Connect with us

La nostra prima pagina

Udinese-Atalanta, le pagelle: Muriel ispirato, Deulofeu toglie le castagne dal fuoco

Pubblicato

:

Deulofeu

Finisce in parità il sorprendente scontro al vertice che ha offerto la 9ª giornata di questa Serie A tra Atalanta e Udinese. È la squadra di Gasperini a prendere in mano la partita limitando i bianconeri con una grande aggressività. Poi la gara si sblocca grazie alla qualità di Koopmeiners, che lancia verso la porta avversaria Muriel, il quale al 36′ serve Lookman per l’1-0. Il colombiano poi conquista e trasforma un calcio di rigore a inizio ripresa.

Così escono i due marcatori nerazzurri, entrano Samardzic e Arslan e la partita cambia. La squadra di Sottil riesce ancora una volta a recuperare nel risultato prima con una punizione di Deulofeu e poi con un colpo di testa di Perez.

LE PAGELLE DELL’UDINESE

Silvestri 6: un po’ insicuro a fine primo tempo su una punizione di Koopmeiners, ma non ha colpe sui gol.

Perez 7: le sue sventagliate a inizio azione creano buone possibilità offensive, poi si mette in proprio firmando il 2-2 di testa e salvando dietro i suoi al 83′ in anticipo.

Bijol 5.5: soffre un Muriel in stato di grazia, però con un giallo preso dopo 8 minuti poteva anche andar peggio.

Ebosse 5.5: da quella parte Lookman lo mette in grande difficoltà e se lo perde anche in occasione del gol. Respira un po’ solo quando l’ex Leicester esce.

Pereyra 7: anche quando l’Udinese fatica non è mai sotto il proprio livello e fa anche buona guardia su Maehle. Poi quando i suoi alzano il baricentro fa sentire non poco la sua qualità. (86′ Ehizibue s.v.)

Lovric 5.5: cresce con il passare dei minuti, ha qualche buono spunto, ma non è nulla che incida sul corso della gara (59′ Samardzic 7: come a Verona, cambia ancora la gara con la sua classe. Contando su subentranti di questa qualità è più facile riagguntare le partite).

Walace 6.5: il faro del centrocampo bianconero, anche quando non riesce a impostare si distingue comunque per aggressività in fase di non possesso. È il giocatore ad aver recuperato più palloni di tutti (12).

Makengo 5: dalla sua parte l’Udinese fa fatica, anche perchè lui è piuttosto impreciso. (59′ Arslan 6.5: come quello di Samardzic, anche il suo ingresso in campo dà maggiore verve offensiva ai bianconeri. Uno dei giocatori maggiormente migliorati dalla cura Sottil. Mezzo voto in meno perchè poteva far meglio sulla palla gol nel recupero).

Udogie 5.5: irriconoscibile nel primo tempo, non fa mai la differenza, e commette anche il fallo da rigore a inizio ripresa. Poi trascinato dalla carica della squadra diventa più propositivo, gli viene anche ribattuto un tiro a pochi metri dalla porta, ma la sua prova rimane insufficiente.

Beto 5: si muove di qua e di là, vuole provare a incidere, ma viene molto ben limitato dai centrali avversari e di fatto non vede palla. (65′ Success 6: è meno riferimento di Beto e compie un buon lavoro per la squadra).

Deulofeu 7.5: fatica nella prima frazione, non riesce a trovare le trame di gioco che desidera, quasi si innervosisce. Poi in tasca trova la chiave per aprire la porta nerazzurra: questa non è l’assist, è la punizione. Poi è geniale a servire Pereyra nell’azione del 2-2. I fuoriclasse sanno togliere le castagne dal fuoco, come ha fatto lui oggi.

LE PAGELLE DELL’ATALANTA

Sportiello 6: inoperoso per larghi tratti di match, nulla può sulle due reti dei bianconeri.

Okoli 7: anticipa, chiude tutto, controlla, limita avversari pericolosi come Beto e innesca anche un bel duello con Success. Sbaglia nulla o quasi, è già un leader della retroguardia nerazzurra.

Demiral 5.5: contiene abbastanza bene Beto, ma ha responsabilità sull’incornata di Perez dell’2-2.

Scalvini 6: perde qualche pallone all’inizio, poi cresce con il passare dei minuti e tutto sommato fa una buona prova. (87′ Ruggeri s.v.)

Hateboer 6: il cliente sulla sua fascia è di quelli scomodi, ma non lo soffre con una buona prova difensiva. Ha avuto anche l’occasione per colpire a inizio ripresa, con poca fortuna e precisione.

De Roon 6: è fondamentale in questa squadra, sempre bravo a sporcare le azioni avversarie.

Koopmeiners 7.5: dispensa qualità in qualsiasi posizione di campo, anche nei pressi della propria porta, da dove fa partire un lancio di pregevole fattura che Muriel raccoglie prima di servire Lookman per l’1-0.

Maehle 5: perde tanti palloni pericolosi e non riesce a incidere neanche in fase offensiva. (79′ Soppy s.v.).

Pasalic 6: bravo in copertura su Walace, non permettendogli di impostare facilmente l’azione. Cala un po’ nella ripresa. (79′ Ederson s.v.).

