Connect with us

Flash News

Chelsea, arriva subito un premio per Tuchel

Pubblicato

:

Thomas Tuchel, allenatore del Chelsea, si è aggiudicato il premio Barclays Manager of the Month per il mese di marzo.

 

Arrivato sulla panchina dei Blues negli ultimi giorni di gennaio, ha decisamente migliorato le sorti del club. Prestazioni convincenti e continuità di risultati hanno permesso al tedesco di ricevere questo meritato riconoscimento.

Sono davvero felice di aver ricevuto questo premio e credo che sia un grande risultato per tutto il club e per tutti quelli che sono coinvolti nel mettere insieme la squadra per giocare ogni settimana.  Il premio non sarebbe stato possibile se non fosse stato per il duro lavoro di tutto il mio staff tecnico e del team che mi supporta e lavora per portare la squadra verso il successo. Voglio infine ringraziare i giocatori per il loro duro lavoro e il loro impegno. Speriamo di poter continuare questa corsa fino a fine stagione

CAMBIAMENTI

Dopo le difficoltà di Frank Lampard, dovute alla poca esperienza e alle eccessive pressioni mediatiche, il patron Roman Abramovič ha scelto di affidarsi alle idee di Thomas Tuchel.  I risultati poco esaltanti e un gioco poco efficace, in seguito alla faraonica campagna acquisti estiva (Kai Havertz, Timo Werner, Ben Chilwell, Hakim Ziyech, Edouard Mendy, Thiago Silva), hanno convinto il patron russo a cambiare gestione tecnica.

tuchel

Fonte dell’immagine: profilo instagram del Chelsea

Thomas Tuchel era reduce dal clamoroso esonero al Paris Saint Germain. Un esonero tanto improvviso quanto inaspettato, considerando che proprio lui, poco più di tre mesi prima, aveva portato i parigini a giocarsi la finale di Champions contro il Bayern Monaco. Le sue qualità che hanno convinto Abramovič ad optare per il cambiamento sono la capacità di far giocare bene le squadre, e la capacità di gestire con diligenza un corposo organico formato da tanti fuoriclasse.

IDEE AL SERVIZIO DELLA SQUADRA

In soli due mesi il mister ha cambiato radicalmente il volto del Chelsea. La prima scelta è stata quella di cambiare il modulo. Il precedente 4-2-3-1 di Lampard non permetteva ai calciatori di esprimersi al meglio. La difficoltà percepita era la difficile coesistenza di parecchi giocatori, soprattutto quelli offensivi. La palla circolava poco e i giocatori più tecnici non riuscivano a mettere in difficoltà le difese avversarie. L’idea con la quale si è presentato Tuchel è quella di rinunciare ad uno dei tre trequartisti ed inserire un difensore per giocare con una difesa a tre. Quella che poteva sembrare una scelta attendista e rinunciataria si è rivelata proprio la chiave che ha sbloccato il gioco dei Blues.

MODIFICHE TATTICHE

I difensori centrali (Thiago Silva, Rudiger, Azpilicueta, Christensen, Zouma) permettono al Chelsea di alzare il baricentro di gioco, garantendo anche una certa solidità. I terzini (James, Chilwell, Marcos Alonso, Emerson Palmieri, Odoi) diventano degli esterni di centrocampo. La loro qualità si rivela importante per velocizzare la manovra nella costruzione. La fluidità di gioco che ne deriva permette loro di tirare spesso in porta e di concludere le azioni. Inoltre aumentano anche le possibilità di sfidare il difensore avversario nell’uno contro uno.

Fondamentale è il lavoro svolto dai due centrocampisti centrali. Imprescindibile Kantè per l’interdizione e per il dinamismo. Importantissimi Jorginho e Kovacic per le geometrie e per il ritmo. L’attaccante centrale è accompagnato da due trequartisti (Pulisic, Mount, Ziyech, Havertz), ai quali è garantita una certa libertà di movimento. Svolgendo meno compiti difensivi hanno la possibilità giocare maggiormente in prossimità dell’area avversaria. La produzione offensiva della squadra aumenta insieme alla loro pericolosità.  I movimenti dei centrocampisti centrali, le sovrapposizioni degli esterni, un palleggio veloce e le varie rotazioni hanno il fine di rendere gli attaccanti (Werner, Giroud, Abraham) letali in zona gol.

Fonte foto: profilo Instagram Chelsea

La qualità di gioco raggiunta è stata anche accompagnata da ottimi risultati. Finora il suo Chelsea è imbattuto. In campionato è in piena corsa Champions. Prestigiose le vittorie contro Tottenham, Liverpool ed Everton. In Champions ha eliminato il pericoloso Atletico Madrid, mostrandosi superiore su tutti i piani. I prossimi match saranno decisivi. Da non perdere la sfida con il Porto in Champions, e la semifinale di FA CUP contro il Manchester City.

