Connect with us
Tornati per restare

La nostra prima pagina

Tornati per restare

Pubblicato

:

Tornare per restare

Il Frosinone ha centrato la seconda promozione della sua storia. Il purgatorio della Serie B è durato solamente due anni durante i quali, nonostante il fallimento dell’anno precedente, ha sempre stazionato nelle posizioni alte della classifica, mancando l’appuntamento con la promozione perdendo lo scontro ai playoff. La prima stagione dei canarini in Serie A è durata solo un anno, retrocedendo come penultima in classifica e totalizzando 31 punti in 38 partite. Incassato il fallimento della prima esperienza nel massimo campionato, ciò a cui punterà la società il prossimo anno, sarà quello di rimanere e non una semplice “toccata e fuga” come è accaduto il primo anno.

L’ago della bilancia tra la permanenza e la retrocessione, sarà il calciomercato coordinato dalla dirigenza attraverso l’acquisto di calciatori d’esperienza utili per fare il salto di qualità necessario.

La Squadra

La società ha deciso, giustamente, di confermare il proprio allenatore, Moreno Longo. La conferma del mister significa che la dirigenza vuole dare continuità a quanto di buono fatto fino adesso. Il modulo utilizzato da Longo è un classico 3-5-2, che in fase offensiva infoltisce il centrocampo sfruttando gli inserimenti dei centrocampisti centrali e degli esterni, mentre in fase difensiva, gli esterni si abbassano, diventando un 5-3-2 che chiude gli spazi di gioco negli ultimi 25 metri. Nel corso della stagione appena trascorsa, tra i pali della porta ciociara, si sono alternati Francesco Bardi (25 presenze) e Mauro Vigorito (17 presenze), nella prima parte di stagione ha giocato molto il portiere ex Inter, scivolando  in panchina successivamente nelle gerarchie e sorpassato da Vigorito. Nel reparto difensivo mister Longo ha spesso variato gli interpreti, in base al modulo utilizzato (in diverse sfide ha utilizzato il 4-2-3-1 o in altre il 3-4-1-2). La difesa titolare nelle ultime partite dei playoff è stata composta dalla coppia Krajnc-Terranova e il terzo di difesa occupato da Matteo Ciofani o Brighenti, alternandosi durante il campionato (quando si gioca a 4, invece, vengono utilizzati come terzini); anche se nel corso della stagione l’allenatore è riuscito a dare molto spazio a molti elementi della rosa, soprattutto nel reparto difensivo, con giocatori che hanno più di 30 presenze come Lorenzo Ariaudo.

Il folto centrocampo è rappresentato da 3 centrocampisti centrali e 2 esterni tutta fascia. I tre che hanno lavorato in mezzo nel corso del campionato sono stati Soddimo, Maiello e Mirko Gori, mentre gli esterni erano: Beghetto o Crivello a sinistra e a destra dalle rivelazioni Matteo Belvisi e Luca Matarese. Anche a centrocampo in base al match da affrontare Longo ha variato spesso la formazione e la disposizione dei suoi in mezzo al campo, facendo giocare giocatori d’esperienza come Sammarco o Frara, oppure in gare più dinamiche Chibsah e Koné.

L’attacco titolare nei Playoff era formato dal tandem Ciano-Dionisi, che successivamente si è rivelato vincente grazie alla loro imprevedibilità e la mancanza di punti di riferimento per le difese avversarie. Durante lo svolgimento della stagione Ciano e Dionisi hanno realizzato rispettivamente 14 e 10 gol in 41 e 35 presenze. Altri giocatori hanno totalizzato molte presenze durante il campionato risultando fondamentali per la promozione come: il bomber Daniel Ciofani (31 partite condite da ben 13 gol) e Nicola Citro (31 presenze con 4 gol all’attivo).

Il mercato

La dirigenza dei canarini non vuole farsi trovare impreparata per il nuovo campionato e ha già piazzato diversi colpi importanti, trattandone nel frattempo diversi altri.

