Connect with us

Generico

Un tranquillo weekend di Motorsport

Pubblicato

:

Sebastian Vettel è in vena di capolavori. Dopo la vittoria in Australia ancora un altro numero da circo con 37 giri filati sulle gomme soft. Mossa nata in maniera fortuita (più o meno come quella di Melbourne) dopo il disastro occorso con il secondo pit stop di Raikkonen quando il finlandeseha trovato il semaforo verde per ripartire nonostante la posteriore sinistra attardata nel cambio. L’addetto alla pistola è stato investito riportando a quanto pare una frattura di tibia e perone. Quasi grottesca l’immagine della monoposto n°7 con 3 supersoft ed una soft ancora montata fermo davanti ai box Red Bull. Dopo l’episodio è stato ordinato al tedesco di rimanere in pista con le soft montate al 19° giro. Trentasette giri con le “gialle” sono un’enormità, soprattutto senza aver testato una distanza così lunga durante le libere ma con una guida pulita ed il vantaggio accumulato in precedenza Vettel ha resistito agli assalti di Bottas durante le battute finali. Scaltra la difesa ad inizio ultimo giro lasciando la linea ideale convergendo verso il centro quel tanto che basta per togliere spazio al finlandese in staccata. Hamilton, partito nono con 5 posizioni di penalità per aver sostituito il cambio, ha completato il podio. Weekend nero per le Red Bull con Ricciardo e Verstappen fermate da forature nei primissimi giri. Eccellente Gasly quarto, a seguire Magnussen, Hulkenberg, Alonso, Vandoorne, Ericsson ed Ocon a completare i primi 10.

Due su due quindi le vittorie della Ferrari quest’anno, 50 punti per Vettel in attesa del prossimo GP in Cina. Dai primissimi due Gran Premi possiamo trarre qualche indicazione per il futuro. La “rossa” al momento sembra essere una macchina veloce ed equilibrata, gentile con le gomme ed efficiente nella gestione delle risorse. Troppo particolari però gli eventi che hanno caratterizzato le vittorie per poter definire una scala di valori con le controparti argentate. Soprattutto considerando la natura stradale del tracciato di Melbourne e l’inizio dello scorso campionato che, almeno a livello scaramantico, dovrebbero tenere alta la guardia.

https://www.youtube.com/watch?v=FJOUP_YIqJ0

Termas de Rio Hondo tormentatissimo ancora prima di partire per le MotoGP. La cessata pioggia mette in guardia tutta la griglia che a 5 minuti dall’inizio entra per mettere le gomme slick con il solo Miller in griglia (che aveva già scelto le gomme da asciutto). Dopo minuti di caos, si arriva ad un compromesso con l’australiano davanti di uno schieramento rispetto a tutti gli altri. Al resto ci pensa un Marc Marquez troppo sopra le righe. Nell’ordine: spegne la moto in schieramento e si prende un Ride Through per guida contromano partendo comunque idalla griglia piuttosto che dalla classica corsia box, nella foga di riprendere i primi entra con troppa irruenza su Aleix Espargaro e, a pochi chilometri dalla fine, su Valentino Rossi. Finisce diciottesimo dopo un altro fittizio Ride Through di penalità. Davanti la vittoria se la prende Cal Crutchlow (primo in classifica), sempre in palla in situazioni complicate a livello meteo. Buon secondo Zarco, al limite nel contatto che manda Pedrosa per le lande. Rins ottimo terzo, a lungo in battaglia con Miller per la prima posizione, una bella battaglia fatta di staccate al limite e spesso anche oltre. L’australiano, penalizzato dal caos iniziale, finisce comunque quarto con la Pramac che avrebbe giustamente qualcosa da recriminare sulla gestione di tutta la situazione creatasi in partenza. Dovizioso capisce l’andazzo della gara dopo i primi giri e si limita a portare la sua Ducati ufficiale al traguardo, ottenendo comunque un risultato positivo. Gara quindi estremamente complicata su tutti i fronti, incerta fino all’ultimo.

https://www.youtube.com/watch?v=uD1owm8WNVI

Le due classi regine del Motorsport hanno regalato sicuramente tanta incertezza e molti spunti sui quali riflettere per il futuro dei due campionati. Due weekend contrassegnati da errori marchiani e sprazzi di talento eccezionali, polemiche e stranezze come non si vedevano da tanto.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Flash News

Il Barcellona è pronto a farsi avanti per Martinelli dell’Arsenal

Pubblicato

:

Il Barcellona sta preparando il colpo di gennaio per assicurare a Xavi un nuovo innesto in zona offensiva.

Il nome è quello di Gabriel Martinelli, attualmente in forza all’Arsenal. Il giovane talento brasiliano sta partecipando al mondiale in Qatar con la nazionale verdeoro e si sta mostrando una valida alternativa la davanti nonostante gli svariati fuoriclasse che ha il Brasile in attacco.

Per il classe 2001 questo è l’anno dell’esplosione definitiva, al momento in Premier League ha già collezionato 5 gol e 2 assist in 14 partite, ovvero la sua squadra parte 1-0 una partita su due.

Potrebbe quindi essere il profilo giusto per il Barcellona attualmente primo in classifica e con un’Europa League da vincere a tutti i costi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969