Fonte dell’immagine in evidenza: profilo Twitter Chelsea

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Futuro di Radu all’estero? Due club francesi su di lui

Pubblicato

:

Radu

In seguito al caro errore della scorsa stagione in Bologna-Inter, Radu ha cercato il riscatto alla Cremonese. L’avvio di tale esperienza è stato frenetico: buone prestazioni, caratterizzate da ottimi interventi, sono macchiate dal clamoroso errore alla prima giornata che ha regalato la vittoria alla Fiorentina. Alvini spese parole d’elogio nei suoi confronti, ma negli ultimi giorni di calciomercato la Cremonese ha acquisito in prestito Carnesecchi.

Complice un infortunio di Radu, le gerarchie tra i pali sono cambiati, ed il giovane portiere cresciuto nell’Atalanta ha ottenuto la titolarità. Con ogni probabilità l’esperienza in prestito alla Cremonese del portiere rumeno si concluderà a gennaio.

Tuttavia, il ritorno di Radu all‘Inter sarà solamente di passaggio. Infatti, la società nerazzurra è già al lavoro per trovargli una nuova sistemazione. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, l’estremo difensore è seguito particolarmente in Ligue 1. Al momento, le due squadre maggiormente interessate sono Saint Etienne e Stade de Reims. 

Continua a leggere

Flash News

Del Piero apre alla Juventus: “Ho ancora casa a Torino..”

Pubblicato

:

Del Piero

Gli improvvisi avvenimenti capitati ieri sera hanno enormemente sorpreso l’intera tifoseria juventina e tutti gli appassionati di calcio. Le clamorose dimissioni di Andrea Agnelli e dell’intero Consiglio d’Amministrazione rappresentano una svolta epocale per la Vecchia Signora. 

Gli interrogativi riguardo la situazione sono molteplici, al momento i dubbi sul futuro bianconero sono ancora tanti. Il sogno di moltissimi tifosi della Juventus è il ritorno di Alessandro Del Piero in società. Ieri sera, lo storico capitano bianconero ha rilasciato queste dichiarazioni a beIN:

“Tornare in Italia per aiutare la Juventus? Non so quale sia il piano ma conosco molto bene la società. Ho ancora una casa a Torino…”.

Continua a leggere

Calciomercato

Roma-Shomurodov, Monza e Torino fiutano il colpo!

Pubblicato

:

Shomurodov

Anche a Mondiale in corso c’è spazio per il calciomercato, e questa volta c’entra la Roma di Mourinho impegnata nella tournèe giapponese.

Secondo quanto riportato da TuttoMercatoWeb, i giallorossi non sono disposti a cedere in prestito l’attaccante Eldor Shomurodov, bensì si potrebbe incanalare una trattativa solo qualora si parlasse di cessione definitiva.

Tuttavia l’ex-Genoa ha catturato l’interesse di Monza Torino che hanno chiesto informazioni sullo stesso calciatore.

Shomurodov è sempre più lontano nelle gerarchie del tecnico portoghese, complici le sole 6 presenze in SerieA con nessuna rete all’attivo, mentre è riuscito a sbloccarsi in Europa League in casa del Ludogorets.

Continua a leggere

Flash News

Italia, Mancini. “Il Mondiale senza noi non è lo stesso!”

Pubblicato

:

Mancini

In questa serata Mondiale c’è anche un pò di Italia, grazie alla presenza di Roberto Mancini agli studi Rai, il quale ha fatto il punto della situazione su ciò che abbiamo visto in questo Qatarr 2022 fino ad ora.

“Finora il bel gioco si è visto, ma è complicato proporlo. Perdere la prima gara rischia di mandarti fuori subito. Per questo non si prendono rischi, c’è più tensione e meno spettacolo.
È un mondiale strano, con le Nazionali che sono arrivate senza preparazione. Questo è uno dei motivi per il quale non c’è molto bel gioco: probabilmente arriverà nel corso del torneo. Con cinque giorni di preparazione si riesce a fare davvero poco. Quanto fa male l’assenza dell’Italia in questo Mondiale? Non abbiamo vinto le due gare che avremmo dovuto vincere. È un grande dispiacere, ma speriamo che sia d’aiuto. Anche perché il Mondiale senza l’Italia non è un Mondiale. Abbiamo fatto bene con la vittoria dell’Europeo dove non eravamo la squadra più forte. Abbiamo il record di gare senza sconfitte. Poi c’è stato l’inghippo con la Svizzera dove meritavamo di vincere. Abbiamo commesso degli errori che ci sono costati troppo cari”

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969