Connect with us
I big match di gennaio in Europa

Bundesliga

Tutti i principali big match di gennaio in Europa

Pubblicato

:

Pagelle Sampdoria Napoli

TUTTI I PRINCIPALI BIG MATCH DI GENNAIO – Dopo la pausa per il Mondiale del Qatar, che molti hanno sgradito per la particolarità del periodo, a gennaio i campionati si riprenderanno la scena principale. Tra Italia, Inghilterra, Spagna, Germania e Francia saranno ben 16 i principali big match che presenterà il primo mese del 2023.

È arrivata l’ora di aprire il menù prima di quella che si preannuncia un’autentica abbuffata che ci farà dimenticare l’astinenza dal campionato.

INTER-NAPOLI (4 GENNAIO, ORE 20:45)

Il 2023 del grande calcio si apre alla Scala del Calcio con il primo snodo cruciale della Serie A 2022/23. I nerazzurri con un successo potrebbero riaprire il campionato, i partenopei invece con i tre punti farebbero un ulteriore passo in direzione Scudetto.

CHELSEA-MAN CITY (5 GENNAIO, ORE 21:00)

La lotta per il titolo in Premier League si incrocia con la corsa alla zona Champions, in una sfida che due stagioni fa è stata la gara che ha assegnato la Coppa dalle grandi orecchie. I Blues a Stamford Bridge, in campionato, non battono i ragazzi di Guardiola dal 2020: ce la faranno stavolta?

MILAN-ROMA (8 GENNAIO, ORE 20:45)

Dopo la Befana si torna sul campo di San Siro per un altro grande appuntamento del calcio italiano. L’ultima vittoria della Roma contro il Milan risale all’ottobre 2019, a Milano invece il segno 2 manca dal 2017. Leao e compagni però non vogliono rallentare la corsa per il tricolore.

MAN CITY-CHELSEA (8 GENNAIO, ORE 17:30)

A distanza di tre giorni dalla gara di campionato, Citizens e Blues si sfidano in FA Cup. L’ultimo precedente nella competizione questa volta sorride ai londinesi: nel 2021, in semifinale, Ziyech firmò l’1-0 decisivo.

ATLETICO MADRID-BARCELLONA (8 GENNAIO, ORE 21:00)

L’8 gennaio si apre anche il 2023 dei big match in Spagna con una sfida di filosofie. I Colchoneros in classifica portano uno scarto di 11 punti dai blaugrana, primi in classifica. Quindi, un match cruciale per la lotta per il titolo.

NAPOLI-JUVENTUS (13 GENNAIO, ORE 20:45)

Ancora Napoli protagonista, che questa volta aprirà le porte del Maradona per altro match importante, nonchè molto atteso. La Juventus, nonostante il momento difficile, è rientrata tra le prime della classe e questa gara sarà significativa per il futuro del campionato.

MAN UNITED-MAN CITY (14 GENNAIO, ORE 13:30)

Il calendario particolarmente impegnativo del City prevede anche il derby con lo United, all’Old Trafford. A ottobre è arrivata una netta vittoria dei Citizens (6-3), ma i Red Devils sono in ripresa e dopo la gara d’andata hanno perso solo una volta in campionato. Sarà un derby tutto da gustarsi.

TOTTENHAM-ARSENAL (15 GENNAIO, ORE 17:30)

Dal derby di Manchester al derby del Nord di Londra. L’Arsenal quest’anno vola e non si ferma, perciò i ragazzi di Conte, nel proprio stadio, non possono proprio permettersi di sbagliare, se vogliono ancora vivere sogni di gloria.

MILAN-INTER (18 GENNAIO, ORE 21:00)

Il derby di Milano è stata la partita copertina del calcio italiano negli ultimi due anni. I fatti dicono che le due milanesi sono le squadre più forti al momento, non a caso il Milan è Campione d’Italia e l’Inter la vincitrice dell’ultima Coppa Italia e a Riad si contenderanno la Supercoppa.

MAN CITY-TOTTENHAM (19 GENNAIO, ORE 21:00)

A settembre la morte della Regina Elisabetta aveva fatto saltare il primo round della sfida tra Guardiola e Conte, che si recupera in un gennaio infernale. L’anno scorso il tecnico salentino all’Etihad riuscì a battere Pep: Haaland questa volta si opporrà all’assalto degli Spurs?

LIPSIA-BAYERN MONACO (20 GENNAIO, ORE 20:30)

La Bundesliga riparte solo dopo metà gennaio, ma lo farà con uno dei match più importanti degli ultimi anni. Va detto però che il Lipsia, nonostante le buone stagioni disputate, ha fatto sempre fatica a battere i bavaresi: non ci riesce dal 2018. Chissà che ora non interrompa il digiuno.

