Connect with us
Ultim'ora: Platini e Blatter, il processo si mette male...

Flash News

Ultim’ora: Platini e Blatter, il processo si mette male…

Pubblicato

:

platini

Secondo quanto riportato dal quotidiano francese l’Equipe, il corpo giudiziario svizzero avrebbe preso la sua decisione: Platini e Blatter sono stati rinviato a giudizio.

IL PROCESSO

L’MPC (il Ministero della giustizia svizzero), avrebbe preso la decisione in seguito alle accuse rivolte ai due uomini lo scorso agosto. Questo martedì, il Ministero ha confermato la propria decisione di rinvio a giudizio. La decisione finale spetterà però al Tribunale federale di Bellinzona, che deve prendere in considerazione l’atto di accusa e procedere con le misure legali nel caso si presenti il bisogno di un processo.

LE ACCUSE

Le accuse contro Platini e Blatter, in generale, riguardano i 2 milioni di franchi (1.8 milioni di euro) versati per dei “lavori effettuati tra gennaio 1999 e giugno 2002 da Platini”, secondo il fascicolo federale. La procedura penale contro Blatter, nel caso, sarebbe motivata da accuse di frode, gestione sleale dei propri affari e sostegno di fatti falsi e non accaduti. Le medesime accuse sarebbero mosse contro Platini, reo di complicità con gli affari di Blatter. Platini, in sua difesa, ha sempre dichiarato che il denaro ricevuto gli era dovuto per le sue cariche di consigliere sportivo all’interno di varie federazioni. E recentemente, Platini affermato che la principale federazione in questione è proprio la FIFA, in debito con il francese per un un saldo salariale. Ma la versione di Platini non ha convinto, almeno per il momento, gli svizzeri: chissà che nell’attesa del processo non si sviluppino clamorosi retroscena.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Europa League

Il Rennes di Bourigeaud prova l’impresa, ma il Milan accede agli ottavi di EL: il resoconto del match

Pubblicato

:

Milan-Rennes

RESOCONTO RENNES-MILAN – Rennes-Milan è stata una formalità sofferta, considerando il risultato di 3-0 in favore dei rossoneri, maturato in occasione della gara d’andataSan Siro. Benché i transalpini abbiano tentato di sfruttare le ridottissime possibilità di rimonta, il distacco di risultato era troppo ampio, e il risultato finale di 3-2 non è stato sufficiente. Di seguito riportato il resoconto di Milan-Rennes.

RESOCONTO RENNES-MILAN: IL PRIMO TEMPO

La prima frazione di gioco si sviluppa con grande velocità e intensità. Da un lato, il Rennes pressa e spinge con insistenza per cercare di indirizzare sin da subito il match a proprio favore; dall’altro, il Milan si difende e cerca di sfruttare gli spazi concessi dalla difesa avversaria, dedita maggiormente alla fase offensiva. In particolare, Rafael Leao approfitta di queste opportunità grazie alle sue falcate, ma senza impensierire. Al contrario, les Rouges et Noires schiacciano i rossoneri all’interno della propria area di rigore e cercano il vantaggio, ottenuto grazie a una conclusione radente di Bourigeaud al 10′. A questo punto, la speranza e la spinta del pubblico aumentano notevolmente, ma Maignan si oppone in più occasioni al raddoppio avversario.

Riprendendo il discorso degli spazi liberi lasciati dalla difesa transalpina, i meneghini riescono a sfruttarli definitivamente al 22′, quando l’asse Theo-Jovic porta il parziale sull‘1-1. In seguito a questa situazione, i ritmi della partita si abbassano notevolmente e la prima frazione si conclude nella tranquillità più totale.