La società gialloblù sa bene che una squadra che punta alla salvezza passa dalle reti subite, soprattutto contro le dirette concorrenti ed infatti ha acquistato a titolo temporaneo dall’Atalanta, Marco Sportiello. Il portiere la scorsa stagione l’ha giocata a Firenze con la maglia della Fiorentina, disputando un campionato tra luci e ombre facendo vedere spesso sprazzi di talento come in Roma-Fiorentina 0-2, dove ha tirato su una vera e propria saracinesca per gli attaccanti capitolini, passando però anche da errori grossolani come il gol dell’1-0 contro la Juventus prendendo gol su punizione non coprendo bene il suo palo. Il club ciociaro ha deciso di puntare sul suo profilo nella speranza di ritrovare il portiere che, qualche anno fa, aveva incantato con la maglia dell’Atalanta.

Per la retroguardia negli ultimi giorni ha ufficializzato Edoardo Goldaniga, in prestito dal Sassuolo. Il difensore classe ’93 può essere una pedina importante per la difesa di Moreno Longo, in quanto porta qualità ed esperienza di categoria. Per la fascia i leoni hanno deciso di acquistare da svincolato Christian Molinaro, esterno difensivo classe ’83, che ha giocato le ultime quattro stagioni nel Torino. Il terzino è un ottimo innesto per i ciociari, difatti grazie alla sua duttilità la squadra ciociara potrà sfruttare diverse alternative di modulo. Oltre a Molinaro e Goldaniga, il Frosinone ha confermato dal Cagliari il difensore centrale Krajnc, riscattato dopo la promozione in A, come pattuito ad inizio stagione con la squadra sarda. Intanto nelle ultime ore ha chiuso per Paolo Ghiglione dal Genoa, acquisto in prospettiva per il futuro.

A centrocampo, il direttore sportivo Marco Giannitti ha individuato in Lorenzo Crisetig il volto giusto per dar manforte al cervello della squadra. Il centrale di centrocampo arriva dal Bologna con la formula del prestito con diritto di riscatto, nella stagione appena terminata ha disputato appena 8 gare e sfrutterà il prestito per giocare con continuità e rilanciarsi.

In attacco la società non ha ancora ufficializzato nessun giocatore, ma sta lavorando per Perica, in forza all’Udinese. Il giocatore ha accettato la proposta della squadra ciociara che adesso deve trattare con la società friulana.

Le previsioni

L’obiettivo dichiarato dal club frusinate è decisamente la salvezza, testimoniato anche dal mercato low cost che sta attuando, attraverso l’acquisto di giocatori con la formula del prestito con diritto di riscatto. L’utilizzo di questa soluzione è spesso legata ai risultati sportivi sia del singolo, che della squadra, e probabilmente il riscatto verrà esercitato a obiettivo centrato. Ovviamente il mercato del Frosinone non si deve fermare qua, ma puntare a concludere ancora 2 o 3 acquisti che possano alzare il livello della squadra, in primis il reparto offensivo, perché l’eventuale arrivo di Perica non basterebbe a colmare il gap con le squadre già presenti nel massimo campionato.

Il mercato non è ancora terminato e i ciociari necessitano ancora di qualche rinforzo per provare a restare in Serie A.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Il ministro Abodi sul tema stadi: “Roma e Lazio andrebbero supportate”

Pubblicato

:

abodi roma lazio

ABODI ROMA LAZIO – L’utilizzo di capitali privati può essere una delle migliori soluzioni per uscire dall’empasse infrastrutture sportive in Italia. Ne ha parlato, nell’ambito di alcune interrogazioni parlamentari alla Camera, il ministro per lo Sport nel governo Meloni, Andrea Abodi. Di seguito, le sue dichiarazioni:

LE PAROLE DEL MINISTRO ABODI SUL TEMA STADI

SOLUZIONE AL TEMA STADI – “Il flusso di capitali privati può rappresentare una delle soluzioni più pratiche per il tema stadi. Nei casi di Roma e Lazio, vagliate tutte le implicazioni nella costruzione di loro impianti di proprietà, andrebbe incoraggiata e supportata, così come tutte le progettualità volte a migliore il parco stadi del Paese. In Italia si parla troppo spesso della sostenibilità del sistema sportivo senza considerare però che lo stesso si trova da troppo tempo ad affrontare problemi gravissimi in quest’ottica come quello delle strutture vecchie e inadeguate sotto il molteplice profilo della sostenibilità energetica e tecnologica, della accessibilità soprattutto in tema di disabilità e dimensione inclusiva“.