LIVERPOOL-CHELSEA (21 GENNAIO, ORE 13:30)

Ad Anfield il 21 gennaio si giocherà un’altra sfida cruciale, questa però per la zona Champions. Liverpool e Chelsea sono entrambe attardate e difficilmente potrebbero accontentarsi di un pari, motivo per cui ci si attende un match spettacolare.

ARSENAL-MAN UNITED (22 GENNAIO, ORE 17:30)

Gennaio regala anche il duello tra due allenatori cresciuti con Pep Guardiola. All’andata ebbero la meglio i Red Devils, ma è anche vero che lo United all’Emirates, in Premier League, non vince dal lontano 2 dicembre 2017. I Gunners non vogliono interrompere la striscia di imbattibilità proprio quest’anno.

LAZIO-MILAN (24 GENNAIO, ORE 20:45)

Dopo San Siro e il Maradona, anche l’Olimpico di Roma sarà teatro di un big match a gennaio. Le due squadre oggi sono staccate solo di tre punti, sarà difficile dire come arriveranno al 24 gennaio, ma si attende una gara molto combattuta, d’altronde nessuno vuole perdere punti in un periodo in cui non ci sono le Coppe.

MARSIGLIA-MONACO (28 GENNAIO, ORE 21:00)

In Marsiglia-Monaco ci sono 17 titoli di Francia, 9 da una parte e 8 dall’altra. Al momento l’OM è terzo a meno quattro dal secondo posto, mentre i biancorossi sono tre punti sotto, al quinto posto. Quello del Velodrome sarà dunque uno scontro diretto per un piazzamento Champions.

NAPOLI-ROMA (29 GENNAIO, ORE 20:45)

All’andata un lampo di Osimhen frantumò in mille pezzi l’equilibrio: il 29 gennaio sarà ancora il nigeriano decisivo o Abraham riuscirà a prendersi la rivincita? Magari a fine partita, all’esterno dello stadio, si rincontreranno e ne parleranno, come due amici al campetto, come il 23 ottobre scorso.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bundesliga

Le parole del nuovo DS del Bayern Eberl: “Sono alla ricerca del nuovo mister, punteremo su Tel”

Pubblicato

:

Eberl Bayern Monaco

LE PAROLE DEL NUOVO DS DEL BAYERN EBERL – C’è aria di rivoluzione in quel di Monaco di Baviera. Il club, da un decennio al vertice della Bundesliga, con tutta probabilità cederà lo scettro al Bayer Leverkusen alla fine della stagione corrente. Anche per quanto riguarda la Champions League, uno dei pochi modi per risollevare un’annata fallimentare, vede i bavaresi con un piede fuori dalla competizione. Infatti, la modesta Lazio ha sconfitto il colosso tedesco per 1-0 nel match di andata degli ottavi, e si presenterà a difendere con le unghie e con i denti il vantaggio all’Allianz Arena. Tutte queste componenti hanno influito nella decisione di separarsi al termine della stagione dall’attuale tecnico Thomas Tuchel.

Sarà compito di Max Eberl, il nuovo DS del Bayern Monaco, trovare il profilo più adeguato per sostituire Tuchel e riportare il club ai vecchi fasti. Interpellato da Sky Sport Deutschland, Eberl ha esposto il prototipo dell’allenatore tipo che cerca, e ha ribadito anche la fiducia al talentino Mathys Tel.

LE PAROLE DI EBERL

NUOVO MISTER – Dovrà adattarsi agli standard del club e anche allinearsi con me e Freund. Abbiamo Tel, Musiala… Il Real Madrid è riuscito a integrare giocatori come Camavinga in un centrocampo con Kroos e Modric. Anche noi abbiamo bisogno di un allenatore così. Dovrebbe essere in grado di parlare tedesco e inglese. I candidati ci sono. Dovrebbe essere possibile vincere titoli consentendo allo stesso tempo lo sviluppo. Ho anche trovato giocatori che sono diventati delle star solo sei mesi dopo”.

VALUTAZIONE CANDIDATI – “Un tecnico ha una voce importante con i giocatori. Dobbiamo trovare l’allenatore giusto per il Bayern Monaco. Ci sono candidati ancora sotto contratto e ci sono candidati liberi. Comincio adesso, mentre Christoph ha 6 mesi di vantaggio. Guarderemo la squadra, ci saranno partenze e arrivi, ma per prima cosa bisognerà trovare l’allenatore giusto e selezionare i giocatori con lui. Le carte verranno rimescolate”.

