Connect with us
L’esito degli esami di Djidji: c’è frattura!

Flash News

L’esito degli esami di Djidji: c’è frattura!

Pubblicato

:

Dove vedere Torino-Roma in tv e streaming

Nel corso del secondo tempo del match Fiorentina-Torino terminato 0-1 per i piemontesi, al minito 71 Ivan Juric è stato costretto a sostituire Koffi Djidji a causa di un infortunio subito durante la gara. Al suo posto Zima.

Fortunatamente per i granata, il centrale ivoriano è uscito dal campo con le sue gambe, supportato dallo staff medico. Già durante l’uscita dal terreno del Franchi, il difensore granata mostrava un vistoso ematoma sul naso. Successivamente è stato sottoposto a degli accertamenti per verificare le sue condizioni. I referti medici hanno evidenziato la frattura del setto nasale. Spetterà al club e a Juric fare maggior chiarezza sui tempi di recupero.

È un momento veramente critico per quanto riguarda la situazione infortuni della squadra di Juric. L’infortunio di Djidji è l’ennesimo in stagione. A gennaio i granata hanno già dovuto affrontare le perdite di Lazaro e Schuurs mentre ad inizio stagione erano indisponibili Sanabria e Miranchuk, quest’ultimo grande protagonista del match di ieri al Franchi con il suo goal che ha firmato la vittoria di misura per 0-1 sugli uomini di Italiano. La prossima giornata di campionato, la squadra di Juric sarà ospite allo Stadio Carlo Castellani di Empoli per la partita contro gli uomini di Paolo Zanetti. Sarà sicuramente un match complicato, influenzato da un’emergenza per quando riguarda il reparto difensivo dei granata.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diez allo stadio

Dionisi: “Oggi è iniziato un nuovo campionato”

Pubblicato

:

Dionisi

L’allenatore del Sassuolo Alessio Dionisi ha parlato in conferenza stampa al termine della sfida tra i neroverdi e l’Empoli di Nicola. Di seguito le sue dichiarazioni raccolte dalla sala stampa del Mapei Stadium.

EMPOLI“In alcuni momenti ci siamo concentrati troppo a giocare centralmente. L’Empoli non ci ha sorpreso, ci ha lasciato la prima costruzione e diventava pericoloso in ripartenza. Li abbiamo limitati, ma se prendi tre gol su palla inattiva le cose cambiano. La differenza è tutta lì.

SCONTRI SALVEZZA“Un contrasto perso fa la differenza, le squadre che sono mentalizzate sull’obiettivo queste cose non le sbagliano. L’attenuante è stata passare in svantaggio in un momento in cui la partita doveva nascere. Poi abbiamo provato con giocate individuali, ma il problema sono i tre gol su palla inattiva. Non ti nascondo che in settimana i ragazzi mi fanno vedere qualcosa, oggi è iniziato un altro campionato. Gli avversari avevano il nostro stesso obiettivo.

SCELTE DI FORMAZIONE “La formazione iniziale è spesso pensata per non fare all-in e per giocarti anche altre possibilità. I ragazzi sono stati bravi, perché dopo un primo tempo così non è facile avere la lucidità di rientrare in campo così. Su una situazione semplice prendi il 3-2 diventa difficile fare punti e dobbiamo essere più determinati”.

CONTESTAZIONI“Non leggo tanto i social, mi dispiace per i tifosi e per quello che supportano la squadra. Non possono essere soddisfatti, ma i ragazzi ci mettono tutto. Gli altri si mettono lì e non ti permettono di fare tutto quello che vorresti. In vista della prossima partita, dobbiamo concentrarci su di noi e sui nostri avversari.

PARTITA CONTRO IL NAPOLI “Giocare subito è un bene, giochiamo contro il Napoli. Abbiamo un jolly rispetto alle altre, anche se sicuramente non è semplice. Domani c’è allenamento e prepareremo la prossima”.

Continua a leggere

Diez allo stadio

Nicola: “Non giochiamo per la salvezza, conta l’obiettivo finale”

Pubblicato

:

Il tecnico dell’Empoli Davide Nicola ha parlato in conferenza stampa dopo il match giocato dai suoi contro il Sassuolo. Di seguito le sue parole raccolte direttamente dalla sala stampa del Mapei Stadium.

VITTORIA CONTRO IL SASSUOLO“Credo che vincere faccia piacere a chiunque, vincere ti permette di fare un passo importante. Non può bastare ciò che abbiamo fatto, ma è chiaro che vincere contro un avversario di qualità, che sa mettere in difficoltà gli avversari aiuta. I ragazzi sono stati bravi a interpretare i due modi di stare in campo, senza pensare troppo al modulo. Noi oggi avevamo bisogno di darci la convinzione che quello che stiamo facendo sta producendo qualcosa oltre ai punti. Siamo alla seconda vittoria fuori casa consecutiva, e questa settimana abbiamo dovuto fare a meno di diversi giocatori. Quei venti giocatori hanno dimostrato che un gruppo di lavoro è importante quando ha tante risorse. Faccio una citazione particolare a Bastoni perché l’ho visto lavorare e sarà una grande risorsa. A forza di insistere sui calci piazzati, i gol arrivano”.

