Dove trovarci

UFFICIALE: addio alla fascia da capitano personalizzata

La Lega Calcio ha ufficializzato il divieto assoluto dell’utilizzo in tutte le sue competizioni ufficiali di qualsiasi modifica all’uniforme di gioco, compresa la fascia da capitano. Dopo i casi De Rossi e Gomez della prima giornata, i quali hanno volontariamente ignorato la nuova normativa, la Lega ha così deciso di mettere il tutto nero su bianco e inserire sanzioni nel caso di violazione di quest’ultima.

L’articolo 11 del regolamento ora prevede una apposita postilla sulla fascia da capitano.

Il capitano, in ciascuna delle gare delle competizioni organizzate dalla Lega, deve portare, quale segno distintivo, esclusivamente una fascia fornita dalla stessa Lega. La Lega si riserva la facoltà, in occasione di eventi speciali, di proporre la realizzazione di fasce da capitano celebrative.

Dopo aver scagionato i capitani di Roma e Atalanta nella prima giornata, la Lega prosegue con l’articolo 13 con il quale si riversa di avvisare gli eventuali trasgressori, e sulla fascia e sull’intera divisa di gioco.

La Lega disporrà rigorosi ed assidui controlli in occasione delle gare ufficiali. Tali controlli avranno lo scopo di verificare, tra l’altro, se le divise di gioco utilizzate siano conformi a quelle depositate e autorizzate. In caso di violazioni al regolamento, la Lega e i direttori di gara segnaleranno ai competenti organi di giustizia sportiva le società di appartenenza.

Molto probabilmente la Lega Calcio si è sentita scavalcata dal capitano giallorosso Daniele De Rossi e da quello bergamasco Alejandro Gomez che nonostante gli avvertimenti hanno preferito comunque indossare i loro marchi sulle rispettive fasce. Considerato che nella seconda giornata gli imputati si troveranno faccia a faccia, i massimi esponenti del nostro calcio si sono sentiti in dovere di formalizzare tali postille nel regolamento per evitare un tale smacco di ritrovarsi due “trasghessori” nella stessa partita.

 

Tale regola non è nuova nel mondo del calcio, infatti in Champions League, oltre alla fascia da capitano regolare, vi è l’obbligo di indossarne una di ufficio, uniforme per qualsiasi formazione. La fascia internazionale è giallo fluorescente con il simbolo della UEFA e il motto “RESPECT” della confederazione. La nuova fascia di Serie A riprende quella europea: sarà infatti bianca uniforme, con i bordi blu, rappresentante il simbolo della competizione (Serie A, Serie B, Coppa Italia, ecc..) e la scritta a caratteri cubitali “CAPITANO”.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News