XABI ALONSO – “Quando ero al ‘Gladbach mi rifiutò perché disse che era ancora troppo presto. Tuttavia, ciò non consente per ora di trarre alcuna conclusione. Non voglio commentare i nomi per ora”.

TEL – “La squadra del Bayern è sempre stata eccezionale. È ancora eccellente adesso, con molta qualità e potenziale. La nostra filosofia è reclutare giocatori che portino al successo, che potrebbero essere tra le migliori star in futuro, cercheremo di trovare altre stelle. Ovviamente però serviranno anche giocatori di punta come Mathys Tel“.

RAPPORTO CON LA SQUADRA – Christoph Freund sarà per me un partner estremamente importante. Vogliamo costruire una squadra con valore di riconoscimento e identificazione. Non voglio rinunciare alla stagione, ci sono ancora troppi punti per questo. Starò molto con l’allenatore, voglio festeggiare i titoli. È importante il rapporto con l’allenatore e con la squadra. Parlerò spesso con loro”.

Continua a leggere

Bundesliga

I dirigenti del Bayern Monaco chiariscono il futuro di Alphonso Davies

Pubblicato

:

Davies

Il Bayern Monaco sta cercando in questo periodo di trattenere a tutti i costi il proprio terzino sinistro, Alphonso Davies. Il contratto del classe 2000 difatti scadrà nel 2025. Proprio per questo motivo, i bavaresi vogliono trovare un modo per impedire al canadese di lasciare il club, in quanto negli anni si è dimostrato uno dei giocatori più importanti della rosa. Tuttavia, pare che Davies abbia già un accordo con il Real Madrid per la prossima estate.

I dirigenti del Bayern Monaco, Jan-Christian Dreesen (amministratore delegato) e Max Eberl, hanno voluto chiare la situazione ai microfoni di Sky Sport Deutschland.

LE DICHIARAZIONI DI DREESEN E EBERL SU ALPPHONSO DAVIES

FUTURO DAVIES –Naturalmente un giocatore come lui è uno che ha fatto ottimi progressi sia sulla velocità, ma anche sul carattere. Siamo in trattativa con il suo agente, Christoph è coinvolto in questa vicenda. Cercheremo di proseguire la conversazione e la trattativa, dopodiché prenderemo una decisione. Non vogliamo perdere però nessun calciatore a parametro zero”.

Il club tedesco non ha nessuna intenzione di perdere a parametro zero un giocatore di enorme valore come Alphonso Davies. Nelle prossime settimane ci saranno aggiornamenti sulla questione e la società cercherà di trovare un accordo con il canadese.

Continua a leggere

Bundesliga

Bayern, Löw si autoesclude: “Vorrei una nazionale per i prossimi mondiali”

Pubblicato

:

Low

Sono tantissimi i nomi correlati alla panchina del Bayern Monaco che si separerà ufficialmente dall’attuale allenatore, Thomas Tuchel a fine stagione. È BILD la testata che sta cercando più di tutti di portare aggiornamenti sul futuro del club campione in carica di Germania. Tra i tantissimi nomi si è parlato anche di Joachim Löw, famosissimo ex CT della nazionale tedesca. A quanto pare, il Bayern non si è mai interessato a lui e tantomeno c’è mai stato desiderio da parte di Joachim di allenare i bavaresi.

BAYERN-LÖW: AMORE IMPOSSIBILE 

È stato proprio Löw a smentire tutte le voci in maniera abbastanza fredda, facendo capire a tutti che da parte sua non c’è mai stato interesse nella panchina del Bayern e da parte loro non c’è stato alcun interesse. L’ex CT della Germania non allena un club da 20 anni. Fu l’Austria Vienna l’ultimo club guidato da Löw. Dal 2004, entrò a far parte dello staff di Jurgen Klinsmann. Dopo i mondiali casalinghi del 2006 e la fine dell’avventura di Klinsmann come commissario tecnico, fu proprio Löw a ricoprire l’incarico. Joachim fu la guida dei tedeschi dal 2006 al 2020, portando a casa il tanto sognato Mondiale nel 2014 ed una Confederations Cup nel 2017. Dopo Euro 2020, Löw si è preso una pausa.

Ecco le sue parole per BILD: “Non sono interessati a me e nemmeno io lo sono ad andare lì. Il mio obiettivo sono i Mondiali del 2026 e ciò che voglio è allenare una nazionale”.
Apparentemente c’è ancora desiderio di allenare da parte di Löw, ma l’idea è quella di rimanere nell’ambito delle nazionali e di cercare di competere per il Mondiale del 2026.

Continua a leggere

Bundesliga

Kane e Luka Romero da urlo, Dionisi verso l’addio – Rassegna social

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969