Dove trovarci

Tre anni dopo la tragedia, la Chapecoense retrocede

Oggi, 28 novembre 2019, non è affatto un giorno facile per i tifosi della Chapecoense. Esattamente tre anni fa avveniva il tragico incidente aereo in cui persero la vita 71 persone, tra giocatori e staff. Il volo era diretto in Colombia, dove la Chape avrebbe dovuto affrontare l’Atletico Nacional, per la finale di Copa Sudamericana. Solo in sei, tra cui tre calciatori, riuscirono a sopravvivere al terribile disastro.

All’anniversario della tragedia, si aggiunge un’altra disgrazia per la squadra di Chapecò, anch’essa estremamente dura da digerire. La sconfitta casalinga di ieri contro il Botafogo ha infatti sancito la retrocessione in serie B, con addirittura tre giornate di anticipo.

L’allenatore Marquinhos a fine partita, sconsolato, ha chiesto scusa a tutti i tifosi, ma si è detto fiducioso per il futuro della Chape, che, dopo averne passate tante, ha il forte obiettivo di risorgere.

“Le persone che lavorano qui sono grandi professionisti. È la ricostruzione della vera Chapecoense, questo è ciò che sento.”

Lo sguardo è dunque già orientato al futuro. Certo è che la Chapecoense ha dimostrato di essere estremamente determinata, essendo capace di ottenere buoni risultati anche a seguito di un dramma totale, come testimonia l’ottavo posto raggiunto nel 2017.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Twitter Chapecoense @ChapecoenseReal)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News