NUOVI STADI NELLA CAPITALE –  “La possibilità che a Roma coesistano quattro impianti? Ad oggi appare abbastanza remota. Faccio presente che esistono soluzioni che garantiscono un diverso utilizzo degli stadi che svolgono un ruolo ben più ampio come sede di aggregazione e di socialità“.

Continua a leggere

Flash News

Leao nel suo libro: “Ho rinnovato con il Milan perchè…”

Pubblicato

:

Rafael Leao, calciatore del Milan - Serie A, Coppa Italia, Champions League, Europa League

Rafael Leao domani a Milano presenterà il suo libro “Smile, la mia vita tra calcio, musica e moda”. Tuttomercatoweb ha riportato due brevi estratti del testo, riguardanti il calcio. In particolare, Leao ha spiegato i motivi legati alla sua permanenza al Milan, non di natura economica. Inoltre, il portoghese ha affrontato anche il tema del debito con lo Sporting Lisbona, che è stato un tema caldo degli ultimi anni.

GIOCARE PER IL MILAN – “Chiunque vorrebbe giocare nel Milan. Volevo rimanere per completare un periodo di crescita che avevo iniziato e per far vedere quanto ancora potevo dare come calciatore e come uomo. La vittoria dello scudetto mi aveva mostrato quanto era bello vincere come collettivo. Il mio rinnovo non è mai stato un tira e molla per questioni di soldi, come molti hanno detto e non avevo nemmeno dubbi sulla direzione tecnica che stava prendendo la squadra. C’è voluto un po’ di tempo, ma alla firma il mio pensiero è stato chiaro: non è un patto economico, ma un patto d’amore”.

IL DEBITO CON LO SPORTING – “Per la legge italiana ora sono finalmente libero dal mio debito. Devo ringraziare anche il Milan, che in quel periodo così difficile mio è sempre stato molto vicino. Devo ringraziare certamente Giorgio Furlani. È una grande persona, ci parliamo spesso; lui cerca sempre di parlarmi in portoghese. La sua presenza e il suo supporto costante mi aiutano a vincere dentro e fuori dal campo, oltre che a crescere come persona. Stessa cosa devo dire di Gerry Cardinale: ogni volta che mi vede parliamo e si vede che lui mi vuole bene e vuole che resti al Milan”.

Continua a leggere

Flash News

Dove vedere il GP del Bahrain di Formula 1 in tv e streaming

Pubblicato

:

test Dove vedere il GP del Bahrain

DOVE VEDERE IL GP DEL BAHRAIN DI FORMULA 1 IN TV E STREAMING – Dopo tanta attesa, torna finalmente la Formula 1 per la sua stagione numero 75. Ad aprire la competizione sarà la ventesima edizione del Gran Premio del Bahrain, che si correrà sul Bahrain International Circuit a Sakhir.

Dopo solo tre giornate di test sulla pista di Sakhir in Bahrain, siamo vicini all’inizio della competizione. I test hanno lasciato delle tracce importanti: Red Bull ancora avanti, ma la Ferrari ha sicuramente una macchina migliore rispetto allo scorso anno.

GP DEL BAHRAIN: PERCHÈ DI SABATO? 

DOVE VEDERE IL GP DEL BAHRAIN DI FORMULA 1 IN TV E STREAMING – Il GP del Bahrain si correrà di sabato, un giorno prima rispetto a quando solitamente sono previste le gare. Il motivo è legato al regolamento FIA, il quale impone che tra due gare debbano esserci almeno sette giorni di pausa. Il GP del Bahrain ha infatti dovuto anticipare di un giorno tutto il programma, in osservanza del Ramadan che inizierà il 10 marzo, giorno in cui si sarebbe dovuto svolgere il GP d’Arabia Saudita.