RESOCONTO RENNES-MILAN: IL SECONDO TEMPO

Entrambe le squadre scendono in campo sull’onda del ritmo lento e blando degli ultimi minuti del primo tempo. Pertanto, il gioco è costruito con tranquillità da entrambe le squadre e la fase di pressing è ridotta al minimo. Fra le azioni da segnalare, vi è senza dubbio il grande errore sotto porta di Leao in apertura di frazione, incantato da Mandanda. Così come nel primo tempo, è il Rennes a passare nuovamente in vantaggio. L’artefice è sempre Bourigeaud, che in questo caso trasforma il calcio di rigore valido per il 2-1 al 54′, in seguito a un fallo ingenuo commesso da Kjaer. Neanche il tempo di tornare in vantaggio, che il Diavolo ristabilisce nuovamente la parità sul 2-2 al 57′per merito di un bravo e fortunato Leao, capace di timbrare il cartellino dopo l’ennesimo tentativo.

Per la terza volta nel corso della gara, però, i francesi passano in vantaggio, nuovamente da sviluppi di penalty. Pertanto, Bourigeaud realizza la tripletta personale al 68′, valida per il 3-2, dopo un tocco di mano in area di Jovic. I padroni di casa, dunque, si gettano alla disperata ricerca del gol. Mister Stephan le prova tutte, adottando anche un modulo insolito come il 2-4-4, che non dà, però, i risultati sperati. Nonostante la vittoria interna, però, il Rennes esce dalla competizione. Al contrario il Milan, nonostante la sconfitta, passa grazie al risultato totale.

LE POSSIBILI AVVERSARIE DEL MILAN

Il Milan ha strappato il pass per gli ottavi di finale di Europa League, competizione mai vinta nell’intera storia del club. In attesa dell’esito dei sorteggi, in programma domani, sono 7 le possibili compagini che incroceranno la propria campagna europea con i rossoneri. Scendendo nei particolari, 3 fra queste appartengono alla Premier League, e si tratta di West Ham, Brighton Liverpool. Restando in Gran Bretagna, un’altra possibile avversaria è il Rangers. Inoltre, non è da escludere l’accoppiamento con il Villarreal, prima classificata nel girone del Rennes, così come il Bayer Leverkusen, dominante in Bundesliga. Infine, altra possibile avversaria è lo  Slavia Praga, leader del girone della Roma.

Continua a leggere

Europa League

De Rossi nel pre-partita: “Se non abbiamo coraggio oggi con lo stadio pieno…”

Pubblicato

:

De Rossi

Il tecnico della Roma Daniele De Rossi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport nel pre-partita della sfida contro il Feyenoord. I giallorossi non sono andati oltre il pareggio in Olanda e devono vincere per accedere agli ottavi di finale di Europa League. All’andata un gol di Lukaku ha permesso alla Roma di mettere le cose a posto, dopo la rete del vantaggio di Paixão per il Feyenoord. L’Olimpico sarà ancora una volta tutto esaurito, per provare a caricare i propri beniamini verso una qualificazione al prossimo turno.

LE DICHIARAZIONI DI DE ROSSI

APPROCCIO“Noi vogliamo sempre un approccio simile: andando a prendere i nostri avversari e di mantenere la palla al punto giusto quando la recuperiamo, per poi andare a fare male”.

GIMENEZ DAL PRIMO MINUTO“Cambia qualcosa, anche perché hanno messo Nieuwkoop davanti. Hanno alzato la qualità“.

POSSIBILI SOLUZIONI“Le soluzioni diventano tattiche diventano tante quando ci sono tanti giocatori. Siamo quasi tutti, così ho più scelte”.

OLIMPICO TUTTO ESAURITO“Se non abbiamo coraggio in casa con lo stadio pieno, abbiamo sbagliato qualcosa nel nostro lavoro. Oggi è uno di quelle partite che uno rosica nel non giocarle: sarà bello comunque vederla da un altro punto di vista“.

