Connect with us

Generico

Una finale tinta d’azzurro

Pubblicato

:

Questa sera, ore 21:00, ci sarà la finale dei mondiali di calcio.

Immaginiamo per un momento che l’Italia sia giunta in finale dopo un tortuoso cammino iniziato nel girone e proseguito nel corso della fase ad eliminazione diretta, trovandosi ora davanti ad un avversario che ha superato senza difficoltà le fasi precedenti e si affaccia alla finale conscio della propria forza. Abbiamo provato, visto lo status di imbattibilità che caratterizza la nazionale di Mancini nel 2019, a disegnare un’ipotetica convocazione di 23 giocatori, per la finale mondiale di questa sera. Un esercizio figlio di un’estate caratterizzata dai colori della Nazionale ad ogni latitudine: dalle ragazze guidate da Barbara Bonansea, fino agli azzurri di Mancini, la Nazionale sta attraversando un periodo di rinascita, testimoniato dal grande percorso compiuto dall’Under 20 ai mondiali di categoria e dall’esordio stellare dell’Under 21 a Bologna all’Europeo casalingo.

Fonte immagine: profilo ufficiale della nazionale

CERTEZZE GRANITICHE

Partendo necessariamente da quanto costruito da Roberto Mancini nelle dodici partite in cui ha guidato la Nazionale ottenendo 7 vittorie, 3 pareggi e due sole sconfitte, non è possibile prescindere da Gianluigi Donnarumma. Il diretto erede di Buffon e titolare del Milan da diverse stagioni, è il designato per difendere la porta della Nazionale dopo l’addio dell’ex giocatore bianconero. Alle sue spalle, Salvatore Sirigu, autore di una stagione eccellente nel Torino, e Alex Meret, titolare di un Napoli che quest’anno ha dovuto far fronte a diversi infortuni e che oggi difende da titolare i pali dell’Under 21. La difesa, nuovo punto di forza ricostruito da Roberto Mancini (otto goal subiti in dodici partite, di cui uno nelle ultime sette), vede in Giorgio Chiellini, Bonucci e Romagnoli tre certezze che si alternano nella difesa a quattro disegnata dal CT, mentre al loro fianco Florenzi è un fattore a cui non è possibile rinunciare. Per coprire gli altri quattro posti rimasti, Acerbi è il nome che ci sentiamo di fare per completare il pacchetto di difensori centrali a disposizione viste le grandi stagioni disputate negli ultimi anni con le maglie di Sassuolo prima e Lazio poi, mentre sulle fasce la scelta ricade sull’evoluzione di Biraghi e sulla duttilità di De Sciglio. Per l’ottavo slot Armando Izzo potrebbe essere l’indiziato numero uno, in quanto in grado di disimpegnarsi in più ruoli della difesa a tre e in grado di ricoprire ogni comparto della difesa a quattro.

Fonte immagine: profilo social ufficiale del giocatore

QUALITÀ AL POTERE

È a centrocampo che la nuova Nazionale basa la sua evoluzione dell’ultimo anno: se in attacco i 20 goal in 12 gare (di cui 11 solo nel 2019) hanno restituito agli azzurri le certezze offensive che mancavano da tempo, ecco che la luce del gioco e della ricerca continua di un possesso della palla e del campo che non sia fine a se stesso proviene dal centrocampo rivoluzionato dal commissario tecnico. Verratti, Barella e Jorginho sono i tre pilastri di una mediana di qualità assoluta, con Pellegrini, oggi titolare nell’Under 21 che punta alla conquista dell’Europeo casalingo, prima alternativa al trio sopracitato. Insieme a loro, la gioventù giallorossa di Cristante e l’esperienza di Federico Bernardeschi, leader tecnico ed emotivo assoluto di questa nazionale. Il modulo utilizzato fino a questo momento, quel 4-3-3 di stampo manciniano, favorisce in maniera indiscutibile le caratteristiche di tutti i centrocampisti prescelti, nonostante la rinuncia a Bonaventura, incursore perfetto per tale sistema di gioco.

Fonte immagine: profilo ufficiale Instagram del calciatore

ALLA CACCIA DEL GOAL

La finalizzazione è poi affidata ad un reparto che storicamente ha inciso sulla storia del nostro calcio: dopo le punte centrali di peso e stazza fisica imponenti, i numeri dieci che un tempo agivano sulla trequarti si sono trasformati in goleador trasfigurandosi nell’immagine di Lorenzo Insigne. Il numero dieci ha modificato il proprio gioco diventando una seconda punta in grado di segnare molti goal e di decidere le gare grazie alla responsabilità assunta con l’ufficializzazione del numero di maglia, con al suo fianco Federico Chiesa, autore di una doppietta nella gara inaugurale dell’Europeo contro la Spagna Under 21 e talento indiscusso della nostra penisola. Con loro, Ciro Immobile rappresenta la punta moderna che associa forza fisica e qualità tecnica alla ricerca costante del goal, mentre Matteo Politano proverà a portare quell’imprevedibilità necessaria ad una costruzione offensiva varia e duttile. Capitolo a parte per Fabio Quagliarella: vista la grandissima stagione appena conclusa, il capitano della Sampdoria porterebbe al gruppo quell’esperienza e quella maturità decisive in una partita di tale spessore. L’ultimo posto sarà occupato da Mario Balotelli, concentrato di qualità ed esperienza impossibile da lasciare fuori da una partita di questo livello.