Ecco perché, considerando che in Arabia si sarebbe dovuto cominciare un giorno prima, anche in Bahrain si è stati costretti ad anticipare, in modo che la gara si fosse potuta disputare 7 giorni prima del GP d’Arabia.

DOVE VEDERE IL GP DEL BAHRAIN DI FORMULA 1 IN TV E STREAMING

DOVE VEDERE IL GP DEL BAHRAIN DI FORMULA 1 IN TV E STREAMINGIl Gran Premio del Bahrain 2024 sarà visibile in esclusiva su Sky Sport F1. In alternativa, gli appassionati potranno rivedere qualifiche e gara in differita su TV8. Di seguito, riportiamo il calendario completo.

DOVE VEDERE IL GP DEL BAHRAIN DI FORMULA 1 IN TV E STREAMING – GLI ORARI DI SKY SPORT

Giovedì 29/02/2024

-Ore 12:30 Prove Libere 1 (Sky Sport F1)

-Ore 16:00 Prove Libere 2 (Sky Sport F1)

Venerdì 1/03/2024

-Ore 13:30 Prove Libere 3 (Sky Sport F1)

-Ore 17:00 Qualifiche (Sky Sport F1)

Sabato 2/03/2024

-Ore 16:00 Gara (Sky Sport F1)

DOVE VEDERE IL GP DEL BAHRAIN DI FORMULA 1 IN TV E STREAMING – GLI ORARI DI TV8

Venerdì 1/03/2024

-Ore 21:00 Qualifiche (TV8 in differita)

Sabato 02/03/2024

-Ore 21:00 Gara (TV8 in differita)

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Haaland-De Bruyne show, 5 gol e 4 assist al Luton Town in FA CUP

Pubblicato

:

haaland de bruyne luton manchester city

HAALAND DE BRUYNE – Il Manchester City, questa sera, ha asfaltato con un netto 2-6 il Luton Town negli ottavi di finale di FA Cup: in questo risultato c’è la firma dei due uomini simbolo della squadra allenata da Pep Guardiola, ovvero il centrocampista Kevin De Bruyne e il centravanti Erling Haaland. I due, che in questa stagione non hanno brillato quanto negli ultimi anni a causa di qualche infortunio di troppo, questa sera si sono letteralmente superati con due prestazioni da urlo.

LUTON TOWN-MANCHESTER CITY, LA CRONACA: HAALAND E DE BRUYNE DA URLO

Il norvegese ex Borussia Dortmund, infatti, ha segnato ben cinque reti e tutte nei primi sessanta minuti di gioco: di questi cinque centri, i primi quattro sono arrivati grazie al passaggio vincente del trequartista belga ex Wolfsburg, che dunque si è preso la scena con gli assist. La gara la sblocca proprio Haaland al 3′, poi i gol dello 0-2 e dello 0-3 arrivano rispettivamente al 18′ e al 40′. A cavallo tra primo e secondo, prima al 45′ poi al 52′, c’è un altro giocatore che si prende la scena, ma non è del City: si tratta del centrocampista del Luton Clark, che sigla una doppietta che sveglia gli uomini di Guardiola.

I 3 gol segnati non bastano per stare tranquilli, così Haaland al 55′ trova la quarta rete della sua fantastica serata. Assist? Ovviamente di De Bruyne, che arriva anch’esso a quota 4 e decide di fermarsi qui. Se il belga abbassa i ritmi, il norvegese non ci pensa nemmeno e al 58′ – questa volta servito da Bernardo Silva -, fa 2-5 e chiude la partita. Al 72′, nel finale, c’è spazio anche per il sesto gol del City, firmato dall’ex Inter Kovacic. Gli azzurri di Manchester, dunque, archiviano così la pratica Luton Town e raggiungono i quarti di finale di FA Cup.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969