Continua a leggere

Champions League

Arnautovic fa gioire i tifosi nerazzurri e non solo: uno scommettitore ha vinto 50mila euro

Pubblicato

:

Arnautovic, giocatore dell'Inter e Samuel Lino, giocatore dell'Atletico Madrid, La Liga Serie A, Coppa Italia, Champions League

L’Inter è riuscita a battere l’Atletico Madrid nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. A decidere la sfida è stata una rete di Marko Arnautovic che, nonostante una prestazione tutt’altro che positiva, è riuscito a segnare il gol vittoria. L’austriaco, entrato all’intervallo per sostituire Thuram, aveva da poco sprecato due occasioni nitide per fare 1-0, prima di portare avanti i nerazzurri. Un gol che ha fatto esplodere di gioia tutti i tifosi dell’Inter in giro per il mondo e non solo. C’è infatti uno scommettitore di Forlì che è riuscito a portare a casa quasi 50mila euro grazie alla rete dell’attaccante nerazzurro.

I DETTAGLI DELLA SCOMMESSA

Il 52enne aveva scommesso appena 2,15 euro su una schedina con 16 partite all’attivo, di cui quindici fisse (senza segni X) e una doppia chance per Cittadella-Parma. Per vincere mancava una sola partita, quella dell’Inter, e serviva la vittoria dei nerazzurri. Successo che è arrivato grazie alla rete di Arnautovic al minuto 79, che avrà probabilmente fatto esultare lo scommettitore. Il valore esatto della vincita è di  49.072,16 euro, un valore elevatissimo per una scommessa di appena 2,15 euro. Un gol quello dell’austriaco che ha fatto esultare non solo i tantissimi tifosi dell’Inter, ma anche questo particolare tifoso da casa.

Continua a leggere

Euro 2024

Il CT Rossi sull’Europeo: “Francia favorita, per l’Ungheria aspettative esagerate”

Pubblicato

:

Ungheria

IL CT ROSSI SULL’EUROPEO – L’Ungheria ormai è una Nazionale considerata in modo assodato tra le più interessanti nel presente. E no, non stiamo parlando della pallamano, dove i magiari sono ai vertici da parecchi anni. Si fa riferimento al calcio, lo sport nazionale, ma che dopo il fiorente periodo di Ferenc Puskas e compagni era caduto nell’anonimato. Mancava il talento necessario per tenere il passo delle più blasonate formazioni, che nel frattempo collezionavano trofei a iosa. Poi, in un normale giorno del 2018, arriva il nuovo CT, Marco Rossi, proveniente dalla Nazione che, ironia della sorte, presenta la stessa bandiera ma inclinata di 90 gradi. Quasi nessuno avrebbe pronosticato quello che di lì a poco avrebbe raggiunto il tecnico piemontese. Una totale rinascita, coronata con la recente qualificazione ai prossimi Europei, che si svolgeranno in Germania.

Proprio di questo ha parlato Rossi in un’intervista per TMW, toccando le aspirazioni della sua Ungheria e dando un personale pronostico sulla vincitrice:

ASPETTATIVE – “Quando si parla di dare il massimo e di fare bella figura è perché si deve rappresentare al meglio l’Ungheria. Adesso è cresciuta tantissimo l’aspettativa nel Paese, che prima era maggiormente legata ai fasti del passato. Oggi è basata sui successi recenti, ma credo che sia anche un po’ esagerata. Dobbiamo stare con i piedi per terra, sappiamo chi siamo, sappiamo che siamo in ascesa, ma dobbiamo e possiamo migliorare molto.

GIRONE – Il girone non è semplice: conosciamo la forza della Germania, l’affidabilità della Svizzera e poi c’è la Scozia che è una mina vagante e una selezione in ascesa con giocatori di livello. Faremo del nostro meglio, ma sarà difficile superare il gruppo. In Ungheria si pensa che perlomeno si debba superare il gruppo”.

FAVORITE – Francia favorita? Sulla carta direi di sì, vedo una lotta serrata con l’Inghilterra, che ha una squadra di tutto rispetto. Non dimentichiamoci mai del Portogallo e poi menziono anche la Germania, che sta facendo fatica, si è rinnovata, ma Nagelsmann è un profilo che non ha bisogno di presentazioni. Le individualità ci sono, se troveranno un minimo di quadratura, visto che giocano anche in casa, andranno avanti. Infine l’Italia che, soprattutto quando non è tra le favorite, riesce a dare il meglio di sé e può essere una outsider per la vittoria finale“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969