Fonte immagine: profilo ufficiale del calciatore

I GRANDI ESCLUSI

Molti sono però i grandi esclusi da simili scelte, a causa di un talento diffuso nella penisola che ha portato la Nazionale ad una sana competizione interna che ne ha aumentato il tasso tecnico e qualitativo. In porta, ad esempio, Alessio Cragno e Andrea Consigli non hanno trovato posto tra i convocati semplicemente perché il numero di portieri all’altezza è incredibilmente alto. In difesa, nessuno dei giovani centrali a disposizione di Di Biagio è riuscito a strappare una convocazione: Mancini, Bonifazi e Bastoni guarderanno il mondiale da casa, mentre Caldara ha perso il treno a causa dei troppi infortuni che ne hanno limitato l’esplosione al Milan e, di conseguenza, in maglia azzurra. Capitolo a parte per gli infortuni: Conti e Bonaventura, due colonne ipotetiche della nazionale, hanno combattuto nelle ultime due stagioni con gravi infortuni che ne hanno limitato le apparizioni e abbassato la qualità delle prestazioni. Per questo, e non per altro, non faranno parte della spedizione azzurra in finale. A centrocampo Sensi e Gagliardini, insieme a Benassi, hanno lasciato il posto al più duttile Bryan Cristante, centrocampista in grado di disimpegnarsi in più ruoli e perfetto compagno di reparto di Pellegrini.

Fonte immagine: profilo Instagram ufficiale del calciatore

In attacco l’assenza che più si fa sentire è quella di Andrea Belotti: ad oggi, purtroppo, autore di una stagione al di sotto degli standard a cui ha abituato, anche se le sue caratteristiche potrebbero servire ad una Nazionale alla caccia del titolo mondiale. Escluso anche Stephan El Shaarawy che, nonostante la grandissima stagione appena trascorsa paga lo scotto dovuto alla duttilità e alla tempra di Bernardeschi e Chiesa, capaci di trasformarsi in terzini all’occasione e di ribaltare il fronte affermandosi in campo come ali offensive. Lasciati fuori dai 23 anche i giovani protagonisti di Under 20 e Under 21: Davide Calabria, Nicolò Zaniolo, Patrick Cutrone e Moise Kean comporranno la spina dorsale della nuova generazione azzurra, in vista dei successivi impegni internazionali. L’ultima menzione per Daniele De Rossi, il grande leader di una nazionale che guarda al futuro: nel caso in cui si giocasse la finale questa sera non daremmo per certa l’esclusione del centrocampista ex Roma.

Fonte immagine: profilo ufficiale del calciatore

 

(Fonte immagine di copertina: profilo ufficiale della squadra)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere

Generico

Gabbiadini verso il ritorno in campo: le ultime

Pubblicato

:

Gabbiadini

Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria, è uno dei grandi attesi ritorni dalla tifoseria blucerchiata. Con una sola rete all’attivo, il 31enne non sembra aver mai recuperato al 100% dopo il grave infortunio al crociato.

Nonostante le assenze rimediate prima della sosta di Qatar 2022, l’attaccante originario di Calcinate in questa prima parte di campionato si è rivelato fondamentale in occasioni importanti. Ricorderete sicuramente il gol che ha siglato contro la Lazio per acciuffare il pareggio importante. In quindici giornate però è un po’ poco ed i dubbi legati al numero 23 si sono fatti sempre più insistenti, intrinsechi all’altalenante condizione fisica.

Il ritiro di questi giorni della compagine blucerchiata sarà fondamentale per capire se l’attaccante potrà essere impiegato con costanza per tutti i novanta minuti. Tra una seduta d’allenamento e l’altra, Gabbiadini punterebbe ad una maglia da titolare in occasione di  Sassuolo-Sampdoria.

Continua a leggere

Generico

Le partite del giorno – Mercoledì 7 dicembre 2022

Pubblicato

:

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – SERIE B

Ore 20:30 Ternana-Cagliari (Sky/DAZN)

AMICHEVOLI INTERNAZIONALI

Ore 18:00 Fiorentina-Always Ready (DAZN)

Ore 18:00 Inter-Salisburgo (pagina FB Inter)

Ore 18:45 Antalyaspor-Napoli (Sky)

 

Continua a leggere

Flash News

Spalletti: “Per noi sarà un vantaggio lavorare durante la sosta”

Pubblicato

:

Napoli

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli durante un’intervista rilasciata alla stampa turca dal ritiro di Antalya, ha parlato della sosta che sta coinvolgendo anche il campionato di Serie A: “In momenti come questi, squadre come la nostra hanno l’opportunità di lavorare in modo più dettagliato. Non puoi andare sempre forte per tutto il tempo. La pausa offrirà l’opportunità di lavorare sui dettagli. Siamo molto contenti della forma che abbiamo raggiunto. Sarà un grande vantaggio per una squadra come la nostra poter lavorare e mantenere le nostre prestazioni in questo periodo. Abbiamo iniziato molto bene la stagione. è stato un vantaggio aver iniziato bene, abbiamo in squadra calciatori giovani molto forti. Abbiamo grande qualità ma abbiamo anche dei punti deboli.

Quindi mi congratulo con i miei giocatori per l’ottimo inizio. Faremo del nostro meglio per continuare così“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969