorso anno protagonisti in Europa League nel girone del Milan. I campioni del Granducato hanno vinto in rimonta a Cipro, contro l’APOEL, dopo una gara dai mille volti e che sembrava non voler finire mai. Gli ospiti vanno avanti due reti a zero, poi black-out e l’orgoglio cipriota viene fuori: da 0-2 a 3-2 per l’APOEL. Sembra fatta e invece no: la rimonta è tutta del 22enne kosovaro Danel Sinani, due gol e un assist. Alla fine finisce 3-4 e il Dudelange, alla prima vittoria in una fase a gironi di una competizione europea, festeggia credendo al miracolo: passare i gironi.

FLOP: LE DELUSIONI ITALIANE

Ci si aspettava tanto dalle squadre italiane e invece tanti flop. A partire dall’Inter di Antonio Conte, che ha aperto la Champions League 2019/20 con la gara casalinga contro lo Slavia Praga. Giocava in casa ma in realtà a fare la partita sono stati i cechi, avanti 1-0 fino al 92′ prima della rete salva-risultato di Barella. I nerazzurri hanno faticato tantissimo, soffrendo oltremisura il pressing e la fisicità  di una squadra, lo Slavia, che già lo scorso anno in Europa League aveva eliminato una big come il Siviglia. Inizia in salita il girone dell’Inter, chiamata ora a raccogliere quanti più punti possibili in trasferta. Altrettanto disastroso l’esordio degli altri nerazzurri. L’Atalanta prende 3 gol in un tempo solo. Finisce 4-0 per la Dinamo Zagabria, trascinata da un talento assoluto, lo spagnolo Dani Olmo -scuola Barcellona – e dalla tripletta di Orsic, passato anche in Italia dallo Spezia.

(Fonte: profilo Twitter Inter)

(Fonte: profilo Twitter Inter)

Se alla Juventus, in fin dei conti, il 2-2 in casa dell’Atletico Madrid va comunque bene, lo stesso non si può dire per la Lazio. I biancocelesti sono in crisi: dopo il 2-1 subito a Ferrara, cadono anche in Romania contro il Cluj. Urge risveglio. Già da domenica contro il Parma.

FLOP: L’INCONSISTENZA MERENGUES

La sconfitta al “Parco dei Principi” è stata una vera lezione per il Real Madrid. Il 3-0 subito dal PSG è il peggior k.o. dell’era Zidane in Champions League, che continua a patire le assenze dei big come Marcelo e Sergio Ramos. Senza il proprio capitano, ieri squalificato, i Blancos hanno perso quattro degli ultimi cinque precedenti. Preoccupante anche la produzione offensiva: zero tiri in porta non si vedevano da 578 partite. Eppure, dice Zidane, con giocatori del calibro di Benzema, Bale, Hazard qualcosa dovrebbe accadere. E invece l’attacco merengue è stato letteralmente inconsistente.

(Fonte: profilo Twitter Real Madrid)

DISASTRO PORTIERI

Nella serata di giovedì di Europa League tra i tanti gol, ci sono da segnalare anche numerose papere. E nomi sono sempre i soliti noti. Il portiere del Gent, ad esempio, è stato protagonista di un autogol a dir poco esilarante: si fa passare la palla indietro poi inciampa e non riesce ad evitare che la palla superi la linea. Ma non è il solo. A fargli compagnia due classici: Karius e Akinfeev.

L’estremo difensore del Besiktas, il tedesco Karius, ieri sera ha deciso di uscire a trequarti campo per colpire di testa il pallone. Ma l’ex portiere del Liverpool manca l’intervento sulla sfera impattando sul suo difensore Pedro Rebocho. Per Sporar dello Slovan Bratislava è tutto facile per l’1-0. Altrettanto male ha fatto il portiere del CSKA Mosca Akinfeev che ha preso un gol facendosi passare sotto le braccia un tiro tutt’altro che impossibile di Wanderson. Risultato: 5-1 per il Ludogorets.

Fonte immagine di copertina: profilo Twitter @Napoli

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Brasile in apprensione, si ferma anche Alex Sandro per infortunio

Pubblicato

:

Alex Sandro

Continuano i problemi in casa Brasile, dopo gli infortuni di Neymar e Danilo, si aggiunge un altro calciatore alla lista, si tratta di Alex Sandro. La notizia è stata riportata dal medico della Selecao, Rodrigo Lasmar, che ha fatto il punto sui recuperi di Neymar e Danilo, aggiungendo alla lista il neo infortunato, Alex Sandro.

