Connect with us
Una nuova Galassia: Young Real

Generico

Una nuova Galassia: Young Real

Pubblicato

:

Succede a un tratto nella storia di tutti i grandi club che si debba rifondare: i grandi giocatori che hanno aiutato a vincere tanto invecchiano e le loro prestazioni non potranno garantire un futuro fatto di altrettante vittorie, e altri, affamati di nuovi obbiettivi, lasciano la squadra cercando fortuna altrove. È ciò che e successo questa estate al Real Madrid campione di tutto, con Ronaldo alla Juventus e una rosa satolla dai troppi titoli conquistati nelle stagioni di Zidane. Sembrava aver dato tutto quel gruppo, e anche la sconfitta di domenica, la sesta in Liga, contro la Real Sociedad al Bernabeu avvalorava questa tesi. Eppure, dalle ceneri lasciate sparse sul campo del Bernabeu contro i baschi, si è rivelata una nuova fiamma: quella della gioventù Blanca, un cambio di rotta iniziato con Ceballos e continuato con Vinicius Jr, che oggi, con Diaz, non può che essere una realtà.

Real Madrid campione del Mondo con in prima fila moltissime delle nuove stelle della futura e presente galassia Blanca

MAI PER CASO

Non è un caso allora che Perez abbia investito 17,3 milioni di euro (dati Trasfermarkt) per portare al cospetto della casa Blanca Brahim Diaz, il trequartista diciottenne ex Manchester City e oggi nuova stellina del Real Madrid. Non è un caso, così come non lo sono stati gli investimenti fatti per Dani Ceballos (16,5 milioni, classe ‘96), Mariano Diaz (25 milioni, classe ‘93) e, soprattutto, per Vinicius Jr (50 milioni, classe 2000). Una serie infinita di talenti cristallini a cui possiamo aggiungere i gioielli della cantera Blanca che da Asensio (classe 1996 e titolare ormai inamovibile) in avanti stanno regolarmente trovando spazio in prima squadra: Nacho Fernandez, Dani Carvajal per citare i due più affermati insieme a Lucas Vazquez (classe ‘91), Marcos Llorente e Regullon per citare i neofiti dello spogliatoio delle stelle.

UNA NUOVA GALASSIA

Per il Real questa è una nuova realtà mai sperimentata in precedenza: dopo anni di spese folli e campioni dai nomi altisonanti, il Real di Perez ha deciso di rendersi all’avanguardia anche nei confronti del futuro portandosi a casa talenti dal sicuro avvenire da far crescere con il dna madridista. Una cantera moderna, che ai frutti della terra madrilena aggiunge i più promettenti raccolti del mondo intero assimilandoli tutti in una prima squadra comunque infarcita di campioni. Una stella si e spenta cambiando squadra? Florentino ha già in serbo una nuova Galassia per rimpiazzarla.

Vittoria in coppa di Spagna grazie al goal di Cristo

IL MONDO GUARDA IL REAL

Anni fa era il Barcellona a puntare sui giovani canterani e sui talenti in giro per il mondo. Oggi non solo i ruoli sembrano invertiti ma sembra che il Real Madrid abbia totalmente cambiato rotta: Regullon ha già toccato quota 14 presenze in stagione nonostante si giochi il posto con un mostro sacro come Marcelo, Vallejo ha collezionato 8 presenze in questa prima parte di stagione così come Marcos Llorente e Federico Valverde, entrambi centrocampisti, sono rispettivamente a quota 10 e 9 presenze stagionali. Al loro fianco altri giovanissimi esponenti della cantera madridista come Fidalgo, Cristo e Gracia: tutti a disposizione di Santiago Solari e presenti a tabellino con almeno una presenza a testa. Nella top ten delle squadre favorite per la vittoria finale in Champions League, il Real occupa il secondo posto per media età (26,4), dietro solo ai prodigiosi ragazzi del Borussia Dortmund (24,8) ma davanti a Bayern Monaco (26,5), Liverpool e City (26,6), Barcellona (27), Atletico Madrid (27,4), Manchester United (27,5) e Juventus (28,4). Non solo, perché nella storica sconfitta subita tra le mura del Bernabeu contro il CSKA Mosca in Champions League, gli attuali detentori dei titoli di campioni d’Europa e del Mondo hanno schierato il nono undici più giovane della competizione con una media età di 24,3 anni.