Lookman 7: offre un cioccolatino a Muriel al 15′, è preciso pure quando deve scartarlo su invito del colombiano battendo Silvestri. Dà un’altra bella palla a Maehle a inizio ripresa. Quando arriva in area avversaria è un pericolo costante. (65′ Malinovskyi 5.5: non incide quanto il giocatore che gli lascia il posto, solo qualche timida iniziativa).

Muriel 7.5: ispirato, soprattutto in fase di rifinitura. Mostra sicurezza giocando la palla con morbidezza. Poi, dagli ultimi 11 metri, tira una botta decisa all’angolino. Sa cambiare modalità quando vuole. Assist e gol, uno dei migliori. (65′ Hojlund 5.5: entra quando la partita la prende in mano l’Udinese e non riesce a essere pericoloso in avanti).

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Zielinski preoccupa il Napoli, futuro in bilico per il polacco

Pubblicato

:

Napoli

L’edizione odierna de Il Mattino fa preoccupare i tifosi del Napoli. Il contratto di Zielinski scadrà nel 2024 e prossimamente cominceranno le trattative per arrivare al rinnovo. Esiste però un rischio, molto alto, che l’entourage del polacco possa avanzare una richiesta proibitiva.

LA SITUAZIONE

Già quest’estate il centrocampista è stato vicino all’addio, sembrava tutto fatto con il West Ham ma la richiesta di ingaggio è stata ritenuta troppo alta dagli inglesi. Se Zielinski dovesse fare le stesse richieste al Napoli, 5 milioni di euro a stagione, il rischio è che non si possa trovare un’intesa è molto alto.

A quel punto l’ipotesi di un addio in estate prenderebbe piede, in modo da non lasciarlo partire a zero nell’estate successiva. Il Napoli attende di iniziare le trattative, può succedere di tutto.

Continua a leggere

Flash News

Allegri e Cherubini volevano lasciare la Juve: il retroscena dopo lo shock del CdA

Pubblicato

:

Allegri

Continuano ad emergere nuovi dettagli e retroscena dopo lo shock delle dimissioni del CdA della Juventus. L’ultimo in ordine di tempo vede protagonisti Massimiliano Allegri e Federico Cherubini, che secondo la Gazzetta dello Sport volevano rassegnare le dimissioni dopo la fuga dell’ormai ex CdA bianconero.

A quel punto sarebbe intervenuto direttamente John Elkann, che avrebbe ribadito ad entrambi la centralità che avranno anche nel prossimo futuro della Juventus, poiché anche se con protagonisti diversi in dirigenza, il lavoro sul lato sportivo non vedrà cambiamenti o ridimensionamenti.

Dunque si proseguirà con Allegri, che nella serata di ieri sarebbe stato a cena con Andrea Agnelli, il quale avrebbe chiesto all’allenatore toscano di proseguire e di portare a casa un trofeo a fine stagione.

Il prossimo obiettivo della Juve ora è il raduno alla Continassa del 6 dicembre, quando i giocatori che non hanno preso parte al Mondiale in Qatar si ritroveranno per preparare al meglio la ripresa della Serie A.

Continua a leggere

Flash News

L’Inter certifica l’aumento dei ricavi e prosegue la ricerca del nuovo main sponsor

Pubblicato

:

Inter

Il Consiglio di Amministrazione dell’Inter avvenuto ieri certifica l’aumento dei ricavi societari, anche se con un “ma”. Ovvero i mancati introiti di Digitalbits.

Secondo il Corriere dello Sport, l’accordo prevedeva 16 milioni che avrebbero già dovuti essere versati nelle casse nerazzurre come prime due rate di un totale di 24 milioni complessivi per la stagione. Nonstante questi mancati ingressi, il CdA ha registrato un aumento del 31% dei ricavi, che mostrano la bontà del lavoro commerciale svolto dall’Inter. In ogni caso la società ha fatto sapere che si avvarrà di ogni mezzo per tutelare i propri interessi e diritti per far valere gli accordi presi e non rispettati con Digitalbits.

NUOVO SPONSOR

Nel frattempo procede la ricerca di un nuovo main sponsor, che secondo alcune indiscrezioni porterebbero ad HiSense, sponsor anche del Mondiale in Qatar.

Continua a leggere

Flash News

Murillo sveglia la Sampdoria: “I tifosi hanno ragione, dobbiamo dare di più”

Pubblicato

:

Stankovic

Campionato fin qui da dimenticare per la Sampdoria, penutima con soli 6 punti, a 7 punti dallo Spezia che occupa l’ultima casella utile per la permanenza in Serie A. La situazione della squadra di Stankovic è fotografata anche dai numeri, che vedono la differenza reti dei blucerchiati ad un impietoso -21, la peggiore di tutto il campionato.

LA CARICA DI MURILLO:

La ripresa post Mondiale della rincorsa alla salvezza dovrà avere un altro ritmo, e a suonare la carica a tutto l’ambiente della Sampdoria ci pensa Jeison Murillo, in un’intervista al Secolo XIX:

Comincia un nuovo percorso. In campo dovremo trovarci come una famiglia, siamo tutti sulla stessa barca, per cambiare rotta dobbiamo lavorare molto forte. Ognuno sa di doversi guardare allo specchio, di dover lavorare e dare di più di quanto fatto. I tifosi sono arrabbiati e hanno ragione, ci hanno sempre sostenuto e noi siamo finiti sempre più dietro. Ma dobbiamo essere positivi, tornare in campo e lottare per il club. Abbiamo 40 giorni, dobbiamo sfruttare al massimo ogni allenamento“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969