Connect with us

Calciomercato

Torino, senti Juric: ”Manca ancora qualcosa, il mercato è lungo”

Pubblicato

:

Juric Torino

Si è conclusa da pochi minuti la conferenza stampa del tecnico del Torino Juric alla vigilia della prima partita di campionato, che vedrà i granata affrontare il Monza.

SODDISFATTO DEL GRUPPO?

“Penso che la squadra sia incompleta a livello numerico. Sono contento per i nuovi arrivi comunque penso che l’andazzo sia quello dell’anno scorso: prendiamo giocatori sulla carta ottimi che hanno fatto fatica negli ultimi anni. Li prendiamo in prestito, come l’anno scorso. Ci auguriamo poi che i vari Radonjic, Vlasic, Miranchuk riescano a rendere bene e dare il suo contributo. Lo stesso vale per Lazaro. Manca ancora qualcosa, il mercato è lungo ma di certo è che i calciatori non sono figurine che arrivano e li metti subito”.

SUL MONZA?

”Ci aspetta una partita difficilissima, palleggiano bene, hanno il loro gioco. Mi aspetto una partita impegnativa, difficile. Non so come riusciamo a rispondere”.

SUL RAPPORTO CON VAGNATI

“Sono contentissimo della sua reazione, ho visto finalmente uno che vuole reagire e lottare. Spero che questa grinta la metta in situazioni dove serve alla squadra. A volte ho avuto la sensazione di trovare un muro di gomma e sono finalmente contento che abbia reagito”.

SUL PORTIERE

“Abbiamo valutato i due portieri alla pari e in questo momento andiamo su Vanja che sta facendo benissimo in ritiro e ha fatto bene anche in amichevole. Penso che sarà lui il titolare”.

SUL DIFENSORE

“Io vorrei fare solo l’allenatore, le caratteristiche del difensore che serve le deve conoscere il direttore. Io devo concentrarmi sul campo che è già tanto secondo me. Ci deve pensare Davide, poi ci sono momenti in cui intervento anche io, come nel caso di Vlasic“.

SULL’ADDIO DI BELOTTI

“Ci sono le difficoltà, poi pian piano miglioreremo. Andrea è una grande persone e ha ancora tanto da dare come giocatore, ha dato al Torino per tanti anni ma aveva bisogno di prendere un’altra strada ed è una scelta secondo me rispettabile”.

OBIETTIVO STAGIONALE

“Non ce l’ho, non so. L’anno scorso siamo arrivati decimi che è un buon risultato. Ma abbiamo perso 8 giocatori e sono tanti. Ho perso un fuoriclasse come Bremer e non so quali sono gli obiettivi, vedremo partita dopo partita”.

SOSTA MONDIALI, COSA NE PENSA?

”Abbiamo un periodo di 4 settimane che ti permette di lavorare bene. Non abbiamo fatto cose molto diverse rispetto agli altri anni, qualcosina l’abbiamo modificata. Abbiamo avuto un ritiro con tanti esperimenti, tante emergenze. Non è stato un ritiro che uno si aspetta, in cui può lavorare bene. Ma c’è un gruppo di giocatori che sta bene e vuole partire subito forte”.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Brambati non ha dubbi sull’Inter: “Responsabilità? Sono di una persona!”

Pubblicato

:

Napoli, l'Inter viene insidiata dagli azzurri per Timber

Come ogni martedì, a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è tornato a parlare col suo “Tackle” Massimo Brambati, ex calciatore del Bari. Si è soffermato in modo particolare sulla situazione dell’Inter.

SULLA NAZIONALE

Ogni volta che guardo la Nazionale penso alla mancata qualificazione ai Mondiali, che credo sia qualcosa di drammatico. La Federazione ha grandi responsabilità, mi ricordo dopo il mancato Mondiale di Russia ci fu una rifondazione. I giocatori forse hanno preso sotto gamba l’impegno dopo la vittoria dell’Europeo. Il mio rammarico è non vedere la Nazionale in un Mondiale. La qualità per passare con Svizzera e Macedonia ce l’avevamo. Non saprei a chi dare responsabilità oggi però.

SULL’INTER E ZHANG

Zhang è il maggior responsabile di tutta questa incertezza che avvolge l’Inter e l’allenatore. L’incertezza rende precaria la situazione di tutti, questo presidente non è mai stato chiaro, non lo è stato già ai tempi di Spalletti ma anche con Conte. Addirittura fece sognare Messi per poi andare ad elemosinare tre stipendi ai giocatori. La cessione continua a non avvenire e l’incertezza societaria si sta riflettendo su tecnico, staff, calciatori e ambiente. Scriteriato non cedere Skriniar al PSG, ora rischi seriamente di perderlo a zero. Con la cessione era possibile, se non Bremer, quantomeno arrivare a Milenkovic e incassare una buona cifra. Ha messo in difficoltà i suoi dirigenti così. Non si capiscono le sue intenzioni, è una situazione da chiarire. Quando ho letto il comunicato della Curva Nord, ho detto che mi associo”.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Lecce, Corvino: “Con Banda lavoro simile a Kvara”

Pubblicato

:

Ai microfoni di Radio Kiss Kiss, Pantaleo Corvino, direttore dell’area tecnica del Lecce, si è espresso su Federico Baschirotto e Lameck Banda, entrambi autori di un ottimo inizio di stagione con i giallorossi:

Avevo consigliato ad alcuni amici di puntare su Baschirotto e Banda al Fantacalcio prima dell’inizio della stagione. Quello su Banda è lo stesso lavoro che ha fatto il Napoli con Kvaratskhelia, è un lavoro di idee e non di portafoglio“.

Continua a leggere

Calciomercato

Torino, Bayeye andrà via a gennaio in prestito

Pubblicato

:

Juric

Arrivato in estate dal Catanzaro, il francese Brian Bayeye, terzino classe 2000, non ha ancora esordito in campionato con la maglia del Torino e potrebbe partire in prestito nella sessione invernale di calciomercato alla ricerca di maggiore spazio.

Stando a quanto riportato da TorinoGranata, Bayeye non ha convinto il tecnico del Toro, Ivan Juric e per lui si prospetta un’esperienza in prestito, probabilmente in Serie B.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Balotelli già scontento del Sion, ci prova una squadra italiana!

Pubblicato

:

Balotelli

Come riporta il Quotidiano Nazionale, non sarebbe sbocciato l’amore tra Balotelli e il Sion: comportamenti sopra le righe fuori dal campo e una concentrazione discutibile negli allenamenti. L’avventura di SuperMario in Svizzera potrebbe avere vita breve. In più, ci sarebbe una squadra italiana che avrebbe messo gli occhi su di lui pronta a sferrare il colpo nel mercato di gennaio.

IL CAGLIARI CI PROVA

Il Cagliari di Liverani avrebbe pensato a Balo. Per tentare la scalata verso la Serie A serve un colpo di mercato che magari possa fornire gol per aiutare la squadra a vincere le partite. Dal canto suo, il giocatore ha sempre il desiderio di tornare a giocare in Italia, e Cagliari potrebbe essere la piazza giusta per lui. La Serie B attuale vanta di un livello alto, con tanti ex campioni del mondo: vedi Buffon, Cannavaro, Pippo Inzaghi, Grosso. Questo potrebbe essere un elemento che attirerebbe l’attaccante. In Sardegna preparano la mossa.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969