BRAHIM DIAZ

Classe ’99, il trequartista ex City torna a casa dopo anni passati a formarsi sui campi del nord Europa. La squadra di Guardiola lo acquista nel 2014 dalle giovanili del Malaga (voluto dall’ingegner Pellegrini) e lo affida alla trafila delle giovanili dove farà vedere grandissime cose.

Alcune delle giocate di Brahim Diaz con la maglia del City: ambidestro, il trequartista appena acquistato dal Real dimostra vera duttilità potendo giocare in ogni zona della trequarti avversaria.

Il 21 settembre 2016 esordisce in prima squadra sotto il comando di Pep Guardiola, innamorato del talento brevilineo e ambidestro nato in Spagna. Nell’estate successiva fa parte della spedizione estiva negli States del Manchester City e impressiona per talento e costanza di rendimento: suo uno dei goal con cui i Citizens affonderanno il Real Madrid con un netto 4-0. La scintilla è ormai scoccata e il 21 novembre 2017 contro il Feyenoord fa il suo esordio anche in Champions League subentrando a Sterling; l’ultimo step prima del ritorno a casa con la maglia Blanca è datato 20 gennaio 2018, esordio in Premier League al posto di uno spremuto Leroy Sané nella partita vinta per 3-1 contro il NewCastle United. A poco meno di vent’anni può già vantare nel proprio palmares una Coppa di Lega inglese, una Premier League e un Community Shield, vinti tutti nella stagione appena passata.

La presentazione di Brahim Diaz al Bernabeu: acquisto da 17,3 milioni per Florentino Perez.

UN TRASFERIMENTO SIGNIFICATIVO

Nonostante le numerose sconfitte subite dal Real in questa stagione e le difficoltà fronteggiate nel corso di questa prima parte dell’anno calcistico, gli acquisti di giovani promesse come Brahim Diaz sottolineano la volontà ferrea da parte del Madridismo di cambiare rotta rispetto al passato: i grandi campioni ci sono e formano l’ossatura di una squadra destinata comunque a vincere e incantare le platee mondiali, ma i grandi acquisti si eseguiranno principalmente su una linea verde da far crescere e svezzare con il dna Madridista nelle vene. Il sangue blanco, corroborato dalla vicinanza di mostri sacri del calibro di Marcelo, Sergio Ramos, Gareth Bale, Karim Benzema, Tony Kross e Luka Modric, si alimenterà partita dopo partita nelle giovani stelle della galassia blanca per un cambio di rotta storico e importante al tempo stesso.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generico

ULTIM’ORA – Ansia Sassuolo: Berardi esce per infortunio contro il Verona

Pubblicato

:

Sassuolo berardi

Sfortunatissimo Domenico Berardi in Hellas Verona-Sassuolo. Il fuoriclasse neroverde è rientrato oggi da un lungo infortunio che gli aveva fatto saltare sei gare, ma è stato costretto al cambio per un nuovo infortunio. Dopo un rilancio errato di Montipò, Berardi ha controllato il pallone con il petto, ma ha poggiato male il piede al terreno e ha subito chiesto il cambio. La paura più grande è che si tratti di un problema al tendine d’Achille. Chiaramente serviranno accertamenti.

Continua a leggere

Generico

Le parole di Baroni e Carnevali prima di Verona-Sassuolo

Pubblicato

:

Marco Baroni, allenatore dell'Hellas Verona - Serie A

Tra le partite più delicate di questo 27° turno di Serie A c’è indubbiamente il lunch match tra Verona Sassuolo, appaiate in classifica, ma con stati d’animo profondamente differenti. Nel pre-gara, ai microfoni di Sky Sport, si sono espressi al riguardo Marco Baroni, allenatore dei gialloblù, e Giovanni Carnevali, amministratore delegato dei neroverdi.

LE PAROLE DI BARONI

MASSIMA ATTENZIONE – “Dovremo affrontare tutti insieme questa partita, sia coloro che partono titolari, sia quelli che entreranno a gara in corso. Servirà un’attenzione massima per cento e passa minuti, il Sassuolo è conscio del momento che sta vivendo, ma rimane una squadra con grandi possibilità tecniche”.

TUTTE FINALI – “Da qui a maggio tutte le nostre partite saranno delle finali, e la squadra dovrà essere capace di restare sempre dentro la gara, mostrando compattezza anche mentale. Match come questi si risolvono spesso per le piccole cose, e dovremo essere in grado di curare anche i minimi dettagli”.