Queste le parole del medico del Brasile circa le condizioni del terzino sinistro della Juventus:

Alex Sandro ha avvertito dolore all’anca sinistra e non ha potuto proseguire la partita. Questa mattina è stato rivalutato. Abbiamo fatto fare una risonanza magnetica che ha mostrato una lesione muscolare all’altezza dell’anca sinistra. L’atleta non potrà giocare la prossima partita contro il Camerun e continuerà a essere curato in modo da poterlo recuperare il prima possibile”.

Oltre ad informare i media circa le condizioni fisiche di Alex Sandro, è stato fatto un report anche su Neymar e Danilo:

“Sono ancora in fase di recupero dall’infortunio alla caviglia, ognuno con un approccio diverso, in quanto infortuni diversi. Questo è importante da sottolineare. Neymar ha avuto un episodio di febbre che ora è sotto controllo e questo non interferisce con il processo di recupero della caviglia. Nel nostro incontro quotidiano con lo staff tecnico, abbiamo detto che questi tre atleti non saranno disponibili per la nostra prossima partita contro il Camerun”.

Sicuramente non è una situazione facile per il Brasile, che continua a perdere dei titolari inamovibili per infortunio. Al momento tutti e tre salteranno la sfida contro il Camerun, nella speranza di recuperare per gli ottavi di finale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Onana saluta il Mondiale: “Non mi è stato permesso di giocare”

Pubblicato

:

Onana

Dopo la sorprendente esclusione dall’undici titolare di Camerun-Serbia, André Onana ha definitivamente lasciato il ritiro della sua nazionale a causa di una discussione con il CT camerunese Rigobert Song. Il portiere dell’Inter ha voluto fare chiarezza attraverso una lettera pubblicata sui suoi profili social:

Voglio esprimere il mio affetto per il mio Paese e per la Nazionale. Ieri non mi è stato permesso di aiutare il Camerun, come sempre fatto. Mi sono sempre comportato in modo da condurre la squadra al successo. Ho messo tutto il mio impegno e le mie energie per trovare soluzioni a una situazione che un calciatore spesso si trova ad affrontare, ma non c’è stata la volontà dall’altra parte. Alcuni momenti sono difficili da assimilare. Tuttavia rispetto e sostengo sempre le decisioni delle persone incaricate per il successo della squadra e del Paese. I valori che promuovo come persona e come giocatore sono quelli che mi identificano e che la mia famiglia mi ha trasmesso fin dall’infanzia. Rappresentare il Camerun è sempre stato un privilegio. La Nazione prima e per sempre”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Le formazioni ufficiali di Senegal-Ecuador

Pubblicato

:

DOVE VEDERE LA CERIMONIA DI APERTURA DI QATAR 2022 IN TV

Le formazioni ufficiali di Senegal-Ecuador, sfida decisiva per le sorti del Gruppo A dei Mondiali di Qatar 2022. I sudamericani sono al secondo posto a quota quattro punti, mentre gli africani sono a quota tre. Sarà dunque un vero e proprio spareggio per il passaggio del turno.

LE FORMAZIONI

Senegal; (4-3-3): E. Mendy; Sabaly, Koulibaly, A. Diallo, Jakobs; I. Gueye, Ciss; P. Gueye; I. Sarr, Dia, Ndiaye.

Ecuador; (4-3-3): Galindez; Preciado, Torres, Hincapie, Estupinan; Franco, Gruezo, Caicedo; Plata, Valencia, Estrada.

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Olanda-Qatar, formazioni ufficiali: Depay titolare

Pubblicato

:

Olanda

Olanda-Qatar ed Ecuador-Senegal, entrambe le partite in programma alle ore 16, chiuderanno il girone A del Mondiale ed emetteranno i primi verdetti definitivi. La squadra di van Gaal deve centrare la vittoria per garantirsi il passaggio del turno agli ottavi di finale e il primo posto per sperare in un accoppiamento più morbido, mentre il Qatar vorrà evitare di lasciare la competizione con zero punti.

L’Olanda, dunque, conferma Noppert in porta e Timber in difesa al posto di de Ligt, mentre a centrocampo sarà de Roon ad affiancare l’inamovibile Frankie de Jong. In attacco ci sarà l’esordio dal primo minuto in questo Mondiale per Depay, supportato da Gakpo e Klaassen.

Olanda (3-4-2-1): Noppert; Timber, Van Dijk, Ake; Dumfries, De Roon, De Jong, Blind; Klaassen; Gakpo, Depay.

Qatar (5-3-2): Barsham; Mohammad, Pedro Miguel, Koukhi, Hassan, Ahmed; Al Haydos, Madibo, Hatem; Almoez Ali, Afif.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969