CAMBIAMENTI DOPO L’ARRIVO DI NICOLA“Io spero che abbiano capito il mio gioco, in funzione di una sperimentazione tattica. Per me contano i comportamenti, e questo fa la differenza. Stanno capendo questo e possiamo ancora migliorare. Non conta la singola partita, ma l’obiettivo finale. Non mi esalto troppo, per me l’equilibrio è fondamentale. Noi non giochiamo per la salvezza, vogliamo fare più punti possibili a prescindere dalla squadra che incontriamo”.

GOL SEGNATI E PIANO PARTITA“Per come stavamo tenendo in campo ho sempre pensato che potessimo essere molto pericolosi. Sapevo che se avessimo passato troppo tempo in difesa avremmo pagato dazio. La necessità di alternare i pressing doveva essere molto veloce e non protratto nel tempo. I numeri sono chiari, l’Empoli ha cercato di vincerla e non ha mai rinunciato ad attaccare. Sono tre volte che noi segniamo tre gol, l’unico fatto è il gol subito su calcio piazzato.”.

Continua a leggere

Flash News

Le formazioni ufficiali di Salernitana-Monza: riecco Di Gregorio, chance per Weissman e Djuric!

Pubblicato

:

Michele Di Gregorio, calciatore del Monza - Serie A, Coppa Italia

SALERNITANA-MONZA – Alle 18 all’Arechi di Salerno andrà in scena il match tra Salernitana Monza, sfida valida per la ventiseiesima giornata di Serie A. Le squadre stanno passando due momenti opposti, i granata non vincono da ben otto gare, mentre i brianzoli arrivano a Salerno freschi di vittoria contro il Milan.

La Salernitana, sempre più ultima in classifica, è chiamata non solo a fare punti oggi, bensì a vincere. Infatti sono fondamentali i tre punti oggi per rilanciarsi in classifica e lasciare viva una speranza di salvezza, che i granata conquistarono proprio all’ultima giornata due stagioni fa. Le mura di casa non sono “amiche” per gli uomini di Liverani, dal momento che in questa Serie A hanno vinto solamente una volta contro la Lazio. Tuttavia all’Arechi non manca il fiuto del gol per la Salernitana, che ha sempre segnato almeno una rete in tutti i match. Tuttavia vi è anche l’altra faccia della medaglia: i granata non hanno mai mantenuto la rete inviolata in casa.

Discorso opposto per il Monza, che, a contrario dei granata, arrivano freschi di vittoria contro una milanese. Sicuramente l’umore dei brianzoli sarà d’aiuto in questo match, anche se in trasferta gli uomini di Palladino non hanno ancora trovato continuità nei risultati. Infatti, al di fuori dell’U-Power Stadium, il Monza ha conquistato solo 3 vittorie e ha sempre subito gol, esclusi i match contro Udinese Sassuolo.

SALERNITANA-MONZA, LE FORMAZIONI UFFICIALI

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Pasalidis, Manolas, Pellegrino; Zanoli; Basic, Coulibaly, Bradaric; Kastanos, Candreva; Weissman. Allenatore: Liverani.

MONZA (4-2-3-1): Di Gregorio; Birindelli, Izzo, Pablo Marì, A. Carboni; Pessina, Gagliardini; V. Carboni, Colpani, Mota; Djuric. Allenatore: Palladino.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Tare incorona Inzaghi: “È simile ad un altro grandissimo allenatore”

Pubblicato

:

Igli Tare Lazio

L’ex direttore sportivo della Lazio, Igli Tare ha parlato ai microfoni di Radio Deejay, affrontando diversi temi. Tra questi, emergono le sue parole riguardanti il profilo di Simone Inzaghi, allenatore che ha avuto alla Lazio durante la sua lunga epopea da dirigente. Con i biancocelesti, l’attuale tecnico dell’Inter ha scritto pagine importanti della loro storia, conquistando tre coppe in cinque anni: una Coppa Italia nel 2018-2019 e due Supercoppe italiane nel 2017 e nel 2019. Inoltre, grazie al suo passato da giocatore con la Lazio, dove aveva già vinto sul campo le due predette competizioni nazionali, è diventato l’unico biancoceleste a vincere entrambi i trofei sia da calciatore che da tecnico. Senza dimenticare lo scudetto del 2000, che ha caratterizzato l’apoteosi della sua avventura laziale.

E proprio partendo dal suo passato nel calcio giocato Tare ha espresso un parere sull’attuale allenatore dell’Inter, per cui ha riservato un paragone di tutto rispetto: quello con Pep Guardiola. Di seguito, riveliamo le parole dell’ex DS della Lazio.

TARE SU INZAGHI: LE SUE DICHIARAZIONI

GUARDIOLA E INZAGHI –Già da giocatore si intravedeva qualcosa di speciale, lo stesso si poteva asserire su Guardiola: avevano qualcosa in più. Simone inganna apparentemente: è sempre solare, ma, in realtà, è molto profondo e cura ogni piccolo particolare. Lui parte dal primo minuto della mattina e arriva fino all’ultimo della sera, curando tutto in modo maniacale. Ha qualcosa in più rispetto agli altri nell’instaurare un rapporto con la squadra e a livello individuale”

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969