RESTARE IN PIEDI E CORRERE – “La squadra ha creato le condizioni per restare in piedi in un momento non facile. Adesso dobbiamo iniziare a correre per raggiungere ciò che sembrava impossibile”.

LE PAROLE DI CARNEVALI

BALLARDINI – “In un momento di difficoltà come quello che stiamo vivendo, Ballardini è il profilo adatto per dare la scossa giusta. La squadra ha dei valori, ma indubbiamente ha anche delle carenze; siamo fiduciosi nel fatto che il nuovo allenatore riuscirà a portarci ciò che è mancato prima”.

SERENITÀ – “Continuerò a presenziare agli allenamenti senza stravolgere nulla. Dobbiamo mantenere la serenità e l’equilibrio che non devono mancare in momenti come questo”.

BERARDI – “In undici stagioni di Serie A ci era già capitato un momento come questo, e chiamando Iachini quest’ultimo riuscì a portarci qualcosa di importante. Il ritorno in campo di Berardi può darci tanto anche all’interno dello spogliatoio, è il nostro campione ed è con lui che abbiamo portato a casa risultati e punti. Speriamo rientri in condizione nel miglior modo possibile”.

Continua a leggere

Generico

Tempo di rinnovi in casa Genoa: si lavora per Bani e Badelj

Pubblicato

:

Mattia Bani Genoa Serie A

Il Genoa continua a lavorare sul fronte rinnovi, per blindare i suoi uomini più importanti e confermare la spina dorsale della squadra a disposizione di Alberto Gilardino. Domani sera i rossoblù sono attesi dal crash test di nome Inter. Il Grifone, tuttavia, è nella ristretta élite di squadre che sono riuscite a fermare i nerazzurri in questa stagione. Ma ora l’Inter è in piena ascesa e sembra inarrestabile.

Gilardino tenta l’azzardo e lo farà con due giocatori freschi di rinnovo. Johan Vasquez, importante difensore mancino, e Morten Frendrup, tuttocampista dedito al sacrificio, hanno recentememte rinnovato. Rispettivamente il messicano fino al 2027 e il danese fino al 2028. Dopo queste nuove leve (Vasquez è classe 1998, Frendrup è 2001), i liguri pensano anche allo zoccolo duro di maggiore esperienza. I prossimi nomi sul tavolo, infatti, sono quelli di Badelj e Bani (classe 1989 e 1993), che rappresentano la componente esperta della squadra.

Tuttosport spiega che con Bani è pronto già un accordo fino al 2026. Mentre con Badelj si dovrà ancora discutere, in previsione di giugno 2025 o 2026. Sono da valutare, inoltre, anche le situazioni di Ekuban e Strootman, in scadenza il prossimo giugno. La cosa certa è che il Genoa prosegue sulla strada della continuità di uomini, dopo la promozione dello scorso anno e il buonissimo lavoro che il Grifone sta facendo in questa stagione.

Continua a leggere

Generico

LeBron James nella leggenda: superati i 40.000 punti in carriera

Pubblicato

:

LeBron James Los Angeles Lakers

LeBron James sempre più una leggenda del basket mondiale. Il numero 6 dei Los Angeles Lakers, nella notte italiana, ha infranto un altro record diventando il primo cestista nella storia dell’NBA a superare i 40.000 punti in carriera.

Nel corso della scorsa stagione, contro gli Oklahoma City Thunder è diventato il migliore marcatore della storia della Lega, superando Kareem Abdul-Jabbar e fissando il nuovo tetto di punti momentaneo a 38.390. Questa notte, contro i Denver Nuggets campioni in carica, LeBron James ha infranto la barriera dei 40.000 punti. Al termine dei 48′ di gara, infatti, il suo range è di 40.017.

Tutto il mondo si sta complimentando con questa icona sempreverde e leggendaria dell’NBA, che alla sua 21ª stagione da professionista e dopo aver superato da poco i 39 anni (è nato il 30 dicembre 1985), continua a fare scuola.

Inutile dire che questa statistica sembra a sua volta irraggiungibile. E, ad ora, sembra davvero impossibile pensare ad un cestista che possa superarlo. Tuttavia, a primo impatto sembrava esserlo anche il record di Abdul-Jabbar. Record rimasto invalicato per quasi 40 anni: dall’aprile 1984 fino al febbraio 2023, prima che LeBron James lo agganciasse.

Per ora, King James si riserva un posto in solitaria nel club di tutti coloro che hanno fatto 40.ooo o più punti in NBA. Cioè soltanto lui nella storia.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969